Progettazione piccolo home studio.

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Progettazione piccolo home studio.

      Ciao a tutti ragazzi! Da un po' di tempo sto progettando e costruendo un piccolo home studio, nel seminterrato di casa, che in teoria sarebbe adibito a garage, ma l'ho salvato dal suo triste destino e ora sarà un contenitore di rooock :D !!!.

      Il posto misura circa 50m2 e l'ho diviso in tre per fare una regia (6x4x2.45m), un piccolo booth (2x1.2m) e una sala da ripresa. Vi chiedo consiglio proprio per quest'ultima.

      L'ingresso che andrò ad utilizzare sarà necessariamente quello che vedete nel progettino allegato, ovvero la porta più grande sul fondo del pdf per intenderci, ed ecco il problema...La sala di ripresa mi andrebbe a coprire la porta di ingresso, e voi direte:"poco male, chissene frega, deve suonare bene!" e lo direi anche io, ma purtroppo ho incontrato resistenze insuperabili dettate dagli altri utilizzatori della casa, quindi la porta dovrà essere scoperta e dare più luce possibile all'interno.

      Nel progetto che è in allegato ho infatti provveduto ad angolare il muro della sala di ripresa. Vi chiedo quindi come agireste per la correzione acustica dell'ambiente perchè non ne ho la più pallida idea vista la conformazione della stanza.

      Inoltre se proprio dovesse essere una cosa stupida ed irrisolvibile da un punto di vista acustico potrei lasciare tutto com'è e fare dei "muri mobili", ma ovviamente sarebbe una soluzione piuttosto scomoda. Mi appello a voi, per capire cosa sia meglio fare e avere consigli di ogni tipo circa questa stanza malefica.

      La parte della sala di ripresa che vedete in progetto è totalmente ancora da costruire, mentre la regia è già stata fatta.

      Grazie mille anticipatamente a tutti!
      Files
      • project.pdf

        (71.02 kB, eseguiti 46 download, ultimo: )
      "Mi sedetti sullo sgabello e cominciai a suonare, subito perso nella perfezione dell'attimo; ero altrove." T.E. Carhart.
      Le stanze si trattano tutte allo stesso modo, nessun problema quindi :)

      Hai comunque distribuito gli spazi direi un pò a casaccio, visto che non hai rispettato il criterio di Bonello e questo è un errore piuttosto importante, perchè sei proprio fuori con la ratio....di conseguenza la distribuzione modale, non sarà ottimale....ne risentirà l'acustica ed aumenterà la difficoltà nel trattamento.
      Ciao! Ho fatto il possibile perchè ho dovuto rispettare diverse direttive che non dipendevano da me. So di non essere nella migliore situazione possibile, ma ho cercato di limitare i danni per quanto possibile. Il criterio di bonello è vero che non è rispettato, ma grafici alla mano della regia la situazione non risulta così tragica. Tuttavia va sottolineato che non sono un ingegnere ne un architetto e quindi per quanto cerchi di capire tutto faccio comunque una gran fatica! Se hai qualche consiglio da darmi sulla sala di ripresa devo ancora tirare su i muri e quindi una dritta mi sarebbe piuttosto utile per evitare di fare le cose a casaccio.
      "Mi sedetti sullo sgabello e cominciai a suonare, subito perso nella perfezione dell'attimo; ero altrove." T.E. Carhart.