Consiglio UPGRADE Archetto per parlato

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Consiglio UPGRADE Archetto per parlato

      Ciao a tutti, mi è stato consigliato questo forum da un vecchio utente ormai in "pensione" che non ha saputo aiutarmi. Sarò breve.
      Faccio spettacoli itineranti (sono un'artista) e utilizzo sempre un archetto per il parlato. Ho come PA (penso si chiami così) una Bose S1 Pro e come microfono un Rode Wireless GO. Quest'ultimo ha già un microfono integrato ma non avendo un mixer non riesco a settarlo bene (dovrei alzare tutto al massimo per usarlo come lavalier e mi rientra troppo) e quindi utilizzo un archetto esterno collegato in ingresso: un Proel (economico) da 20€. :| Devo necessariamente avere tutto di dimensioni contenute, pochi pezzi da trasportare e a doppia alimentazione. :/
      Non mi posso lamentare, per quel che mi serve, della qualità del mio parlato ma volevo sapere da voi (veniamo a noi...cioè a voi!): se usassi un archetto di qualità migliore che non mi costasse un rene (ho visto un Shure PGA31 o Sennheiser ME 3/II) andrei ad ottenere una miglioria in termini di qualità del mio parlato? :rolleyes:
      Non mi entrate troppo nel tecnico perché non ci capisco nulla ma se la vostra risposta è NO/NON DI MOLTO mi faccio passare la fantasia (e i soldi che se ne vanno) altrimenti valuto l'upgrade se la vostra risposta è SI/DECISAMENTE SI :thumbsup:

      Grazie di cuore a tutti coloro che mi aiuteranno a fare luce sull'arcano mistero e che mi sapranno consigliare! <3
      P.S.: Se ho sbagliato sezione, non lapidatemi
      Perdonami, ma non si capisce cosa chiedi! O meglio... COSA dovresti migliorare che adesso non ti sta bene?
      Il tono, il volume, la praticità?
      Doppia alimentazione intendi corrente o batterie?
      Ovviamente un proel non varrà mai quanto uno shure o sennheiser, stiamo parlando di prodotti di livello molto diverso, ma bisogna capire cosa serve A TE!
      Cerca di essere più preciso nell'illustrare la problematica.
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      Ciao,
      mi pare di aver intuito il tuo problema:
      In sostanza non riesci ad ottenere la resa migliore del tuo archetto in quanto la cassa BOSE è sprovvista di EQ mentre possiede solamente una specie di "filtro" voicing generale che introduce delle equalizzazioni predefinite e non modificabili.

      Premesso che il microfono RODE secondo me è ottimo, mi concentrerei sul fatto che ti serve quantomeno un Equalizzatore per settare la voce al meglio.

      Ti direi di orientarti su un mixer, tuttavia visto il tipo di utilizzo ti creerebbe un ingombro eccessivo.
      Fossi in te io proverei con una pedaliera per voce tipo il Voicelive play di TC Helicon.

      Non ti consiglierei i micro mixer stile behringer in quanto oltre a non essere molto piccoli, possiedono comunque soltanto dei filtri eq piuttosto scarsi, inoltre, avendo solo LOW e HI dubito tu riesca ad ottenere il sound che cerchi.
      Saluti Mirco.
      ...le macchine non aggiungono nulla all'anima della musica.

      mirco_band wrote:

      Ciao,
      mi pare di aver intuito il tuo problema:
      In sostanza non riesci ad ottenere la resa migliore del tuo archetto in quanto la cassa BOSE è sprovvista di EQ mentre possiede solamente una specie di "filtro" voicing generale che introduce delle equalizzazioni predefinite e non modificabili.

      Premesso che il microfono RODE secondo me è ottimo, mi concentrerei sul fatto che ti serve quantomeno un Equalizzatore per settare la voce al meglio.

      Ti direi di orientarti su un mixer, tuttavia visto il tipo di utilizzo ti creerebbe un ingombro eccessivo.
      Fossi in te io proverei con una pedaliera per voce tipo il Voicelive play di TC Helicon.

      Non ti consiglierei i micro mixer stile behringer in quanto oltre a non essere molto piccoli, possiedono comunque soltanto dei filtri eq piuttosto scarsi, inoltre, avendo solo LOW e HI dubito tu riesca ad ottenere il sound che cerchi.


      Ciao Mirco, io eviterei sia mixer che pedaliere perché non posso permettermi di portare altra roba dietro, soprattutto se vanno a corrente. Secondo te prendendo un archetto di qualità migliore andrei a migliorare un po' anche il parlato rispetto a utilizzare l'archetto attuale? Anche perché penso che la cassa che ho sia ottima, il sistema di microfono wireless anche e l'unica cosa che lascia un po' a desiderare se vogliamo essere pignoli è proprio l'archetto Proel da 20€ che fa il suo dovere ma non so se può essere sostituito con qualcosa che anziché andare a 75% va a 100%!
      Tra Proel e altre cineserie senza marca, ho solo buttato una ventina di euro per volta.
      Perché non un archetto Rode?
      Ho visto che è caruccio, ma questo lo vendono poco sopra i 100, che secondo me per una capsula decente sono il minimo sindacale.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Datman wrote:

      Premesso che io ho una forte allergia a Proel, quale modello Proel hai?

      Questo non è male. Lo acquistai altrove parecchi anni fa:
      amazon.co.uk/Chord-FNM-35-Disc…phone-Beige/dp/B005FQGML0
      Certo, però, che bisognerebbe avere la possibilità di attenuare un po' le basse frequenze.


      Ho un HCM38 ma quello che mi hai indicato tu non è peggio del mio? =O

      Pilloso wrote:

      Tra Proel e altre cineserie senza marca, ho solo buttato una ventina di euro per volta.
      Perché non un archetto Rode?
      Ho visto che è caruccio, ma questo lo vendono poco sopra i 100, che secondo me per una capsula decente sono il minimo sindacale.


      Infatti si, potrei valutare anche un archetto Rode dato che il sistema è lo stesso. Ma su quella fascia di prezzo ho trovato anche un Sennheiser ME 3 II pari al nuovo (che di listino è sui 150) oppure lo Shure sull'80ina di euro. Quale mi consigliate? Mettendo una capsula migliore con un archetto decente ottengo quindi un parlato più nitido rispetto l'altro Proel da 20€ (con capsula da 20 euro)?

      Pilloso wrote:

      Ferma tutto: tu hai indicato 2 modelli cardiode.
      Il Rode è Omni.
      Il tuo attuale Proel cos'è?
      Hai problemi di feedback?
      Hai problemi di "pop" eccessivi quando parli vicino alla capsula?


      Ecco, c'era bisogno di qualcuno che mi faceva luce anche (soprattutto) su questi aspetti a me oscuri per capire meglio. Grande!
      Ho appena visto che il mio Proel HCM38 è cardiode. Non ho mai avuto problemi di "pop" eppure ce l'ho sempre quasi davanti la bocca (uso l'antivento). Per problemi di feedback intendi rientri nella cassa? No...

      Ti spiego meglio: l'unico motivo che mi ha fatto pensare di valutare l'acquisto e andare in confusione (perciò sto chiedendo aiuto a voi) di un archetto di fattura migliore è che utilizzando un microfono gelato (dal costo di 35€, bluetooth) ho notato che la qualità del parlato è molto più limpida e cristallina rispetto all'archetto Proel.
      Quindi mi sono detto: non è che usando un archetto di buona qualità possa ottenere una migliore nitidezza e pulizia nella voce senza usare mixer?
      Aggiungo anche che il mio archetto Proel da 20€ non è che si sente male, ma rispetto il gelato ha un sound della voce più cupo e meno pulito.
      Volevo avvicinarmi il più possibile a un risultato del genere senza ricorrere ai mixer che per diversi motivi non posso portarmi dietro.

      Dato che mi trovo, ti lascio le caratteristiche tecniche del mio Proel (archetto):

      Tipo trasduttore: Back electret plate
      Schema polare: Cardioide
      Risposta in frequenza: 80-12Khz
      Sensibilità: -65db+-3db
      Impedenza nominale: 680Ohm
      Impedenza di carico consigliata: 1000 ohm
      Alimentazione: 1,5 Volt DC
      Assorbimento corrente: 0,05mA


      Dunque, un mic cardioide percepisce solo nella direzione in cui lo punti.
      Pro: pochi problemi di feedback
      Contro: suono un po' nasale, rischio di "pop" in alcuni modelli, specie se si tiene molto vicino alla bocca (la spugnetta aiuta un po') e volendo è anche un po' meno elegante.

      Omnidirezionale:
      Pro: suono più naturale, aspetto più sottile ed elegante
      Contro: va gestito, se la cassa non è un po' a distanza e puntata dalla parte opposta, si rischia il feedback.

      N.B. riguardo al suono mi riferisco solo alle capsule per headset, nei microfoni di altro genere (palmari o condensatori da studio) non c'è questa differenza.

      Se ti trovi bene col cardioide e non ti preoccupa la parte estetica, puoi restare sui cardioidi, e hai anche meno incognite coi feedback.
      Dei due modelli che hai indicato non saprei quale suggerirti, sia Sennheiser che Shure hanno una lunga tradizione nelle capsule headset, certo il Sennheiser costa il doppio e mi sembra più solido, conosco il loro archetto e so che resta ben fisso, lo Shure mi dà l'idea di essere più semplicino e scomodo.

      Lasciamo la parola agli altri e magari troviamo qualcuno che conosce i modelli nello specifico.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Quindi alla fine s'è capito cosa non va nel tuo sistema, ovvero che lo senti "cupo e un pò impastato".
      Prima di spendere soldi "per sentito dire" valuterei di trascorrere un paio di ore in un negozio ben fornito, portandoti dietro la TUA cassa, e provare qualche capsula da abbinare al tuo sistema, smanettando sulle regolazioni di cassa/centralina/microfono (qualora presenti), perchè non è automatico che spendi di più, e avrai il risultato che ti aspetti.
      Magari lo shure sarà molto più limpido, ma fischia alla morte a meno che non declami nella posizione del giaguaro!
      Le variabili sono molte (gain trasmettitore, volume centralina, posizione del microfono sulla faccia) da poter decidere solo in base alle caratteristiche tecniche e al prezzo di vendita.
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!

      Pilloso wrote:

      la prova è sempre la cosa migliore


      Giusto qualche mese fa, arrivò un utente che non gli "piaceva" come si sentiva la voce nel suo impianto, e voleva un "effetto" che gliela rendesse "bella"! (tra le virgolette le descrizioni TECNICHE della problematica...)
      Dato che non mi era sembrato uno che sapesse dove mettere le mani, gli dissi di farsi regolare per bene il mixer da qualcuno esperto, e PROVARE con le sue orecchie, perchè il suo sistema DOVEVA già funzionare egregiamente, invece di spendere soldi "alla cieca" dietro consigli virtuali.
      Buona parte degli altri utenti consigliavano multieffetti di questo o quest'altra marca, che lui ha coscientemente valutato (forse in base ai "mi piace" dell'interlocutore di turno).
      Morale: dopo aver acquistato un mesetto fa, ora la roba è in vendita!
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      Ok, grazie a tutti per le vostre preziose risposte. Non potendo provare tecnicamente vari archetti con la mia cassa causa presenza di negozi specializzati pari a 0, ho preso su Amazon un archetto Rode che mi ha consigliato qualcuno di voi in un post precedente che è della stessa marca del trasmettitore/ricevitore (Rode Wireless GO che tra l'altro già integrano un lavalier ma mi rientra troppo senza mixer): it.rode.com/hs2 ho preso lui un Rode HS2 che costa anche più del Sennheiser o dello Shure che avevo menzionato...l'avevo trovato a un prezzo stracciato.
      Adesso aspetto che mi arriva, lo testo e se non mi soddisfa faccio un reso e buonanotte ai suonatori! Rimarrò poi fedele al mio attuale archetto e pazienza oppure vi saprò dire sa avremo fatto centro!
      No @dorian, il suo Proel era cardioide e aveva problemi di qualità, non di feedback.
      Certo ora con il Rode potrebbero verificarsi problemi di feedback, dipende da dove tiene la cassa di cui parlava, a che distanza e puntata come, e a quale volume (tutte cose che non ci ha detto).
      Il Rode l'avevo consigliato io ma poi avevo anche puntualizzato sulle nette differenze tra una capsula cardioide e una omnidirezionale, con i relativi pro e contro.
      Certo la prova pratica e la possibilità di reso non guastano, io @Shaovel ti raccomando di provare ricreando esattamente le condizioni del tuo uso abituale, se di solito lo usi fuori casa, non provare in casa, ma vai all'esterno e piazza tutto come faresti di solito, poi avvicinati alla cassa e senti fin quanto puoi farlo senza rischiare il feedback, perché sicuramete questo mic sarà mooolto più sensibile del precedente.
      N.B. a differenza dell'altro, la capsula non va tenuta davanti alla bocca, ma appena fuori dal'angolo tra le due labbra, altrimenti l'aria può creare "pop" molto sgradevoli. E non troppo distante sulla guancia, o per forza di cose capterà meno segnale, ti costringerà ad alzare i volumi e i feedback saranno ancora più facili.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Aggiornamento: ho fatto un rapido test (in casa con l'archetto Rode da 200€ in prestito) e sinceramente, ad orecchio, la qualita' del parlato mi sembrava la stessa del Proel da 20€. Ho smanettato un po' l'equalizzazione della cassa (Bose S1 Pro) e aprendo un po' di piu' il suono, il Proel da 20€ sembra avvicinarsi di più al risultato sperato...però parlando poi al microfono gelato la nitidezza e la pulizia del parlato non è mai la stessa dell'archetto...cosa che volevo accadasse con un archetto buono, ma penso che quella qualità la si può ottenere solo con un microfono gelato con altro sistema di costruzione :P
      TI assicuro che che con degli archetti da 150 euro puoi ottenere un suono estremamente nitido e dettagliato senza ricorrere a tanti trucchi, posso linkarti degli esempi se vuoi.
      Non vorrei che il problema a questo punto stesse nel trasmettitore o ricevitore, forse non all'altezza.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.