Sincronizzare synth hardware tramite MIDI Clock

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Sincronizzare synth hardware tramite MIDI Clock

      Salve a tutti. Ho la necessità di sincronizzare diversi synth hardware tramite MIDI clock.

      Il clock viene inviato da Cubase dal MIDI out di una MOTU 828 mk3.

      Poichè ho letto che sarebbe preferibile non collegare tutte le macchine in catena tramite MIDI THRU vorrei sapere quale potrebbe essere il metodo più adatto.

      Pensavo di acquistare un Hub Midi di modo da avere il segnale uscente da un'unica periferica e che quindi riduca problemi di latenza. E' un ragionamento corretto?

      Tra le mie ricerche ho visto che esiste la "MOTU MIDI Express 128": può fare al mio caso oppure, da come leggo nelle specifiche, è solamente una scheda che serve ad avere più connessioni MIDI tramite USB? Può lavorare anche in stand alone che voi sappiate?



      Ringrazio in anticipo chi vorrà darmi una mano,

      Ciao!
      La Midi Express 128 mi sembra una buona soluzione, è un'interfaccia midi 8 prese uscite indipendenti, quindi puoi collegare fino a 8 dispositivi midi senza dover ricorrere al Midi Thru (e poi hai anche il midi out della tua scheda audio).

      Un ulteriore vantaggio dell'usare un'interfaccia midi multiporta è che ciascuna porta è indipendente dalle altre, quindi ciascuna macchina avrebbe il proprio collegamento dedicato (correresti minori rischi di imbatterti nei colli di bottiglia che probabilmente avresti inviando note e control change a tutte le macchine su un unico collegamento condiviso... il protocollo midi è lento!). E puoi pure decidere di inviare il clock solo ad alcune macchine.

      Sul sito di Motu non vedo indicazioni circa un eventuale funzionamento standalone, però non ho guardato il manuale. La Micro Express funziona anche standalone (ha delle funzionalità di routing/merge midi, si può scegliere tra dei preset macchina e dei settaggi utente, configurabili con un pc, direttamente dal pannello frontale), però ha meno porte rispetto alla Midi Express 128.


      In alternativa, se ti serve solo mandare il clock, i messaggi di start/stop e sporadicamente qualche altro messaggio midi, potresti prendere in considerazione un dispositivo tipo una Midi Thru Box, da collegare all'uscita midi della tua scheda audio per poi inviare copia del midi out a tutte le macchine. E' una soluzione valida finché non fai un'utilizzo tale da scontrarti con i colli di bottiglia del midi.


      Potendo scegliere, io preferirei un'interfaccia midi multiporta (infatti faccio uso delle microExpress con Cubase, a volte anche per inviare il midi clock ad alcune macchine, decido in base alle esigenze del momento quali sincronizzare e quali pilotare interamente da Cubase senza inviare alcun clock).
      Il rispetto si costruisce solo insieme.
      Sul manuale leggo : "ClockWorks (ovvero l'applicazione per programmare i settaggi MIDI) cannot be used with a micro lite or Express 128 interface, as these devices do not support MIDI processing or synchronization features."
      Ovvero? Da quello che capisco la 128 non supporta la possibilità di programmare la sincronizzazione?
      mi accosto all'argomento per chiedere una cosa,possiedo una motu 896 mk3 hybrid come scheda audio e ho pure una motu midi express 128 che reputo utilissima al quale ho collegato le mie macchine,ho lì in e out del mio yamaha 03d che uso come controller del mixer della daw,ho una tastiera Roland Juno-D e una drum machine/sampler Akai Mpx 16.

      Diciamo che non ho mai avuto la necessità di "clockare" le macchine tra loro,perchè la tastiera la uso solo come controller per controllare vst vari e i suoi suoni invece li utilizzo in rari casi (son un pò datati),ma senza bisogno del clock,quindi non mi son interessato mai di approfondire questa cosa,stesso discorso la drum/sampler che utilizzo come controller e a volte per registrare i suoi suoni.

      Però mi incuriosiva sapere la procedura per attivare il clock se un domani iniziassi ad utilizzare altre apparecchiature e le volessi sincronizzare tra loro....

      l'unico clock che invio è quello dalla mia scheda verso un altra che possiedo (motu 8 pre) che utilizzo come espansione della mia 896.

      Nel caso avessi la stessa necessità del thread starter,sarei in grado già adesso,con quello che possiedo e senza l'utilizzo di un midi thru box,di inviare il clock alle varie future macchine che prenderò?

      e se si che operazioni dovrei fare?

      ci son anche delle impostazioni da settare all'interno dei menù delle varie macchine? (synths,racks,ecc....)

      makinalis ha scritto:

      Sul manuale leggo : "ClockWorks (ovvero l'applicazione per programmare i settaggi MIDI) cannot be used with a micro lite or Express 128 interface, as these devices do not support MIDI processing or synchronization features."
      Ovvero? Da quello che capisco la 128 non supporta la possibilità di programmare la sincronizzazione?


      Per quanto riguarda il routing e il processing midi, posso parlare della microExpress (che possiedo): il software Clockworks permette di reindirizzare gli ingressi dell'interfaccia verso altre uscite, filtrare per canale midi o per tipo di messaggio, ecc... Tutte cose carine, ma non indispensabili quando si usa una daw capace di offrire le stesse potenzialità di routing/processing; secondo me tornano comode soprattutto quando non si ha voglia di usare la daw o si vuole lasciare spento il pc (la microExpress dovrebbe poter funzionare anche senza pc - non so se limitatamente al solo routing - con i preset salvati in memoria...).

      Come funzionalità di sincronizzazione, credo che il manuale si riferisca alla sincronizzazione SMPTE, che è presente su interfacce come la microExpress (che ha delle prese dedicate). Non riguarda il midi. Clockworks può anche generare il midi clock internamente, ma non ne ho capito l'utilità (ho provato a farlo generare alla microExpress per sincronizzare Cubase come slave, ma non ho notato alcun vantaggio), probabilmente serve in situazioni diverse dalla mia.

      Ad ogni modo, il midi clock può essere trasmesso attraverso qualsiasi interfaccia midi (se non lo fa, a mio avviso non si può definire tale); l'ho trasmesso attraverso interfacce ben più economiche rispetto alle Motu (ad esempio le midisport della m-audio) senza problemi. Il "limite" della 128 è che non puoi usare clockworks per la gestione, però tramite Cubase (o un altro sequencer un minimo "serio") puoi fare tutto quello che vuoi.


      L'alternativa midi thru box può essere estremamente più economica se te la cavi col faidaté (o hai qualcuno che possa farti il lavoro ad un buon prezzo). Ad esempio questo schemino funziona benone (l'ho assemblato anch'io alcuni anni fa, lo sto ritirando fuori in questi giorni perché mi serve) e come spesa di materiale credo saranno al massimo 50 euro (contando anche una scatola, le prese a pannello, ecc...). forum.highlyliquid.com/showthread.php?p=9761
      Il rispetto si costruisce solo insieme.
      Per quanto riguarda la domanda di Blue Music Studio's: sulla barra di trasporto di Cubase c'è un'iconcina su cui cliccare (tenendo premuto cmd su mac oppure ctrl su pc, se non vado errato) che permette di accedere alle impostazioni di sincronizzazione. Allego uno screenshot che vale più di mille parole (il puntatore del mouse è posizionato vicino al tastino da premere).



      Su questa schermata si possono impostare varie opzioni di sincronizzazione (volendo è possibile anche impostare Cubase come slave), in genere credo serva impostare Cubase come master ed inviare il midi clock (ed i comandi di start/stop) ai dispositivi da sincronizzare. E' sufficiente selezionare le ucite midi desiderate nella sezione "destinazioni midi clock", attivare le 3 opzioni relative al midi clock (secondo me ha senso averle attive) e, per quanto riguarda Cubase, il discorso è concluso. Vale solo la pena sottolineare che il midi clock è un messaggio globale, non ha un canale midi come le note, pertanto viene inviato a tutti i dispositivi collegati a ciascuna uscita su cui si decide di inviarlo (se, ad esempio, avessi una thru box su una di queste uscite, tutti i dispositivi a valle della thru box riceverebbero il midi clock, non c'è modo di gestirli in modo individuale, da Cubase, se sono sulla stessa porta fisica).

      Questo lato Cubase, poi bisogna vedere i singoli dispositivi. Alcuni rilevano in automatico la presenza di midi clock (ad esempio le Volca, il MF-104M, la Reface DX), mentre altri (es: Roland SH-01) richiedono di impostare un'opzione per stabilire se usare il clock interno o quello esterno. Ogni macchina ha le proprie modalità per impostare questa opzione, quindi fa testo il manuale d'uso. Quello che può essere interessante sapere è che, se la macchina non ha un sistema di rilevamento automatico del clock (vedi SH-01, che richiede di scegliere tra interno o esterno), certe funzioni potrebbero non funzionare correttamente se il clock è impostato su esterno ma la macchina non sta ricevendo il clock (nel SH-01 l'arpeggiatore rimane fermo senza midi clock; l'opzione di Cubase "invia midi clock in modalità stop" serve a far funzionare queste cose quando Cubase non è in riproduzione).


      In linea di massima il discorso è questo, se c'è dell'altro chiedi pure.
      Il rispetto si costruisce solo insieme.
      Si Allora guarda alcune cose non le ho ben capite ma rileggerò con calma,invece mi hai dato uno spunto importante che non tenevo in considerazione,io le impostazioni di sincronizzazione di cubase le uso e le ho impostate quando voglio sincronizzare un pc esterno,spesso uso un notebook quando ho un progetto grosso sulla daw del pc studio e non mi lavora più bene,quindi per risparmio di cpu e per l'implemento di altri vst utilizzo questo notebook che,sincronizzato,mi permette di avere un ulteriore synth esterno,daw esterna o come la vuoi chiamare.

      Però è stato facile sincronizzare in questo caso,perchè entro nelle impostazioni di sync di entrambi i pc ed il gioco è fatto,ma non ho mai provato a sincronizzare un synth o altro con cubase e a gestire il tutto con i loro menù interno,ma mi hai dato uno stimolo per iniziare a smanettare :thumbsup: