Informazioni e aiuto nuovo studio

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Informazioni e aiuto nuovo studio

      Ciao ragazzi,
      mi sto da poco cimentando nella costruzione di un mio angolo studio in una stanza abbandonata della casa..
      Pochi mesi fa ho acquistato un mic Rode NT1-A associato con una scheda audio Focusrite Scarlett 2I2..
      Leggendo la guida di Logic Pro X, che sto piano piano imparando ad utilizzare, mi sono informato ed ho letto che per migliorare le caratteristiche della sorgente audio ci vorrebbe un pre-amplificatore.. quale mi consigliereste?
      inoltre, sapreste darmi delle recensioni su microfono e scheda audio da me ora utilizzati??
      ultima domanda è: quali altri strumenti oltre ai monitor e alle cuffie (che ho già) mi servirebbero per creare uno studio casalingo ma efficiente??
      So che nel tema audio c'è una vastità di prezzi e caratteristiche.. ma volevo avere dei pareri da gente che ne sa di più e che tocca con mano ogni giorno il mondo dell'home recording...
      Grazie mille ragazzi, attendo risposte e dibattiti :)
      *Robby*
      Ciao Robby,
      credo di non dire niente di nuovo: il primo passo da fare è cercare di trattare il meglio possibile la tua stanza. L'ambiente dove registri se lasciato così com'è ti restituirà un suono non adeguato. Farai sempre fatica a capire come mai il tuo suono "non va" (frequenze riflesse dalle pareti, rimbombi, riverbero) e correrai dietro a tutto il resto spendendo soldi e ottenendo poco.
      Io sto finendo di trattare la sala di ripresa proprio adesso: ho cercato sul web, nel forum, ho acquistato dei libri e mi sono reso conto dell'importanza ma anche della complessità delle dinamiche del suono. Alla fine mi sono fatto fare un progetto, pensa te, e sono felice :D . Credo che siano tutti soldi risparmiati. Spesi una volta, risparmiati dopo. Comunque se sei intraprendente, hai tempo e voglia forse ce la fai anche da solo, c'è tanta gente qui sul forum che lo ha fatto; in ogni caso dipende da cosa vuoi: ma ti consiglio di trattarla almeno un po'.

      Prima di comprare un preamplificatore io farei quanto detto, poi ascoltando e provando con quello che hai (che è più che dignitoso per iniziare) aspetterei di crescere in consapevolezza e orecchio... anzi... credo che prima di comprare un pre dovresti essere in grado di dare TU la recensione della TUA scheda e del TUO microfono, capire quali sono i limiti, cosa non va, cosa non ti soddisfa, ecc. Poi si può iniziare a parlare di pre (o di un altro microfono magari?).

      Riassumendo: la mia opinione, dopo aver smontato mezzo studio e venduto tutto il piramidale, e dopo un giro in qualche posto con un'acustica decente, é la seguente: sistemati per bene la stanza, non farti prendere dalla voglia di comprare, sperimenta... e intanto impara. Sul forum c'è tanta roba, cerca di approfondire, preparati, ma nel frattempo fai esperienza e allena le orecchie. Credo che il pre possa aspettare...
      Buona musica!
      Volevo capire se l'attrezzatura che avevo era, quanto meno, abbastanza soddisfacente o se avevo bisogno di un preamplificatore... non sento un suono troppo chiaro e non vorrei avesse problemi il microfono .. c'è anche da dire che la stanza in cui registro non ha subito nessuna modifica in termini di insonorizzazione ...
      Per ora grazie dei consigli, ne farò sicuramente tesoro, data la mia smania e la mia fretta di comprare..
      *Robby*
      Io ho iniziato con un AKG su quella fascia come micro e la Scarlett come la tua, che per iniziare non è niente male. Ho avuto occasione di collegare amche altri microfoni, dinamici ed a condensatore. L'unica cosa fastidiosa era che alzando molto il gain si sentiva fruscio, ma cosa vuoi... per una scheda così mi pare normale.
      In ogni caso penso che se devi fare un salto convenga fare un "bel" salto (ma questa è una mia opinione) ed evitare pre da 200/300 euro. Allo stesso modo, raccogliendo pareri di chi è più esperto di me, è molto probabile che tu senta molto di più la differenza in termini di qualità facendo un upgrade al microfono. Il tuo non l'ho mai provato ma se ne parla molto bene, hai una catena base ma equilibrata come qualità, io comunque (con CALMA e al momento giusto) investirei tutto sul mic e poi cash permettendo tutto sul pre, poi in ultimo scheda/convertitori.
      Il discorso che ti ho fatto nel post precedente comunque secondo me rimane il primo step. ATTENZIONE: studiati bene la differenza tra ISOLAMENTO ACUSTICO e TRATTAMENTO ACUSTICO. Nel primo caso serve ad isolare e non far passare i suoni tra due o più ambienti, nel secondo è un intervento che si fa all'interno dell'ambiente per controllare la propagazione del suono e le riflessioni.
      Tu metteresti il minestrone della nonna nel mserbatoio della tua macchina nuova? Ecco, la tua macchina è il microfono, e il minestrone è tutto quello che cattura il microfono se non tratti la tua stanza... ;)
      Stesso discorso e ancora più delicato se ti metti a mixare. Puoi avere le casse migliori del mondo ma ciò che arriverà alle tue orecchie sarà un bel minestrone...
      In realtà avrei voluto portarti a ragionare in maniera differente e a non avere fretta... il mio pensiero rimane questo: se hai la possibilità di spendere spendi trattando almeno un po' l' ambiente dove registri/mixi. Per consigli su pre e microfono non ho una grande esperienza in merito, ma cercando anche qui sul forum trovi una quantità enorme di informazioni. Dipende da quanto vuoi spendere, che uso ne fai, genere di musica ecc.... e se non hai intenzione di trattare l'ambiente le cose cambiano parecchio.
      La questione dell'acustica è primaria in quanto, anche se tu acquistassi un ottimo microfono, suonerebbe comunque male se l'ambiente in cui è collocato avesse problemi.

      In generale, tieni anche conto che la qualità finale della tua catena audio (mic--->pre---->scheda audio/convertitori---->monitor) è determinata dall'anello debole.

      Se ad esempio acquisti un mic di serie A (es. Neumann u87) e poi lo ascolti con monitor entry level (es. M-audio), i soldi investiti per il Neumann sarebbero praticamente inutili....



      edg
      www.edrecords.it
      Esatto, per cui sapendo che mano a mano ACQUISTERAI CONSAPEVOLEZZA in quello che fai, potresti procedere così:

      1- approfondisci (il come te l'ho gia detto in pm) il discorso dell'acustica, ovvero: perchè dovrei trattare? Quanto è importante per l'uso che ne devo fare? Quanti soldi posso/voglio investire? PROCEDO.
      2- sperimenta con calma l'attrezzatura che hai con l'ambiente trattato, registra, mixa, fai esperienza. Vedrai che nel frattempo avrai preso coscienza di molte cose...
      2- vuoi fare un upgrade? Devi sapere cosa non ti soddisfa, il perchè senti la necessità di cambiare.
      3- sapendo che, come ti ha giustamente detto edg:

      In generale, tieni anche conto che la qualità finale della tua catena audio (mic--->pre---->scheda audio/convertitori---->monitor) è determinata dall'anello debole.

      Se ad esempio acquisti un mic di serie A (es. Neumann u87) e poi lo ascolti con monitor entry level (es. M-audio), i soldi investiti per il Neumann sarebbero praticamente inutili....



      se vuoi fare un upgrade prima o poi devi equilibrare tutta la catena, anche con calma, ma devi sapere più o meno a che livello vuoi arrivare. Anche lí ci vuole tempo per fare le cose con cognizione di causa...
      4- se vuoi salire di qualità inizia con delle buone casse monitor. Lì ti posso consigliare le Focal CMS65, che possiedo, molto lineari ed accurate. Ma anche questo dipende molto da che musica fai...
      IN QUESTO MODO, SE HAI LA STANZA TRATTATA E DEGLI OTTIMI ASCOLTI, SEI SICURO CHE SENTI ESATTAMENTE QUELLO CHE C'È DA SENTIRE, E SEI HA POSTO!!!
      3- ciò che ti fa sentire maggiormente la differenza in termini di suono a questo punto direi che è senza dubbio il micro, anche se rischi di sentirla poco a causa del pre e dei convertitori della tua scheda...
      attenzione: il micro diventerà parte di te, è una cosa personalissima (se sei tu ad usarlo), va scelto con molta pazienza. Se chiederai/cercherai consigli tieni conto di questo, di che genere fai, se lo usi solo per voce o altro...ecc. POI aspetta di avere i soldi per il microfono che vuoi, non scendere a compromessi. E se puoi fai delle prove, deve andare bene per la tua voce e per come canti tu!
      4- La scheda: scheda con pre integrati? Scheda senza pre? Solo convertitori + interfaccia nel PC? Eh eh, bel dilemma. Io ho una fireface 802, ha 4 pre integrati, abbastanza trasparenti. Li ho usati prima di prendere un pre esterno. Mi sono spesso utili (es. registrazioni stereo con lo stesso colore, in questo caso poco colore - ho un pre esterno ad un canale solo...). C'è da dire che con una qualità come la mia scheda, che è molto buona ma non il TOP, vai comunque tranquillo con qualsiasi cosa tu ci faccia entrare. Ha dei buoni convertitori e dei pre discreti che valorizzerebbero sicuramente un buon micro molto di più della focusrite che possiedi.
      5- Il PRE: forse la scelta che richiede più consapevolezza ed attenzione. C'è veramente un mondo di scelta, ma sarà come decidere che paio di scarpe comprare ad un buon atleta. Deve fare una maratona? La staffetta? trekking in montagna? Il pre andrà ad aggiungere colore e carattere al tuo microfono, ma devi capire se è il colore che ti serve. E se per quel micro può essere una buona scelta, a volte certi mic non vanno molto daccordo con alcuni pre, mentre si sposano ottimamente con altri.

      RICAPITOLANDO, io farei così: partirei dalla qualità dell'ambiente per non registrare porcherie, poi qualità degli ascolti. Dopodichè (ma anche molto DOPOdichè) o microfono o scheda, ma anche lì dipende... il microfono va ponderato per bene, secondo me devi avere un po' di esperienza in più per capire quello che VUOI, quello che ti serve. La scheda, l'unico consiglio che ti posso dare: credo che una volta che hai una scheda minimamente buona (ti parlo della fascia RME che possiedo) non ci sia da farsi troppe pippe sulla qualità dei convertitori. Sopra a quel livello cambia davvero dell'1/2/3%. Devi capire che tipo di scheda vuoi, cerca, cerca. Se necessario apri un thread a tempo debito per ognuna di queste cose.
      Buona fortuna! E ripeto, se hai pazienza e cerchi con calma trovi un mucchio di roba per chiarirti le idee!!!
      Prima di scoprire questo Forum (mannaggia!!) mi stavo buttando sulle KRK RP6 RoKit G3 perché ho letto in riguardo delle buone recensioni!! Voi cosa dite? Meglio quelle che mi ha consigliato Piruz o sono comunque dei buoni monitor? Scusatemi per le, magari, troppe domande ma sono molto curioso e prima di buttare soldi alla cavolo mi vorrei informare... grazieee
      *Robby*
      Roobb, se non tratti la stanza i monitor sono praticamente inutili perchè il loro compito è quello di farti sentire il suono esattamente com'è, ovvero hanno un uscita in frequenza piatta. Se non fosse così tu potresti fare il mix basandoti su delle casse che, ad esempio hanno tantissimi bassi (enfatizzano i bassi) quindi ne mix ne metti di meno, perchè tu senti quelli delle tue casse, con il risultato di avere un mix che suonerà senza bassi nella maggior parte delle altre casse.
      Al contrario se le tue casse hanno pochissimi bassi li aumenterai nel mix e, in tutte le altre casse il tuo brano suonerà male perchè avrà troppi bassi.
      Come ho detto le casse monitor hanno un un uscita piatta (non enfatizzano nessuna frequenza in particolare)
      Il problema è che a seconda della forma del tuo ambiente alcune frequenze vengono enfatizzate e altre vengono attenuate, quindi qualsiasi cassa prenderai non servirà a niente perchè l'ambiente e la posizione delle casse falseranno i suono e sarà come mixare con casse "non monitor".
      in ripresa gli effetti sono anche peggiori, soprattutto con i mic a condensatore:
      oltre ad aggiungere riverbero e ad amplificare certe frequenze, ci saranno delle frequenze che ritorneranno sul mic in controfase cancellandosi. quindi anche se hai un mic da 1000 euro suonerà come uno da 50 perchè ci saranno certe frequenze che non vengono riprese per colpa delle cancellazioni.

      Scusa se siamo ripetitivi, ma non sembra che tu abbia capito l'importanza del trattamento acustico. ci sono delle guide su questo forum dove con poco puoi sistemare i problemi principali di acustica.
      Per evitare i problemi di cancellazione in ripresa puoi provare a costruire una cabina di ripresa, o provare con dei rimedi caserecci come mettere coperte pesanti
      trattamento acustico essenziale "casalingo" per registare con un condensatore - Tecniche di registrazione - Homestudioitalia | Il forum italiano di home recording e strumenti musicali

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “jo94” ().

      Ho capito l'importanza del trattamento acustico e la sto prendendo in considerazione sicuramente prima di ogni altra mossa... da quando ho conosciuto il forum mi sto scombussolando i piani che avevo, in positivo ovviamente, il mio era un chiedere, per la curiosità di sapere! Ma ho senz'altro capito che il trattamento acustico è decisamente il primo passo da affrontare nel percorso
      *Robby*
      E non pensare che basti un tappeto e del piramidale sulle pareti... Io ho dovuto toglierlo tutto. Ovvero: non sottovalutare gli interventi che andrai a fare, forse fra tutte le cose che hai chiesto è la parte più delicata e che esige maggior accuratezza per dei buoni risultati.
      Devi capire come si comporta la tua stanza, in base a quello intervenire nel modo giusto.
      Ragazzi mi sono informato da alcuni conoscenti che sono nell'ambito e ho sentito i pareri di uno di loro che ha trattato completamente il proprio spazio da dedicare allo studio e mi ha detto che i soldi da investire per fare una buona stanza non sono pochi e considerato che io nella mia attuale abitazione sono in affitto non mi conviene più di tanto...
      Voi cosa mi consigliereste di fare?? Attendo vostre risposte! Grazieee
      *Robby*
      Molti sono nella tua situazione, trattare il tuo studio è fattibilissimo. Basta poter fare qualche foro nelle pareti, con un po' di stucco si tappano. Ti chiedo solo una cosa, prima di fare altre domande aspetta e documentati un po'... se avessi cercato in questa sezione o altrove ti saresti risparmiato la domanda. Rischi che non ti risponda più nessuno, sono argomenti già trattati decine di volte!
      Purtroppo avere una stanza con un'acustica accettabile è una questione non eludibile.

      Se questo non ti fosse possibile ti consiglio di non spendere tanti soldi in attrezzature. Eventualmente, se non vuoi investire risorse per un ambiente che già sai che prima o poi lascerai, puoi fare delle pre-produzioni e, al momento di chiudere il lavoro, portare il tutto in uno studio per mix e mastering.




      edg
      www.edrecords.it
      Buonasera a tutti, scusate se mi intrometto in questo thread ma fondamentalmente mi sembrava inutile iniziarne uno nuovo per lo stesso argomento...scrivo in quanto vorrei ricevere un vostro consiglio in merito alla scelta di effettuare o meno un trattamento acustico dell'ambiente riportato nell'immagine caricata nel link in fondo al testo.

      Come avrete modo di vedere ci sono diversi elementi sfavorevoli, tra cui stanza praticamente cubica, pavimento in marmo, porta in prossimità di uno spigolo, arredamenti (che non avrei problemi a rivestire con pannelli se necessario) e porta finestra (con tenda)...

      Per quanto riguarda le mie esigenze, mi diverto a produrre musica house/techno da 7/8 anni, più che altro per passione anche se la musica viene poi distribuita in diversi canali di vendita per cui mi piace rilasciare prodotti qualitativamente validi a prescindere dai gusti musicali. In generale, anche se più o meno ormai riesco a gestire il processo di missaggio affidandomi all'esperienza e alle varie prove in diversi impianti prima di chiudere i progetti, vorrei poter iniziare a fidarmi dell'ambiente acustico per poter operare in maniera più accurata e riuscire a sperimentare un po' di più di quanto fatto fino ad ora.

      Il mio budget sarebbe circa 600/700€ per un eventual kit, al quale aggiungerei il trattamento acustico digitale (sarei orientato sull'IK multimedia ARC 2.5 che esce a luglio).

      Il dubbio più grande però riguarda proprio il fatto di scegliere se effettuare la spesa per il trattamento dell'ambiente in oggetto oppure cercare un ambiente di base più performante (il che però comporterebbe l'ulteriore spesa dell'affitto.....).

      Grazie a tutti per la pazienza visto l'argomento trito e ritrito...!!

      we.tl/5bRxOTeLCB