Sonux DAW - cercasi alternative

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Sonux DAW - cercasi alternative

      Cerco alternative valide a sonux.it vista la brutta esperienza X( X( X( X( X( X(
      Mi è arrivato il PC con le porte USB frontali collegate alla scheda madre al contrario (la terra era collegata ai 5V e viceversa). Risultato: prima di rendermene conto avevo già collegato l'e-licenser di cubase con la licenza all'interno, ricevitore di tastiera e mouse wireless e altri 2 mouse a filo visto che non funzionava quello wireless. Mi ha bruciato tutto e per fortuna non ho collegato un hard disk alimentato che avrebbe bruciato la scheda madre. Ho cercato e sono riuscito a risolvere il problema facilmente e ho richiesto un rimborso inviando anche le foto prima che intervenissi in cui si vedeva chiaramente come era collegato il tutto. Dopo quasi un mese di varie mail mi è stato detto che i PC vengono testati e che quindi non mi spettava nessun rimborso (più o meno 40 euro a fronte di 2 ordini complessivi di più di 1.000,00 euro). E' un vero peccato perché il prodotto è ottimo. Possono capitare inconvenienti e sono costretto a fare questa recensione per il trattamento ricevuto. Il reso sarebbe stata la via che mi avrebbe tutelato maggiormente ma avrebbe fatto perdere tempo a tutti e soldi a loro. Pensavo che sistemandolo io avrei fatto un favore a tutti. Il riassunto è che, nonostante le foto, la colpa è mia (mi piace bruciarmi licenze e mouse) oppure durante il trasporto qualcuno ha aperto il pacco e mi ha fatto uno scherzone.
      Ciao. Io a suo tempo chiesi che tipo di PC montavano. Mi fecero un mucchio di storie, perché non volevano darmi le specifiche. Io insistetti, parecchio, perché se dovevo spendere 1500 di prodotto avevo tutto il diritto di sapere cosa avrei comprato. Mi dettero le specifiche e me ne sono assemblato uno migliore, tutto Asus, anziché Skylake come il loro, acquistato tutto in un negozio on-line molto conveniente in Germania, ad un costo di 840€.
      Ho preso una Asus Z-170 PRO, il processore i7 dedicato, Case e Alimentatore Corsair, Ram GSkill da 16 GB, 2 SSD ed un HDD (che possedevo), masterizzatore CD/DVD, scheda Thunderbolth.
      Tieni presente che io non mi sono MAI assemblato un PC. ma il lavoro è stato semplicissimo e tutto sommato divertente. Le istruzioni del montaggio sulla scheda madre Asus erano molto esaustive.
      Forse anche sovradimensionato rispetto all'utilizzo audio, ma ti assicuro che è un missile
      me ne sono assemblato uno migliore, tutto Asus, anziché Skylake come il loro

      Skylake è l'architettura Intel, non mi risulta che ci siano marche chiamate così.. :D :D :D

      Scherzi a parte, ma possibile che fosse infilato al contrario? Solitamente quegli spinotti sono sagomati da un lato proprio per obbligare il verso dell'innesto...!

      Comunque quoto Orgelmeister sulla soluzione più ovvia: prendi spunto da una configurazione di riferimento e assembla o fatti assemblare un bel pc. L'alternativa più celebre per il "già pronto" è ProjectLead.
      Solo un appunto: le configurazioni che propongono sono solitamente frutto di test legati ad una precisa combinazione di hardware.
      Quella scheda madre, con quella ram, con quella cpu, e così via.
      Non è che se vedo le caratteristiche tecniche e prendo più o meno le stesse cose mi dà origine ad una configurazione identica. Già sulla scheda madre possono esserci diverse variabili in gioco, per esempio.
      Per cui ok che si risparmia, ma non è certo detto che si possa ottenere la configurazione al top.
      D'altra parte, però, chi avrebbe il tempo e la possibilità di cambiare 10 schede madri o 10 tipi di ram tenendo tutto il resto uguale per vedere come cambiano le prestazioni?
      Violinista H-Pirla Scelto

      i7 6700k - 16Gb RAM - Uad Solo (x2) - RME 802 - Cubase 9 - Adam A5+Sub7 Tannoy System1000 - Lucid 88192 - Hairball 1176 RevD - UA 710twin - Drawmer1969 - Vitalizer Mk2-T - Lindell Audio Pex500
      Sonux monta le Asrock? Alla faccia... :D :D
      Violinista H-Pirla Scelto

      i7 6700k - 16Gb RAM - Uad Solo (x2) - RME 802 - Cubase 9 - Adam A5+Sub7 Tannoy System1000 - Lucid 88192 - Hairball 1176 RevD - UA 710twin - Drawmer1969 - Vitalizer Mk2-T - Lindell Audio Pex500
      mi perdonerà l'autore del topic, ma non capisco come nel 2017, quando basta chiedere consiglio semplicemente su un forum, quindi poter contare su competenze e testimonianze reali, come si possa buttare i soldi nella pattumiera, rivolgendosi ad aziende che si fanno strapagare, quando si potrebbe ottenere di meglio, a prezzi nettamente inferiori.
      Beh dai adesso non esageriamo.
      Ci sono parecchie ragioni perché uno debba rivolgersi a società esterne per avere un pc da lavoro.
      Lasciamo perdere il caso in questione, perché è chiaro che non è la normalità; ma in generale so che ProjectLead, per quanto cara, offre una buona assistenza, fa importanti sconti su upgrade futuri e offre delle configurazioni testate.

      Poi non sottovalutiamo case, dissipatore et similia che troviamo su quei pc. Sono robe che costano non poco. Anni fa avevo visto delle foto degli interni di un ProjectLead ed era stato fatto un ottimo lavoro di assemblaggio.
      Sembra una stupidata, ma un assemblaggio ordinato significa spesso e volentieri migliore circolo di aria, e migliore circolo di aria significa ventole più lente e minore rumorosità.

      Un assemblaggio ordinato lo fai quando hai tanti cavi e cavettini delle misure giuste, mentre chi si arrangia (come me) lavora con quello che ha e poco gli tira di dover fare un altro ordine su internet perché gli servirebbe un cavo sata più corto o un molex di 5 cm più lungo.

      Poi le configurazioni solitamente vengono scelte in base a quello che si trova a mercato ma anche dopo sperimentazioni che un privato, a meno che non sia un patito di tecnologia, non farebbe mai.
      Senza contare i test di configurazioni che fanno (o dicono di fare).

      E poi un aspetto non indifferente: c'è chi vuole il prodotto bello che pronto, senza doversi fare una cultura di cose che non conosce o conosce troppo poco.

      D'altra parte, senza andare troppo lontano, potrei anche dire: perché nel 2017 c'è ancora gente che compra un preamplificatore già finito pagando molto di più quando ci sono dei kit da assemblare di macchine anche più performanti?
      Io, che a malapena so usare un saldatore, ti risponderei che non ho alternativa.
      Violinista H-Pirla Scelto

      i7 6700k - 16Gb RAM - Uad Solo (x2) - RME 802 - Cubase 9 - Adam A5+Sub7 Tannoy System1000 - Lucid 88192 - Hairball 1176 RevD - UA 710twin - Drawmer1969 - Vitalizer Mk2-T - Lindell Audio Pex500
      sul lavoro di assemblaggio projectlead avrei qualcosa da ridire: computer ordinato da un mio cliente (sul loro "angolo delle occasioni", ma "nuovo") pagato oltre 1000 euro
      all'arrivo: ventola della CPU divelta
      2 hard disk evidentemente usati (davano diverse ore di funzionamento con un programmino per la diagnosi; sottoposti a recupero dati hanno rivelato segni di precedenti installazioni)
      gli stessi erano agganciati allo chassis con delle fascette, non avvitati, perché così, secondo PL, non avrebbero risentito degli urti del trasporto. ovviamente le fascette erano spezzate e i due dischi vagavano per lo chassis
      6 giga di ram con 3 barrette di marca, modello e frequenza diversi.
      ventola e ram mi sono stati sostituiti, i dischi li ho risistemati io (avevano anche piegato il lamierino interno del pc, che ho raddrizzato).
      i danni erano dovuti al trasporto, ma in quel caso bisognerebbe pensarci prima. il materiale non corrispondente alle promesse, no. inutile che mi mettiate tre modelli di RAM con frequenze diverse e marche diverse, se ogni componente deve essere ottimizzato.
      Angix ha detto tutto giusto, dall'inizio alla fine. E per la verità se parliamo di assemblaggio da zero è ancora più complicato di così, perché bisogna verificare la compatibilità di tutto, la tipologia di bus per ciascun tipo di periferica, e così via. E ci sono anche casi dove puoi pure sbagliare e non te ne accorgi, come sugli SSD M.2, dove può facilmente capitare che il tuo ssd funzioni, ma il throughput di quella particolare tipologia di bus M.2 non è sufficiente a sfruttarlo al 100%....
      Per non parlare dei casi (che ancora capitano) in cui un MB appena acquistata necessiti di un upgrade del BIOS per qualche funzione essenziale... E via così...
      Ovviamente chi assembla e testa i pc deve essere molto serio e competente, questo è il punto. E non è così scontato.
      Io mi sono trovato bene con Ankermann, e lo consiglio. Ottimo configuratore online e assemblaggio impeccabile (a partire dal cablaggio, come giustamente faceva notare Angix: Se lavori in modo approssimativo già si vede da lì ...). Non ha prezzi bassi... certo, se compri tutto separatamente e assembli da te tutto costa meno, ma ne vale la pena?

      barbetta57 ha scritto:

      sul lavoro di assemblaggio projectlead avrei qualcosa da ridire:


      Cavolo però così davvero ti comporti da cretino..
      Io non ho ovviamente mai acquistato un loro prodotto (mi faccio i pc da quando uscirono gli AMD K6-2) ma quando avevo visto delle foto di un loro pc ero rimasto piacevolmente colpito dalla cura dei dettagli all'interno del case prendendolo per un loro standard di lavoro.
      Se non fosse così, con ram accoppiate alla ca**o di cane, assemblaggio scadente e pezzi difettosi, allora tanti auguri.
      Però dopo anni sono ancora lì, bene o male un nome ce l'hanno, si muovono in un mercato molto difficile, per cui mi sembrerebbe strano se saltasse fuori che lavorano così male.. Boh...
      Violinista H-Pirla Scelto

      i7 6700k - 16Gb RAM - Uad Solo (x2) - RME 802 - Cubase 9 - Adam A5+Sub7 Tannoy System1000 - Lucid 88192 - Hairball 1176 RevD - UA 710twin - Drawmer1969 - Vitalizer Mk2-T - Lindell Audio Pex500
      ho anche un altro cliente che ne ha una, e qui niente da ridire. tempo fa avevano organizzato una specie di vetrina delle occasioni, dove avevano un certo numero di macchine, a loro dire nuove, un super offerta. letteralmente "offerta".
      alla fine è saltato fuori che avevano un certo numero di pezzi di avanzo da altre macchine ed hanno fatto pulizia, mettendo insieme alcuni pc. era roba fuori produzione (i dischi addirittura del 2010 se non ricordo male) e spaiata. roba comunque di valore, la scheda madre costava da sola un trecento euro, ma ormai non più in commercio.
      le condizioni di arrivo erano veramente pietose.
      ho ancora le foto da qualche parte, ed ho anche registrato la telefonata di rimostranze.
      va detto a loro onore che hanno sostituito i pezzi rotti o spaiati con altri, (ho riassemblato io, ma si erano offerti di ritirare la macchina a loro spese e rimandarla a posto; vista la cura nell'imballo e nel trasporto ho preferito farlo io). sarebbe stato da sostituire anche il, case, arrivato con i supporti dei dischi malamente piegati e la schedina con le prese usb superiori staccata con gli attacchi rotti.

      Angix ha scritto:

      Beh dai adesso non esageriamo.
      Ci sono parecchie ragioni perché uno debba rivolgersi a società esterne per avere un pc da lavoro.
      Lasciamo perdere il caso in questione, perché è chiaro che non è la normalità; ma in generale so che ProjectLead, per quanto cara, offre una buona assistenza, fa importanti sconti su upgrade futuri e offre delle configurazioni testate.

      Poi non sottovalutiamo case, dissipatore et similia che troviamo su quei pc. Sono robe che costano non poco. Anni fa avevo visto delle foto degli interni di un ProjectLead ed era stato fatto un ottimo lavoro di assemblaggio.
      Sembra una stupidata, ma un assemblaggio ordinato significa spesso e volentieri migliore circolo di aria, e migliore circolo di aria significa ventole più lente e minore rumorosità.

      Un assemblaggio ordinato lo fai quando hai tanti cavi e cavettini delle misure giuste, mentre chi si arrangia (come me) lavora con quello che ha e poco gli tira di dover fare un altro ordine su internet perché gli servirebbe un cavo sata più corto o un molex di 5 cm più lungo.

      Poi le configurazioni solitamente vengono scelte in base a quello che si trova a mercato ma anche dopo sperimentazioni che un privato, a meno che non sia un patito di tecnologia, non farebbe mai.
      Senza contare i test di configurazioni che fanno (o dicono di fare).

      E poi un aspetto non indifferente: c'è chi vuole il prodotto bello che pronto, senza doversi fare una cultura di cose che non conosce o conosce troppo poco.

      D'altra parte, senza andare troppo lontano, potrei anche dire: perché nel 2017 c'è ancora gente che compra un preamplificatore già finito pagando molto di più quando ci sono dei kit da assemblare di macchine anche più performanti?
      Io, che a malapena so usare un saldatore, ti risponderei che non ho alternativa.


      sono ormai 10 anni che assemblo le mie daw, pur non essendo un tecnico qualificato, magari mi ha detto sempre bene, ma non mai avuto alcun problema di incompatibilità o di altra natura... basta cercare, ci sono una marea di configurazioni consigliate per allestire una daw, con componenti di pregio a prezzi decisamente umani. poi nella peggiore delle ipotesi, ci si può rivolgere a un negozio fisico di fiducia, elencando l'hardware e facendo assemblare la macchina se non si è in grado e posso garantire che si risparmia abbastanza.

      il concetto è semplice: se vai in farmacia e prendi il paracetamolo, invece che la tachipirina, la differenza la fa solo ed esclusivamente il prezzo... il paragone con un preamplificatore da assemblare è cosa decisamente diversa, perchè in quel caso occorrono competenze più specifiche e informazioni tecniche meno semplici da reperire, sia sulla scelta dei componenti, sia sul montaggio, nel caso in cui non ci siano le capacità.

      poi, per carità, se queste ditte esistono, è perchè vendono e avranno la loro clientela, ma per me, significa buttare soldi.
      per curiosità, mi sono fatto un giro sul sito projectLead... il top di gamma costa 4643 euro...

      per carità, chipset x99, i7 6900k, 2 ssd da 1TB, un ottimo alimentatore, ma io i soldi li preferirei investirli su una les paul , spendendo poco più della metà per la macchina, con +o- la stessa componentistica... e sarebbe già tantissimo, considerando che tra qualche anno il pc sarebbe da rifare, la les paul no...
      Guarda che sono d'accordo con te, nel senso che nemmeno io spenderei mai i miei soldi per prendere un pc assemblato su cui non so nemmeno che hardware preciso viene montato...
      Ma non tutti hanno voglia, tempo e competenze per farselo da sé.

      ​il paragone con un preamplificatore da assemblare è cosa decisamente diversa, perchè in quel caso occorrono competenze più specifiche e informazioni tecniche meno semplici da reperire, sia sulla scelta dei componenti, sia sul montaggio, nel caso in cui non ci siano le capacità.

      Io intendevo dire i kit da assemblare e basta, mica dicevo di inventartene uno... Chiunque abbia una buona conoscenza dell'ambito può farlo senza problemi. Io no. Te probabilmente nemmeno.
      A casa mia se devo far arrivare una presa dell'antenna da un'altra parte della stanza o devo sostituire una guarnizione di un sanitario me lo faccio da me. Il mio vicino invece chiama elettricista e l'idraulico spendendo non poco.
      Tutti potrebbero imparare a farselo da sé, ma non tutti ne hanno la voglia. E non è detto che il risultato sia il medesimo..
      Violinista H-Pirla Scelto

      i7 6700k - 16Gb RAM - Uad Solo (x2) - RME 802 - Cubase 9 - Adam A5+Sub7 Tannoy System1000 - Lucid 88192 - Hairball 1176 RevD - UA 710twin - Drawmer1969 - Vitalizer Mk2-T - Lindell Audio Pex500

      ofstephen ha scritto:



      sono ormai 10 anni che assemblo le mie daw, pur non essendo un tecnico qualificato, magari mi ha detto sempre bene, ma non mai avuto alcun problema di incompatibilità o di altra natura... basta cercare, ci sono una marea di configurazioni consigliate per allestire una daw, con componenti di pregio a prezzi decisamente umani. poi nella peggiore delle ipotesi, ci si può rivolgere a un negozio fisico di fiducia, elencando l'hardware e facendo assemblare la macchina se non si è in grado e posso garantire che si risparmia abbastanza.


      Sì in un certo senso ti ha detto bene. Avevi buone probabilità, del resto... ma poteva andarti male.
      Mi spiego: Io ho fatto il sistemista per 15 anni, e anche se non mi sono mai occupato granché di assemblaggio hardware ho comunque fatto anche quello, e l'azienda dove lavoravo lo faceva quotidianamente e su discreti volumi. La prima ovvia considerazione è che devi saperlo fare, e avere una discreta conoscenza dell'hardware (altrimenti non vedo come potresti fare una scelta). Certo non è necessario aver lavorato con tonnellate di hardware, puoi sicuramente orientarti informandoti online su ciascun singolo componente, se hai la pazienza e la passione per farlo. E poi come hai anche detto tu oggi è sempre più difficile sbagliare (ma si può ancora).
      Però anche se passi questo step, e ti informi a sufficienza su tutto, non è detto che comprare i singoli pezzi ed assemblare in casa da te sia la scelta migliore. Io personalmente non l'ho fatto, pur avendo ovviamente le competenze per assemblarmi un pc: ho scelto una strada intermedia, farmi assemblare un pc con solo case, motherboard, alimentatore e CPU, e mettere io tutto il resto. E il motivo è molto semplice: volevo che queste cose fossero testate dall'assemblatore. Funzionanti, compatibili. Soprattutto funzionanti. Ti immagini che succede se compri i pezzi da te, assembli MB, CPU, ali e case, e poi scopri che non parte? Cosa non va? ammesso che tu sia in grado di fare dei test e scoprire se il problema è la MB o l'alimentatore, poi che fai? sei attrezzato in casa? hai un altro alimentatore? un'altra scheda madre? un'altra cpu? Nei laboratori dove si assembla hardware hai tutto questo a disposizione...
      Chi invece non è attrezzato deve rismontare tutto e rispedire il colpevole al mittente, aspettando la sostituzione. E' vero che è abbastanza difficile che ti spediscano una MB nuova non funzionante, ma può capitare...
      Personalmente potevo scegliere l'assemblatore dietro casa e invece ho scelto ankermann in Germania: ho preso le mie informazioni, ho visto i feedback su internet, e ho deciso così... Probabilmente c'è qualcuno a due passi da casa mia che lavora bene come loro, ma siccome io non lo conosco (e molti come me non hanno un negozio informatico 'di fiducia') ho preferito così... I negozi informatici locali poi, a seconda di dove vivi, non hanno spesso una grande disponibilità di componenti, e dopo che tu hai preso le tue belle informazioni e hai deciso la tua configurazione da urlo, magari loro non hanno i componenti che hai scelto, e siamo punto e a capo.
      daw a parte, penso che avrò assemblato negli ultimi 10 anni, almeno una settantina di pc, per lavoro e per passione (amici e conoscenti). qualche volta, mi è capitato di trovare componenti difettosi, che magari impedivano l'avvio, ma avendo possibilità di sostituzione e di documentazione, grazie ad internet, di individuare ogni volta il singolo problema, nel tempo ho acquisito una certa esperienza, che oggi mi consente, in caso di problemi, di conoscere a priori svariate problematiche, nella maggiorparte dei casi. all'occorrenza esiste l'rma.

      da privato, ho sempre acquistato online la componentistica, su svariati siti, controllando con attenzione i feedback e per fortuna, non ho mai avuto necessità di rma.

      ritornando alle daw, è sufficiente scegliere una piattaforma collaudata, z170, oppure il nuovo z270, con gli i7 kabilake di ultima generazione, magari andando su asus come mainboard, ma anche le asrock vanno benone e costano poco. se uno deve collegare una scheda audio thunderbolt, deve prestare un pò di attenzione al chipset, ma per le normali usb o pci-e, non ci sono particolari controindicazioni...

      secondo me, vi fate troppi problemi che non esistono, se non in casi particolari e specifici, scegliendo configurazioni inusuali, però, torno a ripetere, che, anche il pc più moderno e performante, presto sarà obsoleto, perciò, spenderci molto, il più delle volte è superfluo e chi ha la passione di produrre musica o addirittura lo fa per professione, farebbe bene ad investire soldi in aggeggi che sfrutterai per una vita...
      Diciamo che tu hai fatto le tue scelte, ed io le mie. Tutto va bene, basta conoscere i pro e i contro. Ma di certo non è un fesso chi fa assemblare da altri. E' una scelta, tanto più condivisibile quanto meno conoscenze informatiche si posseggono. Ed anzi è a volte obbligata...
      Io conosco bene le probabilità di rischio che un componente nuovo arrivi difettoso. Sono basse. Ma nonostante questo ho scelto di rischiare zero, perché so che se fosse capitato mi sarei pentito di non essermi affidato a una ditta. Alla fine si tratta di spendere un centinaio di euro in più per avere un servizio: qualcuno che ti assembla i componenti fondamentali e te li testa. Tutto qua. Un prezzo ragionevole per me, per evitarti rogne potenziali, magari improbabili ma estremamente noiose se capitano.
      Se devo consigliare qualcun altro non ferratissimo in hardware di sicuro gli consiglio di fare così: fatti assemblare da qualcun altro almeno i componenti essenziali, poi aggiungere un ssd e un lettore dvd, magari anche la scheda video (comprati ai prezzi più bassi che trovi online) non è particolarmente problematico per nessuno... E le installazioni di Windows 10 sono ormai di una semplicità assoluta... Anche qui: non ho voluto l'OEM ma il retail... una scelta.

      ofstephen ha scritto:

      anche il pc più moderno e performante, presto sarà obsoleto, perciò, spenderci molto, il più delle volte è superfluo e chi ha la passione di produrre musica o addirittura lo fa per professione, farebbe bene ad investire soldi in aggeggi che sfrutterai per una vita...


      Non sono proprio daccordissimo... guarda la roadmap intel, le prime CPU che faranno una certa differenza con quelle attuali le vedremo, se tutto va bene, nel 2019 (con uno step intermedio nel 2018, trascurabile). Per fare musica oggi la CPU è sempre più il collo di bottiglia: se ne parlava in un altro thread a proposito dei plugin acustica audio, molto esigenti in termini di CPU, e non sono gli unici...
      Quindi investire oggi su una buona CPU non è sbagliato. Del resto la soluzione che hai dato tu è quella buona : Z270 e Kaby Lake, e vai sul sicuro...

      gobbetto ha scritto:

      ofstephen ha scritto:

      anche il pc più moderno e performante, presto sarà obsoleto, perciò, spenderci molto, il più delle volte è superfluo e chi ha la passione di produrre musica o addirittura lo fa per professione, farebbe bene ad investire soldi in aggeggi che sfrutterai per una vita...


      Non sono proprio daccordissimo... guarda la roadmap intel, le prime CPU che faranno una certa differenza con quelle attuali le vedremo, se tutto va bene, nel 2019 (con uno step intermedio nel 2018, trascurabile). Per fare musica oggi la CPU è sempre più il collo di bottiglia: se ne parlava in un altro thread a proposito dei plugin acustica audio, molto esigenti in termini di CPU, e non sono gli unici...
      Quindi investire oggi su una buona CPU non è sbagliato. Del resto la soluzione che hai dato tu è quella buona : Z270 e Kaby Lake, e vai sul sicuro...


      infatti, io sono contrario a farsi scippare i soldi, non a farsi una daw con i contro... un amico di un altro forum, era andato in fissa con un pc di marca... l'ho convinto a comprare i pezzi presso un negozio fisico, facendosi fare un preventivo, dopo che io gli avevo suggerito una configurazione... mi sta ancora ringraziando, perchè ha un hardware più performante e ha risparmiato un 150 euro!!!

      i kabilake, sono usciti ad inizio 2017, tu immagina uno che spende 4600 euro e tra un paio d'anni ha una macchina sicuramente performante, ma già obsoleta...

      quindi certo, a seconda delle esigenze, vale la pena cambiare mobo, ram e cpu, ogni tot anni, senza svenarsi, magari prendendo i "fine serie", ancora estremamente performanti, ma vantaggiosi a livello economico, perchè non distanti anni luce dalle nuove piattaforme...
      Sì certo... Nell'hardware c'è sempre stata questa 'curva' nel rapporto q/p: una cosa buona costa 3, una buonissima costa 7 e una eccellente 18. L'incremento di prestazioni è sempre meno che proporzionale rispetto all'incremento di prezzo, quindi solitamente la scelta migliore è tenersi nel mezzo... ma anche lì si potrebbero avere esigenze diverse a livelli davvero alti...

      Quanto ai pc preassemblati da un marchio, in linea di massima concordo: quello che ti danno in più in termini di assistenza sul prodotto spesso non è ripagato dalla differenza di prezzo e dal rapporto q/p che ottieni scegliendo da te i singoli pezzi. Tra l'altro i marchi privilegiano giustamente le configurazioni solidamente testate, e non le cambiano ogni tre per due, quindi tendono ad essere piuttosto 'statici' da questo punto di vista, e questo comporta che non sempre quello che c'è dentro queste daw pre-masticate è tecnologicamente all'avanguardia.
      Anche io infatti sono per l'assemblaggio da zero, ma un assemblaggio assistito...