ventilazione del studio

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      ventilazione del studio

      buona giornata a tutti. Spero che sono arrivato nella sezione giusta. Recentemente ho incontrato un problema. Ho piccolo studio di registrazione nel sotterraneo e ho capito che non c'è abbastanza aria condizionata... Quando facciamo la musica con il mio "band" non è possibile essere nel studio. Voi avete avuto questo problema? Cercavo di installare la ventilazione ma a causa del costruzione della casa non era possibile. Forse ionizzatore o purificatore d'aria mi aiuta? Sarò lieto di qualsiasi consiglio. Grazie
      Ciao, ma il problema che notate in particolare qual è?
      Troppo caldo?
      Troppa umidità?
      Aria troppo viziata?
      Una cosa è purificare, un'altra condizionare, un'altra ancora ricambiare l'aria con l'esterno, insomma sono macchine diverse per scopi diversi.
      In più:
      Quanto è grande l'ambiente?
      Ci sono feritoie o bocche di lupo?
      Si riesce a fare un foro per mettere almeno un tubo verso l'esterno?
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      ciao, il ricambio dell'aria è fondamentale, non a caso per aprire una attività con stanze senza finestre è obbligatorio presentare agli uffici Asl un progetto di impianto di aria forzata in ingresso e uscita almeno per locali interrati.

      per una situazione privata ovviamente non è obbligatorio ma fortemente consigliato e la sola aria condizionata non risolve niente, così come un purificatore.

      un impianto di ricambio dell'aria ha comunque un costo importante dato dal doppio motore (mandata e ripresa) più i canali, e un impianto elettrico dedicato (anche il consumo elettrico non è da sottovalutare). A me per un locale di 130 mq a due piani e 8 ambienti è venuto circa 15 mila euro. nel tuo caso sarà un costo molto ridotto ma non credo sotto i 1500 2000
      purtroppo i fori non fanno molto. considera che un impianto spento è pur sempre un impianto con aperture perché i canali comunicano con l'esterno e non è come avere una finestra aperta. inoltre ha detto di avere il piano sotterraneo perciò i fori non può farli verso l'esterno

      Pilloso wrote:

      Ciao, ma il problema che notate in particolare qual è?
      Troppo caldo?
      Troppa umidità?
      Aria troppo viziata?
      Una cosa è purificare, un'altra condizionare, un'altra ancora ricambiare l'aria con l'esterno, insomma sono macchine diverse per scopi diversi.
      In più:
      Quanto è grande l'ambiente?
      Ci sono feritoie o bocche di lupo?
      Si riesce a fare un foro per mettere almeno un tubo verso l'esterno?



      sì, fa molto caldo e non c'è niente da respirare, inoltre c'è un odore molto inquietante. Il mio studio è piccolo, solo 30 m2. Sfortunatamente, non ci sono feritoie... non c'è nemmeno modo di farli.
      ciao, il ricambio dell'aria è fondamentale, non a caso per aprire una attività con stanze senza finestre è obbligatorio presentare agli uffici Asl un progetto di impianto di aria forzata in ingresso e uscita almeno per locali interrati.per una situazione privata ovviamente non è obbligatorio ma fortemente consigliato e la sola aria condizionata non risolve niente, così come un purificatore.un impianto di ricambio dell'aria ha comunque un costo importante dato dal doppio motore (mandata e ripresa) più i canali, e un impianto elettrico dedicato (anche il consumo elettrico non è da sottovalutare). A me per un locale di 130 mq a due piani e 8 ambienti è venuto circa 15 mila euro. nel tuo caso sarà un costo molto ridotto ma non credo sotto i 1500 2000


      Grazie mille per il consiglio. Allora vedrò cosa si può fare. Finora mi sono limitato a un purificatore d'aria, in modo che dopo i nostri incontri ci sia almeno un po' di freschezza (almeno al livello minimo). Grazie ancora per il consiglio.

      Post was edited 1 time, last by “molarofrancesco” ().

      Puoi anche aggiungere un deumidificatore elettrico, che a sua volta assorbe la condensa e migliora un poco le cose, ma lo scambio d'aria con l'esterno resta l'unica vera soluzione.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.