Mac mini o windows assemblato

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Mac mini o windows assemblato

      Salve, domanda ripetuta miliardi di volte ma questa volta giuro che ha un senso.

      Vengo da 10 anni di Mac, che non mi ha MAI deluso, sto con un i3 dual core del 2010, disco meccanico, e 16gb di ram, e solo adesso sta cominciando a darmi problemi per quanto riguarda le prestazioni con una 30ina di istanze Omnisphere aperte, campioni ecc..
      Il discorso è che ho un budget "limitato", ovvero 2500 euro, e volevo farmi un computer che mi permetta di lavorare in 48000/96000 32 bit senza troppi problemi. Odio windows, odio tutto il sistema operativo che trovo veramente lento nella sua organizzazione e soprattutto nella sua poca sicurezza, ma devo ammettere che nel 2018/9 ormai sono riusciti a renderlo un opzione valida rispetto al Mac che si è dimenticato dell'utenza pro buttandosi solo sul mobile. Ma uno spiraglio si è aperto quest'autunno nel momento in cui ho visto che il Mac mini probabilmente è il computer che fa per me, ad un prezzo ragionevole considerata l'elevata portabilità (che potrebbe tornarmi utile). Ma odio vivamente il fatto che non sia aggiornabile, andrei con un sistema raid esterno per le librerie, dati e backup, quindi i dischi non m'interessano. Ma nel caso "mi gratto" si rompesse l'ssd interno dovrei spendere il doppio. Con un assemblato windows invece starei sicuramente più tranquillo su quello, ma non nell'utilizzo (dovrei passare a studio one venendo da logic), ne tanto meno sulla sicurezza essendo io uno che sta sempre connesso ad internet e il Mac su quello non da alcun problema, mentre windows è troppo sensibile a virus e io ho bisogno di stabilità.

      Secondo voi sbaglio completamente a prendere il Mac mini? Prenderei quello con l'i7 8700 a 3,2ghz (turbo boost 4,6), 16 gb di ram, 512gb ssd (che ha circa una velocità di lettura scritta di 1,5gb) e andrei in Thunderbolt con un sistema raid di 3 hard disk per librerie backup e dati.
      Ho fatto dei calcoli ed un windows assemblato della stessa potenza e qualità mi verrebbe a costare sui 1800 euro compreso schermo e archiviazione in quel caso interna, mentre il Mac mini tra schermo e archiviazione mi arriverebbe a 2500. Però perderei la portabilità, il sistema Mac con cui mi trovo molto bene e molto meglio di windows (lo uso ogni giorno ed ogni giorno smadonno).

      Ho pensato all'hackintosh ma non voglio stare a farmi le pippe mentali, in quel caso andrei con windows.

      Scusate il poema, ma devo prenderlo a gennaio e ancora non so cosa cavolo prendere, voi che mi consigliate???
      Logic Pro X - Pro Tools 12 - Yamaha hs7 - Scarlett 2i2

      loyuit wrote:

      Io come te uso Mac e Logic da una decina di anni. Squadra che vince non si cambia


      Molto vero, ma provo un sentimento di amore e odio per la mela che mi destabilizza ahah
      La migliore cosa è sicuramente un Mac Pro, che appunto è aggiornabile, ma sicuramente quello nuovo che uscirà costerà l'ira di dio e diventa quasi inutile per me. Ho provato Studio One e mi piace tanto quanto Logic, quindi non sarebbe un problema cambiare, ma il sistema operativo... il 90 % delle persone che provano osx e ci lavorano non riescono più a tornare indietro, sti maledetti americani
      Logic Pro X - Pro Tools 12 - Yamaha hs7 - Scarlett 2i2
      Valuta anche qualche macchina analogica invece di basare tutto sul computer per quanto riguarda l'audio e la musica.
      Io Logic lo uso solo per la somma, il panning, i volumi, basic editing, un riverbero in aux e qualche eq correttivo quando non sono stato bravo in tracking.
      Ciao

      Post was edited 1 time, last by “loyuit” ().

      Sicuramente, ma non occupandomi di registrazione ma solo di produzione con vst e samples (mentre chitarre e strumenti veri nello studio principale), mi serviva appunto una macchina in grado di reggere produzione con tanti virtual instruments pesanti (omnisphere, kontakt, serum) in 48000-96000 senza andarmi in overload cpu.
      Logic Pro X - Pro Tools 12 - Yamaha hs7 - Scarlett 2i2
      Esatto.. ho la console 1 ma è comunque un plugin e anzi, ne apro un istanza per ogni traccia (emulando il banco analogico) quindi la potenza mi serve.. secondo voi sui 2000 va bene il Mac mini che ho citato o mi devo buttare su un Windows necessariamente? Ovvio che se spendo 2000 euro per un Windows mi aspetto sulla carta una cosa migliore per ovviare al fatto che odio quel so e preferirei rimanere su OS X, ma basta il Mac mini??
      Logic Pro X - Pro Tools 12 - Yamaha hs7 - Scarlett 2i2
      Un pc con le caratteristiche che hai indicato si fa con circa 1300 euro (display escluso) scegliendo componenti delle migliori marche.
      Per il discorso Internet puoi sempre tenere il Mac Mini che per qualche anno ancora dovrebbe assolvere egregiamente il compito.
      Riguardo a un'alternativa a Logic su PC valuta anche Reaper, è estremamente versatile, stabile e pratico.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Conosco Reaper, ci ho fatto qualche mix ma per la produzione non riesco a lavorarci.. Attendo con ansia il 6!!
      comunque il Mac mini lo devo comprare, quindi la mia richiesta è un consiglio sull’acquisto.. può un Mac mini che ho citato reggere progetti con molti virtual instruments aperti senza alcun problema?
      o devo puntare a caratteristiche interne ancora più potenti tipo un 8 core o più ram di 16 o non lo so???
      Logic Pro X - Pro Tools 12 - Yamaha hs7 - Scarlett 2i2
      Io con un pc i7 seconda generazione (di circa 5 anni fa) gestisco progetti orchestrali con 60-80 tracce di cui buona parte virtual instruments e il resto audio processato con effetti vari.
      Raramente supero il 50-60% di carico CPU.
      Con le caratteristiche sei stato alto e non avrei grossi timori, però l'idea di prendere qualcosa di compatto per mettere dischi esterni, spendendo comunque una follia, è il motivo per cui in tanti stanno abbandonando Apple.
      Il Mac mini non può essere paragonato al pc "standard", casaomai ai compatti tipo Asus Mini-PC, che con processori di fascia alta però non so neanche se esistano, giustamente perché chi cerca componentistica top la vuole dentro un computer "standard" (per mille motivi), che se fosse prodotto da Apple costerebbe almeno 4000 euro, per questo non si mettono nemmeno a produrlo.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Certo ma per lavorare essendo un computer con cui andrò anche su internet, streaming ecc avere un Windows oltre ad essere molto più a rischio di virus (non conosco neanche una persona che non ha mai avuto un virus sul suo computer Windows) non mi va. In più mettici che non mi ci sono mai trovato e non è un caso se il 99 % dei fonici migliori al mondo usa Apple, preferisco spendere quei 500 euro in più rispetto a un Windows ma allo stesso tempo ho un computer che mi fa lavorare in tranquillità senza dover stare attento a 10099 cose. sono completamente d’accordo che Apple abbia una politica aziendale discutibile, ma resta comunque migliore (come sistema operativo)
      Logic Pro X - Pro Tools 12 - Yamaha hs7 - Scarlett 2i2
      Vai di Apple
      Mi sembri, nonostante il dubbio Pc Mac, comunque piuttosto orientato su Mac
      Al massimo lavori a 44,1 Khz oppure limiti i vsti e le tracce, sei sicuro che ti servono tutte quelle tracce per fare ottima musica?
      : )
      Io addirittura mi terrei il Mac che hai ora e quel budget lo metterei in monitor e convertitore DA.
      Ciao
      Il mio computer a 44100 va in cpu overload a metà mix di un multitraccia audio di 30 tracce, non è fattibile considerando che in produzione devo affaticare ancora di più. Per me è inutile sia un convertitore che dei monitor di fascia alta stando in salotto, il convertitore mi potrebbe tornare utile solo per un entra ed esci, non di certo per migliorare l'ascolto dato che, come ho già detto, non ho la stanza trattata. Quindi mi serve un computer potente che per i prossimi 4-5 anni non mi vada in overload e lo preferirei di molto di marca Apple essendo abituato a lavorare con quel sistema operativo e per niente convinto di windows, anche se so che un computer windows con quel budget al 100 % copre le mie esigenze "prestazionali" ma mi farebbe perdere molto tempo per l'ottimizzazione e la gestione, cosa che con apple si fa iper facilmente.
      Solo che siccome Apple ultimamente fa dei prodotti schifosi, iMac che si bloccano aprendo iTunes, Final Cut che lagga da morire (nonostante processori quad core), avevo paura che nonostante le caratteristiche tecniche non vada bene o che a prescindere anche su un windows con quelle caratteristiche io non riesca a stare tranquillo..
      Ho 22 anni e mi sto mettendo i soldi da parte da 3 anni per l'acquisto di una workstation che mi avrebbe permesso di lavorare a qualsiasi cosa nel mondo dell'audio, quindi non voglio comprare una cosa e poi "al massimo lavoro a 44,1Khz".
      Perché altrimenti mi assemblo un bestione mi adatto a windows e pazienza, in ogni caso la musica si fa suonando non programmando o sforzando la cpu.. ahah
      Logic Pro X - Pro Tools 12 - Yamaha hs7 - Scarlett 2i2
      Daniele, se vuoi una macchina unlimited che ti faccia stare sereno per i prossimi 4 o 5 anni puoi solo prendere un macpro, bidone o schermo. Lascia stare i mini. In alternativa se non hai il budget necessario per un pro fatti un hackintosh.
      se vendete il database mi incazzo.

      DBarbarulo wrote:

      Daniele, se vuoi una macchina unlimited che ti faccia stare sereno per i prossimi 4 o 5 anni puoi solo prendere un macpro, bidone o schermo. Lascia stare i mini. In alternativa se non hai il budget necessario per un pro fatti un hackintosh.

      Non è troppo? Tu dici che un i7 6 core di ottava generazione ssd ultra veloce e 16 gb di ram non riescono a reggere un progetto a 48khz con una 50ina di virtual Instruments aperti?
      Un iMac Pro lo vedo più per il montaggio video, è sprecato nell'audio non credi?

      Se devo scegliere tra windows ed hackintosh farei windows e starei più tranquillo, non sono un tecnico informatico e sceglierei apple proprio perché non devo pensare quasi a niente generalmente, con un hackintosh ci sono troppo cose... più di windows sicuramente
      Logic Pro X - Pro Tools 12 - Yamaha hs7 - Scarlett 2i2

      DanieleMartino wrote:

      Il mio computer a 44100 va in cpu overload a metà mix di un multitraccia audio di 30 tracce, non è fattibile considerando che in produzione devo affaticare ancora di più. Per me è inutile sia un convertitore che dei monitor di fascia alta stando in salotto, il convertitore mi potrebbe tornare utile solo per un entra ed esci, non di certo per migliorare l'ascolto dato che, come ho già detto, non ho la stanza trattata. Quindi mi serve un computer potente che per i prossimi 4-5 anni non mi vada in overload e lo preferirei di molto di marca Apple essendo abituato a lavorare con quel sistema operativo e per niente convinto di windows, anche se so che un computer windows con quel budget al 100 % copre le mie esigenze "prestazionali" ma mi farebbe perdere molto tempo per l'ottimizzazione e la gestione, cosa che con apple si fa iper facilmente.
      Solo che siccome Apple ultimamente fa dei prodotti schifosi, iMac che si bloccano aprendo iTunes, Final Cut che lagga da morire (nonostante processori quad core), avevo paura che nonostante le caratteristiche tecniche non vada bene o che a prescindere anche su un windows con quelle caratteristiche io non riesca a stare tranquillo..
      Ho 22 anni e mi sto mettendo i soldi da parte da 3 anni per l'acquisto di una workstation che mi avrebbe permesso di lavorare a qualsiasi cosa nel mondo dell'audio, quindi non voglio comprare una cosa e poi "al massimo lavoro a 44,1Khz".
      Perché altrimenti mi assemblo un bestione mi adatto a windows e pazienza, in ogni caso la musica si fa suonando non programmando o sforzando la cpu.. ahah


      Se lavori in salotto e ritieni insensato acquistare monitor e convertitori perchè tanto non sentiresti differenze credi davvero di sentire differenze a lavorare a 96 invece che a 44?
      La corsa all'update/upgrade è infinita (e antiestetica ,imho, amo il buon analogico perchè rimane se stesso, classico e funzionale nei decenni)
      E i budget per "lavorare a qualsiasi cosa nel mondo dell'audio" sono molto diversi dal tuo. Qualche zero in più.
      Inoltre per "lavorare a qualsiasi cosa nel mondo dell'audio" dovresti partire dalla stanza, dai monitor e dalla conversione DA (se fai tutto Itb), in altre parole dalle orecchie. Il primo requisito è sentire le cose per quello che sono realmente. Lo puoi fare se hai una stanza, dei monitor e dei buoni convertitori. O potresti lavorare in cuffia come ripiego ma sarebbe un ripiego e rimarrebbe comunque la spesa di un convertitore stereo e di un buon amp per cuffie oltre che di un ottimo paio di cuffie.
      96khz e 30 vsti che macinano cpu contemporaneamente sono, a mio personalissimo parere, uno step secondario e non necessariamente fondamentale in ambito musicale e creativo.
      Ciao

      Post was edited 1 time, last by “loyuit” ().

      Ma infatti la necessità del 96000 non è nell'ascolto ma nel fatto che io non mixo a casa mia, ma mixo in studio, dove appunto la stanza è trattata, abbiamo tutti i plugin della uad, Adam a5x, convertitori rosetta e sommatori dangerous..
      Quindi a me interessa di poter stare tranquillo mentre produco a 48000..
      ho trovato un iMac 27 del 2011 i7 quad core 1tb + 128gb de ssd e 16gb di ram e lo pagherei 950 (ma sto vendendo il mio a 600)
      così avrei più budget per cose esterne..
      Logic Pro X - Pro Tools 12 - Yamaha hs7 - Scarlett 2i2
      non posso stimare il carico di lavoro in astratto e non possiamo sapere cosa succederà nei prossimi 3 o 4 anni cioè se usciranno plug stellari che necessitano di cavalli a gogò.
      In mia esperienza le uniche macchine "future proof" (5 anni ed oltre) che ho avuto sono i pro. Ma ho comunque un uso specifico che nel mio caso sono in grado di quantificare e delle routines specifiche. Per arrangiamenti con un buon numero di tracce ad alta frequenza e plugs seri, con la ragionevole tranquillità di non avere necessità di upgrade per qualche anno, ti serve o un pro o un hack se vuoi una scatola sola e intendi restare su un numero definito i strumenti. Se vuoi essere "unlimited" come da premessa ti serve solo un sistema modulare espandibile core + server. La spesa finale non è tanto diversa ma sei modulare e puoi arrivare a potenze sovrumane non installabili in alcuna macchina singola. Quindi per orchestrazioni tipo film scoring non hai molta scelta.
      se vendete il database mi incazzo.