fat bustard , Fuffa?

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      dancok ha scritto:

      Mi dispiace dover dare questo genere di risposte, credimi, preferire indicarti un prodotto nuovo che trovi nel negozio più vicino ma non ti starei consigliando bene, ne a te, ne al tuo portafogli.


      E' una risposta perfettamente comprensibile che conferma i miei sospetti.
      Per quanto mi riguarda non ho l'urgenza di un sommatore ma è un qualcosa che continua ad incuriosirmi da anni.
      Sono andato a cercare i tuoi post sui sidecar, che dire, complimenti per la tua meticolosità e competenza, molte purtroppo sono macchine al di sopra della mia portata, ma anche distanti dalle mie abitudini di lavoro, non mi ci vedo ad uscire dal mondo ITB se non per un semplice passaggio in una macchina essenziale come sarebbe il sommatore, però prendo atto delle tue considerazioni.

      Soluzioni come il Teac, spazio permettendo, le trovo già più possibili, il mio timore resta per la manutenzione nel tempo. Ci sono altre macchine del genere che può valere la pena di considerare, anche più recenti, restando sotto i 3000 euri?
      Edit: pardon mi ero spaventato per un paio di macchine decisamente fuori portata ma ho visto che sei stato molto esaustivo quindi magari mi faccio una ricerca anche sulle altre, sperando siano reperibili-riparabili-affrontabili.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “Pilloso” ().

      Si, nel mio riassunto trovi un ventaglio abbastanza completo delle scelte che qui in Italia sono fattibili senza diventare matto con viaggi d'oltre oceano e senza polverizzare il portafoglio.

      Ribadisco sempre che una console vera e propria necessita di un contesto che la giustifichi. Se devi prenderti un banco solo perchè hai esigenze di somma, a mio avviso stai sbagliando.
      Il banco comporta degli sbattimenti notevoli in fase di installazione, oltre all'eventuale restoring, la questione cablaggi e come settare lo studio perchè esso possa lavorare in modalità efficiente ed efficace.

      Insomma, il banco per una realtà home non va bene, sfizi a parte.
      I sidecar hanno il vantaggio di offrire dimensioni, consumi, complessità decisamente inferiori, ne segue che risultano più appetibili per una realtà di stanzetta o di project studio.

      E se la scelta deve essere fatta tra sommatore e sidecar costruito dal 90 in giù, la risposta la sai già.
      Poi mi chiamerai e mi dirai se ti ho consigliato male.

      Diciamocela tutta, siamo disposti oggi a spendere svariate migliaia di euro in pre esterni, compressori od eq.
      Un sacco di soldi.
      Leggo gente qui dentro che ha catene professionali da 7-8 mila euro e non sa scegliere tra un microfono e l'altro.
      Basterebbe sbattersi un pelo di più, magari farsi un poco di cultura, in questa fattispecie sui sidecar, provarne uno o due e poi trarre le proprie conslusioni.
      Buona ricerca.
      Analog and digital mixing.
      Blues Cave Studio
      Sì concordo che oggetti come il banco Teac seppure alla portata di portafogli sarebbero sproporzionati e sprecati per me.
      L'intento è prevalentemente sommare, seppure dei bei canali per tracking e mixing fanno sempre gola, ma sarebbe un po' uno stravolgimento per la mia situazione.
      Col saldatore me la cavo ma non so se avrei il coraggio di buttarmi in un'avventura come quella di Grunge, forse per qualcosa di più piccolo sì, anche se l'idea di avere un aggeggio dove periodicamente qualche componente può saltare mi mette un po' a disagio...
      Visto che non c'è urgenza mediterò con molta calma e vedrò nel frattempo di farmi un pochino di cultura anche attraverso i tuoi esaurienti post, grazie per le dritte.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.