Mac mini o windows assemblato

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      con una 2000 assembli un buon core. Con altri 2000 prendi 3 o 4 server. Con una spesa inferiore ad un macpro metti su un sistema 24/36 core con oltre 100 giga di ram...
      se vendete il database mi incazzo.

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “DBarbarulo” ().

      Mai usato Omnisphere ma decine di istanze di kontakt, centinaia di plugin seri su centinaia di tracce audio a 48/24, non mi hanno mai dato problemi di carico su un assemblato win10 i7 di prima generazione con ssd e 8 gb di ram che ormai ha 5 anni minimo . Se un computer da 2500 € nuove non le regge io mi farei qualche domanda su quello che realmente montano gli Arsenio Lupin di Cupertino.
      ...ma io lo so chi è Mark Lanegan, arrogante bottegaio indegno della roba che vendi qui dentro, alternativo dei miei coglioni che quando io ascoltavo i Dead Kennedys tu nemmeno ti facevi le pippe...
      io non mi occupo di scoring quindi non ho idea del carico, ma lavorare tipo a 96k e avere kontakt, vienna, omnisphere ecc. pronti con le articolazioni ecc., video in sync ecc. plug per l'audio... non mi sembra un carico da poco che affiderei ad una macchina normale.
      se vendete il database mi incazzo.
      Io vorrei fare un'osservazione sul rapporto tra prestazioni e dimensioni.
      Detta così è fraintendibile, aspettate... parliamo di tecnologia.
      Da che mondo e mondo i pc compatti sono sempre stati quelli che per risparmiare spazio ricorrono a componenti meno performanti.
      Meno spazio = necessità di ridurre la ventilazione = componenti che scaldano meno = componenti che consumano meno = componenti con meno prestazioni e altre rinunce.
      In parole povere, un i7 su un pc fisso, con il suo bel dissipatore e ventola, e con una scheda madre dignitosa per supportarlo, anch'essa con alcuni dissipatori passivi dove occorre, non può essere lo stesso i7 che troviamo sui notebook e pc compatti.
      Che sia Mac o Pc non cambia, quoto gli altri utenti che invitano a puntare su una macchina di dimensioni standard, non solo per l'espandibilità, ma anche per il fattore componentistica.
      Guarda com'è fatta una scheda madre Asus tipo B350M-A o Plus (il minimo sindacale per ospitare CPU intel di generazione 8XXX), aggiungi un processore standard con dissipatore e ventola, capirai che dentro un Mac Mini o un Mini Pc non possono esserci gli stessi componenti, non è solo questione di miniaturizzare, ma di trovare compromessi ovvero togliere, ridurre le prestazioni per consumare e quindi scaldare meno. Un i7 che si raffredda con una ventolina micro o addirittura con dissipazione passiva è il fratello povero di quello che trovi dentro un computer standard, e non può dare gli stessi risultati.
      Oltretutto un utilizzo intenso rende macchine compatte molto più passibili di guasti da surriscaldamento, mentre un bel "trattore" ben ventilato è ben difficile da fermare.
      Tu stai cercando una macchina senza compromessi, quindi attenzione a non comprare proprio quelli, pagandoli oltretutto molto cari.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      PS aggiungo che sw come Reaper (e suppongo altri) integrano funzioni per appoggiarsi alla potenza di calcolo di altri computer in rete locale.
      Potresti tenere il tuo Mac per continuare i lavori su quello, e farti un server windows su cui ripartire il peso dei calcoli. Lo accendi e praticamente non ci metti mano, quindi la questione S.O. Windows e virus non sarebbe più un problema, ma il tuo Mac potrebbe contare su una bella boccata di ossigeno, il tutto con la spesa più contenuta.
      Informati prima che il suo sw (o quello a cui passerai) gestisca questa ripartizione anche in modalità cross-piattaforma.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      in molti usano VSL di Vienna, 200 euro ed è cross platform. Per vedere i desk dei server dal mac ci sono software appositi. E' solo un po' macchinoso il setup di un sistema come questo, ma una volta fatto accendi e va.
      se vendete il database mi incazzo.
      Concordo con i post precedenti e io ho sempre usato Mac fin dal tempo dei Plus, però ora uso tranquillamente win 10 e anche se il sistema non mi piace tanto faccio tutto quello che facevo col Mac ad un terzo della spesa...
      ho ancora due Mac portatili vecchi e se mi serve li uso...
      Lancio una riflessione/provocazione (e come tale va letta), ma sicuri di non esagerare con le richieste di prestazioni? Posso capire voler aggiornare una configurazione, ma credo che oggi tirare per il collo una buona macchina sia davvero più difficile rispetto a qualche anno fa.

      Faccio un esempio che non vuole essere ovviamente un benchmark da considerare come una certezza, ma sicuramente dà un'idea:
      questo progetto, ormai con qualche anno sulle spalle, ricordo che sul mio precedente PC, un vecchio i7 2a generazione con 8Gb di Ram, rappresentava di fatto il limite della macchina stessa. Addirittura mi ritrovai a dover dividere su diversi HD le librerie utilizzate perché uno dei colli di bottiglia, in alcuni punti, era rappresentato dai miei 2 HD meccanici che non riuscivano a star dietro alla lettura dei campioni: non per la dimensione degli stessi, ma proprio per il numero esageratamente alto da riprodurre ogni secondo.

      Oggi, sul mio attuale PC che ormai ha 2 anni, non solo questo limite non esiste, ma in proporzione per arrivare alla saturazione del mio sistema dovrei di fatto triplicare tutto quello che vedete.
      Ora, o sono Hans Zimmer con Junkie Xl che davvero lavoro a progetti mostruosamente complessi o, più semplicemente, voglio avere il massimo perché me lo posso permettere, oppure davvero mi chiedo cosa possa volere di più.
      Tenete presente che, in questo progetto, le singole sessioni di kontakt sono ovviamente destinate a più strumenti e le tracce totali non sono ovviamente finite.

      La mia è una configurazione hardware onesta ma non eccessiva, figlia di un recupero di componenti, dove possibile, del mio vecchio pc. Una macchina che, con i budget dichiarati, credo di poter tranquillamente replicare ma aggiornata ad oggi. Insomma, davvero ci serve tutta questa potenza?




      Ps: per la cronaca, la configurazione è quella in firma e lo screen è stato fatto durante un'esecuzione con un buffer di 128 samples.
      Violinista H-Pirla Scelto

      i7 6700k - 16Gb RAM - Uad PciEx - RME 802 - Cubase 10 - Adam A5x+Sub7 Tannoy System1000 - Lucid 88192 - Hairball 1176 RevD - UA 710twin - Drawmer1969 - Vitalizer Mk2-T - Lindell Audio Pex500
      Il discorso è che essere un utente Mac a volte ha il difetto di non prepararti e soprattutto non provare tante componenti via la praticamente assente espansibilità e configurazione (a parte Mac Pro 5.1 e precedenti), quindi non conosco molto le caratteristiche che deve avere un computer per essere adatto alla produzione con tanti virtual Instruments e campioni non avendo mai appunto potuto provare e sperimentare, ma mi sembra di aver capito che la ram minima sia 16gb, che i campioni e librerie andrebbero su un disco veloce diverso dal sistema operativo (anch'esso veloce) e il processore sia almeno un quad core (con hyperthreading). Ma potrei sbagliarmi, quindi ho fatto questo post per capire se determinate caratteristiche hardware potevano andare bene per gestire dei progetti con in media 50 tracce (ma che possono essere anche 20 o anche 70) e generalmente colme di virtual Instruments pesanti, e siccome ormai tutte le frequenze di campionamento delle piattaforme digitali si muovono sui 48000 vorrei appunto lavorare almeno a quella frequenza di campionamento, e in ogni caso mi viene richiesto.

      Comunque causa problemi di budget ho preso un ricondizionato a 950 euro da buydifferent, un iMac 2011 (27) i7 quad core (un 2600k Sandy bridge), 16 gb di ram e 1tb di HDD + un ssd 256 gb (al posto del superdrive). Considerando che ho venduto il mio a 600 (non so come) è come se l'avessi pagato 350 euro..
      ovviamente è un muletto, dato che col mio non riuscivo più a lavorare, quindi valuterò per l'anno prossimo qualcosa di più serio.
      Logic Pro X - Pro Tools 12 - Yamaha hs7 - Scarlett 2i2
      Beh intanto datti tempo di provare come vanno le cose su questo iMac, hai verificato se regge meglio i tuoi progetti?
      Come processore e ram è praticamente uguale al mio pc e ci faccio girare ancora un sacco di roba, visto che provieni da un i3 dell'anno precedente direi che dovresti notare una bella differenza, magari l'acquisto del nuovo riesci a rinviarlo anche di 2 o 3 anni.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      DanieleMartino ha scritto:


      Comunque causa problemi di budget ho preso un ricondizionato a 950 euro da buydifferent, un iMac 2011 (27) i7 quad core (un 2600k Sandy bridge), 16 gb di ram e 1tb di HDD + un ssd 256 gb (al posto del superdrive). Considerando che ho venduto il mio a 600 (non so come) è come se l'avessi pagato 350 euro..
      ovviamente è un muletto, dato che col mio non riuscivo più a lavorare, quindi valuterò per l'anno prossimo qualcosa di più serio.


      Secondo me comprare un pc usato che ha già quasi 9 anni è una pazzia, i pezzi che contiene hd,ssd, procio (tutti nuovi a parte il procio che non si trova più) a stento costano 200 euro. Usati non valgono niente. Con 950 € ci facevi un signor Pc con componentistica recente ed è questo il più grande successo di Apple.
      ...ma io lo so chi è Mark Lanegan, arrogante bottegaio indegno della roba che vendi qui dentro, alternativo dei miei coglioni che quando io ascoltavo i Dead Kennedys tu nemmeno ti facevi le pippe...
      Quoto Novalium, che Mac tanto vecchi possano avere un tale valore sul mercato è un'assurdità giustificata solo dall'immagine e valore del nuovo, anche quello sostenuto artificialmente da un sistema di concessionari con un listino assolutamente fuori mercato e fuori dal mondo.
      Si può motivare in tanti modi, ma alluminio e vetro ormai li trovi anche su pc Asus che con la stessa qualità costruttiva costano la metà, la componentistica si discosta poco, se un Mac si rompe appena fuori garanzia ti offrono 200 euro di sconto sull'acquisto di un nuovo, anche se il tuo l'hai pagato 2000 giusto 2 o 3 anni prima.
      C'è gente che ha passato una vita con Apple e dopo gli inconvenienti ha deciso di non farsi più prendere per i fondelli: credo che se un'azienda punta tanto su qualità e immagine, con quei prezzi gonfiati possa anche permettersi di cambiare un pc guasto di 2 anni di età con un usato ricondizionato, al massimo per una cifra simbolica e non chiedendo altri soldi, così siam buoni tutti.
      Se non sono in grado di farlo non vedo il motivo di affidare tutti quei soldi a chi comunque non riesce a garantire l'affidabilità del mio investimento nel tempo.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Qualcuno puó farmi un parallelo:

      nuovo mac mini / i7 6 core ottava generazione 3,2 tb 4,6ghz/ 16gb ram/ 128gb ssd/ Logic pro 10/

      Pc assemblato con medesime componenti più un sequencer comparabile a Logic

      per capire quanto sarebbe effettivamente il risparmio pur rimanendo differente il sistema operativo?

      Se dovró cambiare computer pur rimanendo mac oriented potrei valutare l'opzione pc in contesto di sola daw
      Tutto é Soggettivo
      Ciao @loyuit
      Nel "libero mercato" un ssd da 500 Gb Samsung EVO860 costa neanche 80 euro, quelli di dimensione inferiore costano poco meno, quindi non vale più la pena di prendereli in considerazione, Apple ovviamente te li farà strapagare ancora oggi perché smaltire roba obsoleta a spese dell'utente che si fida della casa fa molto chic.
      Detto questo, non so nel mondo Mac, ma in quello pc, un assemblato con quelle caratteristiche e SSD portato a 500Gb costa circa 1100-1200 incluso Windows 10 Professional.
      Il software musicale è un discorso a parte, ma mettici i 50 euro di una licenza di Reaper e sei a posto per quanto riguarda midi e audio.
      Per i suoni è un'altra faccenda perché Reaper non ha una libereria di campioni, a mio avviso un'ottima soluzione è Komplete che a una cifra onesta dà molto anche in campo di effetti vari, lo paghi a parte ma come assortimento e qualità siamo diverse spanne sopra ciò che offre Logic.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Gli M.2 sono sempre SSD semplicemente in formato schedina da montare direttamente sulle motherboard predisposte con l'apposito slot. Stessa tecnologia, slot diverso.
      E sinceramente, ho 2 pc simili, uno con SSD sata e l'altro con M.2, non noto differenze in avvio, anzi ho l'impressione che quello con SSD Sata sia più rapido, quindi...
      Siamo tutti sulla stessa Bark.