Vorrei comprare un Mac Pro.. ma quale?

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      direi che per rendere utile la faccenda, allora tu dovresti fare riferimento ai vst che usi, numero tot. di tracce, ecc ecc altrimenti gli occhiolini servono a ben poco per avvalorare la propria tesi...
      comunque non per dire, ma reaper ti porta via meno 4Gb.



      Detto ciò, i mix a 100 tracce si fanno da anni con sistemi operativi a 32bit, che più di 3.3Gb non vede...
      il resto, è solo sinonimo di un computer che probabilmente ha qualche collo di bottiglia o rogne simili!

      poi ognuno creda a ciò che vuole, per carità.
      1. uso della Ram con il sistema operativo caricato






      2. RAM con S.O.+Cubase 6.5




      dove, nella daw sono stati caricati 108 file audio 44.1KHz 24bit, per 108 tracce
      su ogni traccia è stato caricato un plugin Softube Tonelux eq+ UAD Fairchild, quindi uno nativo ed uno che gira sulle schede a dsp.


      i risultati mi sembrano evidenti...
      1.2Gb sono occupati da windows 8pro e i restanti 600Mb sono da dividere tra i plugin e il pre-caricamento dei file audio su RAM!

      con 2,2Gb ancora disponibili e cpu permettendo, potremmo caricare un bel pò di altri plugin e/o tracce!!

      il computer come dicevo, non è certo dei più recenti e performanti, età 2008:

      CPU Intel dual core duo E6750
      RAM 4Gb DDR2 800MHz dual channel Corsair
      HD Western Digital green power

      e un pò di settaggi attenti a non consumare inutilmente risorse!

      Se può interessare, che si usi Waves, piuttosto che Softube, VOS, Elysia o UAD, la ram non cambia più di tanto, quindi magari sarebbe interessante capire quali sono questi plugin super-esosi, giusto per farsene un'idea...
      magari ci sono algoritmi come Nebula ad essere così impegnativi anche per la RAM?

      Post was edited 2 times, last by “gobert4.4pro x64” ().

      Dovrei fare un elenco, a occhio su 120 tracce ci sono a spanne 300 VST o loro istanze, fra cui Nebula, Waves, Stillwell, Amplitube ecc.

      Quello che é sicuramente vero é che all'aumentare delle risorse aumentano le possibilità che si aprono, ovvio che 5 o 6 anni fa si faceva tutto con 2GB di RAM, ora però é possibile fare molto di più di un tempo..
      Ringraziandovi per portare avanti questo thread che sto seguendo, a questo punto secondo me ci conviene andare alla fonte.. Cosa fa la ram? Cosa ci viene caricato?
      Io onestamente non credo che o plugin c'entrino qualcosa. Un plugin contiene un algoritmo che viene applicato al segnale audio (almeno la maggior parte dei plug), che dev'essere ricalcolato diverse volte al secondo, utilizzando quindi il processore..
      La ram invece è utilizzata come memoria ad accesso molto più rapido rispetto all'hard disk, serve ad allocare file che serve che siano di rapida lettura. Come librerie di virtual instrument.

      In ogni caso, il mio Mac dà problemi proprio di processore (ci sono gli indicatori apposta!)
      Prova a fare così:
      1 Avvia il mac tenendo premuto lo shift
      2 Una volta avviato (ci vorrà tempo) vai su applicazioni - utility disco - ripara permessi disco (oppure, da terminale "diskutil repairPermissions /Volumes/<nome disco>" )
      3 sempre da terminale e scrivi "sudo periodic daily weekly monthly" (oppure lascia il mac acceso di notte e lo farà da solo alle 4 di notte).
      La mia didattica
      Le mie foto...


      Orecchie funzionanti e studio sonorizzato come Cristo comanda...

      Il Pianista wrote:

      Ringraziandovi per portare avanti questo thread che sto seguendo, a questo punto secondo me ci conviene andare alla fonte.. Cosa fa la ram? Cosa ci viene caricato?
      Io onestamente non credo che o plugin c'entrino qualcosa. Un plugin contiene un algoritmo che viene applicato al segnale audio (almeno la maggior parte dei plug), che dev'essere ricalcolato diverse volte al secondo, utilizzando quindi il processore..
      La ram invece è utilizzata come memoria ad accesso molto più rapido rispetto all'hard disk, serve ad allocare file che serve che siano di rapida lettura. Come librerie di virtual instrument.

      In ogni caso, il mio Mac dà problemi proprio di processore (ci sono gli indicatori apposta!)

      in linea di massima è così....
      la ram viene utilizzata massicciamente per caircare le prime porzioni dei file audio che verranno riprodotti (siano esse librerie o file audio presenti nelle tracce del sequencer).

      in realtà, come dimostrato dalle prove, qualsiasi processo si porta via un pò di ram...
      nel mio caso, 600Mb per 216 plugin e 108 tracce audio in esecuzione contemporaneamente.
      In realtà Nebula e buona parte dei plugin che sfruttano la convoluzione caricano gli impulsi in RAM, oltre al codice eseguibile. Se la convoluzione poi è dinamica di impulsi ne vengono caricati un bel po'.

      Non ho mai installato Nebula, però quei GB di memoria occupati mi sa proprio che siano suoi... o sbaglio (è un'ipotesi eh!!! )?!? :)
      Un MIX tra arte e scienza
      "Non è bello ciò che è bello, figuriamoci ciò che è brutto"
      penso anch'io...
      basta caricare un bel pò di kernel e via che cpu e ram vanno alle stelle!

      però bisogna considerare che Nebula è un software diciamo atipico e si discosta parecchio dai classici vst (dalla fetecchia alla chicca, dal free al costoso) ed è un software che ancora non si riesce a sfruttare completamente, neanche con un pc piuttosto nuovo e performante, se non con limitazioni.

      il giorno in cui si potranno caricare tanti kernel quanti step a scatti di un Manley massive-passive, per un numero considerevole di tracce, ed avere la cpu al 20%, molta gente si divertirà parecchio!
      Non è infatti un caso che, almeno sulla carta, Nebula sia uno dei primi software per l'elaborazione di audio che può trarre vantaggio dall'impiego di istruzioni CUDA (o OpenCL, chissà) per il calcolo parallelo.

      Chiedo comunque venia per il parziale OT, ma ci sono finito per aggiungere qualche tassello alla risposta di "come si impiegano RAM e CPU".

      Probabilmente tra qualche anno sarà importante anche il tipo di scheda video montata, visti gli sviluppi che il calcolo parallelo sta avendo in altri settori (vedi gli utenti Mac che con le ultime scelte commerciali di Apple si sono trovati un po', come dire, inculCati, dal fatto che le schede video adottate sono AMD ma Adobe ha puntato su CUDA.... ahi ahi ahi!!! :D )
      Un MIX tra arte e scienza
      "Non è bello ciò che è bello, figuriamoci ciò che è brutto"

      znal_lanz wrote:

      (vedi gli utenti Mac che con le ultime scelte commerciali di Apple si sono trovati un po', come dire, inculCati, dal fatto che le schede video adottate sono AMD ma Adobe ha puntato su CUDA.... ahi ahi ahi!!! :D )
      ecco...
      io queste cose non le capisco proprio!!
      una volta Apple poteva contare su processori Motorola, più performanti rispetto alla concorrenza e ad un sistema chiuso, con basi sicuramente più solide!


      oggi vedo che i prezzi di questi computer rimangono alti, non garantendo più gli standard di un tempo!

      chi usa Logic ed ha il vomito a cambiare, così come io ho vomito all'idea di imparare ex-novo un sistema che non sia Cubase, è costretto ad adeguarsi, sperando che Apple non decida di fermare il progetto a favore del nuovo Sequenzo, che ovviamente sarà compatibile solo con i nuovi sistemi, incluso il nuovo OS X Puzzola :D


      quello che mi ispirava del mondo Mac, oggi non esiste più....
      meglio così!eventuali soldi risparmiati, perchè non nego che se Cubase fosse stato compatibile, un pensiero ad un Mac Pro ce lo avrei fatto!
      E perché cubase non sarebbe compatibile col mac?
      Io ormai sto usando reaper da quando il macbookpro mi è morto, una settimana dopo la fine della garanzia.....
      Quando poi mi è morto anche l'ipad, questo esattamente il giorno dopo la fine della garanzia, mi sono ripromesso di non comprare mai più neanche un cavetto con la mela morsicata.
      Certo, mi girano notevolmente a buttare una quindicina di anni in cui ho imparato a usare logic anche a occhi chiusi ma alla fine non è che ci voglia tanto a imparare un programma nuovo anzi, eviti tanti automatismi che hai introiettato negli anni e non dai niente per scontato.
      La mia didattica
      Le mie foto...


      Orecchie funzionanti e studio sonorizzato come Cristo comanda...
      Io con cubase sono sempre e solo riuscito a litigare ma mi ricordo che su varie versioni che mi sono uscite in bundle, anche preistoriche, c'era sempre l'installazione per osx.
      Comunque, ad oggi, windows 7-8 e gli hardware da pc non hanno niente da invidiare a osx e a un mac, forse giusto il design.
      La mia didattica
      Le mie foto...


      Orecchie funzionanti e studio sonorizzato come Cristo comanda...
      Mah, al netto dell'irritazione che provo anche io per i prodotti Apple attuali (ho cominciato a scrivere su un Classic, nel 1990), per la mia esperienza l'integrazione hw-sw garantita da Apple è ancora un passo più avanti. Io e il socio con cui suono avevamo teoricamente lo stesso computer: processore i7, disco da un tera a 7200, io però 8 giga di RAM, lui 16. Nonostante ciò, all'accensione il mio Mac ci metteva 30 secondi meno del suo toshiba. E cubase, ovviamente senza plugin, era pronto ben prima del suo.
      Adesso s'è comprato un mostro superperformante ma ovviamente l'ha pagato parecchio più del mio Mac.
      Questa situazione non durerà a lungo, ma per ora è ancora così. In ufficio ho apena restituito il Samsung S3 che m'avevano dato e ho messo la scheda su un iPhone: troppo lento, quel software, troppo farraginoso. Con Android puoi fare, dicono, molte più cose che con iOS. Io però non ho mai capito bene quali. Ma sicuramente è un limite mio. E comunque i sistemi operativi mobili sono un OT, me ne scuso. La parte sul confronto tra l'integrazione tra hw e sw dei vari sistemi operativi non lo è.
      Mah....
      Ho ancora, perfettamente funzionanti (su uno ci sto scrivendo ora) due portatili con xp che vanno come dei trattori e non sono mai stati formattati.
      Per non parlare dei portatili con seven che sono due mostriciattoli.
      Ora sto lavorando con un i7 8core che, per sfizio, ho overclokkato fino a 5 ghtz ma lo tengo a 3,9, 32 giga di ram, ssd di sistema, raptor a 12000 giri per i dati dei lavori in corso, due dischi da 2 tera a 7200 per storage, una caterva di connessioni di ogni tipo distribuite su tantissimi bus (e non quei pacchi alla apple dove gira tutto sullo stesso bus intasandoti le periferiche), un dissipatorone passivo che lo rende ipersilenzioso o iper-raffreddato a seconda di quante e quali ventole voglio far girare (e come lo voglio far girare), alimentatore supersilent da 1000 watt e, ciliegina sulla torta, win7 professional che si avvia in 7 secondi nonostante ci abbia caricato sopra un'ira di dio di programmi.
      Certo non credo che il nuovo mac pro abbia qualcosa di invidiargli, però con 1600 euro penso che ti danno si e no la scatola.... :D
      PS Ho provato a caricargli di tutto ma non mi è mai andato, con l'audio, oltre il 6-7% di picco di processore..... :thumbsup:
      La mia didattica
      Le mie foto...


      Orecchie funzionanti e studio sonorizzato come Cristo comanda...

      Post was edited 1 time, last by “MrRed” ().

      AlBor67 wrote:

      per la mia esperienza l'integrazione hw-sw garantita da Apple è ancora un passo più avanti. Io e il socio con cui suono avevamo teoricamente lo stesso computer: processore i7, disco da un tera a 7200, io però 8 giga di RAM, lui 16. Nonostante ciò, all'accensione il mio Mac ci metteva 30 secondi meno del suo toshiba. E cubase, ovviamente senza plugin, era pronto ben prima del suo.
      tutto può essere...
      ma questi parametri non dicono nulla vista la differenza delle due macchine, anche senza contare i settaggi software.

      Stiamo parlando di due O.S. diversi, schede madri diverse e probabilmente chipset, marca della ram, velocità della ram ecc ecc ecc
      per fare un confronto serio, occorre un metodo decisamente diverso!!

      per esempio un windows8 pro è molto più veloce all'avvio (cosa peraltro completamente inutile), dei vari XP, Vista e 7 e questo a parità di computer (notebook e daw).

      sia chiaro, nessuna intenzione di fare a gara o di aprire le vecchie diatribe Pc Vs. Mac...
      però per parlare di differenze concrete, bisogna affidarsi a benchmark specifici, riportando l'intera componentistica utilizzata.
      Red, tu stai descrivendo un mostro tipo quello che si è fatto fare il mio socio da una ditta specializzata (e lui è un ingegnere, mica un cantastorie come me... se ha scelto di farselo assemblare da altri è perché voleva proprio una macchina con cui premixare anche in cuffia mentre in aeroporto aspetta il prossimo volo), vuoi paragonarlo al macbook pro da 1200 euro da cui ti scrivo mentre mi fumo il sigaro sul balcone (che è quello di cui parlavo prima)? Inoltre, ci credo bene che il tuo pc con xp va come un trattore. Io ho un vecchio netbook con un atom a 1ghz che va molto meglio di altra roba uscita dopo. Non a caso la gente l'han dovuta COSTRINGERE a mollare xp. Nella mia ex azienda hanno fatto di tutto per non cambiare sistema operativo aspettando non solo 7, ma le sue evoluzioni, prima di abbandonarlo! Io mica sono un feticista, semplicemente dico che, chiavi in mano, ancora adesso un mac medio, rispetto a un pc medio, fa il suo mestiere senza romperti tanto le balle. tutto qui. Che però per una persona normale, che non sa nemmeno cosa significa overcloccare un processore, è parecchio.

      Gobert, io lo capisco benissimo il tuo punto di vista. Nel mestiere che mi dà da mangiare ti assicuro che passo molto tempo a scandagliare sottili differenze, ma il mio paragone grossolano era proprio volutamente grossolano. So anche io che ci possono essere molte cose a fare la differenza, però per un momento fermiamoci a quello che vive una persona "normale" come l'autore del post iniziale. Avere un computer che quando lo accendi fai in tempo a prenderti un caffè prima di essere pronto all'uso è una rottura di balle che fa la sua differenza. Avere un pc che, senza doverti stare a preoccupare della ddr2 o 3 o sdram o quel cacchio che è fa in fretta quel che deve senza farti ammattire, per noi utenti normali conta anche qualcosa. Quando ho preso in mano una strato master built da 4500 euro (e non sapevo che lo fosse) ho subito sentito la differenza (tanto che ho subito chiesto "ma che chitarra è questa?"), ma tra una strato da 900 euro e una... metti quel che vuoi, dello stesso prezzo, alla fine quel che conta è che il manico scorra, i magneti siano riconoscibili, l'accordatura tenga e l'intonazione regga lungo il manico. Se una delle due non regge queste caratteristiche, chi se ne frega se poi ha il sustain un po' più lungo o il vibrato più preciso? Io devo andare sul palco e fare un po' di rock'n'roll, mica scrivere una comparativa sul sustain... Non so se riesco a rendere la mia posizione. (e lungi da me la diatriba tra mac e pc ... o anche duran contro spanda ballet, se è per questo ;)

      Post was edited 1 time, last by “AlBor67” ().

      AlBor67 wrote:

      semplicemente dico che, chiavi in mano, ancora adesso un mac medio, rispetto a un pc medio, fa il suo mestiere senza romperti tanto le balle.
      eh ma è la differenza di prezzo che non regge!tutto qua...


      AlBor67 wrote:

      Avere un computer che quando lo accendi fai in tempo a prenderti un caffè prima di essere pronto all'uso è una rottura di balle che fa la sua differenza. Avere un pc che, senza doverti stare a preoccupare della ddr2 o 3 o sdram o quel cacchio che è fa in fretta quel che deve senza farti ammattire, per noi utenti normali conta anche qualcosa.

      beh...
      questo lo fanno tutti i computer sani del mondo, oramai!

      Cioè, perfino il mio Acer Extensa con un intel T2330 non certo particolarmente performante, progettato per XP, viaggia con win8 senza problemi, senza inchiodarsi e senza schermate blu!2gb di ram e scheda video integrata....e non ci sono caffè da prendere, nell'attesa dell'avvio!

      per fortuna da XP in poi (Vista escluso), Microsoft ha migliorato parecchio la situazione!
      Ai tempi di win98 e affini invece, c'era un abisso di stabilità....o almeno spero!!

      Cioè, vedo che oggi gli utenti Mac parlano spesso di "non dover far niente" per far andare bene il proprio computer...ma con i pc mica ci sono da fare gli esorcicci...forse sulla scelta dei componenti ci può essere qualche "problema", ma basta spulciare certi pc preparati per prendere spunto!

      la scelta del computer è individuale, i pro e i contro ci sono da entrambe le parti, portiamo informazioni prestazionali utili però, perchè dai.....parlare di caffè e non caffè, senza un minimo di test svolti, può confondere le idee! :)

      ad esempio, dato che ora si viaggia su processori Intel su entrambe le piattaforme, nessuno ci sono test ufficiali per testare la differenza a parità di componenti??

      Post was edited 1 time, last by “gobert4.4pro x64” ().