Mixer wireless con ipad

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Mixer wireless con ipad

      Ciao bella gente!
      Stavo dando un'occhiata a questi mixerini senza controlli fisici (tipo il BEHRINGER X Air XR18) e mi chiedevo se voi avete qualche esperienza in merito.

      La mia necessità, essendo mio malgrado il fonico del gruppo, è quella di fare i suoni "fuori" con l'ausilio dell' ipad o similari senza andare avanti e indietro e su e giù dal palco quando siamo in piccole situazioni dove ci presentiamo col nostro piccolo impiantino e non col service.

      Questo sistema mi permetterebbe di ascoltare il risultato degli "aggiusti" direttamente dalla platea, mentre adesso sono costretto o a farmi i kilometri, oppure girare momentaneamente i diffusori verso me, per poi rigirarli in platea, ma non è un esercizio molto utile.

      I prezzi mi paiono abbordabili, (ipad escluso) e prevedo che ci siano delle difficoltà nelle regolazioni "di fino", visto che bisogna scorrere il ditino su uno schermo e non agire su delle belle manopole o fader... li avete usati? Che ne pensate?
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      ciao,
      io ho un Midas MR18 e mi trovo molto bene.
      Consiglio di usare sempre un router esterno e non quello integrato.
      L'app è pratica e comoda, l'unico difetto sono i meter che sull'app del tablet non sono veloci e veritieri come quelli che vengono visualizzati nell'applicazione sul mac.
      Per il resto, in situazioni piccole, ti semplifica molto la gestione del live, occupa pochissimo spazio, sul palco quasi nemmeno si vede, e hai tutto quello che serve per gestire concerti di piccole dimensioni, in più puoi registrare in multitraccia.
      Altra cosa particolare dell'MR18, e credo sia identico l'X-Air18, è che le scene vengono salvate sul dispositivo tablet o computer sul quale si effettua il salvataggio e non sul mixer, cosa strana ed insensata per me... ma così è.
      Se non hai bisogno di espandibilità futura va bene, se invece un giorno i 16/18 canali ti dovessero andare stretti forse ha più senso pigliare un X32 Rack, che ha 16 canali microfonici di base e con una stagebox puoi espanderli fino a 32.
      Il midas mi pare tale e quale al behringer, forse stesso prodotto ma marche diverse!
      In realtà il 18 va già oltre il numero effettivo di canali microfonici che mi servono, potrei prendere anche il fratellino minore (320 euro) e cavarmela lo stesso, ma proprio in previsione di fare delle "ospitate" prenderei il 18! E' solo per piccoli eventi e location, su quelli più importanti in genere troviamo o portiamo il service "quello vero".

      Quello che mi perplime un pò, è la mancanza dei controlli fisici, perchè durante i live avrei necessità di fare delle modifiche al volo anche mentre sto suonando, alzare o abbassare qualche livello, togliere momentaneamente effetti alla voce quando parla e non canta (ma per questo forse potrei utilizzare un normalissimo pedale) e non vorrei che la faccenda si rivelasse ostica, avendo poche frazioni di secondo a disposizione!
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      Ciao,
      tra il behringer e il midas cambiano i pre, i connettori (neutrik sul midas) e la garanzia (10 anni sul midas).
      Comunque se devi intervenire al volo mentre suoni allora forse te lo sconsiglio o ci colleghi una superficie di controllo, ma a quel punto forse il costo del dispositivo rende il mixer non più economicamente conveniente.
      La versione più piccola credo non abbia la registrazione multitraccia.
      Ciao,
      io possiedo l'XR-18 e ne faccio un utilizzo molto simile al tuo.

      Per quanto mi riguarda posso elencarti una serie di pro e contro ma da parte mia, alla fine dei conti mi sento di consigliarlo, soprattutto valutando il rapporto qualità prezzo, la dotazione di funzioni e la dimensione del prodotto.

      Pro:
      Qualità sonora ottima
      Buon numero di canali
      Buon numero di mandate aux (6)
      Effetti
      Possibilità di fare il soundcheck direttamente in sala come se avessi la stagebox
      Possibiltà di gestire il palco e i monitor dei musicisti direttamente sul palco
      Possibilità di utilizzarlo come scheda audio a 18 IN

      Contro
      wifi interno scarso; il problema si risolve egregiamente con un router esterno da 50 euro
      scarsa praticità nel raggiungere al volo i vari controlli (all'inizio)
      quando muovi i fader a volte togliendo il dito dal tablet si sposta leggermente

      Per quanto riguarda la praticità io posso dirti che, devi armarti di pazienza all'inizio e fare i suoni in sala prove le prime volte perchè se inizi in live utilizzandolo per la prima volta, diventi matto.

      Io ho la fortuna di avere più di un tablet, (tanto oggi i prezzi dei tablet android sono ridicoli) e sul palco ne tengo due, ciascuno con un layout predefinito diverso, in particolare: uno con tutta la strip dei fader dei canali, l'altro con i fader di effetti, monitor e main L-R
      Saluti Mirco.
      ...le macchine non aggiungono nulla all'anima della musica.