trattamento acustico base di una stanza vuota

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      trattamento acustico base di una stanza vuota

      Ciao a tutti, sono arrivato su questo forum cercando informazioni sul trattamento acustico, e magari voi mi potate aiutare:
      Ho bisogno di rimuovere l'eco da una stanza che deve rimanere quasi completamente vuota (la uso per riprese video e quindi ho bisogno di più spazio libero possibile). Non m'interessa che l'audio sia incredibilmente buono (mi basta che le persone che parlano nei microfoni siano comprensibili), ma ho bisogno di far sparire l'eco lasciando al tempo stesso la stanza quasi completamente vuota (niente librerie, letti, armadi o cose del genere).
      E' una cosa fattibile? Avete qualche consiglio? Grazie in anticipo!

      misure stanza: 4.50m x 4.70m, altezza 2.70m
      Poi isola la lana di roccia o di vetro con parecchia stoffa perchè non è proprio il massimo del salutismo
      Puoi anche valutare una pannellatura di cartongesso e tra il vecchio muro e il cartongesso che andrai ad anteporre metti il materiale fonoassorbente (e anche fono isolante se serve)
      Ciao
      And the movement in your brain
      Sends you out into the rain.
      (Nick Drake)
      Una volta che è stata ricoperta, la lana di roccia è un materiale che non comporta nessun rischio per la salute. Piuttosto bisogna utilizzare i guanti quando si assemblano i pannelli perché può irritare la pelle con il contatto diretto.

      Inviato dal mio HUAWEI Y330-U01 utilizzando Tapatalk
      Le mie foto...
      SenzaLegge
      Il mio soundcloud

      Orecchie funzionanti e studio sonorizzato come Cristo comanda...
      Io per una stanza di unio amico ho proceduto con delle basstrap lungo gli angoli della stanza poi, facendo delle cornici con dei listelli di legno spessi 5cm, ho fatto dei pannelli di lana di roccia di varie dimensioni che ho appeso sparsi coprendo buona parte di ogni parete.. il problema si è risolto così facendo!

      Mentre nel mio studietto ho un trattamento acustico diverso con diffusori, bass trap e pannelli più seri, è decisamente meno dry di quello che cerchi tu!

      Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

      loyuit ha scritto:

      Poi isola la lana di roccia o di vetro con parecchia stoffa perchè non è proprio il massimo del salutismo
      Puoi anche valutare una pannellatura di cartongesso e tra il vecchio muro e il cartongesso che andrai ad anteporre metti il materiale fonoassorbente (e anche fono isolante se serve)
      Ciao


      Il cartongesso però riflette...
      Andrebbe trattata anche la controparete per eliminare le riflessioni
      Si può mettere qualche ulteriore piramidale o pannello diy a vista sul cartongesso. Il cartongesso è comunque molto poroso e la camera che si viene a creare tra esso e il muro,infarcita di materiale fonoassorbente,è molto efficace e da anche una buona fonoisolanza.
      And the movement in your brain
      Sends you out into the rain.
      (Nick Drake)
      Grazie a tutti per le risposte!
      Una domanda: visto che preferirei non darmi al fai da te con materiali come lana di roccia (avendo assolutamente 0 esperienza non voglio rischiare un montaggio errato e conseguenti problemi per la salute), sapete se c'è qualche negozio online fidato che vende pannelli del genere?
      I Pannelli fonoassorbenti in poliuretano espanso sono molto facili da trovare ovunque, ma nelle mie ricerche non sono riuscito a trovare pannelli in lana di roccia/vetro...

      loyuit ha scritto:

      Il cartongesso è comunque molto poroso


      Occhio...
      Questo non è molto corretto.
      Il cartongesso non è un materiale poroso e non rientra nei materiali con caratteristiche fonoassorbenti (parliamo di un NRC di 0.05/0.1 circa, a 250Hz a 1KHz, 4KHz).
      Il suo αw, In base alla normativa UNI EN ISO 11654, mi pare lo faccia rientrare in classe E (se va bene; altrimenti rientra nei materiali non classificabili).

      La normativa, tra le altre cose, classifica i materiali con delle curve di assorbimento, dove A è considerata la migliore ed E la peggiore.


      Se l'intento del thread starter è di eliminare le riflessioni sulle medie ed alte frequenze, per avere un parlato "asciutto", è sicuramente più indicato avere il materiale assorbente "a vista" in buona parte della superficie.

      trattamento acustico base di una stanza vuota

      Mah, invece di tutti questi tecnicismi, procederei in modo piuttosto semplice ricoprendo il pavimento con una moquette (rimovibile se necessario) e per le pareti sceglierei dei tessuti molto spessi (come il sipario teatrale) da sospendere alle pareti tramite bastoni ed anelli (in modo da poterli spostare dove ci sono porte e finestre). Per il soffitto, se dovesse essere necessario, basterà utilizzare lo stesso tessuto delle tende, per creare delle ondulazioni che spezzino l'eventuale riflesso residuo (anche se non credo sarà poi così necessario).
      La mia proposta deriva da in vecchio manuale pubblicato negli anni '80 dalla Editoriale Jackson, dove si consigliava al musicista hobbista e semiprofessionista, come adeguare l'acustica di un ambiente domestico.
      Se non ricordo male, il manuale si intitolava "Tecniche di registrazione multipista" ed era la traduzione del manuale tecnico che accompagnava i registratori e mixer Teac Tascam... bei tempi ;)


      Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk
      Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum

      N.B. Non rispondo più a mail o telefonate con quesiti tecnici
      io invece, andando sempre nel vintage dell'acustica, consiglierei di ricoprire di cartoni delle uova.
      senza il minimo "tecnicismo" hai la massima resa, minima spesa!
      ...poi, se ti dovessi stufare, metti su un allevamento...

      Si parla di fisica e bisogna lasciare la matematica da parte, si parla di acustica e stiamo ancora a parlare dei cartoni delle uova.

      Poi i risultati non vanno bene e allora ci vuole il sidecar vintage.
      Ov, galina e cul cald, senza saper di cosa si parla??
      Boccia persa....

      michelet ha scritto:

      ...per le pareti sceglierei dei tessuti molto spessi (come il sipario teatrale) da sospendere alle pareti tramite bastoni ed anelli (in modo da poterli spostare dove ci sono porte e finestre). Per il soffitto, se dovesse essere necessario, basterà utilizzare lo stesso tessuto...
      Temo sarebbe una soluzione non proprio economica, considerando che un tale tessuto, necessariamente ignifugo, costerebbe intorno ai 90/100 € al metro quadro, fodera fonoassorbente esclusa, e necessiterebbe saltuariamente di costosi lavaggi a secco.
      =:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:

      Nordberg4 ha scritto:

      Occhio...
      Questo non è molto corretto.


      Un amico ha isolato professionalmente una stanza. Moquette a pavimento,contropareti di cartongesso con all'interno (tra la parete portante e il cartongesso) lana di roccia e altri materiali speciali con proprietà fono assorbenti e fono isolanti e a vista ulteriori pannelli sporadici fonoassorbenti per le medio alte e bass trap. Diciamo che le contropareti di cartongesso infarcite di lana di roccia sono un surplus che contribuisce principalmente alla fono isolanza. Però se dovessi costruirmi una saletta da zero li valuterei. Se si vuole assorbire soltanto allora ok per pannelli e bass trap a vista

      ps In effetti se dovessi farmi una saletta da zero sceglierei solo materiali bio (sughero e lana di pecora)
      And the movement in your brain
      Sends you out into the rain.
      (Nick Drake)

      Il messaggio è stato modificata 2 volte, ultima modifica da “loyuit” ().

      loyuit ha scritto:

      Un amico ha isolato professionalmente una stanza. Moquette a pavimento



      non si isola nulla con la moquette, assorbi qualcosina in range medio alto, ma la moquette di per se non ha potere fonoisolante per la massa ridotta che possiede.
      Il solo sistema reale di isolamento del sistema pavimento-soffito è il pavimento flottante
      Pardon intendevo ha trattato professionalmente una stanza
      La moquette a scopo assorbente
      Sotto la moquette è stato fatto un pannellaggio isolante.
      Lana di pecora fono assorbente,fibre di legno,sughero,tappeti e tendaggi di velluto,pannelli diffusori di legno e pietra resterebbero la mia scelta se dovessi procedere da zero.Probabilmente piu spesa a parità di resa ma materiali naturali ed ecologici.Anche un bonsai e qualche pianta.
      Ciao
      And the movement in your brain
      Sends you out into the rain.
      (Nick Drake)

      Il messaggio è stato modificata 2 volte, ultima modifica da “loyuit” ().

      trattamento acustico base di una stanza vuota

      C'è un aspetto che secondo me non è stato chiarito da chi ha iniziato la discussione, a parte il budget che, da quanto capisco, è limitato. Il trattamento acustico deve essere reversibile, cioè deve servire per un tempo limitato, oppure è definitivo?
      Da questo dipende il tipo di progettazione, perché fissare alle pareti dei materiali, sapendo che tra 6-12 mesi bisogna riportare tutto allo stato precedente, non è come ipotizzare il posizionamento di contropareti multistrato, pavimenti flottanti ecc.


      Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk
      Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum

      N.B. Non rispondo più a mail o telefonate con quesiti tecnici

      michelet ha scritto:

      C'è un aspetto che secondo me non è stato chiarito da chi ha iniziato la discussione, a parte il budget che, da quanto capisco, è limitato. Il trattamento acustico deve essere reversibile, cioè deve servire per un tempo limitato, oppure è definitivo?
      Da questo dipende il tipo di progettazione, perché fissare alle pareti dei materiali, sapendo che tra 6-12 mesi bisogna riportare tutto allo stato precedente, non è come ipotizzare il posizionamento di contropareti multistrato, pavimenti flottanti ecc.

      Buona domanda.
      Non mi serve che il trattamento sia reversibile, nel senso che questa stanza diventerà uno studio di registrazione video a tempo pieno. Detto questo, non ho la possibilità di rifare pareti o pavimenti, ho solo la possibilità di addobbare la stanza con oggetti fonoassorbenti che siano il meno possibile ingombranti.
      Sono disposto a investire il necessario per materiali di qualità (nel senso che funzionino, che durino nel tempo, e che non siano pericolosi per la salute, visto che nella stanza ci passerò molto tempo), ma non ho la possibilità di "rivoluzionare" la stanza per raggiungere il mio obiettivo.