Foto del nuovo studio e quesito su vocal booth

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Il tessuto acustico è ...Camira. :D

      8) Teetoleevio
      Produrre o mixare un brano in una stanza non trattata acusticamente equivale a correre di notte in autostrada a fari spenti: non vedi un razzo. :D
      Non è colpa tua, è che semplicemente non senti bene quello che stai facendo, anche se hai 10 Distressor. TRATTA LA TUA STANZA ! Dai retta a zio Teeto !
      Comunque Spank per me hai fatto un ottima scelta di trattare il tuo studio…io da quando l'ho fatto, ho iniziato a fare dei lavori di un certo livello. Sicuramente lavorerai meglio di prima anche tu.. ;)
      Per quanto riguarda la tua domanda, io ti posso solo dire che ho registrato nella mia regia alcuni strumenti poco tempo fa e il risultato è stato eccellente.
      Si trattava di tromba, trombone, fagotto e flauto…ripresi naturalmente uno alla volta con Neumann 184, Schoeps e pre/conv Prism……ripeto "il risultato è stato eccellente".
      Naturalmente la voce è uno strumento particolare per la sua collocazione nella musica..ovvero quasi sempre da protagonista assoluto, quindi più è registrata in un contesto ottimale e meglio è..!!!
      Io se fossi in te, prima di fare spese, proverei a registrare in regia..si sa mai che non sia una piacevole sorpresa... :thumbsup:
      Pro Tools, Studio One Pro, Antelope Orion 32, Urei LA4, Focusrite ISA430 MK2, DBX 160SL, Tascam MX2424, Tascam da78-hr, Drawmer 1968 Mercenary Edition, Drawmer 441, Sommatore MCI R500, TC Electronics Finalizer Plus, Yamaha NS10, Yamaha HS50, Focal CMS 65, Aphex 204 Aural Exciter & Big Bottom, Schoeps CMC6MK2-MK4, Neumann Km184, Aphex 460, Oktava Mk012, Akg 414Tl2, Audix Drum set.
      In questo forum io sto sulle palle a chi non riesce a mettere da parte il sangue che sale alla testa quando scrivo in maniera dissacrante piuttosto che farsi un esame di coscienza per un secondo e domandarsi quanta competenza reale, seria, operativa si possiede sugli argomenti che solitamente tratto.
      Perchè sarebbe questo il nodo su cui Dancok, che non è Alan Parson, può essere visto come un nemico oltre la barricata oppure qualcuno che forse un 1% da insegnare ce l'ha.

      Sto sulle palle perchè sono tendenzialmente dissacrante, anche se la parola corretta è costruttivamente provocatorio.

      Ma sto sulle palle sempre ai soliti. Tre gatti. Le dita di una mano. Meno.
      Sempre i soliti. Chissà perchè. :)

      Il forum ne conta 31 mila e rotti. Il mondo 7 miliardi e rotti.

      Suona usuale, ma io mi trovo d'accordo al 1000% con Lorenzo.
      Perchè di base, oltre qualsiasi contenuto, ha un approccio costruttivo. E internazionale.

      Di base il suo intento è solo di tipo ACCRESCITIVO.

      Il che non significa che non si possa non essere d'accordo con lui, nessuno ha la verità in tasca, ma se si vuole sostenere una discussione ed un confronto sui contenuti, è necessario essere COMPETENTI e mettere da parte il sangue italiano.

      NON SIGNIFICA AVER STUDIATO 800 LIBRI E SAPERE OGNI VIRGOLA.

      Significa avere esperienza protratta negli anni, seria, operativa. Con uno studio personale costante alle spalle, certo.

      Quando il sangue supera i contenuti, è normale portare la discussione su binari "ma scusa, ma tu che esperienze hai fatto per sostenere quanto dici?".

      Si è costretti ad arrivare questo livello.

      Immancabilmente capita che a fronte di post che hanno richiesto magari mezz'ora di tempo, per non dire un'ora, tempo investito gratuitamente a disposizione per il forum, colmo di informazioni e concetti scritti da nessuna parte e che danno materiale per riflettere e studiare per diversi anni, si ricevono risposte piccate sulla "frasetta", sulla parolina provocatoria che voleva solo essere costruttiva.

      Cioè ci si ritrova a parlare della stronzata piuttosto che dei contenuti.
      Il bar e il sangue piuttosto che i contenuti.

      Parliamo di contenuti. Seriamente.

      Qualsiasi persona può essere in disaccordo con me se scrivo che i Chandler da 5 mila euro non sono l'analogico vero e suonano finti.
      Però deve essere in grado di dirmi PERCHE', COME, IN CHE MODO.

      Se qualcuno me lo chiede io dò le risposte, dettagliate, su qualsiasi punto. Quando le chiedo io, la gente scappa, sfugge, non risponde, circuisce i contenuti lasciando spazio ai personalismi.
      Grazie, è scontato, è comodo.
      Perchè di base semplicemente SAI di non avere maturato esperienza in proposito ma ti fa incazzare come una bestia sentirtelo dire.

      NON SI PU' PARLARE DI UN DIFFUSORE CHE NON SI CONOSCE SENZA TENERE IN CONSIDERAZIONE UN CONTESTO, UN PROGETTO, UNO STUDIO, UN'ESIGENZA.

      E' puro bar provinciale, nemmeno di città.

      E' questione di approccio, di mentalità, di sensibilità. Prima di sparare a zero cerchiamo di capire IL PERCHE' delle cose.

      Per me parlano solo i risultati. SOLO I RISULTATI.

      Da lì si capisce tutto.
      I risultati di Lorenzo li conosco, e SPACCANO. Punto. Per filosofisa e mentalità.
      E COSTANO NIENTE. ALTRO CHE CONCORRENZA.
      E FUNZIONANO DI BRUTTO. SONO CONTESTUALIZZATI.

      Prima di dire che teeto e dancok sono ciarlatani, dimostralo.

      Quanti studi hai progettato.
      Quante console hai studiato.
      Quanti microfoni hai acceso.

      Non per sboroneria, soltanto per capire di COSA stai parlando. Perchè non si capisce, non sei credibile.
      Se il Chandler l'hai mai acceso, o se hai mai fatto un test di preamplificatori con le console.

      E' tutto qua.
      Il confronto va fatto sui contenuti, non sul sangue o su quanto mi stai simpatico.

      Ecco perchè il tono di alcune discussioni a certe volte va oltre i binari.
      Perchè il bar e i personalismi impediscono la crescita, l'approfondimento.

      Non c'è altro, è tutto qui. Io sono per il confronto amichevole, serio, quello che per'altro faccio tutti i giorni nella maniera più allegra e positiva.
      Analog and digital mixing.
      Blues Cave Studio

      Foto del nuovo studio e quesito su vocal booth

      Mi spiace che la mia risposta parzialmente errata abbia generato una discussione, ma come avete ha già detto, se spostata su un binario "costruttivo", può diventare anche molto utile.

      Due righe per dire che ovviamente anche io sono curioso di rifare le misurazioni e confrontarle con quelle pre-trattamento e una volta finito tutto lo farò.
      Va anche detto però che io già sono assolutamente soddisfatto del risultato e che con Teeto ho già potuto toccare "con mano" la risposta del mio studio con alcune misurazioni fatte "live" insieme a lui. E i risultati sono ottimi.

      Infine, per il discorso della ripresa delle voci, credo che (come suggerisce @robe1972) in effetti farò prima qualche prova con un RF in vari punti dello studio, come punto di partenza.
      Poi valuterò.


      Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
      Anch'io sono per usare solo il mic senza Reflection Filter…si sa mai che la nuova acustica della stanza regali una bella voce.. ;)
      Pro Tools, Studio One Pro, Antelope Orion 32, Urei LA4, Focusrite ISA430 MK2, DBX 160SL, Tascam MX2424, Tascam da78-hr, Drawmer 1968 Mercenary Edition, Drawmer 441, Sommatore MCI R500, TC Electronics Finalizer Plus, Yamaha NS10, Yamaha HS50, Focal CMS 65, Aphex 204 Aural Exciter & Big Bottom, Schoeps CMC6MK2-MK4, Neumann Km184, Aphex 460, Oktava Mk012, Akg 414Tl2, Audix Drum set.

      Foto del nuovo studio e quesito su vocal booth

      In effetti avete ragione, è ancora più semplice fare delle prove senza RF. (E risparmio anche i 200 euro dell'RF)
      Io mi basavo solo su quello che ho letto in rete e alcuni consigliavano un RF con dei pannelli assorbenti alle spalle del cantante. Ma non sempre si parlava di stanze trattate, quindi è possibile che ci sia già un buon punto nel mio studio dove registrare una voce.

      Vi aggiorno. :)


      Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
      Se hai ancora le GIK fai una prova con e senza.
      Quella non ti costa nulla e due trappole piene di lana minerale, sono sicuramente meglio di un reflection filter.
      Così ti fai un'idea chiara...

      @dancok
      Sulla faccenda, ho già risposto a Teeto, e l'ho sentito anche in pvt.
      Non accetto che tu parli ancora di bar provinciali.
      Sull'acustica, la mia esperienza è sul campo (grazie ad una collaborazione attiva) e lascio parlare gli altri ed i risultati (seppur non sono mille e nemmeno lontanamente 500).

      Sei come Jorge adesso...bravo, ma potevi stare zitto :)
      Mai detto che tu non sia preparato in acustica. Lo sei più di me, senza ombra di dubbio.
      Quante volte mi hai visto scrivere in tale ambito?
      Ad ognuno il suo Gobert.

      Ti invito a fare altrettanto.

      Il bar provinciale non è la preparazione, è l'atteggiamento.
      In Italia c'è gente che è preparata più di Michael Brauer, ma che poi non sa registrare e mixare decentemente.
      E' un problema italiano.

      Marquez deve ringraziare il dottore che è caduto troppe volte, tutto qua.
      Lorenzo non si conta, vince solo quando è solo. In combattimento perde il suo potere.
      Il dottore alla sua età, con un potenziale costante da primo podio, rimane il numero uno per quanto mi riguarda.
      Analog and digital mixing.
      Blues Cave Studio
      Non a caso Rossi è vintage :)
      Ma occhio che Marquez non è un giocattolino in pista e lo dice uno che quest'anno tifava Rossi e le sue gare da 'ignorante'.

      ps
      anche Gobert ( con il suo #4) è vintage.
      se seguivi la sbk di 20anni fa, sai di cosa parlo.

      Gobert4 ha scritto:

      Non a caso Rossi è vintage :)
      Ma occhio che Marquez non è un giocattolino in pista e lo dice uno che quest'anno tifava Rossi e le sue gare da 'ignorante'.

      ps
      anche Gobert ( con il suo #4) è vintage.
      se seguivi la sbk di 20anni fa, sai di cosa parlo.


      All'ingresso del mio studio c'è il poster di Lucchinelli.
      E dentro lo studio il modellino della sua Suzuki Gamma 500 campione del mondo dell'81.

      Tutto quello che è venuto dopo, è fuffa in confronto. E' divenato un carrozzone circense.

      Lat.