MIGLIOR Controller MIDI 2020

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      MIGLIOR Controller MIDI 2020

      Ciao a tutti

      Qual è secondo voi il miglior o i migliori se + di 1,controller MIDI attualmente disponibili sul mercato?

      Parlo sopratutto per la velocità,tocco e semplicità di mapping e la stabilità oltre che la compatibilità nel tempo dal momento che vengo da un Novation Nocturn che è uscito di produzione e non è tanto il fatto che non venga più prodotto ma non risulta piu compatibile con Automap,ed usandolo sempre con Cubase ho perso la possibilità di controllare i miei plugins

      A me interessa un controller in grado di controllarmi alla perfezione e senza diventar matto tutti i miei plugins e VST che possiedo,che abbia almeno 8 encoders e dei pads,ho

      visto vari modelli ma se qualcuno mi consiglia uno che si sposa alla perfezione con Cubase 10 e successiva sarebbe meglio

      Consigli?

      8)
      Scusa il semi-OT, ma cosa significa che il Nocturn non è più compatibile con Automap?
      Se continui a utilizzare la tua versione di Automap funzionante senza aggiornarla, per quale motivo il controller dovrebbe smettere di funzionare?

      Per il resto me ne ero guardati parecchi a fondo qualche tempo fa, e l'unico con encoder rotativi che continua a convincermi è il Midifighter (non il 3D) sia per i 16 encoder cliccabili, sia per l'ampia possibilità di impostare i colori dei led per ogni encoder, e cose così, poi non so come funzioni il software e quanto sia pratico.
      Io per andare verso un sistema più integrato che corrispondesse ai plugin ho deciso di passare al Console1 di Softube, quindi usando i plugin della casa che emulano il banco SSL, e devo dire che è un gran bel modo di lavorare, perché è quasi come mettere le mani su un banco e sei certo che quello che muovi fa sempre quello che ci si aspetta.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Ciao Pilloso,forse non mi son spiegato bene,intendo che la versione di Automap per il mio Nocturn è compatibile fino al Cubase 9.5,dal 10 sembra di no,difatti mi da dei crash ed errori,fino a quando avevo la versione 8 di Cubase non c erano problemi ma ora sembra di si,inoltre sono fermi alla versione 4.12 del automap già da un bel pezzo e questo fa pensare che a breve lo rispetteranno,anche xke gli altri loro prodotti utilizzano un programma di mapping diverso

      Peccato perché questo controller andava davvero bene

      Il Midi Fighter Twister sembra interessante,noto però che la versione black non è disponibile su molti store,a me interessa nello specifico che al momento che seleziono il plugin che mi interessa il controller si adatta alla mappatura che gli ho fatto tramite il suo editor presumo,come succedeva con il Nocturn,è possibile questo?? Oppure devi usare le solite superfici di controllo generiche di cubase che trovo molto scomode e impegnative,l Automap x quello andava benone,tu con che software utilizzi il Midi Fighter?che poi non ho capito se lo stai solo tenendo d occhio con l idea di prenderlo o se gia lo possiedi

      Il softube bella idea,la osservo da tempo,ma la trovo limitante perché puoi controllare solo quelle 2 cose appunto e qualche plugin della loro software house,io cercavo più un controller universale che al massimo mi mappo come mi garba
      Ah ok ho capito la questione, peccato che Cubase per molte cose sembri andare più indietro che avanti, ma non voglio dilungarmi in critiche.
      No il Midifighter non ce l'ho ma stavo proprio per comprarlo, avevo appunto l'incognita del software, perchè certe cose non le sai finché non le sperimenti di persona, e nessuno sapeva qualcosa in merito, ma sinceramente ho avuto anche io il Nocturn ed ero veramente stanco del controllerino generico che ogni volta è da associare a qualcosa di diverso, unito all'incognita del software, alla fine non ho voluto rischiare, perché poi sei sempre in balìa di come il loro sw si integra con la tua DAW, oggi tocca al Nocturn su Cubase, domani magari tocca a qualcos'altro...
      Poi mi sono imbattuto nel Console1 e ho fatto una scelta un po' più drastica, ma che si è rivelata giusta: è vero che alla fine ci controlli sempre i suoi plugin, ma quando puoi avere su ogni traccia un canale del banco SSL4000, completo di tutti gli stadi necessari (comp, eq, expander, e perfino drive e la possibilità di compressione parallela senza usare altri canali) cosa altro può servire?
      In più è compatibile con gli altri plugin di softube, e da qualche tempo anche con quelli di Universal Audio, grazie a una partnership.
      Ma la cosa bella è proprio che non devi più preoccuparti di nulla, usi la tua solita DAW, ma quando metti mano al Console1 è come se ogni canale fosse il canale del banco SSL, e tutto è sempre allo stesso posto, con un disposizione dei controlli che non è la solita scacchiera ma rispetta una logica, lavori anche senza guardare il controller, che è quello che fa la differenza, e fine dei problemi.
      Ho voluto provare e gli altri plugin non mi mancano per niente, se ogni tanto voglio usare un comp diverso lo uso, ma non mi pesa per niente controllarlo col mouse, perché è talmente ampio il vantaggio che mi dà il Console1 sulle altre tracce (gestendo anche la traccia) che ci guadagno comunque.
      Questo con un qualsiasi altro controller non lo fai (avere contemporaneamente la gestione di eq, gate/expander, comp, HPF, LPF, pan della traccia, volume della traccia, mute, solo, selezione di altre tracce, bypass di tutto), insomma un canale vero di un banco completo.
      C'è stato un problema del Console1 con Reaper (che uso io) ossia l'ultima versione non andava e purtroppo per un annetto non hanno fatto aggiornamenti, ma ora hanno risolto, e prima ho usato la versione precedente per evitare l'inghippo. Almeno Softube ha un nome e deve difenderlo, cosa che dà qualche garanzia in più sulla compatibilità attuale e futura del loro prodotto, che poi con software e tutto costa poco più di un Midifighter, ma fa molto, molto di più.
      Chiaramente se usi altre cose più varie e hai bisogno di spaziare, allora non fa per te, io ho proprio scelto di restringere i plugin a pochi ma buoni, anche per conoscere a fondo quelli e velocizzare il lavoro, adesso è veramente come avere un bel banco, e se voglio posso acquistare l'emulazione di altri banchi Softube per variare il suono dei mix.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Post was edited 1 time, last by “Pilloso” ().

      anche io sono a caccia di un controller universale per plugins. il nocturn lo presi anni fa usato a 50 euro, nei primi giorni ero gasatissimo...poi andando a fondo ha iniziato ad avere grossi conflitti con il mio Icon Qcon proX e alla fine ho deciso di dismetterlo e ora giace nell'armadio, ed è un vero peccato perchè per quel poco che l'ho usato era davvero entusiasmante. ma purtroppo non escono aggiornamenti e lui resta nell'armadio
      Capisco bene discorso Console1 si hai fatto un ragionamento che nn fa una piega,ma appunto io utilizzo svariati plugins di cui son innamorato e non ne farei più a meno...

      Aspetteremo qualche novità....o qualche altra esperienza,il mondo dei controller è talmente vasto che se ne può parlare x secoli....però non hanno ancora inventato a parer mio IL CONTROLLER.... ma tante simpatiche a volte confusionarie e limitate idee di controllers,parlo sopratutto per il controllo di plugins e vst,non di controller del mixer daw che li ce l imbarazzo della scelta e ottime soluzioni

      JEDAFIOTTO wrote:

      Questa era una bellissima idea uscita 1 annetto fa

      Mmmh mi sembra un po' eccessivo, non investirei mai in qualcosa che probabilmente avrebbe costi esagerati e non ti garantirebbe comunque continuità, progetti troppo precari, tanto che a volte nemmeno decollano.
      Il Midifighter comunque tienilo d'occhio, qualcuno che lo usa, magari su forum stranieri, potresti trovarlo, per me è l'unico fatto con un senso, per il controllo di plugin generici.
      Una cosa che si avvicna può essere il vecchio BCR2000 della Behringer, anche in quel caso non so bene cosa consentiva il software, so che era qualcosa di universale, e magari funziona ancora, già costava poco da nuovo, un usato lo porteresti a casa con sue soldi.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      I class compliant in pratica sono quelle periferiche plug & play che come le colleghi si installano con i driver del tuo sistema operativo, senza richiedere i driver proprietari del produttore.
      Non so dire se possa fare veramente la differenza, perché se oggi hai un controller class compliant che si installa in automatico su Windows 10, magari quando esce Windows 11 non è più compatibile, quindi a mio avviso cambia ben poco rispetto a quelli per cui il produttore smette di pubblicare i driver, in soldoni in entrambi i casi ti puoi trovare con le braghe di juta.
      BCR obsoleto non saprei, vedo che ancora oggi c'è chi mette in produzione controller con potenziometri che non ruotano all'infinito e mi chiedo se stiamo tornando indietro nel tempo, il BCR almeno aveva già tutti encorder infiniti con led. Certo un articolo uscito di produzione non è una garanzia per la continuità della compatibilità, ma potrebbe essere migliore di altri.
      Sono rimasto stupito anche io dalla poca scelta per chi vuole un controller con 8 o più encoder rotativi per i plugin, capitai proprio sul Midifighter dopo essermi sfogliato l'intero catalogo di Thomann, e di scelta ce n'era, ma tutta di altro genere.
      Mi sa che ti convenga indagare sul Midifighter e cercare più informazioni dagli utenti che lo stanno usando, non vedo molte alternative a meno che qualche altro produttore non si svegli.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Il Midi Fighter Twister dovrebbe avvicinarsi a quello che voglio,proverò ad approfondirlo

      Il BCR invece seppur è stata un'ottima macchina negli anni e sopratutto in termini di qualità/prezzo è diventato obsoleto proprio perchè essendo fuori produzione da anni è destinato a non esser più compatibile
      Magari ricordo male, ma mi sembra che il BCR2000 fosse plug’n’play e non richiedesse alcun driver per funzionare... mal che vada basta un’interfaccia midi-usb, dato che è dotato di prese midi din; è una macchina che non soffre di problemi di compatibilità anche se fuori produzione (al massimo per l’editor di terze parti... ma con un po’ di pazienza si programma direttamente dal controller senza pc, con forse qualche eccezione per messaggi molto particolari).
      Il mio è fermo da anni, ma non me ne separo perché so che potrebbe tornarmi utile prima o poi (e non mi pare ci siano altri prodotti simili e/o a quel prezzo sul mercato).
      Il problema del BCR2000 è semmai che è fuori produzione da tempo e che la qualità costruttiva non è eccelsa (ma costava una sciocchezza per quello che offriva!), ma sul fronte della compatibilità direi che si possono dormire sonni abbastanza tranquilli.

      Se l’idea è di avere qualcosa che funzioni in modo simile al Nocturn, purtroppo il BCR2000 non va bene perché non ha delle funzioni di mapping automatico tipo Automap... va programmato manualmente, in modo old school, al massimo col midi learn. Con Cubase si può pensare di usarlo come generic remote, magari assegnando una riga di knob ai quick control e una ai vst quick control (spero il nome sia corretto)...

      Io avevo preso un Nocturn proprio per sostituire il BCR2000 ed avere un mapping più intuitivo...

      È un peccato che Automap non sia più aggiornato... Non so se forse i controller della Nektar offrano qualcosa di vagamente simile e/o una buona integrazione (non ho mai approfondito). Non saprei cosa suggerire, specialmente se non si intende utilizzare il generic remote o i quick control...
      Il rispetto si costruisce solo insieme.

      sin night wrote:

      al massimo col midi learn

      Ne approfitto per chiederti che differenza c'è tra midi learn e Automap, perché in fondo l'Automap ti assegna i controlli a caso ma se li vuoi nell'ordine a tuo piacere devi riassegnarli manualmente.
      Il midi learn non l'ho mai usato perché ho sempre avuto conroller con Automap o altri software proprietari, su certe DAW mi pare che sia anche facilitato, tipo in Reaper se non sbaglio basta un click destro sul controllo del plugin e si può assegnare a qualcosa. Quali potrebbero essere gli svantaggi rispetto a un Automap? Perché sinceramente il metodo "tradizionale" mi ispira più affidabilità nel tempo e apertura a qualsiasi piattaforma, senza software "interpreti" che fanno da tramite.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.