Preamplificatore per monitor

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Preamplificatore per monitor

      Ciao ragazzi,ormai siete il mio punto di riferimento,mi avete già aiutato a superare due grosse difficoltà da principiante e sono qui con un'altro quesito.
      Ho preso due monitor tannoy reveal 502 con i quali mi trovo molto bene e sono collegati a una m-audio m-track 2x2,ora il problema è che con la manetta del volume al massimo sulla scheda audio e a metà sui monitor il volume di ascolto è basso in confronto all'impostazione,alzando le manette anche sui monitor pompano molto di più ma credo che starebbero sempre sotto sforzo e non va bene,giusto?
      Quindi vorrei sapere se esiste o un plugin/programma che va a amplificare il suono oppure un hardware da interporre tra scheda audio e monitor che amplifichi fisicamente,tipo i preamp per cuffia ma per i monitor..potrebbe andare bene uno per cuffia,tipo il beheringer da 25 euro o ci vuole un prodotto specifico?
      Grazie mille in anticipo.
      Il volume dei monitor dovrebbe stare al massimo, o poco sotto (90/95%).
      In questo modo l'amplificatore è già "pronto" e più dinamico (dice la leggenda...)
      Quindi, casse vicino o poco sotto allo 0 db, e abbassi il volume che gestisci dalla scheda.
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      Un preamplificatore tra l'uscita della scheda e i monitor amplificati non farebbe altro che generare una saturazione del segnale, visto che l'uscita di linea della scheda è già da considerarsi "preamplificata" (al pari di un lettore cd hi-fi, di una piastra a cassette, di un qualunque dispositivo che abbia un'uscita "di linea" (il cui flusso si misura in mV) ).
      Normalmente si tengono i monitor con l'amplificazione al massimo (o talvolta a 3/4) e si gestisce il "volume" dal preamplificatore, in questo caso dalla scheda audio.
      Mandare al sistema di amplificazione dei monitor un segnale troppo alto dalla scheda audio significa rischiare una distorsione, per cui, in ultima analisi, devi fare l'opposto di ciò che stai facendo ;)

      EDIT: ho letto la risposta di BJ dopo aver scritto, comunque abbiamo detto la stessa cosa
      Esistono dei controller per casse, concettualmente sono come dei piccoli mixer, ma quelli che hanno un senso costano più delle tue casse, e non sono certo che aumentino il volume più di quanto la tua attuale strumentazione riesca già a produrre.
      Ma in che senso le Tannoy suonerebbero "sotto sforzo"? Se le tieni regolate a 3/4 e il resto lo regoli dal volume della scheda audio, alzando senti vibrazioni o cose del genere?
      Ovviamente parliamo di casse piccole e più di tanto non potranno fare, però hanno anche dei valori in amplificazione commisurati alla loro dimensione e in una stanza piccola dovrebbero fare quanto serve, poi dipende dalle tue aspettative, puoi spiegare meglio a che volumi ti spingi e cosa succede esattamente?

      Edit: miiii ci siamo svegliati tutti adesso :D
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Nel manuale (dal sito Tannoy) dichiarano:
      Input sensitivity 0.775 volt RMS for maximum output
      cioè 0dBu: è il livello necessario per ottenere i 108dBspl massimi dichiarati.
      Mettendo, quindi, le manopole al massimo, avrai il massimo livello di uscita indistorto quando i VUmeter indicheranno 0dBu in uscita verso le casse.
      La performanza mi fa dubitare della sapienza.
      Gianluca

      Youtube: goo.gl/522kv4

      grungelizer wrote:

      Un preamplificatore tra l'uscita della scheda e i monitor amplificati non farebbe altro che generare una saturazione del segnale, visto che l'uscita di linea della scheda è già da considerarsi "preamplificata" (al pari di un lettore cd hi-fi, di una piastra a cassette, di un qualunque dispositivo che abbia un'uscita "di linea" (il cui flusso si misura in mV) ).
      Normalmente si tengono i monitor con l'amplificazione al massimo (o talvolta a 3/4) e si gestisce il "volume" dal preamplificatore, in questo caso dalla scheda audio.
      Mandare al sistema di amplificazione dei monitor un segnale troppo alto dalla scheda audio significa rischiare una distorsione, per cui, in ultima analisi, devi fare l'opposto di ciò che stai facendo ;)

      EDIT: ho letto la risposta di BJ dopo aver scritto, comunque abbiamo detto la stessa cosa
      Capito..con il contrario che intendi?

      Pilloso wrote:

      Esistono dei controller per casse, concettualmente sono come dei piccoli mixer, ma quelli che hanno un senso costano più delle tue casse, e non sono certo che aumentino il volume più di quanto la tua attuale strumentazione riesca già a produrre.
      Ma in che senso le Tannoy suonerebbero "sotto sforzo"? Se le tieni regolate a 3/4 e il resto lo regoli dal volume della scheda audio, alzando senti vibrazioni o cose del genere?
      Ovviamente parliamo di casse piccole e più di tanto non potranno fare, però hanno anche dei valori in amplificazione commisurati alla loro dimensione e in una stanza piccola dovrebbero fare quanto serve, poi dipende dalle tue aspettative, puoi spiegare meglio a che volumi ti spingi e cosa succede esattamente?

      Edit: miiii ci siamo svegliati tutti adesso :D

      Non che le casse suonano sotto sforzo effettivamente,ma era solo un pensiero mio riguardo alla prevenzione,per non rovinarle perchè ho sempre pensato che qualsiasi cassa a volume massimo tenderebbe a distorcere e a rovinarsi precocemente ma mi sembra di capire che ciò avviene solo se la cassa non è di buona qualità,giusto?
      Comunque per lavorare sui brani il volume è sufficiente,ho bisogno di più volume quando voglio semplicemente pompare un pò di musica,per il semplice ascolto,cosa che comunque ho ottenuto alzanole al 90%,non sono a un concerto dei metallica ma la resa ora è soddisfacente anche per questo utilizzo,quindi direi risolto.
      Ora ce solo la questione delle casse hifi da ascolto per sentire come suona poi effettivamente il mix su una cassa normale..ha senso acquistarle o vanno bene anche un paio di buone cuffie?
      Ti ha consigliato bene BjHorn sui volumi, quindi ok così.
      Un ascolto di raffronto può fare comodo, nella tua situazione però ci ragionerei un attimo.
      Non so cosa intendi per casse hi-fi ma in genere roba degna di quel nome dovrebbe costare molto più delle casse che hai già, allora tanto vale investire in due casse più grandi, ma comunque dal costo accessibile, che è 300-400 euro per una coppia, missare in queste ultime, e tenere le Tannoy come raffronto di piccolo taglio e di qualità.
      Diversamente un ascolto di raffronto possono essere due cassettine per pc tipo Creative o Logitech, o un sistemino 2.1 sempre loro, per una spesa tra i 25 e i 50 euro, così hai delle casse che si discostano molto dai nearfield di qualità, ti danno un "punto di vista" diverso e assomigliano a quello che può usare l'ascoltatore medio a casa.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Può essere interessante, perché sono sistemini che suonano discretamente e ti fanno sentire varie cose, ma sempre in modo molto diverso da un buon sistema di ascolti per il missaggio, tipo le basse di un piccolo sub, seppure ipereconomico, potrebbero essere più profonde di quelle che escono dalle tue casse, mentre le medie sicuramente saranno peggiori e più metalliche, ma indicative di quello che sentiranno gli altri, quindi ne trai informazioni differenti e tra l'altro vicine a quello che sentono i fruitori più comuni, infatti ormai nelle case non vedi più un hi-fi.
      Un'altro raffronto interessante potrebbe essere la cassa Bluetooth di JBL che costa una cifra ragionevole ed è un piccolo standard per chi ascolta musica dai telefonini su casse bluetooth, così senti come suona il brano in mono su quella e come escono le basse frequenze, insomma tutte situazioni che ti danno un'idea più precisa di cosa fai uscire dallo studio.
      Poi molto dipende anche dal genere di musica e dal pubblico a cui ti rivolgi, se è jazz o classica forse bisogna fare altre valutazioni, ma se è materiale per un pubblico giovane le strade possono essere queste.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.