Miglior Antivirus a pagamento?

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Per fare una pulizia periodica che sradica le infezioni puoi usare una combinazione di prodotti free:
      - Malwarebytes antimalware
      - Spybot search and destroy
      - ADW Cleaner (sempre di Malwarebytes)
      Se tutti e tre vengono aggiornati e lanciati (uno per volta ma in sequenza) riescono quasi sempre a pulire tutto bene e ristabilire una certa normalità a meno che il sistema non sia proprio alla frutta.

      Per proteggerti invece un'ottima soluzione a pagamento è Eset Nod32, che avvisa e blocca anche le pagine web se ci si trova su qualche sito a rischio.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Nuovo

      Intanto come consigliava Pilloso puoi fare una scansione con malwarebytes free. Il motore é molto buono ed lo stesso della versione a pagamento, che ha come principale differenza la protezione live. Mi sto trovando bene poi con Bitdefender e webroot, entrambi hanno percentuali di rilevazione superiori all'antivirus integrato in Windows, che comunque é molto migliorato negli ultimi due anni. Webroot é particolarmente leggero e poco invasivo, ed entrambi offrono protezione superiore a Windows defender, specie per ransomware, malware residente in memoria, zero day attacks e le forme più recenti ed evolute di malware. Per Bitdefender ci sono molte lamentele per il supporto, ma in linea di massima sembra funzionare bene. Io ho da poco acquistato webroot, veramente veloce e leggero e ho avuto malwarebytes negli ultimi due anni: entrambi funzionano bene anche senza disattivare Windows defender, e non li noti sul sistema.

      Nuovo

      gobert4 ha scritto:

      Da quando uso Windows 8 (ora 8.1), non ho mai avuto segnalazioni con Defender


      Ma credo che dipenda anche dall'uso che se ne fa del piccì!
      Io di tanto in tanto faccio un giro con defender, e a parte una volta che trovò un cookie malvagio, manco io ho segnalazioni, ma c'è da dire che vado solo su siti "sicuri" o a basso rischio, non scarico nulla, non visualizzo link che appaiono all'intrasatta mentre navigo, non faccio giochini di quelli che girano ngoppa feisbuc, di chi fossi nella vita precedente etci etci, non vado su sitarelli per scaricare film o altro, e quando proprio una pagina mi chiede se sono VERAMENTE SICURO DI VOLER LASCIARE LA PAGINA invece di cliccare su OK, temino tutto il programma, che non ci vuol niente a scrivere su un tasto "OK, voglio lasciare la pagina" mentre in realtà è "scaricati sto bel virus chiatto chiatto".

      Insomma, faccio prevenzione, che è il miglior antivirus in circolazione! :D
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!

      Nuovo

      gobert4 ha scritto:

      @gobbetto
      ma un check online affidabile esiste?
      senza per forza dover installare un software

      Son curioso...
      Da quando uso Windows 8 (ora 8.1), non ho mai avuto segnalazioni con Defender.



      Ciao Gobert, non mi sono mai molto interessato degli antivirus online, perché comunque non fornirebbero una protezione live, che è quella che più conta. Bisogna cioè che ci sia un agente installato sul PC che tenga sotto monitoraggio costante quello che avviene: l'apertura di un allegato, il download di un file, l'apertura di una pagina web, nonché una scansione costante della RAM, perchè sempre più spesso oggi il malware si limita a risiedere in alcuni settori della memoria (ma oggi con Win 10 è sempre più difficile, se non impossibile) senza scrivere fisicamente alcun file su disco. Il ransomware poi, ad es., agisce istantaneamente criptandoti dei file importanti e chiedendo un riscatto per decriptarli: in questo caso quindi una scansione dopo il fatto non serve a molto, il danno è fatto.
      Le uniche soluzioni clientless che conosco, e che fanno un monitoring costante delle attività, sono di livello aziendale, enterprise. Se non sbaglio il sistema di Webroot per le aziende è clientless e basato su cloud, ma presuppone comunque che l'accesso ad internet delle postazioni client avvenga tramite un server protetto localmente con una installazione dell'antimalware.

      Ovviamente è un mondo che cambia continuamente e io sono fuori dai giochi da un po', quindi è sempre possibile che esista qualcosa online che con qualche macumba e senza istallarti client in locale possa offrirti protezione live, ma io non conosco niente del genere e non capisco anche concettualmente come potrebbe essere realizzato.
      In ogni caso, se è la pesantezza del client che ti preoccupa: Webroot è davvero poco invasivo, impatto sulle performance mi sembra veramente zero. Lo sto usando da un paio di settimane.

      Nuovo

      giusto per precisare una cosa, ma senza ovviamente voler fare allarmismi: un antivirus-antimalware potrebbe non segnalare nulla perché semplicemente non ha riconosciuto il codice malevolo. Detto questo è vero che oggi Windows defender è molto più sicuro di prima (parlo di quello installato su Win8 o Win 10, e con aggiornamenti attivati). Se sia sufficiente o meno è dibattuto, io personalmente continuerò ad usare software di terze parti sino a che i principali magazine online che si occupano di sicurezza non lo daranno alla pari con Kaspersky, Webroot, Bitdefender ecc. nel riconoscimento del malware e nella protezione anti-ransomware. Ma probabilmente è solo un mio personale eccesso di cautela.

      *EDIT: Piuttosto vi segnalo che quasi tutti gli antivirus di terze parti abilitano subdolamente il rinnovo automatico dell'abbonamento, che vi consiglio ovviamente di annullare dopo aver acquistato l'antivirus: nell'informatica non sappiamo come andranno le cose da un giorno all'altro , e magari l'anno prossimo Windows defender avrà un ranking superiore a qualunque antimalware commerciale. Per alcuni la disattivazione del rinnovo automatico dell'abbonamento può avvenire da pannello di controllo, altri vi obbligano (sic!) a contattare il supporto online... ma poi ovviamente disattivano subito il rinnovo automatico e non fanno storie.

      Altro consiglio: un importante magazine che si occupa di sicurezza (AV-Test) dà un bello 0 tagliato a Play protect integrato in Android. Anche là, al momento, è meglio purtroppo ricorrere a un AV di terze parti, sino a che le cose non cambieranno (e sono certo che cambieranno vista la velocità con cui progredisce Android).
      av-test.org/en/antivirus/mobile-devices/

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “gobbetto” ().

      Nuovo

      Il cervello, davvero! Basta che non giri in siti strani, che non installi programmi craccati o di dubbia provenienza, evita di scaricare da p2p ed andra tutto benone! Te ne basta ed avanza anche uno gratis tipo avast, avira, etc..
      NO COOL CATS, NO FUN PARTY!!!

      Nuovo

      Avast free oggi è molto peggio di Windows defender su Win 10. Meglio lasciare Windows defender.
      Anche Avira: è buono, ma la versione gratuita ha solo un antivirus di tipo tradizionale e poco più.
      Gli antivirus commerciali molto spesso seguono questo pattern: rilasciano una versione gratuita con un solo antivirus di tipo tradizionale (motore di scansione basato sull'aggiornamento delle firme), e una versione Premium a pagamento che aggiunge la protezione contro threat avanzati.
      Considerando che oggi i virus di tipo tradizionale sono sempre più rari, e che il Windows Security center non ha niente da invidiare ad Avira e Avast free, la scelta oggi è tra un Antivirus a pagamento (se proprio si vuole esagerare) oppure lasciare semplicemente Windows defender (che credo sia stato anche rinominato nell' ultimo update di Windows 10, e che oggi ha comunque anche un anti-ransomware su Win 10). Di installare Avast free o Avira free su Win 8 o 10, oggi, non ne vedo più il motivo. Forse sì se invece sei su Windows 7 o precedenti (ma in tal caso occorre verificare naturalmente la compatibilità dell'antivirus scelto).

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “gobbetto” ().

      Nuovo

      gobbetto ha scritto:

      Avast free oggi è molto peggio di Windows defender su Win 10. Meglio lasciare Windows defender.
      Anche Avira: è buono, ma la versione gratuita ha solo un antivirus di tipo tradizionale e poco più.
      Gli antivirus commerciali molto spesso seguono questo pattern: rilasciano una versione gratuita con un solo antivirus di tipo tradizionale (motore di scansione basato sull'aggiornamento delle firme), e una versione Premium a pagamento che aggiunge la protezione contro threat avanzati.
      Considerando che oggi i virus di tipo tradizionale sono sempre più rari, e che il Windows Security center non ha niente da invidiare ad Avira e Avast free, la scelta oggi è tra un Antivirus a pagamento (se proprio si vuole esagerare) oppure lasciare semplicemente Windows defender (che credo sia stato anche rinominato nell' ultimo update di Windows 10, e che oggi ha comunque anche un anti-ransomware su Win 10). Di installare Avast free o Avira free su Win 8 o 10, oggi, non ne vedo più il motivo. Forse sì se invece sei su Windows 7 o precedenti (ma in tal caso occorre verificare naturalmente la compatibilità dell'antivirus scelto).


      Uhm, non so. Non mi sono mai fidato di Windows Defender. Cmq c' era anche 360 Total Security, che monta diverse protezioni di antivirus, se non erro.
      NO COOL CATS, NO FUN PARTY!!!

      Nuovo

      Warmuser ha scritto:



      Uhm, non so. Non mi sono mai fidato di Windows Defender.


      Lo so, e come te quasi nessun altro, motivo per cui gli hanno cambiato nome da poco. Oggi è di fatto tutt'altro anti-malware rispetto al passato. Win 7 ha ancora la versione vecchia, e non credo sia più aggiornabile (l'anno prossimo interromperanno del tutto il supporto a Win 7). Ma su Win8-10 hai il nuovo, basta attivare gli aggiornamenti del S.O.
      Le analisi comparative online parlano chiaro. Probabilmente è l'ultimo anno che faccio un abbonamento a un antivirus di terze parti, salvo novità impreviste.