Gobos per sala di ripresa temporanea

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Gobos per sala di ripresa temporanea

      Ciao a tutti, vorrei un consiglio rispetto ad una situazione particolare: ho un garage completamente insonorizzato (non trattato acusticamente, proprio riempito di fonoassorbenti) che utilizzo con una band come sala prove. Lo spazio è quindi condiviso, ma vorrei poter utilizzare questo posto per registrare la chitarra elettrica approfittando dello spazio a disposizione r piazzando un microfoni per catturare un po' di ambiente (quindi non isobox che hanno un margine di manovra troppo limitato). Il problema è che non esiste una sala di ripresa e vorrei chiedervi un consiglio sulla possibilità di crearne una temporanea dividendo ad esempio a metà il garage con dei gobos che poi andrei a rimuovere ogni due settimane per fare le prove con il gruppo.
      Vorrei poter isolare il più possibile a costo di costruire questi pannelli a misura in modo da poter avere una "regia" (scrivania con monitor) con un ascolto almeno accettabile.
      Può funzionare?
      Non riesco a capire, hai bisogno di dividerlo perchè le tue macchine di ripresa sono troppo rumorose, e quindi invaderebbero la registrazione? Perchè l'ambiente insonorizzato non ti da il giusto "ambiente" da riprendere con i microfoni?
      Per quanto riguarda la regia, e per quanto ne capisca io, dubito che si riesca ad ottenere qualcosa di decente in termini di ascolto in un ambiente NON fisso e soprattutto non "misurato" per questa esigenza.
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      Ciao, grazie per la risposta. In realtà il motivo per cui vorrei dividere è quello di ascoltare in real time il suono del microfono per deciderne il posizionamento, a questo scopo mi chiedo se esistano metodi diversi per testare il suono e decidere. Ad esempio ho provato in cuffia ma il suono è sempre influenzato da quello dell'amplificatore vero. Come si fa un posizionamento soprattutto di microfoni d'ambiente senza una regia?
      Lo scopo della regia era quindi quello di avere un provvisorio ambiente almeno un po' isolato dall'ambiente di ripresa, ma se esistono altri modi ben venga. Tra l'altro mi chiedo a meno di avere un'asta motorizzata come si fa a scegliere il suono essendo da solo.
      Forse in realtà si fanno delle sessioni di test per conoscere l'ambiente in vari posizionamenti e poi si va "alla cieca" sulla base dell'esperienza?
      Le sto pensando tutte..
      Ho capito! Ma a meno di grosse botte di culo, non avrai comunque i mezzi per fare questo tipo di determinazione, e ti spiego perchè!
      Anche ad avere una regia completamente isolata dalla sala ripresa, questa regia deve essere "trattata" per avere un ascolto preciso e fedele. Ovvero dotata di buoni monitor, posizionati accuratamente, e un'ambiente "sterile" acusticamente che non tagli o solleciti troppo alcune frequenze rispetto ad altre. Tutto ciò comporta soldi da investire in un professionista che con adeguata apparecchiatura "misuri" l'ambiente e i materiali da utilizzare per correggerlo. E parecchia, molta, tanta gavetta/esperienza/ascolto critico, che non si accumula dalla sera alla mattina.
      Capirai che dopo un investimento simile di qualche migliaio di eurini, ti passa la voglia di smontarla ogni volta per fare le prove con la band! :D

      Nel tuo caso, io farei in questo modo: Decido PRIMA 5 o 6 posizioni in cui posizionare l'asta, (destra sinistra alto basso) registrerei brevi take prendendo nota della posizione, e poi, registrazione alla mano, mi recherei in uno studio attrezzato (vedi sopra) per ascoltare quello che ne esce fuori, e valutare.
      Ascoltare il risultato senza averne i mezzi potrebbe portarti completamente fuori strada, oppure no! (botta de culo).
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      Grazie mille davvero, infatti l'intento era quello di avere poi un ascolto serio dopo aver fatto qualche test, in modo da poter sfruttare una configurazione che mi possa soddisfare ed accumulare esperienza. Il top sarebbe poter avere un magazzino e farci una stanza ad hoc, ma ci vogliono quattrini. La mia idea era di avere una scrivania con due Adam e una separazione temporanea, ma immagino che appunto non sia una strada facilmente percorribile. Intanto cercherò di divertirmi a fare qualche esperimento, poi vediamo. Se fossi completamente soddisfatto dal reamping sinceramente registrerei tutto in J48 e reamperei tutto, ma ho fatto dei test e si perde sempre qualcosa di caldo che è il motivo per il quale non uso ad esempio un Kemper, quindi è un compromesso un po' troppo grande.
      Grazie ancora!