Controller Midi DIY

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Controller Midi DIY

      Ciao a tutti
      Premetto che di elettronica so poco e niente
      Ma ho visto che si trovano dei kit midi per costruirsi un controller midi fai da te
      In particolare mi sono focalizzato sul Pocket Electronic di Doepfer.
      Sono 16 canali di controllo più un led e un tasto.
      Per l'idea di controller minimal che vorrei farmi sono sufficienti.
      L'alimentatore, i cavi ribbon per collegare i pot alla schedina, etc dovrebbero essere inclusi.
      Dovrei acquistare i potenziometri.
      Volevo acquistarli buoni.
      Però mi servirebbe qualche consiglio, in particolare sulle specifiche che dovrebbero avere.
      Parliamo, nel circuito del Pocket, se ho inteso bene dal manuale, di una tensione da 0 (gnd) a 5V.
      Si dice anche che tale tensione non va superata o il circuito potrebbe danneggiarsi.
      Nel manuale, anche qui da quello che ho inteso ma potrei sbagliarmi, consiglia pot da 10kohm di resistenza e lineari.
      Quindi che potenziometri rotativi e a cursore dovrei acquistare?
      Vedevo che pot nel range di 0-5v praticamente non ce ne sono. Viaggiano tutti su tensioni massime nominali molto superiori.
      Ho addocchiato alcuni Alps, in particolare RSA0N111900Q per i fader, mi piacerebbero da 100mm di travel e RK09L1140A66 per i knobs rotativi.
      Possono funzionare o potrebbero danneggiare il circuito? Oppure, parlando per esempio di un pot a cursore mappato per controllare il fader di una traccia di Logic, se avesse range di tensione diverso da 0-5V, poniamo 0-10v, quando arrivato a metà corsa mi potrebbe aver già portato il fader di logic al massimo del suo range?
      Fatemi sapere
      Grazie
      La massima tensione operativa è il massimo che il componente può supportare, non ci sono problemi ad utilizzare un potenziometro qualsiasi in un circuito che opera a tensione più bassa... La tensione che troverai sul terminale "variabile" del potenziometro varierà tra le tensioni presenti sugli altri terminali. Nel caso di 0-5V, avrai 0V ad inizio corsa e 5V a fine corsa (o il contrario, a seconda si come lo colleghi) e tutti i valori intermedi, secondo il tipo di risposta del componente (lineare, logaritmica... per un controller midi, è assolutamente indicata una risposta lineare, cioè B, quindi un potenziometro da 10K Ohm potresti trovarlo contrassegnato come 10KB)... Tanto per essere chiari, per i potenziometri (rotativi o a slitta non cambia nulla), non è che se la tensione massima supportata è X e tu lavori con una tensione di X/30, allora hai tutta la risposta in 1/30 della corsa del componente...

      Quanto ai componenti che hai segnalato, in termini di tensioni non hanno problemi, ma non ho avuto il tempo di guardare il resto delle specifiche (tipo di risposta, se hanno la tacca centrale, ecc)... occhio sui knob che hai indicato un d-shaft, quindi poi i pomelli devono essere dello stesso tipo (idem se prendi un altro tipo di profilo del pomello).

      Purtroppo non ho tempo di approfondire...

      PS: dipende dall'uso che ne farai, ma ti consiglierei di non esagerare con il costo dei potenziometri rotativi per questo tipo di applicazione... io uso gli "Alpha" quando faccio i miei aggeggini e sono sufficienti secondo me...
      Il rispetto si costruisce solo insieme.
      Sarei interessato anche io a questo argomento, mi farebbe piacere saperne di più su quali componenti utilizzare per crearsi un controller Midi. Anche io ho scarse conoscenze tecniche, e attendo quindi che qualcuno possa dare delucidazioni. Il Pocket Electronic della Doepfer sembra interessante come features, anche se su internet non si trova documentazione specifica su come implementarlo, a parte il manuale.
      I cursori dei potenziometri possono fare falso contatto col passare del tempo, per ossidazione, sporco o consumo della traccia resistiva (se usati frequentemente). E' bene, quindi, evitare quelli molto economici. Prendi potenziometri sia rotativi che a slitta Alps, lineari, di quelli ermetici.
      Per i potenziometri rotativi fai attenzione al diametro dell'alberino e a come è fatto per acquistare le manopole: ci sono alberini da 6mm e da 6,3mm, lisci o rigati o a "D" (D shaft): prendi manopole compatibili.
      Gianluca
      Youtube: goo.gl/522kv4

      Post was edited 3 times, last by “Datman” ().

      Ciao Sin
      Grazie mille dell'intervento
      Competenze in questo contesto sono molto preziose per arrivare a fare un controller fatto bene e senza sprecare tempo e soldi nell'acquisto di componenti non compatibili

      La tensione che troverai sul terminale "variabile" del potenziometro varierà tra le tensioni presenti sugli altri terminali. Nel caso di 0-5V, avrai 0V ad inizio corsa e 5V a fine corsa (o il contrario, a seconda si come lo colleghi) e tutti i valori intermedi, secondo il tipo di risposta del componente (lineare, logaritmica...


      Quindi anche se un potenziometro (rotativo o a cursore) lineare ha 350V AC di "Maximum operating voltage" posso usarlo in un circuito 0-5V e la corsa del fader sarà proporzionata al range di tensione 0-5V, ho capito bene?

      Il Pocket lavora in DC o in AC ? Cambia qualcosa per la scelta dei potenziometri? Devo cercare la tensione massima in DC ?


      Quanto ai componenti che hai segnalato, in termini di tensioni non hanno problemi, ma non ho avuto il tempo di guardare il resto delle specifiche (tipo di risposta, se hanno la tacca centrale, ecc)... occhio sui knob che hai indicato un d-shaft, quindi poi i pomelli devono essere dello stesso tipo (idem se prendi un altro tipo di profilo del pomello).


      Quali sono gli altri parametri fondamentali da valutare per interfacciare i pot al Pocket? Come resistenza è consigliato il 10kOhm e che sia lineare.
      Per un utilizzo da Pan servono potenziometri particolari con tensione anche negativa (-5v 0 5v ) oppure va bene qualsiasi pot purchè sia lineare? Io nei controller che ho avuto utilizzavo knob e fader per controllare tutto, alternativamente i pan e i fader su logic.

      La tacca centrale la eviterei perchè se poi il midi non rispondesse perfettamente non vorrei sentire lo scatto quando il pan non è centrato.

      Come Alps non ho trovato potenziometri rotativi senza D shaft.
      Volevo prenderli buoni fin da subito, essendo l'unico controller che utilizzerei e avendo pochi controlli, 16 in tutto, preferivo puntare su una componentistica di livello che abbia un buon feeling e sia affidabile.
      Anche i slide pot da 100mm sono un lusso ma dovendone comprare soltanto 6 più 2 di scorta, sono quelli che più mi ispirano.

      Con calma Sin, rispondi quando puoi, non c'è fretta



      Ciao Datman
      Grazie mille anche a te

      I cursori dei potenziometri possono fare falso contatto col passare del tempo, per ossidazione, sporco o consumo della traccia resistiva (se usati frequentemente). E' bene, quindi, evitare quelli molto economici. Prendi potenziometri sia rotativi che a slitta Alps, lineari, di quelli ermetici.


      Si, Alps mi ispira molto
      Ermetici cosa intendi?
      Ho trovato questi modelli
      RSA0N111900Q per i fader (100mm di travel,lineari, 10kOhm) e RK09L1140A66 (lineari, 10kOhm) per i knobs rotativi
      I fader da 100mm sono molto costosi. Il modello di cui sopra è un buon compromesso ma siamo proprio al limite di costo per quella marca. Vorrei mantenermi su un budget che giustifichi il DIY. Il motivo non è risparmiare necessariamente, il motivo è farmi un controller come voglio io e che non trovo in commercio, per estetica e per il mio setup minimal. Oltre a esserci un valore conoscitivo nel progettare e costruire un device. Però la spesa deve essere comunque inferiore o uguale a controllers commerciali di qualità che hanno molte più funzionalità. Spendere addirittura di più per un fai da te sarebbe paradossale.
      Per questo ho scelto di limitarmi nella quantità dei controlli cercando però di mantenere accettabilmente alta la qualità.

      Per i potenziometri rotativi fai attenzione al diametro dell'alberino e a come è fatto per acquistare le manopole: ci sono alberini da 6mm e da 6,3mm, lisci o rigati o a "D" (D shaft): prendi manopole compatibili.


      Sai che ho difficoltà a trovare knobs rotativi e per cursore della stessa serie che abbiano D shaft?
      Il diametro dei pot che per il momento ho selezionato hanno l'albero di 6mm.
      Secondo te i knobs da 6mm anche se non sono D shaft ma zigrinati possono entrare e fare presa?
      Come D Shaft ho trovato i Reloop. Ma tutti i D shaft sono standard o potrebbero esserci differenze tra le forme della D?
      Per quanto riguarda i knob da fader non so quali possano essere compatibili, al punto che sto valutando di farmeli io in legno. Il pot slide della Alps che sto valutando dice "Lever Type" 9-T o T-Bar. "Length of lever(mm)" 8,2.
      E non so se questi 8,2 mm si riferiscano all'altezza della levetta oppure alla larghezza. Ho trovato dei knobs fader, questi
      450-SL6612 della Eagle Plastic Devices, ma potrei valutarne anche altri e di altre marche, dove per shaft hole mi da 1,2x18mm.
      Esiste anche una versione 1,2x4 e 1,2x8 dello stesso modello.

      Post was edited 1 time, last by “loyuit” ().

      I knob cilindrici non fanno bene presa sui D-Shaft... se hai dei knob col grano (la vitina sul fianco), puoi riuscire a montarli (l’ho fatto come soluzione temporanea), però è meglio che siano D-Shaft.

      Per questo tipi di componenti, prova anche a dare un’occhiata su Thonk... e quello che non trovi lì, hai buona probabilità di trovarlo su da RS.

      Per i voltaggi, al potenziometro non interessa che siano positivi o negativi, la specifica riguarda l’escursione massima tollerabile.
      Poi, trattandosi di midi, stiamo parlando di un’applicazione “digitale”, quindi tutto tra 0-5V. Anche i pan lavoreranno tra 0-5V, a metà corsa emetteranno circa 2,5V e la centralina midi produrrà un control change con valore 64 che corrisponderà alla posizione centrale del tuo pan (0 hard left 127 hard right).

      Che io sappia, per gli utilizzi musicali musicali (pedalini, synth, controller midi...) il voltaggio massimo tollerabile dai potenziometri non è un problema, le tensioni operative sono ampiamente dentro i limiti.
      Il rispetto si costruisce solo insieme.

      sin night wrote:

      I knob cilindrici non fanno bene presa sui D-Shaft... se hai dei knob col grano (la vitina sul fianco), puoi riuscire a montarli (l’ho fatto come soluzione temporanea), però è meglio che siano D-Shaft.


      Ho guardato Thonk ma come D-Shaft non ho trovato granchè
      RS mi sembra invece più interessante anche se molti prodotti non possono essere acquistati in piccole quantità.
      Inoltre non sono riuscito a trovare i knob da fader.

      Per i voltaggi, al potenziometro non interessa che siano positivi o negativi, la specifica riguarda l’escursione massima tollerabile.
      Poi, trattandosi di midi, stiamo parlando di un’applicazione “digitale”, quindi tutto tra 0-5V. Anche i pan lavoreranno tra 0-5V, a metà corsa emetteranno circa 2,5V e la centralina midi produrrà un control change con valore 64 che corrisponderà alla posizione centrale del tuo pan (0 hard left 127 hard right).


      Ok, grazie
      Un'altra domanda
      Ho trovato, dei pot a cursore della Alps, la versione single unit e dual unit (stereo)
      Quest'ultima l'ho trovata a un prezzo inferiore rispetto alla prima
      Qualcuno può spiegarmi la differenza e se possono andare bene entrambe per il controller che voglio fare ?
      >> Sai che ho difficoltà a trovare knobs rotativi e per cursore della stessa serie che abbiano D shaft?

      Manopole della stessa serie? Perché? Tra le manopole per i potenziometri rotativi e quelle per quelli a slitta c'è parecchia differenza di forma, quindi non è necessario che siano simili.
      Gianluca
      Youtube: goo.gl/522kv4
      Non ho guardato le specifiche dei modelli citati, comunque un potenziometro doppio può essere tranquillamente usato al posto di uno singolo, lasciando scollegata una delle due sezioni.

      Occhio alle dimensioni fisiche, nel caso si tratti di serie diverse (ma immagino ne prenderai un unico modello e con un solo valore, quindi non è un problema).


      Aggiungo ulteriore carne al fuoco: hai già pensato a come realizzare il box? In che materiale, con quali dimensioni, con che layout, se farai tutto da solo o se per certe parti ti appoggerai a qualche ditta... lo dico perché non è una parte da sottovalutare... io mi costruisco qualche cosetta a tempo perso, ma fare i pannelli (nel mio caso di synth modulari) è una bella rogna... ho una colonna per il trapano comprata in un centro commerciale (la qualità non è delle migliori, se si usa molto) e riesco a forare fino a 15-20 cm circa dal bordo esterno di una superficie (ad esempio un foglio di metallo, una tavola di legno oppure una scatola), dopo sono costretto ad usare il trapano in modo “tradizionale”, cioè a mano libera... poi, a meno che tu non abbia la passione per il bricolage, metti in conto tutta l’attrezzatura necessaria: trapano, punte (o fresa conica), punzone, possibilmente una colonna, seghetto (o altro?) per fare le scanalature per i fader a slitta...
      Questa parte del progetto ha un costo in termini di attrezzatura “da bricolage” e richiede un impegno non trascurabile a mio avviso... la parte elettronica (soprattutto se hai una centralina già pronta a cui devi solo collegare i potenziometri o dei bottoni) è forse quasi “marginale”...
      Il rispetto si costruisce solo insieme.
      Ciao Datman
      Stavo cercando e ho trovato slide knobs e rotary knobs della Alps
      Avrei pots e knobs Alps
      Rimane da capire se sono compatibili

      RSA0N111900Q
      KNOPF 8X1,2WS

      RK09L1140A66
      KNOPF 10-150E

      Il pot a cursore parla di (lever type T-Bar) e (Length of lever mm 8,2)
      Il knob slide dice Corpo (lung. x larg.): 8 x 1,2 mm

      Il pot rotativo è D shaft
      Il knob è 6/4,5 shaft, ovvero il profilo circolare non è a D perfetta, quindi con la sezione a 3mm bensì a 4,5mm
      Anche il pot non sembra a D perfetta comunque, dalle foto.

      Sai (sapete) se D shelf e 6/4,5 flatted shelf siano la stessa cosa?

      ps

      Tempo fa acquistai qui le manopole per alberino a "D":
      ebay.it/itm/4-Colours-D-Shaft-…tary-Encoder/232772208753


      Anche dalle foto in questo link che mi hai postato la sezione (D) non sembra perfettamente al centro, ma a 3/4

      Post was edited 1 time, last by “loyuit” ().

      sin night wrote:

      Aggiungo ulteriore carne al fuoco: hai già pensato a come realizzare il box? In che materiale, con quali dimensioni, con che layout, se farai tutto da solo o se per certe parti ti appoggerai a qualche ditta... lo dico perché non è una parte da sottovalutare... io mi costruisco qualche cosetta a tempo perso, ma fare i pannelli (nel mio caso di synth modulari) è una bella rogna... ho una colonna per il trapano comprata in un centro commerciale (la qualità non è delle migliori, se si usa molto) e riesco a forare fino a 15-20 cm circa dal bordo esterno di una superficie (ad esempio un foglio di metallo, una tavola di legno oppure una scatola), dopo sono costretto ad usare il trapano in modo “tradizionale”, cioè a mano libera... poi, a meno che tu non abbia la passione per il bricolage, metti in conto tutta l’attrezzatura necessaria: trapano, punte (o fresa conica), punzone, possibilmente una colonna, seghetto (o altro?) per fare le scanalature per i fader a slitta...
      Questa parte del progetto ha un costo in termini di attrezzatura “da bricolage” e richiede un impegno non trascurabile a mio avviso... la parte elettronica (soprattutto se hai una centralina già pronta a cui devi solo collegare i potenziometri o dei bottoni) è forse quasi “marginale”...


      Ciao Sin
      Rimanderei a dopo la parte da bricolage
      Ho in mente di usare quattro strip da rack (o dei prifilati a L) attaccati a due fianchetti in legno ai lati. Contemporaneamente sopra e sotto chiuderei con due fogli di metallo.
      Con trapano, flessibile, seghetto, lima, raspe, colle viniliche, viti, etc, attrezzature comunque a mano.
      Rimane la questione materiali: volevo fare tutto di legno all'inizio con parti plastiche interne per isolamento.
      Ma c'è la questione di campo elettromagnetico e di conduzione. Due aspetti di cui chiederò magari lumi più avanti.
      Attualmente mi interessa la parte pots&knobs
      RSA0N1219A03: nel datasheet fornito da Mouser leggo:
      Resistance taper: 15A
      Andando avanti, c'è un grafico che mostra che 15A è logaritmico, mentre lineare è 1B.
      TME dice esplicitamente che è logaritmico.
      D'altra parte, i potenziometri doppi sono solitamente da 10kOhm~50kOhm e sono fatti per l'audio stereo: per la caratteristica dell'orecchio umano, per dare una variazione graduale devono avere una caratteristica logaritmica (in realtà il rapporto V uscita/V entrata è esponenziale rispetto alla posizione, per compensare la risposta logaritmica dell'orecchio).
      Gianluca
      Youtube: goo.gl/522kv4

      Post was edited 1 time, last by “Datman” ().