In rilievo Roomeq: settaggio e utilizzo

      damiafix ha scritto:

      Una sola precisazione, Visual Analizer nasce per misurazioni su apparecchiature elettroniche per quanto, essendo munito di generatore di segnale e analizzatore di spettro nessuno ci vieta di usarlo per analisi ambientali per le quali personalmente continuo a preferire l'approccio di RoomEq. Ho proposto il suo uso solo come strumento complementare per comprendre meglio come affrontare la variabile "pre"

      grazie della precisazione, ti eri spiegato bene.
      Pensavo sostanzialmente alla risposta della mia focusrite.
      Pero' magari una prova "al volo" di analisi ambientale si puo' fare...giusto per curiosita' :D

      Comunque credo che nel sistema complessivo di ascolto tutto influisce..mic, pre, scheda, ambiente...aria, umidità, temperatura :)
      ....ma anche le orecchie di chi ascolta :D
      Alla fine sono del parere che, vista la quantita' di variabili in gioco, una misurazione sia utile ai fini di capire piu' o meno cosa succede e se ci sono evidenti problemi che si possono risolvere. Personalmente credo che REW sia di aiuto a questo scopo ...soprattutto se riusciamo ad interpretare bene i risultati :D :D

      alcuni risultati interessanti...

      COMPARAZIONE ECM8000

      con la collaborazione del dott.Luciardo (aka Cracker), ho avuto modo di testare il mio ecm8000 con il suo ecm8000 (che un tempo era mio :D )...

      la prova l'ho eseguita utilizzando il file di calibrazione del modello attualmente in mio possesso (quello calibrato alla iSEMcon per capirci)...il risultato è interessante:



      non ho provato a fare uno sweep completo perchè era già settato per le misurazioni della gamma bassa (e mi son dimenticato di modificarlo :rolleyes: )....
      va ricordato che in questo range, gli ecm8000 dovrebbero essere tutti piuttosto precisi...
      quello che emerge infatti, è una risposta praticamente identica in tutto e per tutto, se non fosse che, a parità di calibrazione/setup/configurazione, ci sono parecchi dB di differenza...
      il grafico rosso è relativo al microfono di cracker, quello verde invece è relativo al mio modello...

      per me è già sufficiente così...ma se volete, in seconda battuta posso fare una prova su tutto lo spettro di frequenze....
      ad ogni modo, la differenza del livello è davvero notevole e, seppur non viene sfalsata la risp. in freq. della stanza, una calibrazione generica e non specifica, può creare problemi nell'individuazione dei picchi, delle valli e delle loro relative intensità...


      MISURE ACUSTICHE:
      e finalmente ho realizzato un pò di misurazioni...

      la situazione della stanza è quella mostrata nella planimetria (vedi post precedente), con la piccola differenza che la libreria è stata avvicinata alla porta d'ingresso, in modo da permettere un buon trattamento tra parete dx e relativo angolo con il muro dietro ai monitor.

      la prova è specifica nell'individuare l'incidenza della distanza dei monitor alla parete posteriore...

      questa la rassegna dei shots ^^



      tutto chiaro??? :D

      ecco un'immagine più nitida:



      la curva verde rappresenta la risposta nel punto di ascolto, con i monitor adesi alla parete posteriore...
      la curva rossa invece rappresenta la risposta, con i monitor posizionati a circa mezzo metro (50cm) di distanza dalla parete posteriore...

      in linea di massima è evidente come la vicinanza dei diffusori peggiora in maniera piuttosto significativa, la rispota in frequenza...
      tuttavia, si noti la situazione intorno ai 54Hz (dovrebbe essere una modale se non ricordo male...)
      ebbene, in quel caso, la vicinanza dei monitor rende lineare la risposta intorno alla frequenza indicata...allontanandosi dal muro invece, si crea un buco piuttosto evidente...
      lo potete notare anche nella foto con tutte le misure effettuate....è un pò incasinata ma si vede abbastanza chiaramente!

      io al momento ho trovato quello che ritengo un compromesso...
      viste le dimensioni della stanza, non voglio stare troppo staccato dalla parete e in linea teorica dovrebbe essere molto più semplice intervenire intorno ai 110Hz che intorno ai 55Hz..

      considerazioni?suggerimenti?

      la prossima volta provo a modificare leggermente l'altezza dei monitor e vedere che succede...
      come sempre.........stei tiuned 8o :thumbsup: 8o

      Il messaggio è stato modificata 2 volte, ultima modifica da “gobert4.1beta” ().

      gobert4.1beta ha scritto:

      COMPARAZIONE ECM8000

      con la collaborazione del dott.Luciardo (aka Cracker), ho avuto modo di testare il mio ecm8000 con il suo ecm8000 (che un tempo era mio :D )...

      la prova l'ho eseguita utilizzando il file di calibrazione del modello attualmente in mio possesso (quello calibrato alla iSEMcon per capirci)...il risultato è interessante:



      non ho provato a fare uno sweep completo perchè era già settato per le misurazioni della gamma bassa (e mi son dimenticato di modificarlo :rolleyes: )....
      va ricordato che in questo range, gli ecm8000 dovrebbero essere tutti piuttosto precisi...
      quello che emerge infatti, è una risposta praticamente identica in tutto e per tutto, se non fosse che, a parità di calibrazione/setup/configurazione, ci sono parecchi dB di differenza...


      Ad essere sinceri non mi aspettavo delle similitudini così marcate.

      Sul forum di HomeTheaterShack mostrano le differenze che sono state riscontrate fra vari esemplari di ECM8000:


      Qui il link (bisogna essere registrati per vederlo).
      Si vede bene come ci siano differenze anche marcate sia sotto i 300 che sopra i 3k.

      A questo punto sono curioso di vedere le differenze su tutto lo spettro.
      Cracker
      Contatti - LEGENDS - How It's Made

      "Non sono mica un BINGOPALLINO qualunque..." (Cit.)
      Considerando che comunque le valutazioni che si fanno sono "di andamento" più che in valore assoluto, anche un microfono senza una curva di taratura specifica, almeno sul range delle basse frequenze, è in grado di fornire le informazioni necessarie.

      E' si vero che la differenza tra i due mic è di parecchi dB, ma praticamente sono due curve traslate, indice che la differenza è più sul guadagno-sensibilità piuttosto che su un comportamento differente sulla frequenza.

      Sul range delle alte frequenze sarei più curioso di vedere le differenze che si hanno a livello di ETC piuttosto che sulla risposta in frequenza. Considerando che la struttura della capsula è la stessa (omni a pressione) non dovrei attendermi grosse differenze... ma le sorpese non mancano mai!!!
      Un MIX tra arte e scienza
      "Non è bello ciò che è bello, figuriamoci ciò che è brutto"
      bene...farò qualche test in più, appena ne ho l'occasione.
      comunque, io sinceramente in quel range, mi aspettavo una risposta piuttosto identica....
      dal grafico che hai postato Luciano, si vede che la media sta in un range molto ristretto, poi vabbè ce ne sono alcuni che si discostano di più e altri che vanno per campi... :)

      per le alte comunque bisognerà fare una media, perchè ad ogni misura, ci sono differenze evidenti....
      quindi magari farò 5-10 sweep per microfono e poi farò l'average...

      io comunque non mi aspettavo tanta differenza di sensibilità....
      non è il massimo anche perchè se usi un file di calibrazione generico, ti ritrovi con una curva traslata di 5dB, e non è affatto poco....
      invece di avere un picco reale di 5dB ad una frequenza, magari ti ritrovi con un picco a 10dB e stai a fare congetture che alla fine non c'entrano una mazza e tutto per colpa di un mic non tarato...

      per quanto riguarda la stanza invece?
      nessuno a considerazioni sugli andamenti delle mie risposte acustiche? :)

      gobert4.1beta ha scritto:

      io comunque non mi aspettavo tanta differenza di sensibilità....
      non è il massimo anche perchè se usi un file di calibrazione generico, ti ritrovi con una curva traslata di 5dB, e non è affatto poco....
      invece di avere un picco reale di 5dB ad una frequenza, magari ti ritrovi con un picco a 10dB e stai a fare congetture che alla fine non c'entrano una mazza e tutto per colpa di un mic non tarato...


      Non capisco una cosa (forse anche più d'una, ma non divaghiamo...), ma se la risposta è solamente traslata non si dovrebbe annullare il problema facendo la calibrazione dell'SPL?

      Alla fine prima delle misure il sistema va calibrato col fonometro, mi aspetto quindi che con il mio microfono dovrò dare un po' più di gain nel pre e basta, no?
      Cracker
      Contatti - LEGENDS - How It's Made

      "Non sono mica un BINGOPALLINO qualunque..." (Cit.)

      Cracker ha scritto:


      Non capisco una cosa (forse anche più d'una, ma non divaghiamo...), ma se la risposta è solamente traslata non si dovrebbe annullare il problema facendo la calibrazione dell'SPL?

      Alla fine prima delle misure il sistema va calibrato col fonometro, mi aspetto quindi che con il mio microfono dovrò dare un po' più di gain nel pre e basta, no?


      Ma in effetti a me sembra solamente(guardando i grafici) una differenza di gain dei due mic e non una questione di risposta in frequenza.

      @Gobbo non ho mai detto che Winer dice che è controproducente,anzi.Il discorso è che lui diceva (dovrei cercare il link) che dai 10-15 cm in poi la differenza è quasi ininfluente,o perlomeno di non perderci la vita e pensare ad altro.
      Detto questo,quando realizzi delle broadband IMHO è molto difficile che tu faccia dei danni.In basso l'assorbimento non è mai troppo,e da quel che sto capendo io anche su range medio/alto in stanza così piccole come le nostre,è meglio assorbire e non farsi pippe sul rendere la stanza troppo dead...ma questo è materiale per un altro 3d.Poi il discorso cambia se si parla di stanze più grandi.

      Stasera ti risp meglio che adesso sono a lavoro.
      All you need is ears :D
      Cracker: in teoria si. La differenza tra le due curve è prevalentemente una traslazione (guadagno) quindi calibrando i livelli con i due microfoni il riferimento assoluto dovrebbe tornare ad essere consistente.

      Bisogna capire se la differenza è effettivamente provocata da una differenza di sensibilità tra i due microfoni ( + pre abbinato) oppure è una differenza determinata dalle differenti curve di calibrazione (quest'ultima è per me più probabile). Per verificarlo penso che si possa aprire i due file di calibrazione e verificare se i livelli indicati per ciascuna frequenza presentano uno scostamento bene o male costante.

      A riguardo della libreria m'è venuta un'idea sicuramente malsana: hai detto che non si può eliminare, ma si può spostare. Nel caso in cui si rendesse necessario, potresti spostare la libreria dalla parete di, che so, 50 cm ed effettuare nello spazio creato una bella trappolona broad band (tipologia da definire). Davanti poi posizioni la libreria.

      Hai la porta sulla sx, ma potresti:
      - in base al tipo di porta, girarla in modo che si apra verso l'esterno (costo veramente ridicolo e si potrebbe fare anche in autonomia). Sia chiaro, potrebbe anche essere infattibile.
      - montare una corner trap scorrevole dietro la porta che va poi a congiungersi con la trappolona broad band.

      Sono idee in libertà, quindi potrebbero anche essere, all'atto pratico nella tua stanza, cacate colossali!!! :D :D :D
      Un MIX tra arte e scienza
      "Non è bello ciò che è bello, figuriamoci ciò che è brutto"

      znal_lanz ha scritto:

      Bisogna capire se la differenza è effettivamente provocata da una differenza di sensibilità tra i due microfoni ( + pre abbinato) oppure è una differenza determinata dalle differenti curve di calibrazione (quest'ultima è per me più probabile). Per verificarlo penso che si possa aprire i due file di calibrazione e verificare se i livelli indicati per ciascuna frequenza presentano uno scostamento bene o male costante.


      Direi di no, visto che il gobbo ha usato lo stesso file di calibrazione.

      gobert4.1beta ha scritto:

      la prova l'ho eseguita utilizzando il file di calibrazione del modello attualmente in mio possesso (quello calibrato alla iSEMcon per capirci)...il risultato è interessante:


      Aprire i file comunque è facile, il file ECM8000-CS.cal che si scarica da HomeTheaterShack è questo:

      5.0 -19.49
      5.6 -17.79
      6.3 -16.08
      7.1 -13.99
      8.0 -12.39
      9.0 -10.41
      10.0 -8.60
      11.2 -6.98
      12.5 -5.48
      14.0 -4.17
      16.0 -3.05
      18.0 -2.13
      20.0 -1.40
      22.4 -0.88
      25.0 -0.54
      28.0 -0.32
      31.5 -0.20
      35.5 -0.09
      40.0 -0.01
      45.0 0.07
      50.0 0.11
      56.0 0.16
      63.0 0.16
      71.0 0.14
      80.0 0.11
      90.0 0.07
      100.0 0.05
      112.0 0.05
      125.0 0.04
      140.0 0.04
      160.0 0.02
      180.0 0.04
      200.0 0.06
      224.0 0.08
      250.0 0.09
      280.0 0.10
      315.0 0.11
      355.0 0.10
      400.0 0.17
      450.0 0.20
      500.0 0.09
      560.0 0.19
      630.0 0.14
      710.0 0.16
      800.0 0.12
      900.0 0.03
      1000.0 0.00
      1120.0 0.10
      1250.0 0.12
      1400.0 0.02
      1600.0 -0.28
      1800.0 0.11
      2000.0 0.19
      2240.0 -0.15
      2500.0 0.21
      2800.0 0.14
      3150.0 0.08
      3550.0 0.44
      4000.0 0.67
      4500.0 0.78
      5000.0 0.89
      5600.0 1.28
      6300.0 1.78
      7100.0 1.85
      8000.0 2.55
      9000.0 3.93
      10000.0 4.46
      11200.0 4.29
      12500.0 4.73
      14000.0 4.99
      16000.0 5.35
      18000.0 5.70
      20000.0 5.37
      22400.0 5.09
      25000.0 4.48


      Come si vede da 20 a 5k siamo sempre circa intorno allo zero.
      Cracker
      Contatti - LEGENDS - How It's Made

      "Non sono mica un BINGOPALLINO qualunque..." (Cit.)
      @ cracker,
      guarda....
      ora non ricordo più con esattezza....
      quando rifaccio le prove, vedo di controllare con attenzione e ricordarmi di fare la calibrazione dell'spl, al cambio del mic...
      può anche essere che mi sia dimenticato....

      per il resto, che è poi quello che più mi interessa, stasera che ho più tempo, metto qualche dato... :) e qualche considerazione

      piccoli aggiornamenti crescono....

      DISCORSO MICROFONI BEHRINGER ECM8000:
      è confermato che hanno differenze evidenti di sensibilità e di risposta in frequenza (prevalentemente nella zona alta) mentre in gamma bassa la loro risposta è molto molto simile...

      il mio mic calibrato è stato testato con altri 2 microfoni (uno di Cracker e l'altro di Hank, che ora lo ha anche calibrato usando il mio come fonte)


      DISCORSO STANZA E TRATTAMENTO ACUSTICO:
      complice il caldo e il lavoro, i tempi si sono notevolmente allungati...

      oggi ho spostato un pò di mobili, per vedere il loro apporto a livello acustico...
      ovviamente armadio e libreria sono rimasti all'interno della stanza, vista l'impossibilità di spostarli altrove se non smontandoli...

      ho invece tolto il rack da 28U e un specie di comodino (acusticamente molto sospetto :thumbdown: ) e i risultati sono stati interessanti....
      alla fine di tutte queste prove, ho deciso per praticità di spostare la libreria e di metterla di fianco all'armadio, nell'angolo alle mie spalle, dove c'è la porta...
      ho sistemato il rack alla mia destra e il comodino alla mia sinistra....

      purtroppo il comodino in quel punto è un problema...
      in sostanza, è una rogna non indifferente:



      Legenda:
      ___ misura senza comodino
      ___ misura con il comodino



      a 150Hz e a 300Hz circa potete vederne gli effetti...

      ora, nel caso decida di salvarlo da una triste fine, secondo voi come è possibile intervenire per evitare il problema, lasciandolo in quel punto?
      io ho notato che il pannello sul retro è molto leggero e per me è una delle cause che creano la risonanza...
      togliendolo, renderò la struttura meno chiusa ed eviterò che vibri...
      devo solo capire come smontarlo senza distruggerlo perchè è l'unica parte che non è fissata con gli angolari...
      ho già tolto le ante anteriori...

      forse però anche la base è un problema, perchè credo abbia una camera d'aria, potrei riempirlo con la lana minerale che mi rimarrà...

      voi avete eventuali suggerimenti???
      lo sò, lo sò....spostandolo lontano dal punto di ascolto, il problema non si pone più, ma non posso cacciarlo in mezzo alla stanza...inoltre il suo piano mi serve per appoggiarci della strumentazione e dentro ci devono stare la mia collezione di vinili ^^

      in ogni caso, questa è la risposta con il riposizionamento dei mobili:



      la libreria e il rack sembrano essere abbastanza "trasparenti a livello acustico" o comunque il loro apporto, rimane invariato spostandoli da un'altra parte...poco male!

      presto aggiornerò la planimetria e poi si partirà con il trattamento acustico!!! :thumbsup:





      p.s.
      ah, se riesco domani smonto la scrivania e faccio una misura con e senza, così ho una visione ancora più precisa, sul problema dei mobili!

      Il messaggio è stato modificata 2 volte, ultima modifica da “gobert4.1beta” ().