IK Multimedia ARC 2

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      IK Multimedia ARC 2

      Salve a tutti!

      Proprio ieri mi sono imbattuto in questo prodotto dell'IKMultimedia: l'ARC 2. Navigando fra vari siti e leggendo quanto il più possibile in giro (su gearsluz in particolar modo), ho potuto trovare molti riscontri positivi che mi hanno indotto a prenderlo in considerazione. La stanza in cui registro è attualmente trattata acusticamente ma, causa le dimensioni ridotte non ideali, ha problemi che, anche investendo cifre importanti, non riuscirei a risolvere completamente.

      Per questo motivo stavo pensando di comprare l'ARC 2 (239 euro). Volevo avere qualche riscontro da chi lo possiede. Sono il primo a sapere che è sempre meglio intervenire via "Hardware" e non via software ma viste, come ho detto, le dimensioni della mia stanza (3,50mx4m con altezza di 2,60), ero curioso di sapere se l'acquisto di tale prodotto potrebbe portarmi qualche giovamento nei mix :thumbsup:

      DottMac ha scritto:





      Citato da "wnd3d"



      La stanza in cui registro è attualmente trattata acusticamente ma, causa le dimensioni ridotte non ideali, ha problemi che, anche investendo cifre importanti, non riuscirei a risolvere completamente.

      occhio: l'arc serve per la regia non per la ripresa.
      La stanza in cui registro è la medesima dove lavoro con protools (chi mi ha fatto il trattamento è diventato abbastanza matto per trovare un compromesso in termini di acustica)
      Io ho avuto modo di provarlo 3 giorni fa, però sinceramente mi ha lasciato un po' stranito. Colora davvero tanto il suono, in oltre il suono si sgrana parecchio. C'è da dire che lo studio in cui l' ho provato aveva un trattamento acustico molto leggero, quindi credo che non sia la condizione per cui ARC sia stato creato.
      angeloemanuele.com

      Producer,. Sound/Mixing engineer.
      ARC da quel che si dice è utile in ambienti non trattati,ti migliora leggermente le cose.Ma in ambienti trattati,anche parzialmente,sembrerebbe fare più male che bene.
      Del resto,se la memoria non mi inganna,è stato poi concepito per gli homerecoders che come tanti di noi si devono arrangiare in stanze improbabili e senza possibilità di trattamento degno di tal nome.

      Io personalmente non l'ho mai provato.
      All you need is ears :D

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “Hank” ().

      Sono riuscito ieri in serata a scambiare due chiacchiere con un ragazzo, possessore di un "home studio" (si tratta in realtà di 100 mq di sala di ripresa + control room di 30 mq - il tutto trattato a regola d'arte- ), presso cui registrai qualche batteria circa 7/8 anni fa. Anche lui ha comprato lo scorso anno l'arc 2, non tanto per lo studio, ma più che altro per una sala d'ascolto ricavata nella sua mansarda (trattata, ma il tutto, differentemente dallo studio, con bass trap, diffusori e broadband absorbers auto costruiti - ma comunque sistemati post consulenza).
      La mansarda aveva numerosi problemi e l'arc non ha fatto gran chè bene. Per curiosità l'ha provato nello studio (dove c'era qualche leggero boost e qualche buco) e i risultati sono stati, invece, molto buoni.

      Questo mi fa pensare, come credevo, che nel momento in cui l'intervento software non debba essere "drammatico", possa essere utile.

      Ad ogni modo mi riservo di fare le prove di persona prima di dar giudizi definitivi
      nel frattempo butto lì un pensiero malsano che mi è venuto...

      Il problema dell'acquisto di questi aggeggi è che a grandi linee una volta usati 'bene' non servono più. O perlomeno finché non cambia qualcosa in studio.
      L'idea quindi di un gruppo d'acquisto che si fa passare il tutto, lo si usi e lo si rigira all'utente successivo, potrebbe avere senso?

      O per usare poi il plug in produzione è necessario qualcosa di hardware che deve rimanere inserito?

      Ciao
      Flavio
      arc va attivato, e ci sono 5 attivazioni disponibili, dopodichè nisba. inoltre è tarato sul suo microfono da ripresa, che a vederlo sembra uguale a tutti gli altri, ma è comunque necessario.
      un'altra funzione di ARC è utilizzare impulsi di sistemi di ascolto per emulare monitor ed ambienti (una volta mi sono campionato la macchina)
      in questo lo trovo comodo perchè è possibile, in una certa misura, simulare l'ascolto in soggiorno, in bagno, nello sgabuzzino delle scope, con le ADAM, con le cassette del PC....
      Eccomi finalmente con le prime delucidazioni del caso.

      Per quanto riguarda l'installazione, il tutto è abbastanza semplice e veloce (compreso anche il settaggio del giusto livello per la ripresa sonora). Ho collegato il mic incluso a un daking mic pre eq, lasciando il gain al minimo e l'output al massimo (così da avere un suono il più trasparente possibile). Avessi avuto magari un millenia, sarebbe stato meglio.

      Ho condotto 4 test rispettivamente con 7, 10, 14, 16 misurazioni. La cosa fondamentale, come scritto sul manuale, è riuscire a fissare ogni punto di ripresa per la misurazione speculare rispetto all'opposto e equidistante dal punto centrale d'ascolto. Con il test di 16 misurazioni, il tempo impiegato per mettere i vari post-it (per segnare il punto esatto) è stato di circa 30/40 minuti.

      Arriviamo al responso: i problemi evidenziati dal Software erano esattamente quelli evidenziati con eqwizard e altri programmi similari. Vi posto uno screenshot




      L'intervento è piuttosto "drastico", ciònonostante sono rimasto piacevolmente colpito dal risultato: Attivando il plugin, quello che ho notato è stato:
      1) maggior definizione sulle basse frequenze
      2) migliore percezione stereofonica
      3) ho notato un abbassamento non indifferente del volume generale. penso sia imputabile al fatto che l'arc utilizza un subtractive eq

      Avevo una linea di rullante (una "marcia/groove" new orleans registrata la settimana scorsa mentre preparavo un brano) e ho fatto un mix prima senza il plugin arc, poi dopo circa 1 ora con il plugin arc attivato. Non dico mi sia risultato più facile fare il mix, ma ho avuto un riscontro di notevole importanza: fatto il bounce e ascoltato su un hi-fi, Il primo mix esaltava molto la fondamentale del rullante e aveva qualche problema sulle medie, il secondo mix (sull'impianto) suonava esattamente come lo sentivo nel mio home studio. Questo basta e avanza (a mio parere) per valutarne l'acquisto.

      E' ancora presto per dar giudizi definitivi perché voglio aspettare qualche mese e lavorarci un po', ma la prima impressione è senz'altro che buona!
      ciao!
      scusate riesumo questo post!
      ma quindi l'arc serve per mixare, e poi lo si toglie per sentire il risultato?

      - ma se la mia stanza risalta le basse tra i 60 e 80 (l'arc mi toglie quelle freq in eccesso) e io mixo con l'arc attivo, magari ho un kick sul quale dovrei diminuire quelle frequenze per far spazio a quelle del bass, ma non lo posso fare perchè il plug in diminuendomi quel range di freq dal master non mi permette di udirle e quindi di sentire il problema, a cosa serve aver il plugin? non ne capisco proprio l'utilità! (non dico che non sia utile anzi! ma non lo capisco!)
      [[[ riassumendo: se io mixo con l'arc acceso, cosa significa che al momento del bounce lo devo disattivare. ma non sballa tutto? ]]]]

      - quesito numero 2: se analizzo una canzone (passatemi il termine) pro, con l'arc attaccato, quello che sento io è come lo hanno sentito loro mentre esportavano la traccia nel loro studio, perfetto senza nessuna riflessione e/o frequenza indesiderata??

      grazie!

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “marchito” ().

      ma quindi l'arc serve per mixare, e poi lo si toglie per sentire il risultato?

      No, se ho capito bene Arc, e' un plugin che tramite eq corregge i problemi rilevati durante le misurazioni. La sua funzione e' renderti l'ascolto piu flat possibile. Se lo usi dovresti averlo sempre attivo.


      - ma se la mia stanza risalta le basse tra i 60 e 80 (l'arc mi toglie quelle freq in eccesso) e io mixo con l'arc attivo, magari ho un kick sul quale dovrei diminuire quelle frequenze per far spazio a quelle del bass, ma non lo posso fare perchè il plug in diminuendomi quel range di freq dal master non mi permette di udirle e quindi di sentire il problema, a cosa serve aver il plugin? non ne capisco proprio l'utilità! (non dico che non sia utile anzi! ma non lo capisco!)

      Come scritto sopra tu dovresti mixare col plugin sempre attivo e intervenire di conseguenza. Infatti se vedi Arc e' aperto sul canale Master in modo che tutti i tuoi canali vengano processati. Fino ad ora probabilmente hai missato in funzione della risposta non lineare dei tuoi monitor nella stanza.


      - quesito numero 2: se analizzo una canzone (passatemi il termine) pro, con l'arc attaccato, quello che sento io è come lo hanno sentito loro mentre esportavano la traccia nel loro studio, perfetto senza nessuna riflessione e/o frequenza indesiderata??

      Beh diciamo che il miracolizer non esiste, altrimenti non si capirebbe perche' in certi studi spendono decine di migliaia di euro in sonorizzazione. Penso che se la stanza non ha enormi problemi e tu hai un minimo di sonorizzazione, lasciando ad Arc una correzzione leggera puo essere un sistema valido, anche se non ho mai avuto modo di provarlo in prima persona. Arc comunque non e' l'unico sistema esistente in commercio, esiste

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “biondolo” ().

      grazie @biondolo !

      la risposta ultima quindi è: tu mixa e fai tutto il tuo lavoro con l'arc acceso, al momento dell'esportazione disattivalo. fidati che sarà tutto meglio di quello che pensi :D

      penserò se compralo, e spero di provarlo prima di comprarlo.
      anche perchè, la mia stanza è proprio un buco, acusticamente trattato malissimo, quindi devo anche capire se può migliorare oppure non mi serve a nulla!

      naturalmente non pensavo di avere gli abbey road dopo aver comprato L'ik, era giusto per entrar nell'ottica :D grazie!