Creazione Home Studio

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Creazione Home Studio

      Salve a tutti, sono nuovo in questo forum e volevo chiedervi un aiuto.
      Mi chiamo Filippo, ho 18 anni e sono un musicista (canto e suono la chitarra acustica) e da un po' di tempo sento la necessità di registrare ciò che suono.
      Guardando video su YouTube di tutorial sulle varie DAW, sul mixing e la registrazione mi sono anche appassionato di questo mondo.
      In realtà ho iniziato a registrarmi un anno fa, in camera mia, con una strumentazione molto rudimentale e ovviamente con scarsi risultati.
      Ora ho l'esigenza di arrivare a registrare con più accortezze per creare prodotti con una buona qualità (sempre però finalizzati non al mercato musicale, ma ad esempio per essere caricati su Instagram/YouTube). Ovviamente non ricerco la perfezione, però dato che comunque ci investo parte del mio tempo vorrei farlo al meglio.
      Vengo al sodo: vorrei un vostro aiuto per creare uno studio di registrazione in casa, sapendo però che sono alle basi e che non ho una stanza trattata.
      Proprio per il fatto che non ho le condizioni per farlo in maniera professionale, mi servirebbe una mano per trovare una strumentazione buona senza spendere una fortuna che non ne varrebbe nemmeno la pena.
      Se magari riusciste a mettermi il link di prodotti a una buon rapporto qualità prezzo mi fareste un favore, contate che ho un budget di 400 euro.
      Parlo appunto di monitor, scheda audio, microfono (che non ho mai capito se sia meglio a condensatore o dinamico, essendo in una stanza non trattata).
      Insomma, ogni consiglio sarebbe d'aiuto.
      Vi ringrazio già in anticipo!!
      Ciao Filippo, benvenuto!
      Veniamo subito al dunque.
      Nella stanza non trattata è sempre raccomandato un microfono dinamico, perchè meno sensibile all'ambiente.
      Tuttavia un minimo di trattamento, anche con materiali di recupero, è consigliato farlo, perché non solo riuscirai a registrarti meglio ma anche ad ascoltarti come si deve.
      Quindi se puoi mettere un bel tappeto, qualche cuscino di un vecchio divano nell'angolo in cui lavori, una tenda pesante appesa su un'eventuale parete nuda, avrai già dei discreti miglioramenti.
      Per il resto, il budget che indichi di certo è un po' strettino ma qualcosa si fa.
      La scheda audio Audient ID4-mk II (circa 140 euro) può essere una buona partenza, alternative di poco più economiche sono un po' meno interessanti e durature.
      Di microfoni dinamici c'è una discreta varietà, per lasciare un po' di budget alle casse potresti andare su qualcosa di economico, anche perché potrebbe essere un elemento da sostituire in futuro, a differenza della scheda che andrà bene per anni. Qui chiamo in causa l'utente @gobbetto che qualche tempo fa aveva consigliato, mi pare, qualcosa di conveniente e valido tra Behringer o forse Samson.
      La nota dolente è che se anche avanzano 200 euro non potrai avere delle casse molto raffinate, ma un po' di scelta c'è, attorno ai 120-130 euro porti a casa una coppia di Behringer, Alesis e cose del genere, purtroppo sono prodotti che non conosco e certamente di fascia molto bassa anche se di marca.
      Se potessi salire un po' con la spesa, si parla bene delle iLoud Micro, costano 250, in più dovrai tenerti qualcosa da parte per asta microfonica, un po' di cavi e altri accessori.
      Sicuramente qualcuno ti consiglierebbe di risparmiarti le casse e investire 60-80 euro in un buon paio di cuffie, che ti servono anche per registrare. Certo per fare mix non sono il massimo, ma non lo sono neanche casse troppo economiche.
      Lascio la parola agli altri, se intanto ti stai facendo un'idea e hai domande scrivi, così restringiamo il cerchio :)
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      sì come scheda potresti prendere la Behringer UMC204HD, che per ora è anche in offerta su strumentimusicali (79 euro)
      Come monitor, parlano molto bene nella fascia bassa delle JBL LSR305P, ma costano 300 euro solo loro.
      Una cuffia chiusa sarà indispensabile per registrare, ad es. una Shure SHR440
      microfoni dinamici economici? credo di no, perchè per registrare voci preferisco sempre condensatori.
      Per esempio nel suo caso proverei un Behringer TM1, che non conosco ma che dalle demo mi piace di più del Rode NT1-A, e costa meno di 100 euro nuovo. Oppure su mercatino musicale c'è un usato di un SE Electronics X1S a 80 euro, anche quello molto bello dalle demo. E poi ci si mette un piumone in testa come Billie Eilish :D , secondo me meglio di un dinamico economico, che poi magari hai anche problemi di gain.
      Comunque rapporto qualità prezzo imbattibile come dinamico ce l'ha il Behringer XM8500, una sorta di clone dell'SM58. Ne ho comprato uno che non mi serve assolutamente a niente e non ho mai usato, ma costava 16 euro!
      Scheda audio:
      amazon.it/SSL-Solid-State-Logic-interfaccia/dp/B083XT733D
      amazon.it/Audient-Audiointerfa…microfonici/dp/B08SJD466P

      Microfono condensatore (qua avrai giudizi contrastanti ma per il prezzo è un kit che ha tutto quello che ti serve):
      amazon.it/microfono-diaframma-…st-supporto/dp/B0002PSCQM

      Microfono dinamico come alternativa al condensatore un classico:
      amazon.it/SM58-LCE-Microfono-P…o-Cardioide/dp/B000CZ0R42

      Monitor... io ti consiglio di iniziare con delle buone cuffie, quando avrai altro budget investirai sui monitor ^^

      Ti ho elencato tutte cose straconsigliate nei forum, quindi le trovi sicuramente anche usate e se vorrai rivenderle hanno sempre mercato.

      Ti consiglio anche questi video che sono molto interessanti per chi inizia a registrare in casa:


      Post was edited 1 time, last by “zuz” ().

      @Pilloso Grazie per aver risposto. Allora, ti dico, come stanze ho o la mia camera o uno studio dove ho il pc fisso, entrambe abbastanza piccole ma comunque facilmente trattabili, grazie per questi consigli preliminari.
      Per quanto riguarda il budget, sì, vero, ho detto 400 € però comunque non mi cambia spendere qualche centinaia in più, era soltanto per evitare di comprare strumenti troppo costosi e inutili per le condizioni in cui mi trovo a lavorare.
      Per quanto riguarda la scheda audio (io ho già una behringer umc202hd) ti espongo un problema che ho (anzi 2): il primo é che non riesco ad avere il monitoraggio in cuffia ella voce con gli effetti che mi metto mentre registro e il secondo é che quando registro con degli effetti (posizionando la rotellina del mixer integrato verso la DAW) sento l'audio che mi torna indietro molto scattoso, cioè a volte sento delle interruzioni e dei glitch.
      Per quanto riguarda le casse, io inizialmente provavo a mixare in cuffia con delle AKG k52, però i risultati erano indecenti (ovviamente per le mie capacità scarse di mixare) ma soprattutto perché, mentre dalle cuffie il suono usciva bilanciato e piacevole, dandomi l'idea che fosse venuto bene il lavoro, dagli speakers del computer o del telefono invece suonava molto male.
      @gobbetto la battaglia è tra dinamico e a condensatore. Lavorando in una stanza non trattata mi hanno sempre consigliato dinamico però non so proprio quale prendere e quanto spendere. Si percepisce molto la differenza tra queste due tipologie di microfoni usati in studio? E soprattutto mi conviene investire di più in un microfono o nelle casse/scheda audio/cuffie?

      filippomessu wrote:

      @gobbetto la battaglia è tra dinamico e a condensatore. Lavorando in una stanza non trattata mi hanno sempre consigliato dinamico però non so proprio quale prendere e quanto spendere. Si percepisce molto la differenza tra queste due tipologie di microfoni usati in studio? E soprattutto mi conviene investire di più in un microfono o nelle casse/scheda audio/cuffie?


      sì la differenza si percepisce, io personalmente preferisco sempre un buon condensatore. Lo so che si suggerisce spesso il dinamico in stanza non trattata, questo perchè spesso i dinamici hanno un roll off sulle basse e degli anti-pop integrati per poterci cantare/parlare molto vicino, in modo da bilanciare l'effetto prossimità, e sono anche meno sensibili fuori asse.
      E' chiaro che se canti a pochi cm dalla capsula di un microfono elimini gran parte della 'stanza', ovvero avrai un suono diretto molto più forte del suono delle prime riflessioni.
      Perdi però in dettaglio e profondità del suono: i condensatori sono più dettagliati, e cantandoci a 20/40 cm di distanza prendi anche più stanza.
      Su cosa è meglio non si può dare risposta, ognuno deve valutare per sè. Io piuttosto di non usare dinamici sulla voce preferirei trattare un minimo la stanza, anche solo assorbimento. Un altro potrebbe fare la scelta opposta. Ti piace il suono del dinamico in stanza non trattata? magari a me no e a te sì, lo puoi sapere solo se provi.
      Lo stesso vale per schede audio, preamp, monitor, cuffie. Quanto vale la pena spendere e su cosa lo puoi capire solo sperimentando, la mia risposta è su tutto, e dovresti moltiplicare minimo per 10 il budget. Ma magari tu con una spesa di 400 euro sarai pienamente soddisfatto. Puoi dirlo solo tu... Lo so che tutti chiedono consigli, ma la verità è che l'home studio è un percorso, e non c'è nessuno che può farlo al posto tuo ;)

      filippomessu wrote:

      non mi cambia spendere qualche centinaia in più

      Io sono sempre molto cauto a fare spendere i soldi altrui, però va detto che in questa fascia di prezzi aggiungere anche 50 o 100 euro fa veramente la differenza tra il minimo sindacale e qualcosa di più dignitoso.
      Prima di disfarti della tua scheda audio ti consiglierei di rivedere le impostazioni, spesso latenze molto basse possono creare problemi di audio a scatti, in particolare in pc non particolarmente performanti. A quanto tieni il buffer? Quanti ms di latenza ti segnala la daw? A che frequenza lavori?

      Riguardo il monitoraggio con effetti, nessuna scheda di fascia medio-bassa offre strumenti particolari, quindi si fa attraverso il software, e si torna al punto sopra, ossia lavorare con impostazioni che rendano il tutto più stabile per consentire anche un ascolto senza interruzioni e fastidi, seppure quella stabiltà potrebbe comportare una latenza più alta, che potrebbe dare un po' fastidio registrando parti strumentali molto veloci, insomma dipende dai casi e anche dal genere musicale.

      La differenza di suono tra dinamici e condensatori, facendola facile, è che il condensatore in genere ha un suono più dettagliato e brillante. Grazie a una maggiore sensibilità cattura più sfumature, e di conseguenza i riflessi o disturbi della stanza, se ce ne sono.
      Per i miei gusti il condensatore è preferibile, ma a patto che l'acustica della stanza sia almeno un minimo curata.
      Però qui entra in causa anche il genere musicale, se mi parli di chitarra acustica e voce penso a qualcosa di pulito, tipo James Blunt o similari, e quindi mi viene in mente un bel condensatore. Se invece fosse grunge alla Nirvana, magari un po' urlato o con molti effetti sulla voce, oppure del pop elettronico tipo quello dei Depeche Mode, ci starebbe benone anche un buon dinamico perché non vai a cercare i dettagli della voce ma più una sonorità più particolare. Già orientandoti su questi pochi esempi riesci a farti un'idea del suono che più fa per te e quindi del microfono.
      La voce puilta, i crooner, i generi melodici e "soft" in genere chiamano una voce su microfono a condensatore.
      In realtà anche molti cantanti rock in studio incidono sui condensatori, ma diciamo che il loro spirito "ruvido" si sposerebbe bene anche con la semplicità dei mic dinamici, che reggono pressioni sonore superiori e perdonano qualche sbavatura.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Ciao, se devi fare una classifica di preferenza (anche se è sempre meglio non farla) direi di investire di più su microfono/correzione acustica minima/scheda audio.

      La correzione acustica puoi farla anche con materiali di fortuna o direttamente con l'arredamento di casa, e magari acquistando (o costruendo da solo) un Mic Screen, e trovando la posizione giusta in camera per fare le riprese.

      Ammettendo di tenere la scheda audio, e di scegliere magari un paio di cuffie anche da 100 euro che possono bastarti, sei nella condizione di poter investire quasi 300 euro sul microfono, e questo ti porta a poter scegliere sicuramente qualcosa di molto valido, però avendo qualche informazione in più, tipo le caratteristiche della tua voce e se allegassi qualche audio ti si potrebbe dare un consiglio più mirato
      Visto che c'è già una scheda audio e delle cuffie, e il budget è risicato, io direi di puntare sulle casse iLoud da 250 più il kit Rode NT1a da 170, e siamo poco sopra i 400 previsti, fermo restando che la stanza va trattata almeno in modo amatoriale come suggerito sopra, e che più avanti se la scheda Behringer si rivela problematica andrà messo in conto di sostituirla.
      Questa "priorità" giusto perché Filippo manifesta chiaramente il problema di missare audio che trasli bene sulle casse di altri generi, e se è il suo principale problema non può iniziare a risolverlo senza passare a delle casse almeno decenti, ovviamente se fosse possibile gli farei spendere moooolto di più, ma pare che già queste piccoline siano equilibrate e diano una buona idea di quello che si sta facendo.
      Comunque sui 300 euro ci potrebbero essere le più grosse Behringer 2031 che pare siano veramente valide.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Post was edited 1 time, last by “Pilloso” ().

      In realtà di bassi a quanto se ne dice, le iLoud dovrebbero averne a sufficienza, nonostante le dimensioni, il loro trick sta proprio lì, le ha recensite Alessio una settimana fa qui sul forum.
      Nel dubbio ci sono le Behringer 2031, delle full-size che dovrebbero essere le fedeli imitazioni delle Genelec 1031, chi le ha confrontate dice che suonano praticamente uguali, ma se anche non fosse vero costano 10 volte in meno quindi varranno sicuramente tutti i loro 300 euro.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      ho ascoltato la demo da quel sito che ho linkato, a giudicare dalla demo bassi ne hanno pochi. C'è anche una comparativa con quelle più grandi, MTM mi pare, che sono quasi eguali salvo la diversa quantità di bassi. Però certo, viste le dimensioni non si può sperare di più... sembrano ottime. I test sul sito sembrano ben fatti, per quello che valgono test del genere.
      Interessanti queste Behringer, chissà..
      Behringer 2031 in un ambiente non trattato dei coni da 8,5" ?
      Per iniziare tieni la scheda audio e le cuffie, come monitor ti consiglierei i KRK Classic 5 poca spesa tanta resa, non sono perfetti ma bilanciati per la tua catena audio e come microfono il nuovo Aston Element (è un dinamico con prestazioni da condensatore) e risparmiare i restanti soldi per fare investimenti più mirati dopo un pò di pratica ... ad esempio cambierei la scheda audio molto poco performante (ma un miracolo a quel prezzo) con una Focusrite Clarett 2 pre usb , poi upgraderei i monitor con qualcosa di più performante (appunto gli iLoud micro monitor) ... Ti ho consigliato i KRK perchè non avendo un ambiente trattato il bass reflex davanti ti aiuta molto a evitare risonanze eccessive ( a basso volume) ...
      Poi dipende da che daw usi ? che generi musicali ti interessano etc etc etc ... che strumenti usi acustici ok ma anche elettrici, virtuali ?
      ... penso che un sogno così non ritorni mai più !

      AlessioBlve wrote:

      Behringer 2031 in un ambiente non trattato dei coni da 8,5" ?

      Ma guarda, per mia esperienza le basse profonde e invadenti non sono strettamente legate alla dimensione del cono, ci sono molti esempi che lo smentiscono.
      Credo sia più importante avere un sistema equilibrato, e ho consigliato di trattare la stanza a prescindere, o qualsiasi cosa ci suonerà male.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.