NAS CONSIGLI

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      NAS CONSIGLI

      Buondì,
      Avrei da chiedervi un consiglio in ambito NAS-HARD DISK.

      Ho in studio un Lacie 16TB in raid 0, per poter utilizzare a pieno tutto lo spazio.
      Sto comprando due hard disk esterni da 8TB per poetr avere quindi altri 16 TB su cui fare i buckup.

      Avete consigli su NAS che possono ospitare 2 hard disk da 8 TB?
      Interfaccia: Apollo quad Mics neumann u 67, 414, ribbon CGE Pre spl goldmike, octopre Outboard dbx 160a(x2) Urei 545 EQ Drawmer 1968 Mercenary Edition Ascolti Krk K-rok, Ns-10 Studio monitor.
      e tanta voglia di fare musica!
      ciao, guarda io ti posso dire che purtroppo la maggior parte dei NAS economici in commercio sono decisamente sottodimensionati quanto a capacità di calcolo (CPU-RAM), e conseguentemente lenti nell'accesso ai dati o al sistema operativo di gestione. Non conosco il mercato dei NAS professionali e non ti saprei dare un consiglio su quelli, ma se vuoi la mia il miglior rapporto Q/P immaginabile ce l'hai con un core i3 o i5 di vecchia generazione, montato su un comunissimo PC desktop. Ci sono alcuni modelli di questi processori specificamente pensati per il consumo minimo. Ad esempio un core i5 2390T ha una grandissima efficienza, pur essendo un processore datato, con la conseguenza che puoi trovare un pc usato con questa CPU dentro a due soldi e farci un NAS eccellente..
      Io personalmente ho fatto così, il mio NAS oggi è un PC con core i5, mi consuma niente...
      Dunque giustamente devo fare delle chiarificazioni.

      Il lacie 16TB è collegato a un mac mini che fa da server per lo studio.

      Tutti i computer dello studio (sono una ventina) vedono il server attraverso la rete.

      Il nas lo vorrei collegare esclusivamente allo switch di rete senza doverlo connettere ad un computer.
      Vorrei utilizzare gli indirizzi ip (se possibile).
      Tuttavia sono un pelo ignorantello in materia.
      Quindi si accettano suggerimenti :)
      Interfaccia: Apollo quad Mics neumann u 67, 414, ribbon CGE Pre spl goldmike, octopre Outboard dbx 160a(x2) Urei 545 EQ Drawmer 1968 Mercenary Edition Ascolti Krk K-rok, Ns-10 Studio monitor.
      e tanta voglia di fare musica!
      Beh per il consiglio di Gobbetto, il NAS potrebbe restare collegato dov'è, e sempre sulla rete potresti aggiungere questo pc "backup" che si fa una copia dei dati in rete a una determinata ora preimpostata.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      si certo chiaro, facevo il sistemista prima, tranquillo, l'idea è chiara. Il Nas non è niente altro che un pc dedicato che svolge solo la funzione di file server. Un pc con win10 può fare assolutamente la funzione di nas. win 10 server solo se hai necessità particolari nella gestione come file server (non mi sembra il tuo caso). Quello che ti consigliavo è di non prendere un nas consumer, di solito molto sottodimensionato come specifiche, e orientarti verso un nas professionale o, ancora meglio come rapporto q/p, verso un pc desktop che ti faccia appunto fa file server. Il pc in questione ti farebbe solo da file server (ma potrebbe anche offrire alla rete altri servizi in futuro vista l'estrema flessibilità di un so generalista come Windows). Il mirroring, se vuoi farlo, puoi farlo con un pc sia in hardware che in software (ma ti consiglio in hw casomai, e comunque io sono un fanatico del backup, molto meno delle protezioni offerte dal raid, che personalmente bypasserei del tutto)

      Pilloso wrote:

      Beh per il consiglio di Gobbetto, il NAS potrebbe restare collegato dov'è, e sempre sulla rete potresti aggiungere questo pc "backup" che si fa una copia dei dati in rete a una determinata ora preimpostata.



      Innanzitutto grazie della risposta :)

      Facciamo un passetto alla volta che sono ignorantissimo in materia ahimè.

      Quindi vi faccio delle domande basilari.

      Io collego il lacie 16TB al computer server via thunderbolt.
      Gli altri due HD da 8TB (16 totali) li posso collegare allo switch e basta senza dover utilizzare un altro computer?
      Perchè lo switch è da tutt'altra parte rispetto al computer server.

      Se non è possibile il computer che devo collegarci deve essere lo stesso (o stesso sistema operativo) del server? sul server ho un mac mini.
      Interfaccia: Apollo quad Mics neumann u 67, 414, ribbon CGE Pre spl goldmike, octopre Outboard dbx 160a(x2) Urei 545 EQ Drawmer 1968 Mercenary Edition Ascolti Krk K-rok, Ns-10 Studio monitor.
      e tanta voglia di fare musica!
      io ti consigliavo appunto di prendere un pc che ti faccia da file server, senza monitor, tastiera e mouse, collegato allo switch con un cavo di rete: il pc in questione condividerá poi i file sulla rete attraverso il protocollo smb (quello di Windows). I file condivisi con smb possono essere letti in rete da qualunque altro pc o mac, con qualunque sistema operativo (Windows, mac , linux).

      i due hd da 8tb puoi condividerli in rete appunto installandoli su questo pc che ti fa da file server. Una alternativa è appunto il nas che non è niente altro che un pc castrato. In teoria dovrebbe essere ottimizzato per le funzioni di file server, in pratica, come ti dicevo, quelli di fascia consumer hanno processori ridicoli...

      spero sia più chiaro adesso, ma casomai se non mi sono spiegato bene dimmi pure...
      Eccoci...
      Scusami @gobbetto ma probabilmente essendo io super profano non ti seguo :).
      il pc di cui parli sarebbe un pc aggiuntivo che dovrei mettere tenendomi comunque sia anche il mio mac mini che fa da server? o il pc di cui parli dovrebbe sostituire il mac mini?

      Per quanto riguarda invece appunto il NAS, che resterebbe l'idea principale:
      Anche io qui ne capisco davvero poco e niente, ma farei delle ricerche e andrei a vedere sicuramente i NAS più performanti e stabili che farebbero al caso mio, per questo infatti chiedevo parere alla comunità ahahah :)
      A me serve un ottimo processore, essendo poi collegato in rete...e potenzialmente potrebbe essere visto da 20 computer simultaneamente...
      poi che sia lento a scrivere non mi interessa in realtà...ma deve essere veloce a trasferire dati in uscita.
      Interfaccia: Apollo quad Mics neumann u 67, 414, ribbon CGE Pre spl goldmike, octopre Outboard dbx 160a(x2) Urei 545 EQ Drawmer 1968 Mercenary Edition Ascolti Krk K-rok, Ns-10 Studio monitor.
      e tanta voglia di fare musica!
      Ok cerco di spiegarmi meglio, sicuramente ho dato troppe cose per scontate...

      NAS sta per Network Attached Storage, ovvero "Storage" (hard disk meccanici oppure memorie SSD) collegate alla rete locale, e quindi consultabili in lettura e scrittura da tutti i pc che si trovano nella stessa rete locale.
      Come sai, l'hard disk di per sè non ha cpu, memoria RAM, sistemi operativi ed altri elementi necessari a fornirgli funzionalità di rete, occorre quindi montarli all'interno di qualche dispositivo che gli fornisca queste capacità. Quello che chiami "NAS" è appunto un dispositivo del genere.

      Il cosidetto NAS è in sostanza un mini-pc 'castrato', con un sistema operativo solitamente proprietario: un sistema con ridotte funzionalità sia software che hardware, quel tanto che basta a permettergli di fare, in rete LAN, le funzioni di un "file server" (cioè un server che mette a disposizione file e documenti a tutti i PC della rete).
      Un firewall hardware puoi considerarlo anche lui una sorta di pc castrato, stesso concetto. Lo stesso dicasi per un router, una smart tv e ogni altro dispositivo elettronico basato su una combinazione di hardware e software.

      Perché comprare un PC "ridotto", con hardware ridotto e software (sistema operativo) ridotto?
      per diversi motivi, legati sostanzialmente all'efficienza: E' meglio togliere i componenti hw e sw che non sono strettamente necessari alla funzione da svolgere, perchè quello che non c'è non si può rompere, e inoltre, quello che non c'è (sia come sw che come hw) non consuma risorse (energia elettrica). Inoltre, ancora, quello che non c'è non causa problemi legati alla complessità delle interazioni del sistema (conflitti software, aggiornamenti problematici, eccetera).

      Quindi se uno vuole un NAS, è meglio, IN TEORIA, comprare non un computer qualunque (un tipico desktop consumer ad esempio) ma un dispositivo DEDICATO. Dedicato è teoricamente meglio che generalista, per i motivi detti sopra.

      Questo appunto, in teoria. In pratica esiste il mercato e la richiesta di mercato, che è nella sostanza sempre la stessa: voglio la stessa cosa a un prezzo più basso. Tu gli fai il prezzo più basso: ok adesso la voglio a un prezzo ancora più basso. E così via, in un processo che si fermerà solo quando i produttori pagheranno i consumatori per usare i loro beni. E anche allora, i consumatori cominceranno a pretendere di essere pagati di più.

      Questo ha portato a una situazione di mercato in cui i NAS cosidetti "consumer" (l'equivalente delle Scarlett e delle interfacce all-on-one di fascia bassa nel mondo dell'audio), hanno specifiche tecniche seriamente sottodimensionate. Costano poco, ma valgono (secondo me) ancora meno.
      Specialmente poi se hai accessi simultanei da una decina o più di PC in rete.
      Questo vale anche per i vari QNAP, HP, WD di fascia consumer (cioè i più quotati), anche quelli con più di un bay (che ospitano cioè più di un HD consentendo anche il sopravvalutato e sempre incompreso RAID di tipo 0,1 o 5). Io personalmente ne ho avuti 4, oggi tutti venduti: IL MIO UNICO NAS E' UN PC con core i5, e va una meraviglia.

      Mi chiedi se il PC sostituirebbe il tuo Mac: questo lo decidi tu, è una tua scelta. Io personalmente ho scelto di consolidare i miei NAS precedenti in un PC unico, oggi c'è solo lui a fare le funzioni di NAS. Ma per motivi di praticità o abitudine puoi anche scegliere diversamente.

      La mia scelta è abbastanza ponderata, e ho fatto dei test pratici di performance per affermare con esperienza anche di prima mano che un pc con core i5 fa un cu*o tanto a qualsiasi NAS di fascia consumer. Del resto basta che vai a leggere che CPU c'è montata dentro a questi affari consumer, e poi fai un paragone di performance anche con un semplice core i3 paleolitico, magari di seconda generazione (ci sono siti in rete che fanno simili paragoni e decidi tu le CPU da mettere a confronto). I NAS di alto livello, realmente professionali, non li conosco, perchè i costi sono molto alti e non me ne sono interessato.
      Con 150-200 euro al massimo prendi su ebay, da venditore professionale, un desktop usato con dentro la CPU che ti ho detto nella prima risposta al thread (la stessa che uso io), e ci fai un NAS che ti regge qualunque rete. Windows 10 solitamente lo trovi preinstallato. Ci installi dentro i due dischi in questione, li condividi in rete, e diventa un NAS.

      Per darti un altro punto di vista: un nas di fascia consumer ( i soliti noti, QNAP,WD e simili) rappresenta (LUI) il collo di bottiglia in una rete gigabit. Con un core i3 di un semplice PC desktop usato come NAS, il collo di bottiglia diventa la rete (gigabit, o peggio ancora a 100MB).

      Altro vantaggio: flessibilità ed espandibilità. Come sai bene dentro a un PC desktop puoi tranquillamente installare quattro, sei hard disk (dipende dalla scheda madre). Prova un po' a vedere quanto ti costa un NAS dedicato a 6 bay...
      Flessibilità: lo stesso PC che ti fa da NAS, domani può svolgere in rete anche altre funzioni. Windows 10 pro può fare tutto...
      Fai l'upgrade della rete alla 10Gigabit? Installi una scheda 10GB nel PC-NAS, ed hai fatto l'upgrade anche del NAS. Cosa che invece non puoi fare su un NAS inteso come sistema dedicato.

      Consumi: un PC in linea di massima consuma di più, ma se ci metti dentro la CPU che ti ho suggerito all'inizio, no. Anche qui ci sono dati pubblicati per tutte le CPU presenti e passate. Io ho scelto quello che secondo me aveva il miglior rapporto tra il prezzo di mercato (è un seconda generazione, quindi vecchiotto, e ovviamente si trova solo usato) e l'efficienza complessiva (watt dissipati in relazione alle performance).

      Post was edited 3 times, last by “gobbetto” ().

      OK Grazie ora mi è tutto più chiaro.
      Avendo già fatto tu queste prove credo sia inutile per me ripeterle. e dando per scontato che vorremmo spendere il giusto ma avere qualcosa di performante direi anche io di valutare bene la scelta pc esterno.
      A questo punto resterei però su MAC, dentro allo studio dove lavoro windows non è mai stat contemplato hahahah :)
      Interfaccia: Apollo quad Mics neumann u 67, 414, ribbon CGE Pre spl goldmike, octopre Outboard dbx 160a(x2) Urei 545 EQ Drawmer 1968 Mercenary Edition Ascolti Krk K-rok, Ns-10 Studio monitor.
      e tanta voglia di fare musica!
      beh, devi trovare un mac che ti dà la possibilità di mettere mano facilmente all'hardware (aggiungere, togliere, sostituire... hard disk, schede inutili, ram...), e inoltre devi reperire delle informazioni che riguardano il consumo della CPU. Una 'normale' CPU da PC ha consumi di gran lunga superiori a quelli di una CPU di NAS dedicato di fascia consumer, dovendolo lasciare acceso presumibilmente 24 ore al giorno (io non spengo mai il nas), i consumi diventano rilevanti. Le CPU come quel core i5 di cui ti parlavo fanno parte di una serie (che c'è sempre stata e c'è anche adesso) di CPU specificamente pensate per la riduzione al minimo dei consumi.
      Se questo ha un parallelo nel mondo mac non lo so, non conosco quasi per niente i mac...
      Se compro un mac non si può fare.
      Se costruisci un mac diventa più semplice :)
      Ora vedrò il da farsi, tanto prima mi devo confrontare con il mio responsabile tecnico e con il capo ajhah
      E' ancora lunga ... :)
      Grazie comunque eh! Mi hai dato consigli preziosi.
      Interfaccia: Apollo quad Mics neumann u 67, 414, ribbon CGE Pre spl goldmike, octopre Outboard dbx 160a(x2) Urei 545 EQ Drawmer 1968 Mercenary Edition Ascolti Krk K-rok, Ns-10 Studio monitor.
      e tanta voglia di fare musica!

      gobbetto wrote:

      Io personalmente ho fatto così, il mio NAS oggi è un PC con core i5, mi consuma niente...

      Ciao Gobbetto, la questione mi interessa.
      Come hai misurato che non ti consuma niente? Un pc comune, per quanto efficiente, stando acceso dovrebbe consumare almeno 200-300W (e sottolineo almeno).
      Un comune NAS da specifiche consuma circa 20W, ora non so se incluso il consumo degli hard disk o meno, ma insomma c'è una bella differenza...
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Pilloso wrote:

      gobbetto wrote:

      Io personalmente ho fatto così, il mio NAS oggi è un PC con core i5, mi consuma niente...

      Ciao Gobbetto, la questione mi interessa.
      Come hai misurato che non ti consuma niente? Un pc comune, per quanto efficiente, stando acceso dovrebbe consumare almeno 200-300W (e sottolineo almeno).
      Un comune NAS da specifiche consuma circa 20W, ora non so se incluso il consumo degli hard disk o meno, ma insomma c'è una bella differenza...


      Allora guarda, per controllare il consumo mio fratello usò un aggeggio del genere:
      amazon.it/MISURATORE-CONSUMO-E…POWER-METER/dp/B00A4ECS9I

      I test li ho fatti più di un anno fa, non ti posso dire i consumi precisi rilevati, non li ricordo... non vorrei dire una cavolata ma a memoria eravamo persino sotto i 20W in idle. Al tempo aveva comunque soltanto un ssd con il S.O. , dischi ancora non montati (poi ne ho comprati e montati altri due, meccanici).
      Considera che la differenza di consumo tra pc in idle e pc in attività (anche semplice copia di file attraverso la rete) è notevole. Il consumo a cui tu ti riferisci (200W) riguarda un PC in piena attività (computazionale), un comune PC desktop in idle scende facilmente a 60-80W. Il componente che in assoluto spreca più di ogni altro in un PC è la CPU, e per quella ti posso fornire un dato certo, ammesso che sia precisa la rilevazione di ThrottleStop, perchè ce l'ho davanti: in idle, ho mantenuto la CPU attorno ai 5-6W.
      Ho usato questo software per undervoltare e undercloccare la CPU, ma già di suo questa CPU in idle spreca pochissimo, è fatta apposta per questo. Il "trucco" insomma sta nel core i5 2390T, o in processori intel (di qualunque generazione) della T-series (quelli cioè con T alla fine). Se guardi le specifiche di questi processori hanno un TPD variabile che arriva sino a 25W, guarda ad es.
      intel.it/content/www/it/it/products/processors/core/i5-processors/i5-9600t.html

      Non so se hai presente come riferimento i TDP di un potente processore intel di fascia desktop o workstation: arrivano tranquillamente a 100W.

      In realtà, ho 'mangiato' ancora un po' di consumi con throttle stop... visto che mi chiedi in dettaglio: ho fatto delle prove empiriche di trasferimento dati da e verso il NAS, c'è un punto oltre il quale undervoltare e/o undercloccare il processore incide sulle prestazioni di copia o spostamento (le rallenta). Cronometro alla mano, ho trovato il punto in cui un undervolt e underclock (leggeri) della CPU non impattano sulla velocità di trasferimento. Ma questa prova empirica è stata fatta considerando che il mio è solitamente l'unico PC che accede simultaneamente al NAS, in una rete di più PC non avrei proibabilmente toccato il clock della CPU, che già di suo è super efficiente. Avrei probabilmente fatto comunque un leggero undervolt, che è una operazione che è quasi sempre possibile fare su ogni CPU, e non ha controindicazioni di sorta una volta verificata la stabilità del sistema (anzi, la CPU consuma meno e vive di più).

      Se intendi fare un sistema del genere, ti do qualche dritta aggiuntiva :

      1) I PC brandizzati tipicamente da ufficio (HP, DELL, Fujitsu e similari) hanno solitamente il BIOS bloccato. Poco male, perché con le CPU serie T e Throttle Stop hai tutto il margine di operatività che realmente ti serve, e in ogni caso l'intervento sulla CPU sarà lieve. Ripeto: pure se non fai niente queste CPU in idle consumano niente (anche solo 8W).

      2) Ogni servizio di sistema o programma in background consuma risorse (watt), quindi meno ne lasci meglio è.

      3) ogni periferica inutile dissipa Watt, anche in idle, e anche se pochi. Mettere una scheda video esterna su un NAS, per esempio, non ha molto senso se la CPU ha GPU integrata ed hai una scheda video integrata sulla scheda madre. Lasciare attivi da BIOS porte o periferiche non utilizzate (scheda audio, porte varie...) dissipa watt.

      4) dritta molto importante: Se fai una copia di file via rete tra un client Windows e un server NAS Windows, entrambi con Defender (l'antivirus incorporato di Windows) attivo, verrà eseguita una DUPLICE inutile scansione dei file trasferiti via rete: una scansione lato client e una scansione lato server. Il che ritarda e non di poco il trasferimento dei file. Per ovviare, basta mettere delle eccezioni a windows defender lato server, dicendogli di non scansionare le cartelle o i dischi condivisi. La scansione avverrà comunque sempre lato client, e una ci basta e ci avanza.
      Grazie Gobbetto per tutte le dritte, molto esauriente.
      Avevo sopravvalutato in consumi perché in genere sono abituato a considerare quelli massimi per dimensionare bene l'alimentatore della macchina, ma in idle effettivamente le cose cambiano, non pensavo però consumessero così poco, viste le varie ventole in funzione e schede che, insomma, sono parecchio al di sopra della elettronica minuta di un NAS, e scaldano parecchio anche solo lasciando il pc acceso a far nulla.
      Comunque sia, il caso che ho al momento sotto mano, è un pc da riciclare, non ricordo cosa c'è dentro, un vecchio i5 o i7, versione standard. E' di un cliente che ha parecchi dischi USB che vorrei portare dentro il pc, visto che non sa più come connettere tutto e oggettivamente è scomodo, e mi tocca fargli utilizzare quel pc così com'è, senza cambi di CPU, inoltre in alcuni momenti lo usa quindi va bene lasciarlo con sw e tutto, mi chiedevo giusto quanto consumerebbe se lo lasciasse acceso per iniziare a usarlo come NAS anche il resto del tempo.
      Hai per caso qualche misurazione in idle di un comune pc tipo un i5 di qualche anno fa, con un po' di sw installati, una scheda video dedicata (anche se semplice e con dissipazione passiva) e robe del genere?
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      no purtroppo, l'apparecchietto in questione lo portò mio fratello, ma comunque non credo il suo fosse chissà quale apparato super professionale... era una roba come quella che ti ho linkato, un rilevatore da 20 euro su amazon con il quale potresti fare tu stesso la prova...

      Una CPU non di serie T purtroppo ha TDP come minimo doppi se non tripli... e la CPU è gran parte del consumo... L'unica è provare empiricamente, disabilitare il disabilitabile via BIOS, undercloccare e undervoltare al limite di stabilità il processore, e rilevarne i consumi in idle. Underclock anche pesante, in questo caso.
      Se non vuoi prendere un rilevatore di consumi, puoi comunque scaricare e installare throttle stop, gratuito, che ti dice quanto consuma la CPU (che è già una ottima indicazione).
      Ovviamente, una volta configurato il NAS lo gestisci e lo controlli con software tipo remote desktop o teamviewer.
      Ok grazie, giusto due ultime cose:
      - come capisco se con l'underclock sto esagerando? La stabilità immagino si possa testare solo con l'impiego nel tempo.
      - secondo te un processore vecchiotto tipo un Core 2 di una decina di anni fa dovrebbe consumare meno degli attuali o più? Perché molto spesso capita di adibire a questi impieghi macchine vecchie che non si riescono più a utilizzare per altro, ma con una ripulita sarebbero proprio perfette come file server.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      No per la stabilità ci sono tool appositi, solitamente usati dagli overclockers... in questo caso siamo degli "underclockers" ma la sostanza non cambia :)

      I più usati sono senz'altro Prime 95 (per lo stress test della CPU) e HWMonitor, per controllare le temperature della CPU durante uno stress test. I problemi di stabilità puoi averli prima di tutto se undervolti, perchè appena non fornisci volt sufficienti alla CPU questa diventa instabile, e Prime 95 ti fa crashare il sistema facilmente... Anche l'underclock a un certo punto porta instabilità, ma comunque ci sono sempre limiti da BIOS per cui non è possibile undercloccare a piacimento...

      Se vuoi, o magari per chi non è molto pratico di PC e non vuole robe troppo nerd, si può non usare nessuno di questi tool e vedere semplicemente come si comporta il PC usandolo... navigazione internet, riproduzione di un video... E' un test sufficiente, considerando che poi il pc farà da semplice file server, e non sarà una macchina da guerra per videogiochi.

      Per i consumi di vecchie CPU: tendenzialmente l'efficienza delle CPU è aumentata progressivamente nel tempo (con delle eccezioni e con degli occasionali passi indietro da una generazione all'altra). Non è una questione di puri consumi, ma di rapporto tra Watt dissipati e prestazioni complessive della CPU: in altre parole, di EFFICIENZA della CPU. A consumare poco non ci vuole niente: anche le schifezze montate nei NAS economici consumano poco... ma che prestazioni ti danno?
      Processori desktop piuttosto vecchi purtroppo hanno anche bassa efficienza...

      CPU BOSS ed altri siti internet specializzati in comparative di CPU ti danno tutte le informazioni che desideri. Informazioni comparative specifiche, tra le CPU che dici tu.
      La mia scelta di prendere un seconda generazione di core i5 è legata al rapporto tra efficienza e prezzo, ma se il prezzo non è un vincolo, allora si può anche prendere un core i5 serie T moderno, di nona generazione (certamente sovradimensionato però, per l'uso come NAS).
      Ho cercato un bel po' per arrivare alla mia CPU ideale per rapporto efficienza/prezzo. Non era l'unica scelta, anche un i3 serie T di seconda generazione sarebbe stato sufficiente, e sarebbe anche costato meno. Ma al di sotto di così (CPU ancora più vecchie e/o meno ottimizzate nei consumi) personalmente non sarei sceso.
      Ovvio, se hai già CPU usate da riutilizzare provale tu stesso... i paragoni di efficienza (performance per watt dissipati) puoi farli su cpu boss o altro sito simile, ed avere già una idea più che sufficiente di come poi andranno i tuoi test pratici...

      Post was edited 1 time, last by “gobbetto” ().