diritto d'autore, plagio, cosa posso e non posso fare

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      diritto d'autore, plagio, cosa posso e non posso fare

      Ciao a tutti, scusate ma non sapevo bene dove scrivere. La mia domanda è la seguente: un azienda vuole utilizzare una canzone (Gerry & The Pacemakers - You'll Never Walk Alone è del 1963) ovviamente immagino che non si possa, così mi ha chiesto di rifarla. La mia domanda è: cosa devo fare per non avere problemi? devo cambiare il testo? devo cambiare la melodia? entrambi?
      Il cliente è molto interessato al testo della canzone quindi mi chiedo: quanto dovrei cambiarlo?
      Spero ci sia qualcuno che mastica queste questioni e vi ringrazio!
      Buona serata e buona musica.
      Io chiederei il permesso di utilizzarla.
      Questo perchè il brano non mi pare famosissimo (l'ho ascoltato ma non l'avevo mai sentito prima, ma potrebbe essere una mia mancanza) e magari chi detiene i diritti potrebbe essere interessato a divulgare il pezzo On Italy e te la caveresti con poco o addirittura aggratisse.
      Riscriverla servirebbe a poco, se ti beccano potresti essere accusato di plagio, se il pezzo da te riscritto si rifà chiaramente al brano originale in qualsiasi sua parte (melodica/testo).
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      Effettivamente anche io sono del parere di @BjHorn (aparte sulla fama del brano)...se chiedono quella che senso ha rifarla uguale? o ti ispiri a quella per un brano diverso oppure paghi quelle che c'è da pagare e usi quella se è quello che vuole il cliente.

      è come dire "vorrei una ferrari ma per spendere meno prendimi una panda dell'82 e la martelli finchè non assomiglia ad una 488" ma a sto punto perchè non fare di una panda una macchina che abbia la sua personalità ispirata alla 488, se ti piace tanto la 488 compratela!

      Ma questo a prescindere dalle beghe legali che potrebbero nascere!
      c'è una distinzione da fare: per utilizzare una cover basta pagare i diritti al depositario ed avere un agreement con l'editore di quella specifica versione. Per usare un originale bisogna avere la licenza dell'editore originale oltre che pagare i diritti come nel caso 1. Sempre nel caso 1 l'autore non può opporsi all'uso legale, nel caso 2 si. Quindi alla richiesta del TS non si tratta di alterare/plagiare ma proprio di fare una cover 1:1 che il committente intende utilizzare dichiarando regolarmente chi è l'autore.
      se vendete il database mi incazzo.

      diritto d'autore, plagio, cosa posso e non posso fare

      Si anche a me torna come dice DB.
      Se un autore scrive un brano e ad esempio lo deposita in SIAE si possono fare delle cover (anche per un CD in vendita) seguendo la procedura indicata dalla SIAE che comporta in versamento dei "diritti di autore".
      Invece per utilizzare materiale prodotti da altri devi averne il permesso.
      Il dubbio che invece mi sta venendo è questo: potrebbe non essere contento l'autore della pubblicità alla quale è abbinato il suo brano ? Senza entrare in casi estremi (offesa della pubblica morale o ad es. razzismo ecc. che sono cmq perseguiti per legge) ma se normalmente una musica abbinata ad una pubblicità di auto è normalmente accettata potrebbe non essere così per una pubblicità di preservativi o pannoloni ;)

      Inviato dal mio GT-I9515 utilizzando Tapatalk
      non ti so rispondere. So che il problema si pone quando si vuole ottenere la licenza d'uso di un master altrui o si vuole alterare ad esempio il testo per inserire frasi dello spot. Se commissioni una cover senza alterare il testo non servono licenze ma credo basti pagare i diritti al legittimo autore dato che non vi è alcuna cessione. Non so se sei perseguibile qualora al titolare siae la cosa non piaccia nè so se abbia di fatto il potere di contrattare.
      se vendete il database mi incazzo.
      Buonasera! Cambio per un attimo discorso per porvi una domanda. il mio socio ha musicato un pezzo di un film di hitchcock facendosi ispirare dalle immagini. siccome è venuto bene pensavamo di pubblicarlo, ma ci siamo posti il quesito del diritto d'autore. Come dovremmo muoverci secondo voi?
      chi è il detentore dei diritti? Warner per esempio? Dovresti chiedere a loro un clearance. All'atto pratico penso che pubblicherai e basta. Tutt'al più ti viene bloccato o rimosso coattamente. Penso sia improbabile che ti trascinino in tribunale.
      se vendete il database mi incazzo.
      Penso anche io...ma la mia domanda, oltre a questo video in particolare, era più in senso generale se dovesse capitare ancora.

      So che è stupido, ma mi chiedo: come faccio a sapere chi è il detentore dei diritti? e poi cosa faccio? a chi scrivo? cosa scrivo?

      Sto solo cercando di raccogliere esperienze

      DBarbarulo ha scritto:

      per utilizzare una cover basta pagare i diritti al depositario ed avere un agreement con l'editore di quella specifica versione.

      Scusa DB, con editore intendi quello di chi fa la cover, o quello della versione originale? Se la cover è commissionata da chi fa la pubblicità / video o film che sia, immagino che sia già implicito che non occorre chiedere permessi a nessun editore, dico bene?
      Un altro chiarimento: mettiamo che io voglia usare "Impressioni di settembre" della PFM.
      Se mi suono una cover della famosa parte strumentale col moog, e la curo fino a farla diventare identica all'originale, è ancora considerata una cover che posso usare senza chiedere permessi, oppure sto violando dei diritti sull'arrangiamento?
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      non ricordo il senso quindi riassumo: per fare una cover non servono autorizzazioni. Bisogna naturalmente dichiarare che è una cover e corrispondere i diritti agli autori originali. Se sai suonare in maniera uguale, ma anche meglio dell'originale resta che si tratta di una cover, suonata e registrata da te, e non di un campionamento preso da registrazioni o master che non sono di tua proprietà. Quindi è consentito l' "uso" delle composizioni altrui senza autorizzazione qualora tu produca la nuova versione e corrisponda il diritto d'autore agli aventi titolo. L'uso di materiale originale, samples, tracce, masters ecc. può avvenire solo su licenza dell'editore e non ha a che vedere col diritto d'autore che viene sempre ed in ogni caso corrisposto all'avente titolo. Le rielaborazioni intese come giochi di parole, tipo spot tv, credo abbiano una trattazione a se poichè comportano un'alterazione dell'opera e quindi ritengo debbano essere approvate dagli autori che potrebbero vedere lesa la loro immagine associando la loro arte ad un assorbente interno.
      se vendete il database mi incazzo.
      Grazie DB, tutto chiaro.
      Beh interessante la questione cover, perché di fatto oggi non è per niente difficile farne una che suona molto simile all'originale, a patto che la voce non sia qualcosa di inimitabile, questo anche nel cinema aprirebbe molte possibilità.
      Che io sappia però per l'uso dell'originale, oltre ai soliti diritti che pagheresti comunque, oltre al permesso dell'editore, non vanno pagate anche delle royalties?
      Edit: mi dicevano che è il motivo per cui molte produzioni cinematografiche storcono il naso se l'autore in certe scene inserisce titoli di canzoni note, che richiederebbero permessi ma anche spese che influiscono sul budget.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “Pilloso” ().

      Nuovo

      Senza chiarire bene il contesto economico si rischia la deriva. L'editore per darti clearance potrebbe chiederti dei soldi... E' il suo lavoro. Ma i casi sono parecchio diversi: Marvel Studios che chiama gli ACDC o Topogigio Films che chiama gli ACDC? Sei un regista sconosciuto che chiama una super produzione? Una super produzione che chiama un artista emergente? Il caso che citi tu è ancora diverso: un regista che commissiona una cover per un film. Tu artista "incaricato" dovrai sostenere spese di produzione e comunque non beccherai un euro di diritti perchè il pezzo non è tuo, quindi presumo che tu ti farai pagare anticipatamente un compenso al netto delle spese. Ammettendo che la cover sia già fatta e abbia un editore devi sempre ottenere l'autorizzazione dell'editore della cover come per l'originale. La cosa più logica alla fine è commissionare musiche originali.
      se vendete il database mi incazzo.

      Nuovo

      Credo che uno dei pochi esempi in cui registri una "cover", e poi ne ricavi profitto SENZA dover pagare diritti o altro sia legata alla musica classica, i cui aventi diritto sono defunti già da un bel pò.
      Ti chiami la tua bella orchestrina da 80 elementi, registri un concerto grosso di bach, e ne fai quello che ti pare!
      I soldi - se qualcuno vuole usare la TUA registrazione - spettano solo a te! :D
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!