Aprire una nuona sala prove a Catania

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Aprire una nuona sala prove a Catania

      Buonasera a tutti e vi dico già grazie per avermi dato la possibilità di avere un consulto da esperti come voi. La mia idea è di aprirmi una sala prove a catania con un budget massimo di 20.000 Euro per una sala grande circa 10 Mq.. mi sapreste dire se questo budget è buono oppure sono troppo basso? mi sapreste dire se è un idea carina che un giorno potrebbe fruttare? Dico in anticipo che inizialmente non ho intenzione di mettermi in regola.. poi magari più avanti.. Grazie mille anticipatamente per la risposta ogni consiglio, anche per quanto riguarda batteria, ampli,mixer ecc, è ben accetto! :D
      In realtà è difficile dare una risposta se non in hanno mano diversi elementi sugli ambienti a disposizione.

      Riferendomi strettamente alla costruzione della sala in sé, ossia a) creazione involucri fonoimpedenti e b) trattamenti acustici interni, se prevista con ventilazione automatica attivata, per soli 10 mq. in un unico ambiente, diciamo h. inferiore a ml. 3, potresti andare a spendere, con un buon progetto alla mano - e magari creando da solo, anche con ottima resa estetica, almeno i trattamenti di correzione acustica interna - anche solo 6-7.000 Euro, comprese porte ermetiche in ambiente sottovuoto "soundlock" anziché 20.000.... :thumbsup:

      Se invece ti rivolgi a ditte "specializzate" (quando lo sono per davvero, e non ce ne sono molte) e/o "chiavi in mano" tendenzialmente il parametro economico parte da tre volte tanto, circa Euro 1.100-1.200 al mq solo per partire, ovviamente escludendo tutto il resto: cablaggi, dotazioni tecniche della sala, strumenti, eccetera e qualsiasi extra non inizialmente preventivato. E occio che tutto quanto non è inizialmente preventivato lo fanno pagare un occhio della testa.

      Quindi mai fare fare nulla di non preventivato e mai appaltare lavori "in economia"... :thumbdown:

      Il parametro più incidente nella creazione di uno studio, o sala prova, più di tutto è la fonoimpedenza-isolamento acustico.
      Se sei in un interrato con perimetrali in cemento armato controterra sei messo bene e l'intervento è asolutamente accessibile sopratutto se puoi farti aiutare anche in regime di auto-costruzione, ovviamente con delle idee chiare e, consiglio, con un progetto CALCOLATO alla mano.

      Se invece sei in un condominio con vicini sopra, sotto e ai lati, e/o parti finestrate, i criteri sono totalmente diversi e l'intervento è molto più costoso.

      Se devi crearti una sala prova ti consiglio di valutare di potere creare anche una regia, e di cablare la sala prova come se fosse una sala di ripresa.
      Io consiglio sempre di fare così a chi are delle attività del genere nel 2013.

      In questo modo hai la sala prova il cui affitto ti copre le spese delo studio, e con lo studio puoi fare produzioni o conto terzi, o registrando promozionalmente le band che provano, rendendo di fatto molto più appetibile al pubblico tutta la questione.

      Sala prova o sala di ripresa, salvo i cablaggi costa sostanzialmente lo stesso, a meno tu non abbia in mente una stone room per le batterie in un ambiente di 100 mq :D


      Spero di essere stato utile, in bocca al lupo.


      8) Teetoleevio
      Produrre o mixare un brano in una stanza non trattata acusticamente equivale a correre di notte in autostrada a fari spenti: non vedi un razzo. :D
      Non è colpa tua, è che semplicemente non senti bene quello che stai facendo, anche se hai 10 Distressor. TRATTA LA TUA STANZA ! Dai retta a zio Teeto !
      Grazie mille è stato tutto molto chiaro. Ma una cosa non ho ben capito.. tu mi consigli di fare oltre ad una sala prove uno studio di registrazione.. Ma che sia un tutt'uno? oppure sempre nello stesso edificio ma in un'altra stanza? perchè se è così 10mq non mi bastano più e devo spendere molti più soldi o sbaglio? :S
      Credo che Teeto suggerisse di predisporre la sala prove anche come una sala di ripresa, in altre parole di stendere cablaggi audio/video che portino i segnali ad un locale di regia per poter fare anche registrazioni nell'immediato o come sviluppo futuro.
      Ovvio che nel tuo caso devi avere anche un locale adatto a fare la regia, perché da soli 10 mq. ricavare entrambi gli ambienti non è pensabile.

      Lat.

      cisco ha scritto:

      SimonPietro ha scritto:

      Dico in anticipo che inizialmente non ho intenzione di mettermi in regola.. poi magari più avanti..

      che tristezza.


      Sai qual'è la tristezza?

      Che in italia se vuoi iniziare un'attività devi ammazzarti di costi PRIMA ancora di immaginare di partire. Devi pagare il pizzo allo stato.
      Se decidi di partire comunque, per assorbire tali costi dovrai fare le peggio cose dopo, ammesso che la tua impresa non schiatti.

      In UK, per dirne una, puoi avviare qualsiasi attività professionale senza formalità alcuna, ed entro tot mesi, se verifichi che la cosa funziona, ti metti in regola.
      E la gente lavora e paga le giuste tasse.

      Lat.
      Scusate non vorrei fare il guastafeste ma 10mq non è un pò piccola?

      Vorrebbe dire poco più di 3x3 mt per un gruppo intero, sinceramente se dovessi andarci a provare mi ci troverei un parecchio stretto. E poi 10mq prima o dopo l'insonorizzazione? Perchè se deve essere fatta bene ti mangi via la maggior parte delllo spazio che hai a disposizione...
      "...in viaggio dal mare di fango al muro di suono..."

      Raw Attitude - Crude Rock'n Roll Band - FB Page - ReverbNation Page
      10 mq sono veramente pochi, considerando che l'insonorizzazione prende il suo spazio, e la strumentazione pure, al massimo ci metti dentro 3 persone.
      Inoltre spendere diverse migliaia di euro, per attrarre solo i gruppi da 3 persone, non mettersi in regola (non ti puoi fare neanche pubblicità, oltre ai vari discorsi sull'etica) ecc, è il peggior affare che si possa fare.

      Avere un'attività del genere vuol dire dover lavorare per forza da soli (se ti prendi un aiutante non guadagni più), e quindi passare le tue giornate e serate chiuso in un garage. vale la pena?

      Sala di ripresa

      Ma per avere una sala di ripresa come mi avete detto voi non c'è bisogno di un fonico o comunque qualcuno che ne capisca? io ne capisco per quanto riguarda le amplificazioni e quindi un pò tutto quello che riguarda la sala prove... ma al livello di registrazione completamente nulla...

      Lattugo ha scritto:

      Sai qual'è la tristezza?

      Che in italia se vuoi iniziare un'attività devi ammazzarti di costi PRIMA ancora di immaginare di partire. Devi pagare il pizzo allo stato.
      Se decidi di partire comunque, per assorbire tali costi dovrai fare le peggio cose dopo, ammesso che la tua impresa non schiatti.

      In UK, per dirne una, puoi avviare qualsiasi attività professionale senza formalità alcuna, ed entro tot mesi, se verifichi che la cosa funziona, ti metti in regola.
      E la gente lavora e paga le giuste tasse.

      Lat.

      mi spiace, ma il fatto che ci sia gente che non si vergogna nemmeno di dire in pubblico di evadere le tasse mi sembra ben peggiore.

      magari poi ho capito male, ma mi pare di leggere "apro una sala che lavora in nero e piu avanti la metto in regola" e non "faccio una saletta per me e poi magari la faccio diventare un'attività". spero comunque di aver semplicemente capito male.
      Shure SM57 - T-Bone RB500 - Takstar SM10B - SMPro PR8E - S2000 - Motu 828MkII - Reaper - T-Amp - NS-10

      cisco ha scritto:


      mi spiace, ma il fatto che ci sia gente che non si vergogna nemmeno di dire in pubblico di evadere le tasse mi sembra ben peggiore.
      magari poi ho capito male, ma mi pare di leggere "apro una sala che lavora in nero e piu avanti la metto in regola" e non "faccio una saletta per me e poi magari la faccio diventare un'attività". spero comunque di aver semplicemente capito male.


      Prima fai il pistolotto moralista basato su un processo alle intenzioni e poi dici "spero di aver capito male"... 8|
      Sacrosanto pagare le tasse, ma se uno dice "attrezzo una sala prove al risparmio, vedo come va e casomai trasformo la cosa in un'attività" forse ha anche del buonsenso, trattarlo a priori da delinquente è assurdo.

      Lat.
      Lattugo, l'ha proprio detto che all'inizio non la mette in regola....
      "Per sua natura la musica non può spiegare niente: né delle emozioni, né dei punti di vista, né dei sentimenti, né dei fenomeni della natura. Essa non spiega che se stessa." (Igor Stravinsky)
      FACEBOOK

      bich ha scritto:

      Lattugo, l'ha proprio detto che all'inizio non la mette in regola....


      Chiede: "secondo voi è un'idea carina"?
      E poi: "secondo voi, un giorno potrebbe anche fruttare?"

      Se questa per qualcuno è l'espressione di una volontà imprenditoriale precisa già viziata da evasione preventiva vada là a fargli la ramanzina col ditino alzato.

      "Per ora non ho intenzione di metterla in regola, poi si vedrà" somiglia tanto a: "per ora non ho intenzione di farne una vera e propria attività commerciale, mi riservo di decidere in seguito".
      Almeno il beneficio del dubbio lo si può concedere o no????

      Lat.
      L'idea è carina ma , forse nel distretto etneo e non a ct. Catania è satura.
      Non si contano più le sale tra conusciute e meno conosciute. Trovati un posto
      accessibile con un bun parcheggio vicino, un bar e altri servizi come fast food
      ( che da noi sono i camion dei panini) o supermercato. Da li puoi iniziare a
      vedere l'aria che tira.
      Hai proprio ragione a Catania ce ne sono davvero troppe.. io abito a san gregorio e non so se qua ne sono presenti abbastanza.. più che altro non so se avrebbe successo capisci? catania è molto servita (rispetto a san gregorio ovviamente) per quanto riguarda il servizio autobus. Quindi mi potresti fare capire cosa intendi per "distretto etneo"?

      Lattugo ha scritto:


      "Per ora non ho intenzione di metterla in regola, poi si vedrà" somiglia tanto a: "per ora non ho intenzione di farne una vera e propria attività commerciale, mi riservo di decidere in seguito".


      mah... a me le parole "non ho intenzione di metterla in regola" somigliano tanto a "non ho intenzione di metterla in regola".....
      "Per sua natura la musica non può spiegare niente: né delle emozioni, né dei punti di vista, né dei sentimenti, né dei fenomeni della natura. Essa non spiega che se stessa." (Igor Stravinsky)
      FACEBOOK
      vabbè, alla fine sono problemi suoi se metterla in regola o no, e con una sala da 10 mq come ho già detto è un pessimo affare in entrambi i casi.

      Alcuni sottovalutano la cosa, pensando "tanto sono un musicista, posso avviare una sala prove". Sono convinto che un cuoco nella maggior parte dei casi non sappia gestire un ristorante..

      Ci vogliono spirito imprenditoriale, conoscenze tecniche, doti comunicative, capacità di risolvere i problemi, buona manualità, attitudine all'ordine.. e svariate altre cose che in parte si possono imparare col tempo, e in parte sarebbe meglio già avere. Quando si investono dei soldi è sempre meglio sapere prima a cosa si va incontro, e cercare di fare delle previsioni di guadagno in base alla zona, e la concorrenza.. che sia un investimento di 10 mila o 50 mila euro (il fallimento di una azienda rimane, un po' come la fedina penale :D)

      Detto questo, si può anche avviare un'attività inflazionata nella zona, purchè si riesca a fare qualcosa che invogli la clientela a cambiare e venire da te, ad esempio noi col solo fatto di fare le fatture ci siamo presi la simpatia di molti clienti rimasti sorpresi da questa cosa (in altre sale non lo fanno), ovviamente anche le sale sono ben fatte, aerate, climatizzate, e via dicendo. Noi abbiamo tolto molti clienti alle altre sale, nonostante ce ne fossero qui in zona (non molte a dir la verità)

      Le novità sono sempre ben accette, offri un servizio diverso dagli altri e verrai ripagato :)

      Ma tutto nasce dalla base: Mettersi in regola