Condivisione realizzazione nuovo studio

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Parafrasando un antico detto è proprio vero che son tutti bravi coi soldi degli altri :saint: (non era proprio cosi).
      Hai ragione, è giusto dimensionare gli investimenti e solo tu sai quanto budget dedicare ai vari componenti di costruzione dello studio.
      Il dato di fatto è che sei tutto chiuso e isolato, se non fai qualcosa ti ritrovano dopo una notte di produzioni in delirio da debito di ossigeno :D
      Però è chiaro che su una stanza hai la possiiblità di trovare tante possibilità più economiche.
      Mi viene da pensare ad esempio all'aspirazione stile bagni chiusi, ma non ho esperienza diretta perchè non ne ho mai avuto bisogno personalmente.
      O trovi qui qualcuno che ti indica qualcosa di più, oppure ti conviene andare nei centri dove vendono caldaie e impianti di climatizzazione e farti consigliare da loro.
      In bocca al lupo e aggiornaci!

      Afex wrote:

      oppure ti conviene andare nei centri dove vendono caldaie e impianti di climatizzazione e farti consigliare da loro.


      Esattamente quello che personalmente sconsiglio di fare.
      Non stai facendo un'ufficio o un'abitazione, in cui al limite un consiglio "generico" può alla fine andare bene ed essere sufficiente.

      Tu chiederesti a un dentista di operarti di cuore?
      Sono entrambi medici, magari molto bravi, ma fanno cose diverse.

      Stai realizzando un involucro fonoisolato, con batteria acustica, che o funziona, o non funziona.
      Non esiste "abbastanza isolato". Alla fine: o è isolato, o NON è isolato. :D

      Se funziona, deve lavorare 24h su 24.
      Se non funziona... non funziona, e sei costretto a un'attività molto ridotta che sostanzialmente vanifica qualsiasi investimento e rende inutile quello che hai fatto già con tempo, fatica e soldini.

      Non è l'impianto speciale, che ti dà il risultato.

      E' come lo monti, lo canalizzi e lo silenzi coniugandolo con l'involucro già realizzato, tutta la differenza.

      Per esempio il VMC sopracitato, a recupero entalpico, è utilissimo. Va benissimo.

      Ma è come lo scegli, costruisci, canalizzi e lo metti nello studio, che fa tutta la differenza.

      Detto in chiave positiva, eh ! :D


      8) Teetoleevio
      Produrre o mixare un brano in una stanza non trattata acusticamente equivale a correre di notte in autostrada a fari spenti: non vedi un razzo. :D
      Non è colpa tua, è che semplicemente non senti bene quello che stai facendo, anche se hai 10 Distressor. TRATTA LA TUA STANZA ! Dai retta a zio Teeto !
      Teeto sono d'accordo con te, però se non hai la minima idea di come strutturare un impianto di aspirazione o di riciclo dell'aria e/o di climatizzazione,
      a mio modesto parere occorre prima che ti fai un'idea di che cosa esiste in commercio.
      Anche perchè magari la ventilazione meccanica che gli ho consigliato può averla trovata economicamente svantaggiosa,
      ma magari confrontata con altre soluzioni potrebbe rendersi conto che non lo è.

      Per fare il tuo stesso paragone medico,
      se ho male al cuore, la prima cosa che faccio è quella di andare dal medico di base che mi saprà dare alcune indaicazioni,
      e successivamente andrò dallo specialista..

      Detto questo,
      firmo col sangue questa tua affermazione:

      "Non è l'impianto speciale, che ti dà il risultato.
      E' come lo monti, lo canalizzi e lo silenzi coniugandolo con l'involucro già realizzato, tutta la differenza."

      Come d'altronde la posa dell'isolamento, dei bass trap, dei pannelli, dei monitor, del desk etc etc
      Io sono un maniaco del posizionamento dei monitor,
      credo di aver cambiato almeno un centinaio di volte la posizione, anche di pochi cm.
      e non sono ancora soddisfatto :D

      Buon lavoro Teeto, ho spiato alcuni tuoi lavori,
      complimenti davvero.
      Grazie a tutti per i consigli, sul tema VMC non ho trovato molte informazioni a riguardo solo svariati tipi diversi, sicuramente la differenza sarà come li monti come dite, e spero che me lo montino nel migliori dei modi, vi terro aggiornato.
      Teeto ha ragione , Se funziona, deve lavorare 24h su 24, ma devo anche dire che non tutti lo facciamo per lavoro, percui certe volte bisogna anche mediare, se la musica fosse la mia fonte di reddito sarei il primo a fare lo studio come dio comanda :).

      Afex wrote:


      Buon lavoro Teeto, ho spiato alcuni tuoi lavori,
      complimenti davvero.


      Ti ringrazio molto, sei gentile. :)

      Teeto
      Produrre o mixare un brano in una stanza non trattata acusticamente equivale a correre di notte in autostrada a fari spenti: non vedi un razzo. :D
      Non è colpa tua, è che semplicemente non senti bene quello che stai facendo, anche se hai 10 Distressor. TRATTA LA TUA STANZA ! Dai retta a zio Teeto !
      @djsirio noi qui possiamo darti solo spunti di riflessione per cercare di metterti sulla strada giusta...
      Nei tuoi post hai dato qualche indizio importante, che credo abbia rizzato un pò le antenne anche di Teeto:

      - vuoi lavorarci di notte

      Questo per esperienza è un punto davvero molto importante.
      DI notte la percezione dei rumori è molto diversa dal giorno;
      Personalmente mi è capitato di andare a dormire alle 3 di notte e di lasciare il socio in studio
      e dopo dieci minuti mandargli messaggi minatori tipo "abbassa sto volume o ti taglio le gomme" :D
      Il volume era molto piu basso di quanto non lo tenessi durante il giorno...ma la notte è tutto diverso, credimi.

      - hai parlato di farti fare il lavoro da un'impresa edile

      E qui è il punto credo fondamentale che preoccupa Teeto e anche me.
      CI avessi detto che lo avresti fatto da solo, forse saremmo stati più tranquilli :D
      La verità è che le imprese edili sono abituate a fare lavori anche bene,
      ma non con l'occhio ai dettagli di posa come le imprese che realizzano gli studi.

      Teeto ti sta dicendo più o meno velatamente: occhio ragazzo, che stai pagando qualcuno che non è
      abituato a fare quel tipo di lavori. Un classico muratore non sa neanche cosa sia il ponte acustico.
      Puoi spendere i tuoi soldi meglio affidandoti a specialisti che lavorano per l'acustica.
      A meno che non siano amici di famigia che ti fanno un favore,
      non credo che ci siano molte differenze di prezzi di manodopera.

      Qui non si tratta di "chi più spende meglio spende" ma di rendere al 100% il tuo investimento,
      che da quello che possiamo vedere non è poco.

      - dalla foto sei un dj

      un kik & bass in sidechain alle 2 di notte non lo puoi tenere ad un volume da musica da camera,
      quindi torniamo al punto 1 :)

      Metticela tutta che poi è una figata
      Con simpatia ;)
      Tranquilli chi mi aiuterà un vecchio amico che al tempo era anche lui un producer, ora con la morte dei dischi si è dato all'edilizia, di cui un vecchio studio dove ho lavorato per anni lo aveva costruito lui, cercheremo ti stare attenti ai dettagli, ma grazie sempre per i suggerimenti.
      Sirio