Mic voce con buona reiezione al feedback

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      avevo capito bene.

      probabilmente l'innesco è dovuto al troppo gain e ai troppi microfoni aperti in un palco piccolo.

      ogni volta che si raddoppia il numero di microfoni aperto (NOMN), il gain necessario per riprodurre gli stessi db percepiti a un metro a quelli percepiti a x metri (NAG) diminuisce di 3db.

      se vuoi approfondire documentati su PAG, NAG, NOMN, FSM e più in generale sul sound renforcement
      ...a mio parere personale sono solo dei "paletti"...io preferisco trovarmi gli sweetspot della console (o dei comp, o delle macchine che uso), dopo di che uso fader ( nella zona intorno a 0db) VCA e gruppi...

      Questo se ci sono palchi grandi e buona divisione tra i monitors, se poi ci stanno tutti gli IEM meglio ancora...

      Nei locali, nei piccoli palchi ecc...Nag, Namn, Pall, maz e test di c*z possono tornare più utili :)

      PS: Scusate l'OT...Goro hai dimestichezza con lo Smaart? se si ti volevo chiedere una cosa :)
      Giuseppe Novella
      Live, Mixing & Recording Engineer
      di solito me ne straf***o di pag nag etc... però capire cosa sono è un aiuto importantissimo!!!

      li ho solo studiati, mai applicati rigidamente, ma se li conosci ti si apre comunque un mondo nuovo:)))

      OT: lo smaart l'ho usato poche volte e visto usare parecchie volte... se posso esserti d'aiuto chiedi pure in PM.

      Shinigami wrote:

      così facendo però dovrai aumentare di almeno 4db le mandate effetti (che essendo solo sul master, ti sballano il rapporto dry/wet)...


      FIGO,..non ci avevo mai pensato...

      Shinigami wrote:

      Tu fai le tue prove...se non è quello prova un altro microfono, un altro comp...se puoi prova anche a farti la voce su un channel strip esterno...a volte il problema risiede nell'EQ...se prevedi di boostare molto con l'EQ e non hai una channel strip, stai bassino pure col makeup gain del comp, per non saturare il circuito dell'EQ..


      Shinigami...io sono ad ul livello decisamente ma molto decisamente inferiore al tuo....non ho altri comp fuori dal 166 e il 266 della dbx...che per altro uso da pochissimo....il mic è del cantante...noi siamo una band..io suono anche...solo su 3 pezzi con la tromba..e per il resto faccio il fonico...facciamo molte date...moltissime sono "piccole" come dimensioni..bar...betole insomma....e il tutto è solo ed esclusivamente hobbystico....anche se ci mettiamo l'impegno massimo...
      ah...uso da poco un onestissimo gb4 della soundcraft....non ho mai neanche visto quelle BESTIE che nomini tu....
      e per esempio, da grandissimo ignorantone!!,ero convinto che il gain lavorasse dopo l'insert...però ci sarei dovuto arrivare da solo....

      scusate la domanda....(insultatemi pure)...ma allora la treshold del gate (e pure quella del comp) va cambiata di conseguenza al gain ???
      che ignorante...sempre stato convinto che bisognasse fare il gain dopo aver tarato il com e il suo gain output...


      ps...continuo ad andare in OT...rischio qualcosa dal regolamento credo...ma ha senso secondo voi aprire un 3d solo per questi piccoli miei dubbi?
      Certo!!! Il gain è pre compressore, quindi prima ti fai il gain, poi il compressore...

      Anzi, durante la serata, se hai una buona gain structure, e vuoi schiacciare di più, puoi alzare il gain, anzichè agire sulla treshold...in questo modo non devi ritoccare anche il make up gain...

      PS: non farmi apparire come un super esperto, perchè non lo sono... in media utilizzo le stesse macchine che usi tu, poi capitano 2 o 3 mesi l'anno (quando si fanno date importanti) che esco con materiale di ottima qualità.

      Sto su ML3000 (un normale 48 canali compatto, con eq abbastanza essenziale), dinamiche dbx166 e 266 (10 canali), TC M-One in dual mode ed SPX990 (il mio preferito!), un 31 bande dbx 2231 (bleah...) un BBE 823 sonic maximizer (basso e cassa)...poi microfoni standard 57, 58, d112,AkgD5, C1000, c418, un radio sennheiser, le DI BSS e l'impianto Proel Axiom...

      Diciamo che è una normale situazione media...

      Domani però ho un bel sistema da 16 teste e 16 sub 21", L'XL200, i focusrite compounder, PCM91, SPX2000 ecc... Insomma dipende...ma la maggior parte delle volte esco con roba abbastanza nella media :)
      Giuseppe Novella
      Live, Mixing & Recording Engineer
      insomma.....a me pare un pelino sopra la media...perlomeno la media che vedo io...poi...

      Shinigami wrote:

      un 31 bande dbx 2231 (bleah...)


      perchè??
      non ti piace?
      a mè sembra una bestia...
      per quelli da meno..sempre dbx neanche da provare allora??


      tornando al discorso feedback....il grafico si usa anche per quello??
      io non l'ho mai usato..però quello col limiter dentro non sarebbe male...visto che avevo in mente di prendere un 166 solo per il master....
      Non sul PA...almeno io non andrei a fare una cosa del genere sul PA, in cui non accetto compromessi...sui monitor è abbastanza comune trovare dei 31bande che aiutano a "limitare i danni"...ma imho guai ad esagerare...se i musicisti si sentono male perchè si è scavato tutto lo scavabile, come fanno a suonare? :)

      Il 2231 non mi piace (a mio gusto personale) per come "equalizza"...mi sembra che ci sia troppa interferenza tra le bande e in generale si fa "sentire" anche solo da insertato, senza alcun cut o boost...tende ad "indurire" il suono...quando il budget lo consente, dico al service di portare il DN360, che è molto più "delicato" e invisibile...sempre a mio gusto personalissimo.

      L'unica cosa che apprezzo veramente nel 2231 è il dolby noise reduction, che funziona discretamente, e si può usare se si hanno problemi di fruscio (anche se, per come lo uso io il 31 bande, è molto difficile)

      Ps: magari il limiter inseriscilo dal processore dell'impianto, invece di comprare un 166...che come attacco non è proprio velocissimo...ad orecchio sembra pure che lo knee sia abbastanza dolce, non stile opto, ma sicuramente non da limiterazzo.
      Giuseppe Novella
      Live, Mixing & Recording Engineer

      Post was edited 1 time, last by “Shinigami” ().

      forse si, forse no...boh...

      no no...non sono con Caparezza :)
      Sono nel giro della musica etnica attualmente, domani sono con il gruppo che seguo, si chiamano taranproject...è un gruppo che in Calabria fa la media dei 3000/4000 spettatori :)

      Se vuoi farti un'idea del gruppo guarda QUI

      Solo per guardare le immagini!! Il suono fa cagare, l'audio è di un cellulare, quindi direi che non da affatto l'idea di com'era l'audio...non per tirarmela, ma quella sera mi hanno fatto parecchi complimenti :)
      Giuseppe Novella
      Live, Mixing & Recording Engineer

      Post was edited 1 time, last by “Shinigami” ().

      Dico solo una cosetta...

      Per chi non ha molta pratica e anche per quelli che se la fanno un pò sotto (e se fai il 1° maggio o il Goa Boa può succedere...) c'è un trucchetto per cercare di scongiurare il feedback della voce. Adesso vi do una bella dirtta, non mia ovviamente, ma segnatevela. Non dico di chi è perchè la gliela ho fregata aprendo una snapshoot sua che aveva lasciato sulla SD8 che poi ho usato io :)

      Facciamo che vale per la sala ma, i più furbi, capiranno bene che vale anche per il palco.

      Per la sala un grosso problema sono i sistemi che suonano molto dietro (bene o male tutti i line array che ne dicano i produttori) e le venie indor fatte a cupola...(Boh, Palasport a Livorno, Medal palace etc etc...).

      Il problemaumenta esponenzialmente comprimendo la voce solista. Il perchè è ovvio, anche rispettano la gain structure nel signal chain prima o poi "casino" lo fai, perchè la compressione alza per definizione la soglia RMS (diciamo per i meno avezzi che fa sentire mediamente più forte la voce).
      E' bene sapere che grandi nemici dei feedback (che sono poi loop di segnale che entra e riesce) non sono tanto i transieti forti ma un volume al limite e costante.
      Voglio dire...se la voce spara forte per pochi secondi succede poco, se spara anche meno forte ma per più secondi succede la frittata, fischia a tutti si girano verso di te guardandoti come fossi un beota :)
      Perdonatemi se parlo semplicisticamente tralasciando termini tecnici e fisica acustica...è bene che capiscano tutti.

      Ecco che fare. (non sto nemmeno a dire che con banchi digitali queste cose vengono mille volte meglio...io ormai uso solo quelli)

      Prendete la voce e la sdoppiate in due canali. Un canale lo comprimete con decisone, l'altro verrà lasciato libero da compressioni.

      Adesso tramite il vostro bel AFL (notare bene...meter POST fader) andate ad uniformare i due livelli in uscita che devono essere identici. Ovviamente il canale compresso andrà adeguato tramite make up gian. Mettete i vostri fader a 0 dB (zero di scala...digitale o no dipende da cosa state usando...)

      Mandate tutto a due VCA (va bene su bancho digitali si chiamano DCA ma ci siamo capiti). Uno sarà VOX comp, l'altro VOX dry (io la chiamo VOX hrs...ossia voce cavallo perchè io indico con cavallo tutto quello slegato da compressioni...fisima mia, il cavallo mi da l'idea di non essere imbrigliato...vabbè sono strano io forse :-)).

      Ora potete giocare con i due VCA e alzarli e abbassarli (mixarli...ma guarda un pò) per avere una voce più compressa o meno compressa, pià slegata o meno. Ovviamente le prime volte può non essere facile trovare i livelli giusti ma fatta la mano doserete sempre non solo il volume in senso stretto della voce nel mix ma anche quanto questa risulti schiacchiata o meno.

      MERAVIGLIOSO.

      Puoi tirare la voce fuori quando non l'arrangiamento è serrato e senza alzare reoppo il volume assoluto perchè mandi più avanti il canale compresso, per contro, quando vuoi una voce più aperta ed espressiva usi il canale non compresso e "mandi avanti" quello.

      Domanda: perchè non usare direttamente i due canali? Per non andare a cambiare a livello di sommatoria il mix. Com'è risaputo dai VCA (DCA) non passa segnale audio ma solo controllo in tensione (per i DCA controllo digitale...) e per questo non variamo "elettricamente" la somma dei due canali.

      DIVERTITEVI ;)

      Se poi fai un gruppo di entrambe le voci e ci metti un multibanda sopra leggero la voce sembrerà quella del disco...date retta.
      Questo può non essere sempre bene, ma io da anni non ho mai avuto problema con qualcuno che mi dice che non ha capito le parole o non ha sentito al voce. Nello steso tempo posso rinunciare a buttare fuori a cannone il volume generale della voce come usa a volte fare in Italia...

      ciao ciao
      "...una rental company è un'azienda che a fine anno deve mirare ad un profitto..."
      per questo mi son messo a far magliette alla moda!
      In sostanza è una comp parallela?? Interessante...in ambito live non l'avevo mai usata, ne mi era mai venuto in mente di usarla!

      +10 punti per Hucchio!!! se lo avessi saputo ieri (ho fatto un live DENTRO un TENDONE DA CIRCO enorme!!!!! Vi auguro di non provare MAI questa esperienza!) forse avrei avuto meno problemi durante il check, e magari pure nello spettacolo.

      Cosidera Hucchio, che io sono uno di quelli che la voce la comprime parecchio (in Overeasy con i 160, che sono abbastanza "invisibili") e un trick del genere mi capita a fagiuolo...

      Solo che avevo sempre pensato che avrebbe aumentato la possibilità di andare in larsen ... stasera ci provo...l'unica magagna e che sull'analogico mi devo fare un ponte "fisico" dalla direct out, che non so se nel banco che sto usando sia pre o post EQ...se è post EQ sicuro 100% che è anche post insert...e addio parallela... di usare cavi a Y non se ne parla...non voglio tirare troppo i gain del banco...

      Forse potrei fare così:

      Lascio il canale della voce principale senza compressione, equalizzo e mando sia al Master che ad un gruppo, patcho il compressore sul gruppo e lo invio al master.
      In questo modo avrei il canale principale che sarebbe la tua voce Horse (mi piace questo termine :) ) e il gruppo che sarebbe voce Comp...

      Dovrebbe funzionare no?

      comunque grazie per aver condiviso questa tecnica!! Grande Hucchio!
      Giuseppe Novella
      Live, Mixing & Recording Engineer
      devi provare...
      Occhio che i canali della vioce sono due e in generale avrai molto più out...

      Ho trascurato totalmente il discorso eq...EQ diverse possono portare a qualche "shift" di fase come è ovvio ma, in definitiva, non succede nulla e nessuno mai se ne accorgerà...ragazzi siamo LIVE! :)
      "...una rental company è un'azienda che a fine anno deve mirare ad un profitto..."
      per questo mi son messo a far magliette alla moda!
      Si si...infatti il gruppo non solo avrà lo stesso EQ, ma sarà l'equivalente del "secondo canale", in quanto il canale stesso sarà assegnato sia al master (quindi esce diretto) e sia al gruppo (ri-esce sul master attraverso il gruppo), forse l'unica che succederebbe sarebbe la variazione della gain reduction quando muovo il fader del canale o del VCA...cosa che comunque di solito non faccio...le mie voci sono alquanto "incollate" :)

      Teoricamente dovrebbe funzionare.

      Stasera provo :)
      Giuseppe Novella
      Live, Mixing & Recording Engineer
      grande hucchio...

      mi hai confermato una cosa che sospettavo da un pò...

      mi resta solo da capire come assegnare lo stesso mic a due canali sui banchi digidesign... ci avevo provato al volo questa estate, ma non avevo troppo tempo.

      piccola spiegazione, assegni le due vox a due vca.. per comodità nel ricercare i fader giusti?
      i due vca, li assegni a un vca unico per un controllo unico o li svincoli totalmente?

      ciao
      Sono stato assente causa trasferta di 3 date, son contento che la discussione sia progredita in maniera costruttiva.
      In queste date ho provato a togliere il batterista da dietro al cantante e la situazione rientri di palco è migliorata notevolmente.
      Abbiamo deciso di provare con un mic diverso in quanto il mio limite di pressione sonora è sempre dato dal feedback della voce nell'impianto.
      Non che le cose girino male, per carità, ma vorrei spostare questo pericoloso limite un po' più in là.
      Proveremo con un audix OM7.
      Anche il discorso della compressione parallela mi sembra interessante, domani altra data, lo proverò di sicuro.
      Ieri sera l'ho fatto :)
      Funziona molto bene, ma su due voci che ho, una è particolarmente dinamica...la prima è andata benissimo, l'altra non tanto...

      Il motivo è che questa voce ha un escursione dinamica dal pianissimo al fortissimo, e i problemi sono sorti sulle parti più intense.

      Nelle parti soft, la voce compressa andava a compensare benissimo quella non compressa, mentre nelle parti loud, i picchi provenienti dalla traccia non compressa, erano troppo pronunciati.

      Per cui credo che sia un trick interessante per voci non particolarmente dinamiche così com'è...

      E da questa situazione ieri ho fatto una modifica a questo trick...praticamente, ho due segnali compressi (invece di uno dry e uno compresso). Uno con una compressione molto spinta, con tresh molto bassa (per le parti soft), l'altra settata a limiter, che interveniva solo ed esclusivamente nelle parti loud.

      Così ha funzionato alla grande...poi ho assegnato i 4 fader a 2 vca (quattro perchè ho due voci lead che si alternano) per comodita, ed avere 2 faders da muovere, anzichè 4...

      i
      Giuseppe Novella
      Live, Mixing & Recording Engineer

      Goro84 wrote:

      grande hucchio...

      mi hai confermato una cosa che sospettavo da un pò...

      mi resta solo da capire come assegnare lo stesso mic a due canali sui banchi digidesign... ci avevo provato al volo questa estate, ma non avevo troppo tempo.

      piccola spiegazione, assegni le due vox a due vca.. per comodità nel ricercare i fader giusti?
      i due vca, li assegni a un vca unico per un controllo unico o li svincoli totalmente?

      ciao

      Aò ma che stai a dì??!?!?!? :) Non meriti neppure risposta :)
      Dai, vai nella pagina routing e spunti dalla griglia i due pallini proventienti dallo stesso IN fisico (se usi il banco di All Music hai il mixRack) a due diversi channel della superficie controllo. £ secondi circa ...

      I due VCA sono due fader di controllo delle due diverse voci. Questo per evitare di usare altri canali che si sommino tra di loro.

      precisazione banchi digitali:

      Io ho parlato di concetto di VCA per comodità e per affinità con chi lavora in analogico, in realtà per il mondo DiGiCo o Midas (dgt) si può ragionare col concetto di fader assign o fader slip. In pratica dici a quel fader cosa fare e quando a seconda della snapshot.

      N..B
      Su DiGiCo non si possonof are fader assign diverse sulle varie snapshot ma solo sugli show. ERRORE COMUNE. Ti sistemi il tuo bel fader assign come lo vuoi tu in una snapshot, poi la cambi e in quella dopo non li trovi più uguali...AIUTOOOOO dove sono finiti? :) Io l'ho fatto non sapevo più dove avevo i canali. Inoltre il fader assign della pecedente snap controlla un altro canale se nella nuova snap in quella stessa poszione c'è qualche cosa di diverso.
      Io alzavo la voce e tiravo su il TOM2....delirio e non capivo come mai! :)
      "...una rental company è un'azienda che a fine anno deve mirare ad un profitto..."
      per questo mi son messo a far magliette alla moda!

      Shinigami wrote:

      Si si...infatti il gruppo non solo avrà lo stesso EQ, ma sarà l'equivalente del "secondo canale", in quanto il canale stesso sarà assegnato sia al master (quindi esce diretto) e sia al gruppo (ri-esce sul master attraverso il gruppo), forse l'unica che succederebbe sarebbe la variazione della gain reduction quando muovo il fader del canale o del VCA...cosa che comunque di solito non faccio...le mie voci sono alquanto "incollate" :)

      Teoricamente dovrebbe funzionare.

      Stasera provo :)

      ma patchando in questo modo il volume del canale compresso dipende dal volume del canale dry... o sbaglio? perchè da come l'ho capita io quella spiegata da hucchio non è una vera e propria compressione parallela, in cui si varia solo la quantità di segnale wet, ma proprio due canali distinti... o ho capito male io?
      volendo fare questa patch con i gruppi bisognerebbe lasciare il canale della voce dry e assegnarlo solo a due gruppi che confluiscono nell'LR, uno dei quali verrà poi compresso. In questo modo puoi mixare i due gruppi indipendentemente uno dall'altro.
      daw pc con reaper-sonar-ableton live, focusrite saffire pro 40, dbx 386, krk v6 mkII, mixerino phonic, sm 58, 2 * sm 57, 2 * audix d2, 2* at4040, 2*oktava mk012, akg k171 mkII, roland junog