tastiera per principiante

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      tastiera per principiante

      salve a tutti sono ancora qui a chiedere un piccolo aiuto, è da poco che vado da un maestro di pianoforte e quindi vorrei sapere se questa tastiera fa al mio caso tanto per iniziare a casa... modello yamaha PSR-E343 visto che non posso spendere tanto ho puntato su questa che poi la marca è positiva,se questa non fa al mio caso consigliatemi voi qualcosa... aspetto al piu presto una risposta da qualche esperto grazie mille in anticipo...
      Ciao,
      ti consiglio VIVAMENTE, visto che vai a lezione di pianoforte, di acquistare un piano digitale PESATO.
      Secondo me nel catalogo Casio troverai il pianoforte digitale adatto, costano poco e sono validissimi.

      Ciao,
      Mauro
      "qualsiasi cosa tu faccia...falla con stile" by F. Mercury

      It's not about the equipment, but about what you do with it.
      Ciao,
      ce ne sono parecchi modelli: casio.com/products/Digital_Pia…ds/Privia_Digital_Pianos/

      ..e ovviamente con costi differenti.
      Io fossi in te andrei in un negozio fornito e proverei più modelli.. comunque fondamentali: tasto pesato (evta anche i semipesati), pedale sustain e 88 tasti.

      Ciao,
      Mauro
      "qualsiasi cosa tu faccia...falla con stile" by F. Mercury

      It's not about the equipment, but about what you do with it.
      Concordo sulla tastiera pesata. Io ho studiato per anni (a livello di hobby) su una tastiera non pesata ed ogi volta che mi trovavo su un pianoforte vero (cioè quando andavo a lezione) c'era una grossa differenza... Con una tastiera non pesata (peggio ancora se con una meccanica scadentina come quella che avevo) non si riesce a sviluppare la forza necessaria per picchiare bene sul piano (una tastiera pesata è decisamente più dura di quella di una pianola), né a lavorare bene sulle dinamiche...

      Le tastiere secondo me vanno bene per imparare i rudimenti, però nel giro di poco bisogna passare ad una tastiera pesata.
      Poi la mia pianola aveva pure i tasti leggermente più piccoli (un paio di millimetri) rispetto a quelli di un piano, roba che a colpo d'occhio non te ne accorgi, ma la meccanica delle mani ne risente...
      bye bye
      <p>infatti sin concordo con menestrello e presto mi prender&ograve; un piano digitale come mi ha consigliato secondo me &egrave; il miglior modo per imparare per bene all'inizio cosi poi a lungo andare non avr&ograve; problemi..MrRed il piano verticale non posso prenderlo per problemi di spazio sen&ograve; avrei sicuramente puntato su quello ma credo che non centri nulla tra il piano verticale e il digitale...attendo risposte grazie...</p>
      Il piano verticale non è altro che un pianoforte acustico con il telaio e la cordiera montata in verticale con le corde incrociate, tipo questo:

      Il piano digitale invece è una tastiera, di solito con i tasti della dimensione di quelli del piano e pesati per simulare una risposta "simile" a quella di un pianoforte vero.
      Le mie foto...
      SenzaLegge
      Il mio soundcloud

      Orecchie funzionanti e studio sonorizzato come Cristo comanda...

      neomelodico ha scritto:

      ho capito...si lo so che anche quello occupa spazio ma sicuramente sarà meno ingombrante e facile da trasportare..


      Parlando di trasportabilità, per quanto i digitali siano infinitamente più trasportabili di un pianoforte vero (oltre che per il peso e l'ingombro, anche perché non c'è il problema dell'accordatura), comunque non si tratta di pesi-piuma. Da quel che vedo in rete, i Privia pesano poco più di 10 Kg, ma ce ne sono certi che pesano molto di più (ad esempio il Numa Concert della StudioLogic ne pesa una ventina, ai quali vanno aggiunti il supporto e l'amplificazione).
      bye bye
      Pardon, leggendo che "era più facile da trasportare" ho pensato ci fossero anche esigenze di questo tipo.


      Per i modelli non saprei consigliarti, non sono molto aggiornato sul settore dei pianoforti (la mia passione sono i sintetizzatori), però credo che Yamaha sia una buona marca.
      Per quel che può valere (visto che è tutta un'altra fascia di prezzo e tipologia di prodotto), al momento di acquistare il Numa Concert provai anche una tastiera della serie Motif a 88 tasti pesati e la meccanica mi sembrava molto buona. Sinceramente non so se entro il budget dei 500 si trovi qualcosa a 88 tasti pesati oltre ai Privia di Casio.

      Non mi pare di aver letto niente di nuovo per quel che riguarda i paini digitali tra Namm e MusikMesse. però è facile che mi sia sfuggito visto che non rientra nei miei interessi.

      Mi spiace di non riuscire ad essere più utile, comunque se trovi qualcosa marchiato Yamaha penso che sia un acquisto abbastanza sicuro.
      bye bye
      se il tuo stampo è prettamente classico, son d'accordo con chi ti consiglia i tasti pesati...
      se hai intenzione di suonare a 360°, allora è indifferente....

      meglio prendere confidenza con tutte le meccaniche....

      Io per anni mi sono esercitato con una economica casio ct-656, poi su una korg wavestation (con ottima meccanica yamaha, ma pur sempre con action da synth) e a lezione suonavo un piano verticale.

      Secondo me, è più importante che ci sia la dinamica e la possibilità di usare il pedale di sustain...

      tastiera per principiante

      neomelodico ha scritto:

      ... differenza c'è tra un piano verticale ed un piano digitale??

      Ti suggerisco un pianoforte verticale , ne trovi buoni ed economici usati. Le tastiere elettroniche sono robetta in confronto. E tieni in considerazione il fatto svalutazione. Il pianoforte verticale lo rivendi senza troppa perdita, la tastiera devi svenderla se un giorno decidi di liberartene


      Ciao

      orgelmeister ha scritto:

      neomelodico ha scritto:

      ... differenza c'è tra un piano verticale ed un piano digitale??

      Ti suggerisco un pianoforte verticale , ne trovi buoni ed economici usati. Le tastiere elettroniche sono robetta in confronto. E tieni in considerazione il fatto svalutazione. Il pianoforte verticale lo rivendi senza troppa perdita, la tastiera devi svenderla se un giorno decidi di liberartene


      Ciao

      Quoto. Tralaltro, se ti appassioni allo studio di questo strumento, prima o poi almeno un verticale lo comprerai comunque.
      Le mie foto...
      SenzaLegge
      Il mio soundcloud

      Orecchie funzionanti e studio sonorizzato come Cristo comanda...
      non si possono metter due litri d'acqua in una bottiglia da litro!!! se non ha spazio non ha spazio....

      mr. red avrebbe comunque ragione (e lo dico solo perchè ha i superpoteri :D)

      ciao

      vak

      ........_o
      ......_\ \>,
      ....(_)/(_)

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “vak007” ().

      <p>grazie a tutti per i consigli per ora mi sono preso una tastiera yamaha psr e443, infatti vak 007 il problema &egrave; lo spazio ma sicuramente quando avr&ograve; spazio punter&ograve; dritto su un piano verticale...ancora grazie per i consigli e per la velocit&agrave; che mi rispondete e mi scuso se ho risposto solo ora ma ho avuto da fare in questi giorni.. ci aggiorniamo alla prossima ciao ragazzi..</p>