Quanto può costarmi assumere una persona competente nelle tecniche di registrazione e mixaggio?

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Quanto può costarmi assumere una persona competente nelle tecniche di registrazione e mixaggio?

      La strumentazione che voglio l' ho acquistata io con soldi sudati, lo studio potrei farlo in un luogo apposito (preferibilmente isolato). Eseguirò io le parti composte su tutti gli strumenti, ma mi serve che qualcuno stia al timone e mi aiuti a professionalizzare i miei brani per pubblicazione e vendita. Insomma, lo scopo sarebbe quello di autoprodurre un album e renderlo commerciale non ai livelli delle grandi case discografiche ma che sia ascoltabile e valga la pena acquistare. Avendo libertà di decidere, senza avere qualcuno imposto di ruolo, così da creare una maggior affinità fra il mio ed il suo lavoro. Potendo regolare meglio i turni, senza fare le cose di fretta ma con calma, e non esser sottoposto a pressioni per i costi (fondamentale visto che sono ansioso). Quello che mi chiedo: il setup di registrazione sarebbe sufficiente? Ho visto che gli studio hanno tanta strumentazione, molte di queste possono essere emulate visto che costano troppo (tipo il mixer). Io vorrei imitare l' analogico attraverso il digitale. Quindi, le registrazioni non saranno in direct ma registrate microfonicamente.

      Il setup essenzialmente è composto da:

      2 monitors professionali (mixaggio)
      1 stereo 2.1 normale (per prove)
      1 stereo 2.0 normale (per prove)
      1 Scheda audio di fascia alta (non direct)
      2 paia di cuffie per mixaggio (per prove/mixaggio)
      2 microfoni per strumenti (per registrare cabinet)
      1/2 microfoni per voce
      1 pc potente assemblato
      1 software di registrazione + plugins gratuiti
      cavi

      Il setup strumentale includerebbe:

      3 chitarre elettriche
      2 chitarre acustiche
      2 bassi
      1 batteria con 2 set di pelli
      3 ampli chitarra
      2 ampli basso
      aste microfoniche
      cavi ed accessori

      Tecniche registrazione:

      mono
      stereo (anche su batteria - preferisco così)

      Intanto vorrei chiedere: come trovare e dove trovare una persona competente? E soprattutto quanto costerebbe?
      Sarebbe sufficiente la strumentazione in mio possesso?

      I generi sarebbero: rock, blues, jazz, etc.. Musica fatta col <3.

      PS: Ho notato che spesso hanno dei rack con diversa strumentazione con uno squinterno dipotenziometri. Genericamente non ho una chiara idea di cosa siano e come vengano adoperati, ne se sono necessari. So però che costano parecchio eheh.

      Il messaggio è stato modificata 4 volte, ultima modifica da “Warmuser” ().

      Perchè non fai il tracking nel tuo studio e poi invii le varie tracce da mixare a qualcuno che lo fa con calma nel proprio studio, con strumentazione, software ecc propri?

      Dovessi farlo io preferirei eventualmente fare il tracking nel tuo studio e poi lavorare con calma nel mio studio con la mia strumentazione, ambiente che conosco ecc.

      Questa è la mia personale opinione.
      Saluti Mirco.
      ...le macchine non aggiungono nulla all'anima della musica.

      mirco_band ha scritto:

      Quanto può costarmi assumere una persona competente nelle tecniche di registrazione e mixaggio? - Lo studio : foto e domande - Homestudioitalia | Il forum italiano di home recording e strumenti musicali[/url]']Perchè non fai il tracking nel tuo studio e poi invii le varie tracce da mixare a qualcuno che lo fa con calma nel proprio studio, con strumentazione, software ecc propri?

      Dovessi farlo io preferirei eventualmente fare il tracking nel tuo studio e poi lavorare con calma nel mio studio con la mia strumentazione, ambiente che conosco ecc.

      Questa è la mia personale opinione.


      Voglio essere presente durante il mixing, quindi semplicemente non mi metto a delegare il lavoro in previsione di uno sviluppo "ad occhi chiusi", perché ho l' idea del brano finito e per questo ho bisogno di realizzarlo in modo che combaci con le mie aspettative. Trovandomi nel mio home studio però, in caso di necessità, potrei effettuare correzioni, accorgimenti, improvvisazioni, etc.. avendo la strumentazione a portata di mano. Senza dover fare avanti e dietro tra uno studio e l' altro. Inoltre, ho bisogno lo stesso di una persona che assetti il tutto nel modo corretto mentre eseguo le parti. Ci avevo già pensato alla soluzione che mi hai proposto, lo ammetto sembra la cosa più probabile. Tutto dipende dai prezzi anche. Vedremo! Avevo pensato di trattenere dai 500 ai 1500 per questo scopo, insomma per fare una cosa seria.

      Ma esattamente cosa cambierebbe, a parte le abitudini della persona, se utilizzasse la mia strumentazione per mixare? Premetto è roba di fascia "alta" (fra virgolette perché ovviamente non lo è in confronto a roba ce costa migliaia d' euro, però fa il suo onesto lavoro ahah). Monitor Yamaha, scheda SPL, microfoni Shure, etc..

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “Warmuser” ().

      Warmuser ha scritto:

      mirco_band ha scritto:

      Quanto può costarmi assumere una persona competente nelle tecniche di registrazione e mixaggio? - Lo studio : foto e domande - Homestudioitalia | Il forum italiano di home recording e strumenti musicali[/url]']Perchè non fai il tracking nel tuo studio e poi invii le varie tracce da mixare a qualcuno che lo fa con calma nel proprio studio, con strumentazione, software ecc propri?

      Dovessi farlo io preferirei eventualmente fare il tracking nel tuo studio e poi lavorare con calma nel mio studio con la mia strumentazione, ambiente che conosco ecc.

      Questa è la mia personale opinione.


      Voglio essere presente durante il mixing, quindi semplicemente non mi metto a delegare il lavoro in previsione di uno sviluppo "ad occhi chiusi", perché ho l' idea del brano finito e per questo ho bisogno di realizzarlo in modo che combaci con le mie aspettative. Trovandomi nel mio home studio però, in caso di necessità, potrei effettuare correzioni, accorgimenti, improvvisazioni, etc.. avendo la strumentazione a portata di mano. Senza dover fare avanti e dietro tra uno studio e l' altro. Inoltre, ho bisogno lo stesso di una persona che assetti il tutto nel modo corretto mentre eseguo le parti. Ci avevo già pensato alla soluzione che mi hai proposto, lo ammetto sembra la cosa più probabile. Tutto dipende dai prezzi anche. Vedremo! Avevo pensato di trattenere dai 500 ai 1500 per questo scopo, insomma per fare una cosa seria.

      Ma esattamente cosa cambierebbe, a parte le abitudini della persona, se utilizzasse la mia strumentazione per mixare? Premetto è roba di fascia "alta" (fra virgolette perché ovviamente non lo è in confronto a roba ce costa migliaia d' euro, però fa il suo onesto lavoro ahah). Monitor Yamaha, scheda SPL, microfoni Shure, etc..


      La roba "Alta" è relativa. Alta non vuol dire "giusta". Magari quel microfono li a me (tecnico) non piace come resa così come magari non mi trovo a missare su monitor Yamaha etc
      Inoltre, cosa fondamentale, l'ambiente della stanza, magari adeguato alla ripresa e non adeguato al mix. Dato che cerchi un lavoro "Pro" questo è un aspetto da non sottovalutare.
      Inoltre come tecnico gradirei avere la mia DAW, i miei plug, i miei template etc. Se tu usi Cubase(ad esempio) ed il tecnico usa Pro Tools già non si va troppo d'accordo... Insomma questo per dirti che se vuoi una cosa come dici tu, una sorta di tecnico competente ma che usi le tue cose e che di suo ci metta solo la conoscenza credo ti costi parecchio, personalmente per lavorare in una condizione di questo tipo dovendo (inevitabilmente) cambiare il proprio workflow un professionista non si smuova per meno di 30-35€/h.
      Ritengo la soluzione di Mirko la piu adeguata alle tue esigenze
      Da quanto mi pare di capire tu non hai esperienza di registrazione di un cd.
      Dici di avere le idee chiare, ma di riservarti di fare aggiunte/modifiche/sistemazione delle parti in fase di missaggio (!).

      Se è vero il primo punto io credo che dovresti prendere in considerazione l'idea di affidarti ad una persona di esperienza, e concentrarti solo sulla produzione di provini, perché non c'è niente di meglio (sia per contenere tempi e costi che per la qualità finale), che avere del materiale ultrapronto per la registrazione, con le parti testate a prova di bomba, con già i provini fatti (ma fatti bene, non "massì, dopo qui cambio e sento come suona meglio").
      Lasciando al fonico ogni scelta tecnica, ossia registrare da te o da lui, con quali mezzi, eccetera.

      Il rischio, se manca una guida ad esperienza consolidata, è di rendere necessarie diverse centinaia di ore di tecnico, e soprattutto di perdere la bussola,

      Andrea_93 ha scritto:

      ']

      Warmuser ha scritto:

      mirco_band ha scritto:

      Quanto può costarmi assumere una persona competente nelle tecniche di registrazione e mixaggio? - Lo studio : foto e domande - Homestudioitalia | Il forum italiano di home recording e strumenti musicali']Quanto può costarmi assumere una persona competente nelle tecniche di registrazione e mixaggio? - Lo studio : foto e domande - Homestudioitalia | Il forum italiano di home recording e strumenti musicali[/url]']Perchè non fai il tracking nel tuo studio e poi invii le varie tracce da mixare a qualcuno che lo fa con calma nel proprio studio, con strumentazione, software ecc propri?

      Dovessi farlo io preferirei eventualmente fare il tracking nel tuo studio e poi lavorare con calma nel mio studio con la mia strumentazione, ambiente che conosco ecc.

      Questa è la mia personale opinione.


      Voglio essere presente durante il mixing, quindi semplicemente non mi metto a delegare il lavoro in previsione di uno sviluppo "ad occhi chiusi", perché ho l' idea del brano finito e per questo ho bisogno di realizzarlo in modo che combaci con le mie aspettative. Trovandomi nel mio home studio però, in caso di necessità, potrei effettuare correzioni, accorgimenti, improvvisazioni, etc.. avendo la strumentazione a portata di mano. Senza dover fare avanti e dietro tra uno studio e l' altro. Inoltre, ho bisogno lo stesso di una persona che assetti il tutto nel modo corretto mentre eseguo le parti. Ci avevo già pensato alla soluzione che mi hai proposto, lo ammetto sembra la cosa più probabile. Tutto dipende dai prezzi anche. Vedremo! Avevo pensato di trattenere dai 500 ai 1500 per questo scopo, insomma per fare una cosa seria.

      Ma esattamente cosa cambierebbe, a parte le abitudini della persona, se utilizzasse la mia strumentazione per mixare? Premetto è roba di fascia "alta" (fra virgolette perché ovviamente non lo è in confronto a roba ce costa migliaia d' euro, però fa il suo onesto lavoro ahah). Monitor Yamaha, scheda SPL, microfoni Shure, etc..


      La roba "Alta" è relativa. Alta non vuol dire "giusta". Magari quel microfono li a me (tecnico) non piace come resa così come magari non mi trovo a missare su monitor Yamaha etc
      Inoltre, cosa fondamentale, l'ambiente della stanza, magari adeguato alla ripresa e non adeguato al mix. Dato che cerchi un lavoro "Pro" questo è un aspetto da non sottovalutare.
      Inoltre come tecnico gradirei avere la mia DAW, i miei plug, i miei template etc. Se tu usi Cubase(ad esempio) ed il tecnico usa Pro Tools già non si va troppo d'accordo... Insomma questo per dirti che se vuoi una cosa come dici tu, una sorta di tecnico competente ma che usi le tue cose e che di suo ci metta solo la conoscenza credo ti costi parecchio, personalmente per lavorare in una condizione di questo tipo dovendo (inevitabilmente) cambiare il proprio workflow un professionista non si smuova per meno di 30-35€/h.
      Ritengo la soluzione di Mirko la piu adeguata alle tue esigenze


      Ok dai, grazie per avermi illustrato le cose. Comunque, eventuali consigli per rendere la camera (rettangolare) più adatta alla registrazione, almeno delle parti strumentali & voce? Cosa mi converrebbe acquistare per rendere la camera quanto più adatta per dare un ottimo tono per le esecuzioni? PS: Logicamente se sto investendo soldi in questo progetto è perché credo che ne valga la pena. Non sono il tipo di persona che si azzarda in progetti ingiustificati.

      Lattugo ha scritto:

      Quanto può costarmi assumere una persona competente nelle tecniche di registrazione e mixaggio? - Lo studio : foto e domande - Homestudioitalia | Il forum italiano di home recording e strumenti musicali[/url]']Da quanto mi pare di capire tu non hai esperienza di registrazione di un cd.
      Dici di avere le idee chiare, ma di riservarti di fare aggiunte/modifiche/sistemazione delle parti in fase di missaggio (!).

      Se è vero il primo punto io credo che dovresti prendere in considerazione l'idea di affidarti ad una persona di esperienza, e concentrarti solo sulla produzione di provini, perché non c'è niente di meglio (sia per contenere tempi e costi che per la qualità finale), che avere del materiale ultrapronto per la registrazione, con le parti testate a prova di bomba, con già i provini fatti (ma fatti bene, non "massì, dopo qui cambio e sento come suona meglio").
      Lasciando al fonico ogni scelta tecnica, ossia registrare da te o da lui, con quali mezzi, eccetera.

      Il rischio, se manca una guida ad esperienza consolidata, è di rendere necessarie diverse centinaia di ore di tecnico, e soprattutto di perdere la bussola,


      E' vero, mai registrato in studio professionalmente però ho idea di come si fa, non parto senza sapere nulla, ho cercato di informarmi per molto tempo, guardando documentari, video, etc.. Tutto quello che potevo sapere riguardo queste cose, ho cercato di apprenderlo al meglio. Ho già un'idea generale di come va fatto il lavoro. Cmq era l' opposto per quanto riguarda aggiungere parti, etc.. Quello che non voglio assolutamente è ritoccare i brani come fanno odiernamente per fine commerciale ovvero: autotune, brani corretti con filtri vari, etc.. Io voglio un suono molto grezzo, naturale.

      Tranquillo, come premesso non mi metto a spendere soldi senza sapere cosa fare. Ho bisogno solo di una persona competente, il resto me lo gestisco autonomamente. Registrare su CD? Sorpassato, preferirei qualcosa in digitale come FLAC 24bit 96khz che è oltremodo migliore. Ho ascoltato una rimasterizzazione di Roger Waters - The Pros and Cons of Hitch Hiking, alcuni albums rimasterizzati di David Bowie, ma soprattutto le rimasterizzazioni di Jimi Hendrix. Wow, favolose. Mai ascoltato musica così ben definita. Ecco il perché.

      Il messaggio è stato modificata 2 volte, ultima modifica da “Warmuser” ().

      Parti strumentatili tipo? batterie? clavicembali? Timbala? Arpe? Il progetto acustico di una stanza non lo puoi improvvisare o "montare" seguendo le istruzioni di qualcuno di qualche forum o articolo trovato online. Ed il tono all'esecuzione lo dai a manina se sei un bravo musicista, se suoni agli Abby Road ma fai pena a suonare il "tono" sarà sempre na' schifezza :P
      Se vuoi fare dell'home recording ti consiglio di investire in qualche corso (online o fisico) dove impari le basi e la teoria.
      Poi potrai provare a trattare la stanza per farla rendere al meglio, registrare tutto quello che ti interessa registrare, zippare il tutto e mandarlo a missare ad un professionista, o budget permettendo, affittare professionista e location ed essere presente in fase di mix.
      Le produzioni odierne non sono (poche) tutte ritoccate. Però sono studiate a tavolino, non sono sicuramente buttate li con rec in presa diretta un 58 sulla voce e via. Ed i filtri fortunatamente vengono usati, altrimenti sai che macello?! :D

      Dici che non ti metti a spendere soldi senza sapere cosa fare, ok ma dato che non mi sembra che tu sappia in modo preciso cosa c'è dietro tutto questo, meglio affidare tutto a qualcuno competente, limitandoti a suonare o arrangiare, il tuo progetto ne trarrà sicuramente vantaggi

      Warmuser ha scritto:



      E' vero, mai registrato in studio professionalmente però ho idea di come si fa, non parto senza sapere nulla, ho cercato di informarmi per molto tempo, guardando documentari, video, etc.. Tutto quello che potevo sapere riguardo queste cose, ho cercato di apprenderlo al meglio.


      Eheh... tieni presente che l'esperienza vera e propria la fai sul campo, e non è che basta un disco.
      Quando ne hai pubblicati due o tre cominci ad avere un'idea.


      Ho già un'idea generale di come va fatto il lavoro. Cmq era l' opposto per quanto riguarda aggiungere parti, etc.. Quello che non voglio assolutamente è ritoccare i brani come fanno odiernamente per fine commerciale ovvero: autotune, brani corretti con filtri vari, etc.. Io voglio un suono molto grezzo, naturale.


      Non mi riferivo a quello, ma ad avere strutture ed arrangiamenti a prova di bomba. E le parti nelle mani. A quel punto la registrazione diventa veloce (e viene bene).
      Ma, ancora, per capire le priorità (nella preparazione e nella realizzazione), ti ci devi essere trovato prima.
      Puoi imparare la lezione affidandoti a qualcuno almeno per il primo disco, o "in modo brutale" quando deciderai di sperimentare sulla tua pelle.
      A te la scelta.


      Registrare su CD? Sorpassato, preferirei qualcosa in digitale ...


      Intendevo registrare "un album" intero in senso generico, non mi riferivo al supporto.
      Per fare ciò che chiedi, e rientrare nelle metodologie che richiedi, credo avresti bisogno di qualcuno bravo. Un "novello", per quanto se appassionato ti darebbe sicuramente tutta l' attenzione e la dedizione possibili, temo non riuscirebbe a raggiungere un buon risultato con i limiti che stai imponendo con le tue richieste.

      Un tecnico in grado di tirarti fuori un prodotto funzionale in questo modo, ricoprendo i ruoli che richiedi che in realtà sono più di uno, direi a spanne che potresti trovarlo tra le 1500€ e le 6000€, ipotizzando un mesetto di lavoro.
      A queste probabilmente dovrai aggiungere un tot per vitto, alloggio e spostamento.

      Alla luce dei costi e del risultato ottenibile, che è tanto vincolato dall' ambiente e dalla strumentazione (che tu immagini essere di buona qualità, invece a quanto pare sono meno di un project studio abbastanza entry level), non credo ti converrebbe rispetto ad andare direttamente in uno studio attrezzato con all' interno il suo tecnico.
      Forse pagheresti addirittura meno, per avere un prodotto che senza dubbio sarebbe di gran lunga migliore.
      Giampiero Ulacco
      Mixing Engineer
      Quoto assolutamente Papedroga. Il tuo è decisamente un caso in cui andare nel classico studio di registrazione e pagare i locali e il tempo del tecnico sia per tracking che per il missaggio è la soluzione di gran lunga migliore.
      A proposito di un paio di cose che hai detto/chiesto incidentalmente:
      1) trattamento della stanza: fatta seriamente costa probabilmente molto di più di quello che pensi (da quanto posso dedurre dalla tua domanda veloce). Per darti una idea potremmo stare sui 4000 euro di pannelli per una stanza media (molte bass trap, qualche pannello broadband, qualche diffusore).
      2) La tua idea di fare tutto "molto grezzo" senza "Autotune" nè "filtri". Nella mia esperienza semplicemente non funziona, ti direi solo di metterla in discussione e casomai sperimentare assieme al tecnico i diversi tipi di intervento per valutare quali ritieni eccessivi, e quali invece semplicemente migliorativi. Suppongo che rimarrai sorpreso.
      Intanto, difficilmente si usa Autotune in mix: I più usano Melodyne o VariAudio (Cubase), anche nota per nota, e selettivamente. Ho ascoltato dischi rovinati dal melodyne, ma questo non vuol dire niente: lo strumento è ottimo, tutto sta nel come e dove si usa.

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “gobbetto” ().

      Warmuser ha scritto:

      Ho visto che gli studi hanno tanta strumentazione, molte di queste possono essere emulate visto che costano troppo (tipo il mixer). Io vorrei imitare l'analogico attraverso il digitale. Quindi, le registrazioni non saranno in direct ma registrate microfonicamente.
      Se ritieni che un mixer costi troppo, non sai quanto costano i microfoni, moltiplicando anche il costo unitario per la quantità, dato che una buona ripresa della batteria non si fa con due microfoni, tanto più in una stanza senza un ottimo trattamento acustico!
      Gianluca
      Youtube: goo.gl/522kv4
      A me crea disagio anche solo lavorare nel mio studio sul mio computer con una daw che non è quella mia abituale. Per dirne una, sono fermo a Logic Express 9 (dato che non lo uso più, sono ritornato a Cubase da un bel po' di anni) e certi plugin sono diventati incompatibili con Logic in seguito ad alcuni aggiornamenti: se mi trovo a lavorare con quella daw, non posso usare alcuni effetti con cui sono solito arrivare al risultato in un attimo e mi trovo invece a dover cercare un risultato simile con altri effetti... nella migliore delle ipotesi, spreco del tempo che altrimenti avrei potuto dedicare a lavorare meglio il brano. Questo senza stare a tirare in ballo il sistema di ascolto...


      E' una bella sfida chiedere ad un tecnico di lavorare in uno studio che non è il suo, su un setup che non è il suo e che verosimilmente è più scarno... per cercare di stare nella tua comfort zone, stai chiedendo al tecnico di uscire (e pure molto) dalla sua.
      Mettendomi nei panni del tecnico, credo che chiederei una tariffa più alta e/o tempi più lunghi...


      Dal mio punto di vista, ti direi di cercare di fare (da solo) dei buoni provini nel tuo studio, curando la scrittura, l'esecuzione, la scelta dei suoni, ecc. Non serve che in questa fase i brani suonino bene come un disco finito (ma non devono neanche essere buttati là: devono essere delle demo abbastanza rappresentative del prodotto finale), l'obiettivo è fare in modo che i brani funzionino e sia ben chiara la direzione che dovranno prendere nelle fasi successive. Prenditi il tempo che ritieni necessario e lavora senza affanno.

      Idealmente dovresti registrare i provini per tutti i brani; se intendi spaziare molto come sound (dal rock al jazz...), cerca di fare una demo che sia significativa almeno per ogni tipologia di brano. L'importante è che le idee siano ben chiare per tutti i brani, in modo di non avere ripensamenti nelle fasi successive (cose minime ci possono stare, ma niente che stravolga i brani come nuovi assoli e via dicendo).

      Finita questa fase di preparazione, cerca un buon tecnico con cui lavorare. Discuti insieme a lui dei risultati che vuoi raggiungere (dagli dei riferimenti per spiegargli cosa hai in mente) e usa le tue demo come base per capire da che punto ci si muove. Provate a discutere di cosa ti piace e cosa non ti piace nelle tue demo, fagli presente se ci sono delle parti che non hai registrato ma che vorresti aggiungere... Insomma, cerca di fare un piano dei lavori insieme al tecnico.

      Probabilmente il tecnico ti chiederà di lavorare nel suo studio (per tutto o per alcune parti), ma giunto a questo punto non dovrebbe crearti imbarazzi o ansia perché ormai conoscerai bene i tuoi brani e avrai ben chiaro il risultato che vuoi ottenere... a questo punto sarai ben sicuro di te! Magari per i primi brani le cose procederanno un po' più lentamente perché è naturale dover prendere un po' le misure e correggere un po' il tiro (almeno finché non c'è un certo rapporto col tecnico), ma poi le cose dovrebbero procedere più agevolmente.


      Se tempi e budget ti creano ansia, ti direi di:
      - stimare le attività con tempi più larghi rispetto a quelli che prevedi che siano quelli effettivamente richiesti, in modo di aver margine per sforare (entro un certo limite, ovviamente!) ed eventualmente di prevedere dei "giorni cuscinetto" nel calendario dei lavori, con attività che eventualmente possono essere fatte slittare (o che nel caso si usano per riprendere fiato e lucidità per i passaggi successivi).
      - stimare le attività con un budget inferiore (ma comunque realistica!!!) rispetto a quello massimo disponibile, così sai che eventualmente puoi sforare un po' senza particolari problemi.

      Per me, sapere di avere un po' di margine è fondamentale per lavorare bene, mi toglie l'ansia (entro certi limiti, ovviamente!); lavoro male quando mi sento il fiato sul collo... Poi magari sto benissimo nei tempi e budget più stretti, ma è una questione psicologica.


      Se ciò che muove la richiesta iniziale è cercare di lavorare senza ansia (pensiero che condivido pienamente), magari si possono trovare delle strategie che ti fanno lavorare tranquillo e allo stesso tempo permettono a chi ti assiste nel lavoro di rendere al massimo... in fondo penso sia questo l'obiettivo, no?


      Opinioni personali, ovviamente!
      bye bye
      Altre due considerazioni:

      1) "Tutto molto grezzo": filosofia che condivido su certi tipi di lavori, purché non si accompagni a esecuzioni/registrazioni "zoppicanti". Se decidi di adottare un suono più grezzo, deve suonare come un "volutamente grezzo" e non un "grezzo per carenze". Personalmente sono abbastanza contrario all'editing pesante e autotune e soci, però penso che la contropartita sia la necessità di esecuzioni qualitativamente alte....
      Al di là delle convinzioni personali, l'importante è che l'ascoltatore percepisca quello che ascolta come una scelta e non come una carenza; se scegli di non usare autotune per motivi etici, dovrai prendere le necessarie contromisure in termini di esecuzione.


      2) Dato che si parla di album e di generi anche abbastanza distanti tra loro (rock, jazz), mi permetto di insistere sulla questione dei provini. Dal format "album" mi aspetto una certa coerenza d'insieme, al di là delle differenze anche importanti tra i brani (in altre parole deve suonare come un album, non come una compilation). I provini possono essere utili in tal senso, perché li puoi usare per avere una visione d'insieme e limare il materiale prima di passare alle registrazioni definitive.
      bye bye
      Quoto in pieno il punto 1 di Sin night.

      Se vuoi un album che suoni "grezzo" devi saperlo fare "grezzo" ma ben fatto.

      Non esiste lasciare un cantato approssimativo e delle esecuzioni mediocri con la scusa: "è perchè deve suonare grezzo". E' solo una scusa per giustificare carenze esecutive e magari budget limitati per l'editing.

      Un pò come se paragonassimo un casa in stile "ipermoderno" e una in stile "rustico": rustico non significa "diroccato".
      Saluti Mirco.
      ...le macchine non aggiungono nulla all'anima della musica.

      Warmuser ha scritto:


      Il setup essenzialmente è composto da:

      2 monitors professionali (mixaggio)
      1 stereo 2.1 normale (per prove)
      1 stereo 2.0 normale (per prove)
      1 Scheda audio di fascia alta (non direct)
      2 paia di cuffie per mixaggio (per prove/mixaggio)
      2 microfoni per strumenti (per registrare cabinet)
      1/2 microfoni per voce
      1 pc potente assemblato
      1 software di registrazione + plugins gratuiti
      cavi


      Potresti essere più preciso su questo punto, con marca e modelli? Non leggo il preamplificatore microfonico...
      Un tecnico con una fedina penale pulita non si verrebbe ad impelagare in una situazione come quella che proponi, della serie "si sa dove si comincia ma non si sa dove si va a finire". Siccome mi sembri molto convinto corri in concreto qualche rischio: l'"override" e cioè instaurare un meccanismo di autodistruzione fatto dell'atteggiamento purtroppo "vessatorio" da parte tua (committente che vuoi entrare nel lavoro di un altro) ai danni del tecnico che si troverà probabilmente a divenire esecutore materiale del tuo volere senza necessariamente concordare. Caso 2 puoi trovare il tecnico con la fedina meno pulita che ti propone un accordo a consumo tipo inizia a cacciare 2000€ per un tot di ore. Quando le finiamo ne cacci altre 2000 per continuare... :D

      Edit:
      già immagino la scena apocalittica delle discussioni che potresti instaurare assumendo di sapere cose perchè le hai viste in un documentario... secondo me ti conviene, come ti hanno già detto, di prendere qualche giornata in uno studio ed iniziare a renderti conto delle problematiche da affrontare.
      se vendete il database mi incazzo.