Consiglio acquisto prima scheda sonora con buon software in bundle.

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Consiglio acquisto prima scheda sonora con buon software in bundle.

      Salve a tutti,

      sono alla ricerca di consigli per l'acquisto della mia prima interfaccia audio con l'intenzione di poter provare a fare qualche registrazione casalinga.

      Non cerco una qualità super-professionale, mavorrei piuttosto un prodotto "ready-to-go" soprattutto per quanto riguarda il software a corredo.

      Premetto che sono assolutamente ignorante sul mondo del Home Recording e dello Studio Recording in generale (in una vita passata strimpellavo la chitarra e mi è capitato di stare in studio, ma sempre dall'altra parte del vetro! :D ) quindi non ho idea di cosa mi serva, per questo sono qui a chiedere il Vs supporto.

      Le caratteristiche che vorrei dalla scheda audio:

      - Interfaccia USB (probabilmente non la utilizzarò su un pc in particolare, ma sul vecchio pc che ho in casa per uso generico)
      - Possibilità di direct monitoring
      - Interfaccia midi (per poter collegare una tastiera o altro controller midi)
      - I/O digitale Stereo S/PDIF (ho alcuni pre per chitarra che hanno questa uscita e vorrei poter eventualmente collegare l'uscita al mio impianto stereo con ingresso coassiale)
      - Ingressi alimentati Phantom +48V (per eventuale mic a condensatore)
      - Almeno 2 ingressi mic (4 sarebbe meglio nel caso di eventuale registrazione batteria)

      Cosa vorrei farci:

      - Qualche registrazione chitarra acustica e voce
      - Poter suonare in cuffia la chitarra elettrica tramite qualche software (sono ignorante in materia)
      - Magari cimentarmi in qualce "produzione" più complessa (registrare un brano completo, compresa batteria acustica)

      Quindi mi servirebbe un software per registrazione multitraccia con la possibilità di applicare qualche semplice effetto tipo: compressore, riverbero, delay, modulazioni, ecc... niente di fantascientifico.

      Per tutto questo pensavo di utilizzare un budget di massimo 250/300€

      Dando un'occhiata in giro avrei adocchiato qualche possibile "candidata" basandomi soltanto sul fatto che abbiano gli I/O midi e S/PDIF ma vorrei avere il vostro parere.

      - Presonus Studio 68C
      - Focusrite Scarlett8i6
      - Native Instruments Komplete Audio 6

      Non cerco una qualità superlativa, piuttosto mi servirebbe qualcosa di abbastanza semplice ed efficace (soprattutto che possa garantire una bassa latenza con un pc non professionale, se possibile), che mi permetta di imaprare come muovere i primi passi senza farmi desistere al primo tentativo.

      Voi cosa mi consigliate?
      Le candidate che ho individuato sono adatte a fare quello che vorrei? In caso positivo, qual è corredata dalla migliore suite software? (dato che l'utilizzo sarebbe soltanto a livello di passatempo, non vorrei spendere su software vari).
      Avete altri suggerimenti?

      Ovviamente il passo successivo sarà almeno l'acquisto di un micfono a condensatore per poter riprendere chitarra e voce, ma andiamo per gradi, per quello aprirò altro post dedicato.

      Grazie a tutti quelli che vorranno darmi qualche indicazione.

      R'n'R!!!

      *Def_84
      Ciao
      tra le 3 andrei sulla Focusrite. Mai provata ma le schede Focusrite sono sempre ben viste per il loro rapporto prezzo/qualità.
      Molto interessanti da poco sul mercato e che rientrano nel tuo budget sono la SSL SOLO e la SOLO+, che non hanno però ingressi digitali e solo 2 ingressi mic/line/instrument. Ma se ti dovessero bastare ti porti a casa sicuramente un brand che parla da solo in termini di qualità e affidabilità.
      Per il software immagino che intendi il programma per registrare e non quello di gestione della scheda, giusto?
      Se così ti consiglierei di non affidarti alle varie versioni light di software blasonati che ti solito trovi abbinati alle schede ma puoi dare un occhio a Reaper che ha tutta una serie di vantaggi a partire dal fatto che ha una demo gratuita senza limitazioni in termini di funzionalità e di scadenza, il che non è poco per chi non ha idea di cosa acquistare e vuole testare un programma.
      Oltre a questo ha una serie di caratteristiche che non ti sto ad elencare qui (non l'ho già in altri post che nel caso puoi trovare, ma in rete c'è di tutto e di più) e che lo rendono per me la migliore scelta.
      Quoto anche io la Focusrite, anni fa avrei detto Presonus perché ho avuto ottime esperienze, ma ho preso una piccola Presonus l'anno scorso e aveva una montagna di problemi, risolti appena l'ho sostituita con la Focusrite Scarlett che si è installata in due secondi e anche come qualità mi ha stupito.

      Una postilla sul monitoraggio diretto: nella Focusrite c'è, ma come in tutte le schede di questa fascia, consiste semplicemente in un interruttore che se attivato ti fa sentire l'audio al volume con cui entra, senza possibilità di missarlo in cuffia, quindi se hai bisogno di impostare un più preciso rapporto di volumi tra base e strumento in registrazione, dovresti appoggiarti a qualcosina di esterno tipo un mixerino di recupero o cose del genere.
      L'ho specificato perché credo sia utile saperlo, ma magari anche semplicemente attivandolo ti trovi già bene così, dipende probabilmente dai casi.
      Sistemi di monitoraggio più complessi, che hanno un mixerino software col quale decidi cosa senti dall'uscita cuffie e quanto, è previsto solo in schede audio molto più costose e sofisticate.

      Riguardo il software ti raccomanderei Reaper, software che puoi registrare con circa 50 euro e non ha praticamente limitazioni, è in continua crescita e conta su una vasta community per condividere esperienze e imparare attraverso una miriade di tutorial online.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Consiglio acquisto prima scheda sonora con buon software in bundle.

      Grazie per i preziosi consigli ragazzi!

      Ad essere sincero io "di pancia" ero orientato verso la Presonus perché ho visto in rete buone opinioni del software Studio One Artist dato a corredo e alcuni forum stranieri in cui si diceva che ha una latenza molto inferiore rispetto alle Scarlett.

      Però, se ho capito bene, potrei fare le stesse cose con Reaper, giusto?

      Un'altra cosa che non capisco, magari banale: la NI KA6 è l'unica che ha un selettore line/inst sulle etrate per selezionare se il segnale è di uno strumento o preamplificato, sulle altre come si fa? Devo gestire tutto via SW o usando il livello del preamp microfonico?

      Chedo questo perché vorrei poter registrare parti di chitarra sia entrando direttamente nella scheda usando un amp virtuale, sia collegando un preamplificatore esterno.

      Riguardo al direct monitoring, spero di aver capito come funzioni e non aver usato termini sbagliati.
      Volendo registrare parti di chitarra mi servirebbe poter ascoltare il mix di quanto registrato fino a quel punto + quello che suono in diretta con latenza zero.
      È possibile farlo?!

      Per il momento non utilizzerò Monitor, ma soltanto cuffie (AKG K240mkII).

      Oppure l'unica alternativa (nel caso della chitarra elettrica con amp virtuale) è usare una DI con uscita link e buttarla dentro un ampli fisico esterno?

      Scusate per le mille domande, ma credo sia meglio cercare di capire prima piuttost che fare un'acquisto sbagliato. (soprattutto considerando che è solo per "gioco/passatempo" quindi non voglio spenderci tanto per roba troppo professionale)

      Grazie

      Consiglio acquisto prima scheda sonora con buon software in bundle.

      Se ho capito bene, l'unjca interfaccia che permette, in cuffia, di ascoltare in diretta quello che suono sopra quello che ho già registrato è la Native Instruments Komplete Audio 6, come indicato nell'immagine sotto. Corretto?

      Con Presonus e Focusrite, per fare la stessa cosa dovrei per forza:
      - o usare dei monitor per la base e ascoltare in cuffia quello che suono

      - o usare un mixerino esterno in cui entro con uscita cuffie settata su direct + uscite posteriori della scheda

      Corretto o mi sono perso qualcosa?

      Perché a questo punto la KA6 balza in testa alle candidate per semplicità di uso con solo le cuffie. (e costa pure meno delle altre).

      Grazie ancora a chi potrà darmi qualche delucidazione.
      Non so a quale scheda si riferisca il testo nel tuo ultimo post, comunque più o meno tutte hanno un direct monitoring, basta che guardi il pannello della Focusrite e vedi l'interruttore.
      Però la puntualizzazione sugli ingressi digitali è giusta: probabilmente in tutte queste schede puoi monitorare solo gli ingressi analogici, mentre i digitali vanno direttamente al pc per la registrazione.
      In quei casi (tipo Kemper o altri multieffetto per chitarra con uscite digitali) avresti più controllo sugli ascolti con l'aiuto di un mixerino in cui convogliare tutto, così scegli anche a che volumi ascoltare ogni cosa e risolvi il problema.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Consiglio acquisto prima scheda sonora con buon software in bundle.

      Ok, scartata KA6 perché non permette direct routing dell'ingresso digitale. (Ho verificato sul manuale).

      Dato che voglio realizzare un angolo semplice ed ordinato senza fare troppi attacca/stacca di cavi non è la soluzione per me.

      Resta il dubbio sulle altre due...dai manuali non ci ho capito molto...
      Secondo me il direct monitoring da ingressi digitali è raro che si possa fare in prodotti di questa fascia, perché è un segnale che prima di essere ascoltato va riconvertito in analogico, quindi richiede un passaggio extra che solo certi prodotti sono pensati per fare.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Pilloso wrote:

      Secondo me il direct monitoring da ingressi digitali è raro che si possa fare in prodotti di questa fascia, perché è un segnale che prima di essere ascoltato va riconvertito in analogico, quindi richiede un passaggio extra che solo certi prodotti sono pensati per fare.


      Sinceramente davo per scontato che su una interfaccia in questa fascia di prezzo il DAC interno potesse lavorare senza passare per il pc...ma magari sono troppo ottimista...

      A questo punto inizia a decadere la necessità di avere interfaccia SPDIF.
      Perchè in effetti a questo punto orientandomi potrei risparmiare quei 50€ ed investirli su un piccolo mixerino 2ch + DI per poter monitorare sempre in cuffia senza problemi.

      Secondo voi potrebbe avere qualche altra utilità la connessione SPDIF?

      Se scarto l'idea di sfrutttare l'ingresso digitale, pensavo potesse far comodo utilizzare almeno l'uscita digitale per poter utilizzare il mio impianto stereo come "casse" del pc, inviando il segnale al mio sintoampli Yamaha R-N500 e lasciando lavorare il suo DAC.
      Posso farlo con queste schede, senza dover passare per forza per una DAW, giusto?

      Dato che il mio sarà un utilizzo "ricreativo" e non professionale, vorrei prendere una interfaccia che mi duri diversi anni, senza stare a cambiarla ogni 2 anni...pensavo che una interfaccia digitale potesse far comodo nel 2020...ma magari sbaglio...

      Immagino che per voi le mie "paranoie" siano noiose o magari cose scontate, ma sono piuttosto indeciso.

      Voi che ne dite?!

      Grazie

      Def_84 wrote:

      Sinceramente davo per scontato che su una interfaccia in questa fascia di prezzo il DAC interno potesse lavorare senza passare per il pc...ma magari sono troppo ottimista...

      Siamo comunque nella fascia più bassa, anche se parliamo di modelli con qualche connessione in più rispetto alle solite 2, restano prezzi veramente bassi per quello che offrono e fanno già tanto così per poco più di 200 euro. Sinceramente non so dirti da quale prodotto e spesa inizia a esserci una vera gestione del monitoring, ho in mente RME ma costa molto di più, probabilmente lo fa anche qualche prodotto di fascia media ma molto probabilmente dovresti pensare a un budget almeno doppio.

      Def_84 wrote:

      utilizzare almeno l'uscita digitale per poter utilizzare il mio impianto stereo come "casse" del pc, inviando il segnale al mio sintoampli Yamaha R-N500 e lasciando lavorare il suo DAC.

      Questo è interessante, hai pensato bene e fai bene a porti le domande prima di acquistare, attenzione a verificare che in queste schede le connessioni SPDIF non siano solo ingressi ma anche uscite.
      Se ci sono anche le uscite SPDIF dovrebbe essere possibile destinare a quelle il Main out del software, così da inviare l'uscita generale a quella connessione e poterla sfruttare ocme dici, ma uso il condizionale proprio perché è bene fare molta attenzione e leggere a fondo i manuali dei singoli prodotti, questo è il consigio che ti do. In genere mettono proprio degli schemi dove mostrano a cosa puoi collegare le principali connessioni, o almeno spiegano cosa fanno.

      Rispondendoti più in generale riguardo gli ingressi SPDIF, anche io a periodi alterni li ho usati e pensavo di sfruttarli di più, ma alla fine, vuoi perché le macchine esterne suonavano meglio se fatte passare attraverso i pre, vuoi perché avevano convertitori buoni anche loro quindi non era così male usare le loro uscite analogiche, vuoi perché in alcuni casi c'erano problemi di clock e non riuscivo a fare lavorare tutti alle stesse frequenze senza piccoli inconvenienti, a oggi non ho niente collegato agli ingressi SPDIF.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Grazie mille per la risposta velocissima, per il supporto e le informazioni.

      Pilloso wrote:


      Se ci sono anche le uscite SPDIF dovrebbe essere possibile destinare a quelle il Main out del software, così da inviare l'uscita generale a quella connessione e poterla sfruttare ocme dici, ma uso il condizionale proprio perché è bene fare molta attenzione e leggere a fondo i manuali dei singoli prodotti, questo è il consigio che ti do. In genere mettono proprio degli schemi dove mostrano a cosa puoi collegare le principali connessioni, o almeno spiegano cosa fanno.


      Dal manuale della presonus sembra sia possibile utilizzare il main out della DAW sulle uscite digitali (vedi immagine)

      Non si capisce però se posso usare le stesse uscte per inviare l'audio generale del pc (tipo mixer volume di windows per intenderci) senza aprire la daw e creare una traccia "loopback" (se ho capito bene). E mi stai facendo capire che non è scontato..

      Stesso discorso per la Focusrite, almeno per quanto riesco a capirci...

      A questo punto penso che prenderò la Presonus Studio 68C, dato che è l'unica che ho trovato in vendita "in amazzonia" con possibilità di fare il reso fino al 31 gennaio 2021.
      In questo modo avrò tempo di fare tutte le prove del caso con l'interfaccia SPDIF e, nel caso risultasse inutile per quello che vorrei farci, potrei rimandarla indietro e orientarmi magari su una Scarlett risparmiando qualche decona di euro da investire meglio su altra attrezzatura.

      Ora faccio l'ordine e mi metto alla ricerca del microfono!

      Grazie ancora per le dritte!

      Consiglio acquisto prima scheda sonora con buon software in bundle.

      Se interpreto bene la risposta del supporto Presonus, non sembra sia possibile usare l'interfaccia audio come...interfaccia audio!

      È assurda questa cosa!!!

      Possibile che queste scatolette non facciano quello che faceva una Sound Blaster di 20 anni fa?!

      Va a finire che devo andare a rispolverare il mio vecchio Pentium MMX degli anni '90...

      Consiglio acquisto prima scheda sonora con buon software in bundle.

      Ragazzi, alla fine ho ordinato la Focusrite Scarlett 8i6 su Ama*on con possibilità di reso fino al 31 gennaio, così ho tempo di fare un po' di prove.

      Mettendo in secondo piano la storia dell'interfaccia S/PDIF (il cui funIonamento resta un'incognita) mi sono deciso per questa in particolare per 2 motivi che la dovrebbero rendere adatta alle mie esigenze:

      - Ha un alimentatore esterno
      - Il mixer interno che si regola tramite software (Focusrite Control) resta attivo anche a pc scollegato

      Dato che io non avrò un pc dedicato ma userò il portatile di casa, queste due funzionalità mi tornano molto utili perché in questo modo potrò lasciare sempre la catena chitarra -> pre/ampli -> Scarlett -> Impianto stereo e volendo anche un microfono per lasciare il mio "angolo musica" sempre funzionante senza dover fare sempre attacca/stacca/sposta.

      Sulla carta dovrebbe funzionare.

      Dalle mie ricerche, nella sua fascia di prezzo è l'unica interfaccia che permette di utilizzare il mixer/rounting standalone.
      Tutte le altre partono da oltre 400€

      Speriamo bene...vi terrò aggiornati sperando di condividere informazioni utili per chi come me è alle prime armi.

      Intanto ho scaricato Reaper...
      Molto interessante, le Focusrite più piccole tipo la Scarlett 2i2 non hanno nessun software per gestire i volumi, forse su questa hanno previsto una gestione più intelligente, all'aumentare delle connessioni ha senso.
      Facci sapere, e divertiti con Reaper, vedrai quanto è potente!
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Consiglio acquisto prima scheda sonora con buon software in bundle.

      Ed ecco qui la Focusrite Scarlett 8i6 appena arrivata dal corriere.

      Dato che sto ancora lavorando ho giusto provato ad accenderla e una delle cose principali che mi interessava ho già scoperto che funziona: posso ascoltare l'audio del pc dallo stereo collegato via SPDIF.

      Stasera darò il via ad un po' di esperimenti cercando di capire come funziona il tutto.

      Grazie ancora a tutti per le dritte ed i consigli!