Mixcontest 2010, work in progress

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Mixcontest 2010, work in progress

      Buongiorno a tutti, ecco aperto il thread per permettere a Kristian di postare il materiale delle registrazioni (video e foto).

      REGOLE DI QUESTA DISCUSSIONE:

      QUESTO THREAD VERRA' USATO SOLO DA KRISTIAN e da chi per lui SOLO ED ESCLUSIVAMENTE PER POSTARE IL MATERIALE.

      TUTTI i commenti dgli utenti andranno nel thread COMMENTI, in modo da lasciare questo thread al solo racconto dell'iter che seguiranno i ns ragazzi in studio.

      Tutto chiaro?

      Il primo che posta qui si becca una bella sospensione, tanto per essere chiari e per farvi rispettare ogni tanto le regole.

      Grazie e a te Kristian.

      EDIT: quando dico Kristian "o chi per lui" intendo KRISTIAN ED I SUOI COLLABORATORI, come Pape e ZioJoy.
      .:homestudio: 3 Pc , MotifES8, Tascam Dm-24, Alesis ION, CS80v... insomma tanti strumenti e tanta voglia di fare musica!.

      Mixcontest 2010, work in progress

      Salve a tutti,
      parrebbe che alla fine sia tutto pronto per partire. Il primo post vorrei utilizzarlo prima di tutto per ringraziare Lorenzo ed Edoardo per lo spazio e l'aiuto che hanno dato e soprattutto per quello che ancora dovranno dare.

      Nel tentativo di mantanere un ordine logico (nonchè cronologico) ho pensato di condividere con voi i provini del brano. Questo sia per permettervi finalmente di fare un primo ascolto sia soprattutto per comprendere per intero tutto l'iter del brano. Sono conscio di espormi qui anche negativamente, data la bassa qualità dei file, ma la mia intenzione è quella di darvi un'idea globale e non voglio tirarmi indietro. Confido nella vostra magnanimità. Si tratta di due provini radicalmente diversi.

      Il primo è davvero estemporaneo, buttato giù i giorni seguenti alla composizione, con mezzi di fortuna (DFH, Amplitube, ecc), solo per non lasciar scappare l'idea, tutto nella mia camera da letto. Sentirete infatti che non era ancora stato scritto il testo, tanto che la ragazza canticchia solo una melodia appresa sul momento. L'impostazione è molto pop. Tutto ciò è accaduto diversi mesi fa, non ricordo neppure quando.

      Il secondo invece è nato già con delle esigenze, quindi è più ragionato e presenta sostanziali differenze. Noterete che l'impostazione è molto più rock: i bpm sono aumentati parecchio, le chitarre ora sono più compatte e cattive, la tonalità è stata adattata alla voce maschile ed è nato anche il testo.

      E' probabile che molti di voi preferiranno la prima impostazione (quella pop) alla seconda (più rock), ma i cambiamenti sono la diretta conseguenza di esigenze ben precise, magari ne parleremo più avanti. La versione finale, quella che stiamo attualmente registrando, invece è una sorta di connubio delle prime due, anche se vira maggiormente verso la seconda. Le chitarre, ad esempio, pur facendo quasi le medesime parti del secondo provino sono molto più morbide e non presentano assolutamente quella quantità di gain. Inutile dire che il solo fatto di sostituire i VSTi a strumenti realmente suonati e registrati ha cambiato radicalmente l'atmosfera del brano, prima davvero asettica.

      Di seguito trovate il link agli mp3 dei due provini:

      PROVINO UNO


      PROVINO DUE

      RE: Mixcontest 2010, work in progress

      Vi mostro le prime foto riguardanti la microfonazione della batteria. Non sono esaurienti quanto i video che abbiamo girato, ma già da qui si possono estrapolare diverse notizie. Appena possibile condividerò anche i video.

      Nella prima foto potete vedere le due batterie che avevamo a disposizione, o meglio, le due che si sono contese la registrazione. A sinistra c'è la Pearl ed a destra la DW. Le abbiamo montate entrambe per provarle insieme e scegliere con cognizione di causa. Come potete notare entrambe montano un singolo tom ed un singolo timpano, poichè queste erano le necessità dell'arrangiamento finale.



      Dopo diverse prove, dopo diverse combinazioni, dopo aver anche cambiato alcune pelli, abbiamo all'unanimità scelto la Pearl (MMX Master Custom). Il batterista (Marco Calise) a questo punto ha riposto la DW e ha montato ed accordato al meglio la batteria. Mentre noi preparavamo tutto per la microfonazione. Qui potete vedere me (Kristian), Giovanni (Ziojoey) e Giampiero (Papedroga) intenti nel sistemare le ultime cose. Anche in questa occasione abbiamo girato un video, spiegando tutto nel dettaglio.



      Qui invece potete avere una visuale più ampia di come si presentava la ripresa poco prima delle registrazioni "ufficiali". Potete vedere i fari che abbiamo montato per l'occasione per girare i video (la videocamera aveva un obiettivo davvero molto scuro) e la videocamera stessa.



      Ed ecco che finalmente Marco inizia a registrare.



      Prima di tutto ciò con Giovanni avevamo girato un video (che vedrete) nel quale mostravamo i microfoni a disposizione e indicavamo il loro probabile utilizzo. Per nostra fortuna, dopo varie prove, la maggior parte dei pronostici sono risultati corretti, ad eccezioni di alcune cose.
      Di seguito trovate tre fotografie che dovrebbero mostrare tutti i microfoni utilizzati.







      Nelle seguenti quattro foto invece potete vedere alcuni primi piani della microfonazione dei vari fusti. Queste sono le posizioni reali utilizzate per registrare le tracce che sentirete. Lo sottolineo poichè abbiamo fatto diverse prove e diversi cambiamenti. Ad esempio inizialmente la pelle battente del rullante era stata microfonata con un MD 421, poi con un AKG 414, poi con una combinazione di più microfoni. In ultimo si è optato per il solo SM57. Il peggior microfono della storia, continua a vincere ancora!









      Quando tutto era pronto abbiamo aperto il progetto con il provino del brano ed abbiamo fatto i livelli in cuffia. Avendo a disposizione tutti gli stem abbiamo potuto dare la possibilità al batterista di scegliere i livelli che più lo aiutavano a suonare meglio. Per le take definitive lui ha chiesto che in cuffia gli fosse mandata la voce, il basso (molto basso) ed il metronomo, mutando quindi tutte le chitarre.



      Qui intanto potete osservare il trio di ubriaconi. Per curiosità siamo (da sinistra a destra) io, Giampiero e Giovanni.



      La prima sessione di immagini si conclude quindi con i nostri volti corrugati, data la tarda ora. Domani aggiungo altre foto e, mi auguro, anche i video, che di certo troverete più interessanti. A titolo informativo posso dirvi che tutto ciò ha richiesto quasi due giorni. So che possono apparire tanti, ma in realtà non è così. Certo, di mezzo ci sono state le riprese, le foto, ecc., ma sia la scelta dello strumento, sia l'accordatura, sia la microfonazione sono stati elementi che hanno da soli preso quasi tutto il tempo.

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “kristian” ().

      Eccovi l'elenco dei microfoni utilizzati e dei relativi preamp:

      Kick in --> Audix D6 (scartato l' AKG D-112) --> API 512c
      Kick out --> Shure Beta 52 (scartato il 414 e l'U-87) --> RME
      Snare top --> Shure SM 57 (scartato l' MD 421) --> API 512c
      Snare bot --> AKG 414 --> API 512c
      Tom --> Shure SM 57 (abbiamo scartato l' MD 421) --> RME
      Timpano --> Electro-voice RE-20 --> API 512c
      Hi Hat --> Neumann KM 184 --> API 512c
      Ride --> Neumann KM 184 --> RME
      Over Head --> Ribera R-12 --> FCF SB100


      Tutto è stato convertito con Apogee AD8000, ad eccezione dei canali preamplificati con RME che sono stati convertiti direttamente con la Fireface800.
      QUESTO POST VERRA' AGGIORNATO E MODOFICATO COSI' TUTTI I VIDEO LI TROVERETE NELLA STESSA FINESTRA

      Eccovi il link alle prime due interviste, rispettivamente al bassista ed al chitarrista. Anche se vedete più link non lasciatevi ingannare, le inteviste sono due ma vi offriamo la possibilità di vederle in più modi: tramite youtube o altri server. Sceglietene una.

      Introduzione
      Introduzione youtube file

      microfoni batteria

      Registrazione Batteria
      Registrazione Batteria Youtube file

      Spiegazione Registrazione batterie
      Scelta batteria I° Youtube file
      Scelta Batteria II° You tube file

      Intervista chitarrista
      Intervista chitarrista Youtube file


      Intervista al Bassista (Youtube file)


      Svago post (sbronza?) registrazione
      Svago pre e post sbronza Youtube file

      Godetene tutti.

      P.S.: si consiglia di cliccare e poi appena compare il player di Quicktime metterlo in pausa e attendere che il video sia tutto carico, dopodichè schiacciare play...

      P.p.s.: se qualcuno ha difficoltà con lo streaming di quicktime, basta che clicchi col tasto destro sul link al video e selezioni "salva destinazione con nome".
      in tale maniera effettuerà il download dei 2 video, comodamente riguardabili in qualsiasi momento.
      La CULTURA suona meglio di qualsiasi HARDWARE
      MUZAK STUDIO MIX SAMPLE
      Salve a tutti,
      nonostante tutta l'iniziativa verta alla fine dei conti sul suono mi pare doveroso spendere qualche riga anche per il testo. Il brano sarà registrato in due versioni, una in italiano ed una in inglese. La versione in inglese è stata affidata al cantante, Andrea Caccese, data la sua ottima conoscenza della lingua e soprattutto data la sua esperienza. Come è normale con lui ci sono state diverse discussioni a riguardo e nel tempo il testo ha subito diverse modifiche sino ad arrivare alla versione finale.

      Sulla versione in italiano invece stiamo ancora lavorando, ma credo che in un paio di giorni sarà terminata. A quest'ultima stiamo lavorando io ed Andrea in team.

      Di seguito trovate il testo in inglese:




      LET IT ROLL

      Here we are, along the script that has been written down
      following the structure all along

      and it sets the ground for disillusion
      what if we run out of time

      I won't let just fade away my life and let it die
      I won't let just let it flow away

      Of all the things I want, the things I need
      I can't afford the price to pay
      But I'll throw the dice and let it roll

      gotta let it roll

      Take a stand and breath to be alive until the end
      bulding your own life path all along
      take a brick and smash your selfcontrol, yeah
      what if you run out of time

      I won't let just fade away my life and let it die
      I won't let just let it flow away

      Of all the things I want, the things I need
      I can't afford the price to pay
      But I'll throw the dice and let it roll

      I wont let just flow away I wont let it flow away,
      I wont let it flow away
      All I needed
      All I wanted

      Of all the things I want, the things I need
      I can't accept the price to pay
      But I'll throw the dice and let it roll

      Of all the things I want, the things I need
      I can't afford the price to pay
      But I'll throw the dice and let it roll



      ____________________________________________________________

      Di seguito invece riporto alcune note sulla stesura del testo che Andrea ha voluto condividere:

      "Per scrivere il testo di questa canzone ho lavorato in modo diverso dal solito. Solitamente lavoro su pezzi interamente scritti da me, questa volta invece ho lavorato su un pezzo in cui la melodia era già stata creata ed ho dovuto lavorare attenendomi il piu fedelmente possibile all'idea data da Kristian. La struttura di questo pezzo è tipicamente pop, ed anche se il tutto può risultare facile e banale, lavorare su un testo di questo genere e seguire delle linee guida precise richiede attenzione ai dettagli. Ho trovato un compromesso tra il mantenermi in linea con il brano e lo scrivere qualcosa di più accurato.

      Il testo è ricco di metafore e figurazioni, non parla di nessun avvenimento in particolare, direi piuttosto che è un susseguirsi di "immagini" che descrivono una condizione ben precisa: la paura di "buttarsi" nella vita, la paura di rimanere pietrificati ed immobili senza assaporarla al 100%.
      Il titolo "Let it roll" si riferisce al rotolare dei dadi su un tavolo da gioco, come metafora per invitare a uscire dalla condizione descritta sopra e a vivere la vita senza pretendere di avere uno schema predefinito da poter tenere sempre sotto controllo."
      Salve a tutti,
      ecco alcune foto riguardanti le riprese di basso e chitarre, soprattutto chitarre.
      Gli strumenti li avete già visti nei video, ma per la cronaca ripropongo il tutto tramite le foto.

      Allora...

      Dopo aver registrato la batteria è stata la volta del basso. Sull'amplificatore non ci sono stati dubbi: testa Ampeg Classic SVT-CL accoppiata ad una cassa Ampeg 8x10. Questo ampli è l'ampli, punto, tanto che dopo due giorni ne abbiamo acquistato uno nuovo di pacca, identica testa, identica cassa. Identico a quello utilizzato per il brano in questione. Avevamo anche altri ampli, tipo Mark Bass, ma non li abbimo portati neppure in ripresa. Qui potete vedere gli sforzi compiuti per portare il sarcofago in ripresa.



      Mentre alcuni portavano la bestia dentro, altri smontavano batteria e relativi microfoni.



      Mentre la decisione per l'ampli è stata semplicissima, per quanto riguarda il basso è stata più sofferta, anche se in realtà non troppo. Avevamo a disposizione un Fender Precision, un Fender Jazz 4 corde con PU Customshop ed un altro Fender Jazz 5 corde. Dopo qulche prova abbiamo optato per il Precision, ma ad essere onesti non c'erano grossi dubbi in merito. Qui potete vederli in fila.





      E qui invece potete vedere come è finita la sessione di registrazione. Del resto ogni sessione che si rispetti finisce così... se conoscete il vino (sardo) in questione capirete che le take saranno per forza di cose di alto livello. :D
      Questo perchè qui a La Casetta non ci facciamo mai mancare nulla.



      Non abbiamo altre foto che ritraggono il bassista. Non mentre registra. Quindi passiamo oltre, ovvere alla chitarra.
      Qui la squadra era più sostanziosa, direi di tutto rispetto. La gran parte delle chitarre è stata già presentata nei video. Qui potete vederne altre, facilmente riconoscibili da chiunque.





      Qui in un bel primo piano dai colori pastello.


      E' stata subito la volta della chitarra acustica. Abbiamo alla fine utilizzato la mia Martin H.D-2.8. (ho messo i punti nel tentativo di avitare l'odioso emoticon) suonata al contrario poichè Vito è mancino (grande trovata per la parte, davvero). Avevamo a disposizione una Takamine ed una Taylor (entrambe mancine) ma si sono rivelate meno adatte. E poi vi assicuro che la parte suonata al contrario rendeva di più. Come sapete le chitarre acustiche sono state risuonate; le foto si riferiscono alla prima sessione. Comunque entrambe le volte abbiamo utilizzato la Martin e i Ribera R-12.





      Dopo la chitarra acustica è stata la volta delle elettriche. Avevamo qui a disposizione tre ampli: Mesa Dual Rectifier, Fender Supersonic e Vox AC30. In questo caso tutti e tre hanno trovato posto nel brano. Gli ampli ruggivano attraverso una 2x12 con V30 close back. Il tutto microfonato con un AT AE3000. Scelta questa avvenuta dopo aver provato praticamente tutti i microfoni in nostro possesso. Molti quelli che ci sono piaciuti, ma questo alla fine è quello che ci è sembrato più adatto al brano. Cercavamo un sound spinto, ma non troppo aggressivo.



      Ed ecco Vito al lavoro con la sua Vito "P" Caster, la sua strato signature.



      Qui mi adopero per aiutarlo nell'esecuzione, date le sue scarse competenze. :D



      Qui invece mi vedete in tutta la mia gelosia, in attesa di fare la mia particina. Parte che ad onor del vero mi è stata concessa per il suono della Les Paul Custom più che per le mie doti tecniche. Però devo ammette che mi ha fatto un gran piacere partecipare con questo piccolo cameo.



      Come la volta precedente, come non mostrare il Santoro e l'Ulacco in tutta la loro bellezza. Questa volta sono accompagnati dal Di Costanzo, mentre io scatto la foto ricordo.



      Sottolineo che la registrazione delle chitarre ha richiesto due sessioni separate, poichè ci sono stati dei ripensamenti sul sound, ripensamenti condivisi e concordati da tutti. E' una cosa questa che mi sento di condividere poichè vorrei che non venisse interpretata come una mancanza da parte dei partecipanti, ma bensì, io ritengo, come un possibilità in più che si ha solo in determinati contesti. Una possibilità che fa assolutamente la differenza. Non sono sufficienti gli stumenti e la strumentazione in generale, ma spesso è più importante il tempo ed il luogo in cui si fa ciò che si fa. Tornare sui propri passi è umano ed avere la possibilità di farlo è un quid in più che spesso oggi non ci si può permettere. Considerate che noi lavoriamo spessissimo tutti insime (c'è un grande affiatamento) ed avevamo in questo casa anche fatto dei provini abbastanza precisi. Eppure abbiamo ritenuto opportuno rifare talune cose. Una volta trovato il sound la registrazione di tutte le chitarre ha richiesto circa due giorni. Due giorni in cui abbiamo abbastanza sconvolto i provini, in positivo, spero.

      Detto quiesto la strumentazione utilizzata è comunque assolutamente quella che vedete nelle foto. Come ben sapete, si possono ottenere cose diametralmente opposte anche a partire dagli stessi stumenti.
      Oramai sono preso dalla foga della fotografia ed eccomi qui con nuove foto del Mixcontest 2010 making of. Questo nel tentativo di mantenere alta l'attenzione prima della condivisione del materiale audio.

      Per prima cosa mi pare doveroso mostrare una foto del bassista (Stefano Di Meglio) che permette di comprendere le ragioni per cui non è presente quasi mai nelle immagini. Si è immolato per tutti noi, affinchè potessimo godere di tutte queste immagini. A lui va un ringraziamento sincero.



      Qui lo vediamo di spalle mentre invece prende confidenza con l'Ampeg, alto quasi quanto lui.



      Invece qui possiamo vedere un grattacielo di N.Y. city dentro la nostra ripresa. Potete notare la testa rivolta dalla parte opposta rispetto all'obiettivo. Sarà stata la timidezza o lo sdegno?



      Ritornando al reparto chitarristico qui potete ammirare una foto da tergo delle due teste utilizzate (chissà dov'era il Vox in quel momento) con tutte le valvole in bella mostra. Valvole che per quanto riguarda il Fender Supersonic sono state chimbiate pochi giorni prima delle registrazioni.



      Qui invece una foto un pò inutile in cui chissà cosa stiamo facendo e soprattutto chissà a che ora lo stiamo facendo. A giudicare dal volto stremato del Di Meglio direi che la luna svettava alta tra le stelle da parecchie ore.



      Qui uno zoom in cui si vede il sequencer con cui tutto ciò è stato realizzato. Questo per dovere di cronaca. E' pur sempre un dato importante.



      Non poteva non mancare la mascotte de La Casetta, ossia la Piz. Strano quadrupede che vedete intento nell'osservazione della Martin, tanto interessata quanto perplessa. Probabilmente la Piz tentava di capire come potesse il mancino Di Costanzo (alle sue spalle) suonare quella chitarra per destrorsi... chissà.



      Per finire oramai mi pare opportuno introdurre l'ultimo componente del gruppo, il cantante, Andrea Caccese. Potete osservarlo qui in una postura molto rock assieme all'immancabile Giovanni Santoro, oramai trentenne. Auguri!

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “kristian” ().

      Eccovi l'elenco dei microfoni utilizzati e dei relativi preamp per quanto riguarda il basso:

      Mic 1 --> Audix D6 --> API 512c
      Mic 2 --> MD 412 --> API 512c
      Mic 3 --> SM 57 --> API 512c
      Mic 4 --> D112 --> API 512c
      Mic 5 --> U-87 --> API 521c
      Mic 6 --> RE-20 --> FCF SB100
      D.I. --> Radial J48 --> FCF SB100

      Tutto è stato convertito con Apogee AD8000.

      RE: Mixcontest 2010, work in progress

      Eccovi l'elenco dei microfoni utilizzati e dei relativi preamp per quanto riguarda la chitarra acustica:

      Mic 1 --> Ribera R-12 --> API 512c (dopo aver scartato l'FCF e l'ISA-4.2.8.)


      Eccovi l'elenco dei microfoni utilizzati e dei relativi preamp per quanto riguarda la chitarra elettrica:

      Mic 1 --> AT AE-3000 (dopo aver scartato tutti gli altri mic a disposizione, anche in accoppiata) --> API 512c (dopo aver scartato l'FCF e l'ISA-4.2.8.)


      Tutto è stato convertito con Apogee AD8000.

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “kristian” ().

      RE: Mixcontest 2010, work in progress

      Eccomi qui per descrivere brevemente la giornata in cui abbiamo registrato le voci. Questa sessione è durata una giornata intera, giornata iniziata in tarda mattinata e finita intorno alle 21:00. Il cantante è il giovane Andrea Caccese, voce anche dei The Wisers. QUI (oppure in parte ovviamente anche QUI :) ) se volete potete ascoltare il loro ultimo EP.

      Eccolo in posa plastica mentre è intento a regalarci una performance canora di tutto rispetto. Come potete vedere oltre al filtro della SE ci siamo avvalsi di un pannello mobile in lana minerale al di sotto del microfono per asciugare ulteriormente l'ambiente, anche in considerazione delle violente compressioni che riceverà la voce sia in mix che in registrazione.



      Qui invece in un bel primo piano.



      Come pronosticato abbiamo utilizzato per le registrazioni un Ribera R-12 avvolto nel Reflexion filter della SE. Anche loro meritano un primo piano.



      E' arrivato il momento di vedere il cuore (cuoricino) dello studio. Il luogo in cui tutto transita, in entrambi i versi, prima che venga rovinato dal sottoscritto e dal nonno. In questo caso i protagonisti sono il primo canale dell'FCF e l'1176 AE.



      Detto questo vorrei fare un salto a ritroso, dato anche il poco materiale riguardante le registrazioni vocali, per mostrarvi la Gibson in assetto da guerra, a mo' di Barone Rosso. Così l'ho conciata per evitare vibrazioni indesiderate. E vi assicuro che c'erano.

      Qui gli mancavano solo gli occhiali da sole.



      Qui invece potete ammirare il suo fondo schiena abbronzatissimo.



      Come detto la registrazione della voce, o delle voci, ha richiesto una giornata intera a causa della mole di parti da cantare. A fine serata le tracce con impressa la voce del nostro Andrea erano poco meno di venti. Per la prima volta abbiamo compresso in ripresa. Sino ad ora non erano stati utilizzati né equalizzatori né compressori. Nello specifico abbiamo usato l'1176 con ratio 2:1 ed una gain reduction abbastanza spinta, ma non vi rivelo precisamente quanto, poichè molti di voi griderebbero allo scandalo. :D

      Chiedo a tutti perdono per la bassa qualità delle ultime foto, ma scarseggiavano le macchine fotografiche serie e ho dovuto usare il mio tele(mela)fonino. Il loro dovere però lo fanno, mostrandovi ciò che volevo mostrarvi.