Nuovo PC assemblato

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Nuovo PC assemblato

      Ciao a tutti.
      E' da un po' di tempo che ho in mente di cambiare PC (quello che vedete in firma è del 2009, va ancora da Dio ma sente il peso degli anni su progetti tosti) e vorrei assemblarlo senza rivolgermi ai computer da grande distribuzione.
      Ci sono un sacco di siti che propongono diverse configurazioni ma, per il momento, vorrei cercare di capire cosa sia meglio per le mie esigenze.
      1) Meglio AMD o Intel? In giro se ne leggono di tutti i colori sia dell'uno che dell'altro, allora cosa è meglio se non chiarirsi le idee con chi ci lavora con le DAW su PC?
      2) Sarei curioso di provare a farmi un portatile (con scocca da almeno 15" meglio se 17") ma in rete non ho trovato un granchè potete darmi una mano?
      3) Per quanto riguarda i componenti come scheda madre, RAM, HDD o SSD, etc. ho le idee abbastanza chiare ma un vostro parere mi farebbe comodo.
      4) La scheda audio già ce l'ho e va benissimo.
      Grazie a tutti.
      Buona musica.
      PC assemblato Ryzen 5 3600X + MSI B450 Gaming Plus + MSI Radeon RX570 Armor + 16Gb Crucial Ballistix + SSD512Gb + HDD1Tb
      Steinberg UR28M _ Cubase 10 Pro _ Nord Electro 6D _ Korg Micro Key _ Yamaha Pacifica 112J _ Digitech RP 380XP _ mic Behringer C1 _ Presonus Faderport _ IK Multimedia ILoud MicroMonitor _ Cuffia Grado SR60e


      Moderatamente Ottimista
      Salve Marcez,

      premesso che a parità di potenza di calcolo, risorse di memoria e storage, un fisso offre decisamente più vantaggi di un notebook, la scelta attuale è molto vasta.

      Non hai dato info sul budget di cui disponi ma senza andare troppo per le lunghe...

      Ho assemblato da poco una macchina, per un caro amico, con i9 9900 (si, quello "liscio" con TDP da 65W...).
      Motherboard Asus Prime Z390-A , 2x16Gb di DDR4 Crucial Ballistix Sport LT 3000 cl.16, SSD M2 NVME Crucial P1 1Tb, VGA Asus Dual GTX 1650 ed il resto costituito da preesistenti: PSU della Cooler Master da 550W semimodulare GOLD, case Fractal Design Define R5 (versione silent), due Hard Disk da 2Tb, un Masterizzatore BD Asus (ho dovuto prendere anche una scheda firewire PCIe con chipset Ti per consentirgli di continuare ad utilizzare una Saffire LE visto che la nuova motherboard mancava della relativa porta...)

      La soluzione alternativa in casa AMD prevedeva come CPU un Ryzen 3900X con motherboard Asus Prime X570-P con una lieve differenza di prezzo.

      Sono config mainstream che attualmente consentono di mantenere il costo totale intorno ai 1200/1500 euro senza rinunciare a nulla. L'amico al quale l'ho assemblata ha speso decisamente meno riciclando parte dei componenti preesistenti.

      Allo stato attuale, avendo configurato un paio di settimane prima una macchina AMD molto simile (il processore era un 3700X preso usato), posso dire che sotto Windows 10 Pro entrambe le config consentono di lavorare molto bene con Cubase 10 Pro e con Premiere (tanto per dare riferimenti sugli scenari d'utilizzo).

      In entrambi i casi si trattava di upgrade di macchine assemblate dal sottoscritto intorno al 2012/2013 ovvero un i7 2600K (che comunque ancora dice la sua) ed un i7 3770K (che se non avesse dato problemi di temperatura, essendo prodotto da una prima serie di batch, avrebbe dato comunque soddisfazioni, al netto ovviamente dei tempi neccessari, anche in caso di render video pesanti).

      Il vantaggio è palese in entrambi i casi e comunque, a parità di prestazioni, laddove paragonabili, anche i consumi sono scesi e non di poco. La GTX 1650, tanto per fare un esempio banale, va il doppio di una GTX 1050 e consuma quasi la metà non necessitando, tra l'altro, di alimentazione PCIe supplementare.

      Per quanto concerne il notebook: nell'ambito DAW ho un paio di persone che li usano senza problemi anche in ambito A/V ma parliamo di macchine che superano i 1500 euro di costo.
      Il problema dei notebook, si sa, sta tutto nel discorso alimentazione e dissipazione del calore. Quindi la prestazione pura si paga e anche tanto.

      Io non condivido questa scelta partendo dal presupposto che anche in caso di necessità discendenti dalla mobilità, la potenza di questi mostri non favorisce certo la durata della batteria nell'uso prolungato. Detta in sintesi: dal costo di un notebook prestante spesso ottieni un fisso con velleità WS magari iniziando a parlare di chipset X299 Intel o X399 AMD e trovando occasioni nell'ambito dell'usato dove il professionista di turno necessita di upgradare in termini di produttività garantendo al contempo che i componenti siano in ottime condizioni. Ultimamente, ma è saltata la transazione per motivi che non sto qui a spiegare, mi avevano proposto un 7900X su Asus X299 WS PRO con 64Gb di Dominator 3000 cl.15 a meno di 900 euro. Attenzione però: in questo caso i consumi della macchina salgono decisamente rispetto alle macchine summenzionate non foss'altro i 140W di TDP del processore.

      Tutto comunque dipende dal tuo budget e, non è banale, anche dalla possibilità/volontà di adocchiare qualche affare nell'ambito dell'usato. Se poi sei anche capace ad assemblare la macchina allora il gioco vale ancor più la candela.

      Saluti
      ...Musicalmente Parlando...
      Quanto mi piacerebbe saperne così tanto sui nuovi computer.
      Io sono DAVVERO fermo al 2012 ...su due portatili e due Hack di cui uno con triplo boot anche Win7 64 Ultimate.
      Che bel consiglio dettagliato che hai dato :thumbsup:

      :) Teeto
      Produrre o mixare un brano in una stanza non trattata acusticamente equivale a correre di notte in autostrada a fari spenti: non vedi un razzo. :D
      Non è colpa tua, è che semplicemente non senti bene quello che stai facendo, anche se hai 10 Distressor. TRATTA LA TUA STANZA ! Dai retta a zio Teeto !
      Anche io mi godo ancora un tenace i7 2600, con Reaper e una marea di roba aperta arriva a malapena al 20-30% di uso della CPU. Ora però mi sono lanciato nel mondo dell'editing video, e qui si apre una voragine... nel mio conto in banca soprattutto.
      Sono abbastanza aggiornato sull'hw visto che di macchine ne assemblo di continuo per i miei clienti, anche se qualche dinamica dei software di montaggio video non mi è ancora del tutto chiara, in particolare per cosa esattamente sfruttano la ram e quanto, perché il mio veccio i7 credo non possa andare oltre i 4 banchi da 4Gb di DDR 1333, o comunque, visto che li ho riempiti così, mi scoccia toglierne alcuni per espanderlo (presumo) comunque di poco (oggi una configurazione opportuna per il video è di 64 - 128Gb)

      Confermo quanto detto da Luigi sui portatili, e aggiungo che sono macchine delicate, tutto è miniaturizzato e più fragile, tutto deve consumare e scaldare poco (ma se sono ad alte prestazione scalda, e anche tanto) e con tutti questi elementi così precari, anche se la macchina è di buona marca, la sorpresa è sempre dietro l'angolo.
      Basta un chip che smette di controllare correttamente il raffreddamento, una crepina sulla scheda, ed ecco che la macchina è da buttare (salvo ripararla al costo di mezzo pc nuovo) e comunque anche da nuova non raggiunge neanche lontanamente le prestazioni di un pc fisso che sulla carta può sembrare simile.
      Su un pc fisso invece si può sempre intervenire per le riparazioni, rapidamente e a costi ragionevoli, ma se posso dire la mia, dopo circa 200 pc assemblati con le mie mani, è più facile ritrovarseli obsoleti e ancora funzionanti dopo 10 anni di attività continua, di guasti sinceramente ho avuto poco o niente, e parliamo di tutte macchine che lavorano 8-10 ore al giorno negli uffici, senza tregua.
      Consiglio di prendere motherboard Asus, modelli senza troppi fronzoli, come diceva qualcuno "quello che non c'è non si rompe", quindi prediligo modelli senza wifi integrata, lucette colorate e robe varie. I modelli "gaming" tamarri preferisco evitarli, in genere ci sono versioni analoghe più sobrie e affidabili. Riguardo i processori io voto Intel, tutte le volte che ho provato AMD ho sempre riscontrato qualcosa di insolito e un'affidabilità minore, magari sono stato sfortunato, ma non sono disposto a dare ancora fiducia a una specie di clone che comunque devo pagare con Euro originali.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Nuovo PC assemblato

      Salve Pilloso,

      se non erro già P67 consentiva 32Gb di RAM. Se l'IMC del 2600 non ce la fa magari gli si dà un po' di tensione in più (non alla CPU, intendo proprio al controller di memoria se il BIOS lo consente). Comunque i miei primi 32gb sono stati installati su una Z77 con un i7 2600k. Per mesi nessun problema a 2133 cl.9. Poi un giorno la mobo ha smesso di "vederli" e sono tornato a 16Gb. Ora i 4 banchi di Corsair Dominator vivono divisi, su due macchine distinte, felici e contenti. Dipende quasi sempre dalla motherboard.

      Capitolo A/V: con Premiere i miei assistiti hanno 32gb di RAM e sfruttano i CUDA cores. Ma uno di loro medita di passare presto a 64. La ragione è semplice: i progetti vengono caricati in RAM e tutto diventa più veloce soprattutto applicando effetti con i plugins il cui rendering è la parte consistente delle richieste di potenza di calcolo verso CPU e VGA.

      Capitolo INTEL/AMD:
      io la penso un po' come te. Però posso dirti che le pochissime macchine AMD che ho assemblato con RYZEN non hanno nulla da invidiare a INTEL tranne che per il discorso RAM dove ho capito a mie spese che per essere stabile o vai a default oppure cerchi banchi DDR4 con chip Samsung b-die.

      La partita Intel l'ha persa, per certi versi, con il processo di produzione fermo a 14nm. AMD sta già a 7 e quindi gode del vantaggio prestazionale che raggiunge con meno corrente e quindi meno calore da dissipare. In fondo, a parità di costo, il livello prestazionale è molto simile.

      Una considerazione va fatta in ambito DAW: quello che incide molto sulla latenza di sistema e sul real time sembra essere proprio il multithreading. Ora se lato SO si sono fatti molti passi in avanti è anche vero che i produttori di DAW sono un pelo in ritardo. Allo stato attuale meno cores e più elevata frequenza è la soluzione che giova molto alle prestazioni della DAW anche in chiave di latenza audio. Nel futuro prossimo, vista la tendenza dei produttori di CPU di integrare in un die il maggior numero di cores fisici possibili, al fine di aumentare le prestazioni, chi sviluppa dovrà tenere conto di questo aspetto e ottimizzare il codice, i motori di rendering, proprio tendendo a meglio distribuire e bilanciare i processi rispetto ai cores a disposizione. In Steinberg hanno dovuto giungere alla 10.5 per fare in modo che chi disponesse di CPU con più di 14 cores potesse sfruttarli in maniera distribuita e bilanciata senza rinunciare alla potenza a disposizione.

      Ciò detto per arrivare a dire cosa?

      Che scegliere oggi AMD significa dare una chance al mercato di liberarsi di una sorta di monopolio e beneficiare sia sul piano dei costi che, ovviamente, delle prestazioni, di una concorrenza ritrovata tra i due competitor.

      Dall'altro capisco perfettamente chi non vuole dare ancora piena fiducia ad AMD in virtù di un paio di questioni, sul piano della gestione in merito ai chipset ed alle memorie, rispetto alle quali Intel ha raggiunto una maturità dovuta ad un pregresso che non ha necessità di essere ricordato.

      Per me la partita è ormai aperta e, oltretutto, sarei prossimo all'upgrade della rig di studio che è "ferma" ad un ormai "obsoleto" 4790k...

      Saluti
      ...Musicalmente Parlando...

      Post was edited 1 time, last by “luigi864” ().

      Ragazzi, grazie a tutti davvero, ho letto con interesse le vostre risposte e mi sto chiarendo le idee.

      luigi864 wrote:

      Salve Marcez....

      Discorso budget, diciamo che prima voglio avere un'idea chiara (e so che non è facile) delle caratteristiche dei componenti, essendo rimasto fermo al 2009 immagino che un po' di cose siano cambiate, magari non molte ma è così, alla fine arrivi ad ipotizzare un costo (1200/1500€) che è una forbice che mi aspettavo di leggere dato che il mio ASUS all'epoca mi costò 1450€ ed era un top di gamma, direi che dopo 10 e fischia anni è una cifra che posso permettermi, di più lo troverei, francamente, troppo perchè non lo sfrutterei.
      Interessante il discorso che fai sul laptop che presi per motivi di spazio, ora nella nuova abitazione questo problema è decaduto e non dovendo andare in giro per i live potrei anche valutare il Desktop con doppio monitor.

      Grazie anche per il contributo sulla disputa AMD / Intel.

      Pilloso wrote:

      Anche io mi godo ancora un tenace i7 2600, con Reaper e una marea di roba aperta arriva a malapena al 20-30% di uso della CPU....

      I vecchietti terribili!
      In effetti devo dire che il mio portatile è sempre stato in casa e non l'ho mai sballottato troppo, forse è per questo che è durato così tanto, ora però comincia ad essere parecchio rumoroso perchè la ventola gira che è un piacere e mi sa che ci devo andare molto cauto.
      PC assemblato Ryzen 5 3600X + MSI B450 Gaming Plus + MSI Radeon RX570 Armor + 16Gb Crucial Ballistix + SSD512Gb + HDD1Tb
      Steinberg UR28M _ Cubase 10 Pro _ Nord Electro 6D _ Korg Micro Key _ Yamaha Pacifica 112J _ Digitech RP 380XP _ mic Behringer C1 _ Presonus Faderport _ IK Multimedia ILoud MicroMonitor _ Cuffia Grado SR60e


      Moderatamente Ottimista
      Fa piacere leggere dei commenti informati e competenti come quelli di Luigi e Pilloso.
      personalmente a casa e in studio lavoro sempre col fisso purtroppo nei live devo usare i portatili e la differenza si sente.
      poi Monticus puoi anche tenere il case, l’alimentazione e gli hd e comprare solo scheda madre, ram e processore.
      Questo se avevi già componenti di qualità e un big tower...

      luigi864 wrote:

      se non erro già P67 consentiva 32Gb di RAM

      Grazie Luigi, ma ormai penso che non mi convenga fare carte false per passare da 16 a 32Gb, cerco di andare avanti un annetto e chissà che nel frattempo anche Intel non passi a una produzione a 7nm sfornando qualcosa di veramente nuovo.

      luigi864 wrote:

      scegliere oggi AMD significa dare una chance al mercato di liberarsi di una sorta di monopolio

      Sì sono d'accordo, non voglio demonizzare AMD, solo che ogni volta che si riaffaccia sul mercato con delle CPU è un po' una meteora: innova e dopo qualche anno sparisce, lasciando sempre qualche dubbio su alcune compatibilità, come quelle che citi riguardo la Ram. In un campo dove la stabilità è tutto (al di là delle prestazioni), non voglio risparmiare 100 euro per restare col dubbio che ogni crash sia dovuto a qualche componente non del tutto digerito dal sistema.
      Per me vige la regola che se una cosa non è affidabile anche un solo un giorno l'anno, non è affidabile mai, perché non sai quando ti farà scherzi.

      Marcez Monticus wrote:

      In effetti devo dire che il mio portatile è sempre stato in casa e non l'ho mai sballottato troppo

      Di portatili usati ne ho visti in tutte le salse, c'è chi li tratta male e versa la vodka sulla tastiera (e anche solo cambiare tastiera costa certamente più che in un fisso), ma c'è anche chi li tratta benissimo e dopo 4-5 anni si trova le ventole inchiodate (magari perché in casa ha un po' di polvere e il pc resta spesso acceso) o semplicemente a forza di chiudere il display si blocca una cerniera, si rompe una plastica, o si trita il cavo che porta il segnale video.
      Sono innumerevoli fragilità di un pc che io consiglio di acquistare solo se si ha l'esigenza di spostarlo spesso, altrimenti non ha senso. Anche la scusa "ho poco posto in casa", che mi dicono spesso, non ha senso: non ci posso credere che sotto a un tavolo non si abbia lo spazio per una torre.
      Di portatili raccomando sempre serie orientate al professionale: Hp produce la linea ProBook, Lenovo la serie Essential e meglio ancora i Thinkpad, sulla carta sembrano uguali a quelli del centro commerciale, ma in genere hanno poco in comune ed escono proprio da altre fabbriche. La differenza in termini di affidabilità e robustezza è notevole, e anche le prestazioni spesso giovano di chipset più raffinati e performanti, che ovviamente sui volantini non si citano mai.
      I prezzi non sono così distanti, ma di solito non si trovano tra le offerte e neanche nelle vetrine, raramente su Amazon, vanno cercati dove si va oltre i prodotti più di consumo.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Post was edited 1 time, last by “Pilloso” ().

      Marcez Monticus wrote:


      Anche la scusa "ho poco posto in casa", che mi dicono spesso, non ha senso: non ci posso credere che sotto a un tavolo non si abbia lo spazio per una torre.


      Il fatto è che nella vecchia casa non avevo proprio la scrivania e avevo adattato una parte dell'armadio della sala ad alcova di PC e scheda audio e di volta in volta mi montavo la tastiera...immagina lo sbattone...ora la scrivania ce l'ho e ho aspettato che il portatile fosse proprio agli sgoccioli.
      PC assemblato Ryzen 5 3600X + MSI B450 Gaming Plus + MSI Radeon RX570 Armor + 16Gb Crucial Ballistix + SSD512Gb + HDD1Tb
      Steinberg UR28M _ Cubase 10 Pro _ Nord Electro 6D _ Korg Micro Key _ Yamaha Pacifica 112J _ Digitech RP 380XP _ mic Behringer C1 _ Presonus Faderport _ IK Multimedia ILoud MicroMonitor _ Cuffia Grado SR60e


      Moderatamente Ottimista

      Post was edited 1 time, last by “Marcez Monticus” ().

      Non è vero, usb va benissimo.
      sul professionale caso man si va di connessione eternet, semplice e in grado di portare 512 canali a grande distanza.
      noi abbiamo Dante con pro Tools hd e connessioni di centinaia di metri dallo studio alle sale.
      un portatile con tunderbolt costa molto di più che un normale usbC.

      dorian wrote:


      noi abbiamo Dante con pro Tools hd e connessioni di centinaia di metri dallo studio alle sale.

      Ignoranza Mode ON
      Cos'è Dante? ?(
      PC assemblato Ryzen 5 3600X + MSI B450 Gaming Plus + MSI Radeon RX570 Armor + 16Gb Crucial Ballistix + SSD512Gb + HDD1Tb
      Steinberg UR28M _ Cubase 10 Pro _ Nord Electro 6D _ Korg Micro Key _ Yamaha Pacifica 112J _ Digitech RP 380XP _ mic Behringer C1 _ Presonus Faderport _ IK Multimedia ILoud MicroMonitor _ Cuffia Grado SR60e


      Moderatamente Ottimista
      E un protocollo di comunicazione via eternet che usa focusrite per la sua serie rednet ma che è disponibile anche per Rme e molte altre ditte.
      la motu ha un suo sistema simile che si chiama AVB.
      anche in vecchi mixer digitali si può aggiungere l’apposita scheda, noi l’abbiamo aggiunto in un vecchio mixer Yamaha 02.
      Dato che usa una normale rete giga eternet non ha problemi di lunghezza di cavi.
      quindi si possono mettere i driver su qualunque computer senza problemi.
      anche pro Tools hd l’abbiamo preso con la scheda Dante.

      dorian wrote:

      E un protocollo di comunicazione via eternet che usa focusrite per la sua serie rednet ma che è disponibile anche per Rme e molte altre ditte.
      la motu ha un suo sistema simile che si chiama AVB.
      anche in vecchi mixer digitali si può aggiungere l’apposita scheda, noi l’abbiamo aggiunto in un vecchio mixer Yamaha 02.
      Dato che usa una normale rete giga eternet non ha problemi di lunghezza di cavi.
      quindi si possono mettere i driver su qualunque computer senza problemi.
      anche pro Tools hd l’abbiamo preso con la scheda Dante.


      ahahahahah, direi allora che a me non serve, in casa, al massimo, ho cavi lunghi 3 metri.
      Grazie per avermi dato questa info.
      PC assemblato Ryzen 5 3600X + MSI B450 Gaming Plus + MSI Radeon RX570 Armor + 16Gb Crucial Ballistix + SSD512Gb + HDD1Tb
      Steinberg UR28M _ Cubase 10 Pro _ Nord Electro 6D _ Korg Micro Key _ Yamaha Pacifica 112J _ Digitech RP 380XP _ mic Behringer C1 _ Presonus Faderport _ IK Multimedia ILoud MicroMonitor _ Cuffia Grado SR60e


      Moderatamente Ottimista
      Naturalmente serve in studi grandi o live impegnativi.
      Per uno studio casalingo va benissimo la connessione usb.
      Se si ha un computer fisso considera anche il vecchio protocollo FireWire, dato che non si trova più nei portatili puoi trovare schede molto professionali a poco.
      Il problema di tunderbolt è che dato che si trova in pochi computer possa fare la fine del FireWire.....

      Nuovo PC assemblato

      Accertato il fatto che nelle macchine attuali alcuni protocolli sono in disuso, faccio presente che il numero di linee PCIe necessarie in una DAW consentono l'utilizzo di schede dotate di tutte le porte presenti e/o alternative a quelle disponibili sulle motherboard, sempre in formato PCIe.

      Lo ritengo un falso problema.

      Per quanto concerne i protocolli alternativi, fra i quali Dante resta fra i più celeri e gettonati, avendo peraltro trovato supporto in diversi produttori, parliamo di esigenze relative a numero di input output afferenti a contesti live o di studio dove i numeri sono realmente necessari.

      Il costo di queste interfacce in contesti medio piccoli, e quindi per pochi input/output discreti, non giustifica l'adozione del protocollo ethernet se non che in funzione della distanza.
      ...Musicalmente Parlando...
      Ma la scheda grafica è utile?
      Il Rayzen 5 3400G che ha la scheda grafica integrata potrebbe essere sufficiente dal momento che non devo fare rendering video come Pilloso?
      Eventualmente questo componente potrei aggiungerlo in seguito.

      luigi864 wrote:

      anche dalla possibilità/volontà di adocchiare qualche affare nell'ambito dell'usato.

      Intendi i singoli componenti o la macchina intera su cui poi fare gli eventuali upgrade?
      Sai consigliarmi qualche posto dove dare un'occhiata?
      PC assemblato Ryzen 5 3600X + MSI B450 Gaming Plus + MSI Radeon RX570 Armor + 16Gb Crucial Ballistix + SSD512Gb + HDD1Tb
      Steinberg UR28M _ Cubase 10 Pro _ Nord Electro 6D _ Korg Micro Key _ Yamaha Pacifica 112J _ Digitech RP 380XP _ mic Behringer C1 _ Presonus Faderport _ IK Multimedia ILoud MicroMonitor _ Cuffia Grado SR60e


      Moderatamente Ottimista

      Marcez Monticus wrote:

      Ma la scheda grafica è utile?
      Il Rayzen 5 3400G che ha la scheda grafica integrata potrebbe essere sufficiente dal momento che non devo fare rendering video come Pilloso?
      Eventualmente questo componente potrei aggiungerlo in seguito.


      Nell'ambito di utilizzo DAW la VGA non è mai pretenziosa sul piano prestazionale e per diversi motivi.
      L'unica valutazione da fare concerne l'output video che interessa in termini di risoluzione. Esempio pratico: con una GTX 1650 con 4Gb di velocissime GDDR6 si gestisce agevolmente un desktop composto da due monitor da 27 con risoluzione 2560x1440. Agevolmente la VGA presta i CUDA Cores a Premier per il rendering. Stiamo parlando di una VGA che al nuovo si attesta intorno ai 160 euro.

      Se mai decidessi di passare ad una risoluzione 4K proficua se non altro per le dimensioni che raggiunge il desktop, ovvero lavorare con diverse finestre aperte, visualizzare la DAW ed il suo contenuto senza ricorrere all'apri e chiudi con il mouse, allora il discorso cambia leggermente. Ma la stessa GTX 1650 connessa ad un TV da 55 pollici, giusto per fare un veloce test, non ha dato segni di rallentamento del refresh delle finestre a video e le prestazioni necessarie a muovere tutto quel po' di pixel hanno giusto impegnato un po' di più la memoria. Tutto questo senza alimentazione supplementare restando in un consumo tipico del PCIe.

      Una VGA integrata attuale, almeno quelle di brand Intel, se non offrono le stesse prestazioni ci si avvicinano e sotto il 4K lavori ugualmente bene.

      Diciamo che, al netto della risoluzione, meglio ancora se parliamo di un semplice FHD, non ci sono problemi di sorta.

      luigi864 wrote:

      anche dalla possibilità/volontà di adocchiare qualche affare nell'ambito dell'usato.

      Marcez Monticus wrote:

      Intendi i singoli componenti o la macchina intera su cui poi fare gli eventuali upgrade?
      Sai consigliarmi qualche posto dove dare un'occhiata?


      Entrambe le soluzioni sono possibili. Ma se dovessi dare uno spassionato consiglio, punterei, dovendo cercare di raggruppare le spedizioni o i ritiri a mano, almeno ad un blocco composto da CPU, motherboard e RAM.

      Uno dei vantaggi rappresentato dall'acquisto nell'ambito usato, soprattutto di blocchetti come quello citato, consta in primo luogo della certezza delle compatibilità hardware. Se i componenti sono stati trattati bene, e spesso le foto lo rivelano, se il venditore ha una buona reputazione, questi requisiti sono garantiti nella transazione anche a fronte di eventuali garanzie scadute.

      Il tema garanzie, inoltre, verte sulla possibilità sovente offerta dai produttori, di proporre termini più lunghi di quelli legali vigenti in Italia nelle transazioni presso negozi fisici, i canonici 24 mesi, e quelli digitali, che comunque si attestano di solito sullo stesso termine. Non di rado anche alcuni componenti di base godono di garanzia limitata almeno di tre anni e, nel caso per esempio di alcune PSU, si superano agevolmente i 5 anni, alcuni anche 7. In questi casi l'RMA è ormai prassi agevole che ci mette al riparo anche da guasti non dovuti esclusivamente a ragioni intrinseche al prodotto (black out o altri problemi di alimentazione).

      Uno dei due siti Italiani, ovviamente, che da sempre frequento per la compravendita tra privati nell'usato, è quello di Hardware Upgrade. Un intero forum, il Mercatino, è dedicato come spazio di condivisione proprio al discorso usato sia per la ricerca che per le offerte da proporre.

      L'unico limite, dopo la registrazione chiaramente necessaria al forum, è rappresentato dal fatto che sotto i 100 messaggi non è consentito vendere. Viceversa si può acquistare tranquillamente.

      L'altro sito che propone una community simile è la versione italiana di TOM'S Hardware. Sono registrato ma l'ho frequentato poco o niente.

      Altra alternativa molto valida per l'usato realmente garantito è rappresentata, sembra banale dirlo ormai, da Amazon. Il warehouse è spesso ricco di offerte di prodotti usati che in realtà sono paragonabili al nuovo e a prezzi decisamente interessanti non foss'altro la possibilità di fruire comunque della loro policy in chiave di customer care (garanzie e resi).
      ...Musicalmente Parlando...
      @luigi864 per caso ti intendi anche di DaVinci? Mi sto trovando benone ma devo spesso aspettare a lungo perché generi la cache per il playback, e ogni volta l'attesa per vedere cosa stai facendo è un po' snervante.
      Non credo che conti la quantità di RAM, perché tanto deve rigenerarla ogni volta che cambi qualcosa, e il percorso dei file di cache è un SSD. Presumo non aiuti neanche la scheda video perchè ho una RTX 2070 Super ma non mi pare contribuisca in particolare a questa funzione (edit: ho ovviamente attivato l'accelerazione Cuda nelle preferenze). Devo dedurne che pesa tutto esclusivamente sulla CPU? Perché neanche la ventola del processore sembra alzarsi di giri quando genera la cache, è tutto sempre molto quieto e... lento :D
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Post was edited 1 time, last by “Pilloso” ().