Mixer digitale vs analogico+outboard

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Il controllo da pc è possibile tramite usb però è decisamente più veloce lavorare sul banco, io lo uso solamente quando devo preparare un preset per un gruppo, ma non posso lavorare in quel momento sul mixer (ovvero quando piove e si aspetta che spiova sotto un gazebo o in un bar, allora preparo tutti i canali che mi servono con il pc, abbozzo gli eq, compressori, gate, ed effetti, e poi carico il preset sul mixer, ma lo faccio solamente per portare a casa un suondcheck in pochissimi minuti, o addirittura per far cominciare il gruppo al volo (quasi senza soundchek....)

      Nel tuo caso credo convenga che ti prepari delle scene con gli effetti e le modifiche che ti servono per le varie canzoni e le ricarichi al volo anche dal banco.
      capisco, era per controllarlo magari da una posizione diversa da dov'era il mixer, ma via usb è ancora più problematico farlo :D
      Leggendo le caratteristiche del futuro behringer x32 ho paura che potrei seriamente vendere l'anima ai tedeschi questa volta, anche se odio quella azienda (che a volte mi ha salvato sopratutto con le DI)
      la farò un giorno
      si, per le DI come per altri prodotti che costano 4 volte meno di oggetti con le stesse features la behringer per i live è spesso l'unica soluzione, quando i budget sono quel che sono.

      Per un prodotto da 2000 euro che si propone come alternativa ad un prodotto da 2000 euro sinceramente il marchio behringer sulle spalle gioca contro....
      Spero che piazzi delle features interessanti e che gli eq e l'effettistica sia roba che "suona"...e i pre siano davvero derivati dai midas...
      il punto è che il behringer è un 32 ch in ingresso analogici già di base, ha molte piccole cavolate tipo vu-meter separati, eq a 6 bande (o 8? non ricordo), registra direttamente su penna usb probabilmente in multitraccia, ha una vagonata di out, ma la cosa che mi stava facendo innamorare è l'AES50, eliminare pacchi e pacchi di cavi ed usare un solo ethernet mi sta facendo fare sogni bagnati, lo so che è un azzardo dato che non è ancora uno standard però... anche far passare tutti i monitor su un unico ethernet e poi ognuno si regola i suoi volumi di ogni strumento da solo... è un sogno :D

      ah, e diverse mandate di effetti interessanti, oddio, li odio con tutto me stesso per la qualità media dei loro prodotti, ma mi stanno rapendo

      Ri-edit: Il punto è che il behringer sulla carta ha troppe ma troppe feature in più dello yamaha, chiaramente è anche un prodotto recente ed era quantomeno scontato, ed il fatto di avere la politica dell'economicità è un altro motivo che lo posiziona sui 2500 euro, però sarà affidabile e suonerà bene? boh
      la farò un giorno

      Il messaggio è stato modificata 2 volte, ultima modifica da “XeroN” ().