Aiuto acustica control room

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Aiuto acustica control room

      Ciao a tutti, ho la fortuna di avere un posicino per registrare e fare le prove qui a casa.
      La fortuna finisce però nel momento in cui vi descrivo le dimensioni della stanza.
      Ad ora nonostante vari tentativi non ce l'ho ancora fatta a sistemare l'acustica, per cui ci lavoro ma devo controllare i brani 300 volte ovunque perchè quello che esce dai monitor non è quasi mai quello che si sente in tutte le altre fonti.. mi sono ormai abituato però vorrei riuscire a migliorare un po l'ascolto e magari grazie a voi qualcosina si riesce a fare. La mia stanza è lunga 3.70m alta 2.49 e larga soltanto 2.14. Il problema principale è proprio la larghezza.
      Molte volte ho pensato quasi quasi mi metto sul lato lungo poi però anche per comodita di passaggio alla saletta prove che uso anche come sala ripresa son sempre stato seduto con i monitor che suonano verso il lato lungo.
      Secondo voi meglio ruotarmi con i monitor che suonano verso il lato corto o sarebbe peggio ancora?

      Barzogti ha scritto:

      Secondo voi meglio ruotarmi con i monitor che suonano verso il lato corto o sarebbe peggio ancora?


      Prova
      Io preferisco essere rivolto verso il lato lungo
      Se comunque non trasli bene è probabilmente dovuto alle basse frequenze che in cuffia o in altre fonti impastano meno perchè non risuonano nell'ambiente
      Ciao
      And the movement in your brain
      Sends you out into the rain.
      (Nick Drake)
      ad 1k?
      una superficie molto vicina?

      hai un desk già installato?spostalo e fai delle misure....
      Comunque le dimensioni non ti devono preoccupare più del dovuto....
      Se non tratti la stanza acusticamente, quello che ascolti è del tutto normale.
      l'ho trattata in diversi modi nel corso di questi 3 anni ma ancora non ho trovato una soluzione, sicuramente in questo campo c'è poco spazio per l'improvvisazione. mah, il buco a mille potrebbe essere la scrivania o la tastiera che è montata proprio davanti a me?
      adesso sto vedendo come spostare un alcuni dei pannelli che mi sono costruito.
      ok gli angoli li ho coperti facendo il possibile per ora, ma ho troppe cancellazioni nel mio punto d'ascolto, per cui se le misure della stanza non sono un problema deduco che non sto riuscendo a beccare le frequenza problematiche al quarto di lunghezza d'onda
      se non hai creato dei sistemi risonanti funzionanti, potrai anche avere la stanza con le proporzioni auree perfette, ma avresti lostesso una montagna russa di problemi!

      Sposta ciò che hai tra te ed i monitor, in un punto lontano dal punto di ascolto e fai una prova.....
      Ho annotato 2 cose adesso con l'oscillatore ma che son le cose he normalmente sento..
      Buco incredibile a 100hz campana stretta (proprio non esiste la frequenza nel mio punto di ascolto), vado 20cm avanti ed è l'inferno sopra scrivania e in mezzo-sopra ai monitor.
      Tra i 130 e 160 ho un picco con campana abbastanza larga che rimane fino a metà stanza poi buco e poi ricompare in fondo sulla porta ma senzaessere così forte, direi compare giusta.
      A 290 ho un altro buco con di nuovo picco su scrivania e in mezzo ai monitor, nel resto della sala nessun problema ne buchi ne picchi.
      330 picco solo nella mia posizione di ascolto
      560 buco sul canale destro, sul sinistro ok..muovendo la testa sento di tutto fuori fase ma lì può essere posizionamento non perfetto dei monitor
      640 buco
      Dai 900 ai 1000 sento un po di buco con campana un po larga ma non ho più quel buco enorme, forse era qualcosa sulla scrivania che risuonava.
      1100 picco
      2900 picco solo canale destro ma anche qui sarà solo posizionamento penso
      3000 un altro buco abbastanza evidente
      Oltre non vado tanto è più che altro posizionamento e risonanze di oggetti e poi ci tengo alle mie orecchie.
      Queste sono quelle proprio evidenti che sente anche un sordo.
      Poi quando vado di misurazioni vien da piangere perchè ho delle montagne russe incredibili.
      Appena riesco a fare una misurazione la posto cmq la situazione è un po tragica.
      Al momento mi mancano 2 pannelli sul soffitto che appenderò con un amico ma non credo che facciano chissà che differenza

      Nordberg4 ha scritto:

      sbir, interferenze monitor/parete e modali....


      Yeah. Totalmente d'accordo con Gobert. :thumbsup:

      SBIR + modali. Più magari, normale... masse rigide magari non di stratigrafia simmetria, presenza di porte, finestre, caloriferi...

      La stanza così piccola non aiuta certamente.

      In questa cubatura hai una frequenza di Schoeder fisiologicamente altissima, quindi oltre al boom delle bassissime e subsoniche ...due valli /nulli micidiali e anche tre sono fisiologici sotto i 150 Hz.

      Devi sostanzialmente fregartene di qualsiasi diffusione.
      Hai distanza critica inesistente...
      Parola d'ordine, su mia esperienza: assorbire aggressivissimo + risuonatori aggressivissimi.
      NO HELMOLTZ CHE NON TI FUNZIONANO

      Ué, ho detto la mia.

      Opinioni personali non necessariamente condivisibili :D

      8) Teetoleevio
      Produrre o mixare un brano in una stanza non trattata acusticamente equivale a correre di notte in autostrada a fari spenti: non vedi un razzo. :D
      Non è colpa tua, è che semplicemente non senti bene quello che stai facendo, anche se hai 10 Distressor. TRATTA LA TUA STANZA ! Dai retta a zio Teeto !
      Grazie a tutti davvero, inizio ora a pensare ad assorbire meglio, non vorrei solo continuare a spendere inutilmente, forse senza un progetto ad hoc difficilemente potrò migliorare.
      In realtà ho praticamente quasi 10 metri x 5 in cui posso costruire da zero e questa stanzetta può diventare un vocal booth magari.. detto ciò conviene che non spendo più nulla nella mia stanzetta e aspetto di avere budget per costruire da zero magari con un progetto ben fatto da un addetto ai lavori?
      Sono in un cortile senza problrmi con i vicini quindi la situazione sarebbe ottima. Il problrma è tirar su da zero ci vanno decine di migliaia di euro a fare tutto

      Barzogti ha scritto:


      Sono in un cortile senza problemi con i vicini quindi la situazione sarebbe ottima. Il problrma è tirar su da zero ci vanno decine di migliaia di euro a fare tutto


      Decine di migliaia di euro?

      No, :D

      Nel senso che l'isolamento acustico/fonoimpedenza è di gran lunga il procedimento più costoso nella realizzazione di uno studio.

      I costi degli involucri fonoimpedenti sono tosti quando sei in condominio, hai necessità di batteria acustica 24h su 24 e hai vicini uno sopra uno sotto, uno a destra e uno a sinistra....

      In questi casi magari non hai diverse decine di migliaia di euro, ma qualche migliaio sì. Se hai 5x10x 270, se parli di regia hai una dimensione eccellente. Ovviamente se parti da zero puoi razionalizzare al massimo i rapporti dimensionali...

      Se non hai particolari problemi con i vicini, ma la tua necessità è sostanzialmente quella della "sola" correzione acustica interna, se hai buona volonta e un po' di tempo a disposizione, e/o magari qualcuno che ti aiuti, i costi per l'autocostruzione sono molto molto molto più bassi, sostanzialmente irrisori, non certo decine di migliaia di euro, se hai le idee chiare e buon piglio.

      Il costo fisico dei soli materiali per una regia di media cubatura (24-28 mq) è al massimo 2-3.000 Euro se vuoi fare le cose già MOLTO bene. A cui aggiungere i costi dell'illuminotecnica, e di estetiche superficiali "deluxe", magari diffusori quadratici commerciali, corpi illuminanti belli per illuminazione diretta o indiretta, arredi studio - desk o poltroncine di un certo tipo o altro.

      E con questo tipo di cifre anche esteticamente puoi fare benissimo. Al posto di un Chandler Curve Bender ti fai tutto lo
      studio. Serio. Se devi solo fare gli interni e non gli involucri o impianti di ricambio aria / caldo e freddo.

      L'importante è progettare seriamente TUTTO PRIMA in ogni minimo dettaglio e non improvvisare mentre fai lo studio, perchè l'acustica interna, in particolare nelle regie stereo, è nel 90% opposta al criteri dell'isolamento acustico, e ancora di più totalmente opposta al "buon senso" comune, "edile".

      Se sai come fare, o qualcuno ti dice specificamente e precisamente come fare, puoi avere risultarti sorprendenti con costi ridicoli.

      Chiedi a Gobert o Hank che in questo forum hanno costruito studi inizialmente definiti "home" con eccellenti risultati.

      Io mi tiro fuori, ovviamente. :D Sto solo cercando di dare informazioni chiare e controcorrente spingendo sempre all'approfondimento senza "bersi" le minc*iate apparentemente specializzate che trovate sulla prima pagina di Google in siti superpatinati ma senza contenuti e garanzie reali nei costi e nei risultati finali.

      Se ti affidi alla cieca a ditte standard, apparentemente specializzate, poiché in realtà l'aspetto più costoso è davvero la manodopera, nella percentuale MAX 25% costo materiali e MIN 75% costo manodopera, è lì che rischi di spendere davvero una tombola, con costi totalmente inaspettati e normalmente triplicati rispetto al preventivo iniziale di chi ti dà una stima sommaria "a spanne", non analitica e quantitativa.

      Pensare a "un tot al chilo", o "un tot al mq" nella costruzione dello studio è molto pericoloso.
      Rischi di sforare almeno del doppio, soprattutto se hai davanti mestieranti con poca etica che guadagnano ricaricando per sé ogni fornitura e cercando solo di farti spendere il più possibile..

      L'unico modo per avere un buono studio, anche professionale, e/o che dia addirittura dei punti a grandi strutture professionali di qualche anno fa, secondo me è ormai solo quello di rimboccarsi le maniche e procedere, quanto più possibile, salvo poche voci d'opera specialistiche di impianti di ricambio d'aria e porte acustiche, o ovviamente impianti elettrici certificati. ad autocostruzione.

      Se autocostruisci i costi sono molto bassi.
      Molto molto meno rispetto a una normale ristrutturazione di casa, se devi fare solo i trattamenti acustici interno.

      Se non puoi autocostruire, ma almeno reperisci tu direttamentei materiali specifici e trovi qualcuno che costruisca con i materiali da te approvvigionati, senza alcun ricarico da parte loro, anche qui, risparmi moltissimo.

      Devi saltare i passaggi, eliminare ogni intermediario e agire direttamente, con pazienza, pianificazione anticipata in ogni dettaglio, e spirito costruttivo.

      Questo è nel 2017 secondo me l'unico modo sostenibile di avere uno studio performante e magari anche appetibile esteticamente al minore costo possibile. Che tu sia home, pro, o pri pro prot...

      Guarda lo studio privato dei Coldplay... e non credo abbiano problemi di budget.
      Ma hanno messo attitudine nel volere creare uno spazio confortevole e con pochi fronzoli.
      E' tutto in autocostruzione.

      Opinioni personali nella mia esperienza professionale, non necessariamente condivisibili, ovviamente. :D

      Spero di averti dato delle idee.

      La costruzione del proprio studio è un'esperienza talvolta faticosa, ma ...unica. :thumbsup:

      E la soddisfazione finale, in particolare se l'acustica risultante, misurata come si deve, funziona alla grande, è per me impagabile.


      8) Teetoleevio
      Produrre o mixare un brano in una stanza non trattata acusticamente equivale a correre di notte in autostrada a fari spenti: non vedi un razzo. :D
      Non è colpa tua, è che semplicemente non senti bene quello che stai facendo, anche se hai 10 Distressor. TRATTA LA TUA STANZA ! Dai retta a zio Teeto !

      Il messaggio è stato modificata 2 volte, ultima modifica da “teetoleevio” ().

      Grandissimo ti ringrazio per l'ampia e dettagliata risposta cmq le decine di migliaia erano intese perche devo gettare ancora il cemento a terra poi tirare su i muri ecc. Avessi già i muri in piedi sarei già li a procedere. Si tratta di costruire da zero. Al momento ho un muro alle spalle e tanta terra sotto ai piedi.
      Si beh in realtà devo considerare anche l'impianto di ricircolo e riscaldamento anche perchè avrò anche un pianoforte a mezzacoda da mettere non voglio rovinarlo. :D