MIDI tra regia e sala

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      MIDI tra regia e sala

      Ho uno studio privato composto
      - da sala dove suono con la mia band, suono con Jamulus e altre mille cose, tra cui ospito sessioni di registrazione.
      - da una regia, dove ho un pc, scheda audio, una postazione di ascolto, etc....
      - da un bagno, di cui non sto meglio a specificare l'uso che capirete


      Tra la sala e la regia ci sono, posati, 25 canali audio bilanciati (3 poli) oltre a due cavi ethernet. Ora, ospiterò presto una pianista che verrà con un piano digitale, che dovrò registrare, non ho mai usato il midi, mai avuto bisogno, ma ovviamente tale piano, teoricamente, mi permetterebbe anche di prendere i segnali midi. NOn so se nemmeno li userò, perchè la ripresa sarà audio, ma sto pensando di tirarli fuori in parallelo.

      Ora, come portare i segnali midi fuori dalla sala, immaginando la porta chiusa? Ho predisposto un corrugato vuoto e alcuni slot su una morsettiera a muro... ma che tipo di installazione si fa? ho letto che i cavi midi non possono essere più lunghi di 10 mt, basterebbero. Devo posare un cavo a 5 poli e un connettore relativo tipo così? (clicca)

      Oppure posso usare anche due XLR tripolari, facendomi un cavo io... oppure.... boh... altre soluzioni? E' più che altro una curiosità....

      Grazie.
      Swish.
      « è senz'altro il feeling la cosa più importante, la tecnica viene sempre dopo » Billy Cobham
      Ciao, nonostante la mia poca esperienza col midi provo a risponderti, non so dirti la lunghezza massima dei cavi, ma puoi provare a usare un convertitore midi/usb, o un adattatore sempre midi/usb, il cavo usb puoi usarlo della lunghezza che vuoi. Ripeto, minima esperienza la mia
      Il segnale MIDI indicativamente viaggia senza problemi su cavo midi di lughezza tra 5 e 15 metri, in base alla qualita' del cavo (cavo singolo, senza prolunghe)
      Un cavo midi usa solo 3 pin dei 5 del connettore per portare segnale.

      Soluzione 1: puoi fare degli adattatori MIDI-XLR (3 poli) M/ XLR (3 poli) F-MIDI, ed usare i trasporti xlr 3 poli che hai gia' in loco. Basta saper saldare a stagno o magari li trovi gia' fatti online.

      Soluzione 2: ti compri un midi extender tipo questo (e' un esempio a caso ce ne sono molti) ed usi i trasporti di rete che hai gia' in loco.

      Se vuoi tirare dei nuovi cavi, occhio che il connettore che hai messo nel link e' un XLR 5 pin (stile DMX per intenderci). Ti serve questo tipo di connettore.

      Il cavo USB 2.0 mi pare viaggi senza problemi fino a 5 metri (cavo singolo, senza prolunghe), quindi non ci metterei la mano sul fuoco sul cavo midi-usb se devi andare oltre a quella distanza, ma posso tranquillamente sbagliarmi, a meno che tu non voglia prendere un usb extender - soluzione che non ho elencato prima perche' mai usata in prima persona.
      grazie @BjHorn, ma onestamente per un sacco di situazioni, in cavo in sala potrebbe comunque servirmi... ora è il piano, ma metti un giorno la batteria... sai che casino spostarla in regia.

      I cavi usb lunghi sono sempre problematici, anche perchè il tipo di connettore usb è meccanicamente poco stabile. Come lo tocchi, si disconnette, lo detesto.

      Mi piacciono entrembe le soluzioni di @Fudo40. Propabilmente le proverò tutte e due, sia quella ethernet, che si connette in modo molto stabile e poi ho già tutto... sia quella con XLR a 3 pin. Non sapevo che dei 5 pin midi, se ne usassero solo 3. esiteranno cavi già fatti magari... altrimenti saldarli non è un grosso problema.
      « è senz'altro il feeling la cosa più importante, la tecnica viene sempre dopo » Billy Cobham
      Un’altra soluzione - un po’ più costosa a dire il vero - è prendere un’interfaccia midi dotata di porta ethernet tipo quelle di iconnectivity... oppure una BomeBox.

      Io comunque, in prima battuta, se le distanze lo consentono, opterei per adattare un cavo midi “din-xlr” in modo di usarlo tramite uno dei cavi xlr già presenti nella struttura (a patto che le masse dei cavi e della patchbay siano tutte separate)... se poi nasce l’esigenza di qualcosa di più evoluto, si cambiano le spine sui due cavi e si ricicla tutto... ed è anche la soluzione più economica, credo...
      Il rispetto si costruisce solo insieme.
      Grazie @sin night. Farò così, per agevolare qualche immagine...
      Vista dalla batteria


      Qui in alto a sx si vede la "patchbay", in realtà è un pannello fatto da me, dove arrivano i 24 canali, ne ho uno speculare in sala.

      Se capisco bene, ho bisogno di due cavi:
      questo nella sala prove
      questo nella regia


      Corretto?

      Oppure mi compro connettori, che forse risparmio. Ma devo in tal caso andare su siti specializzati...
      Swish.
      « è senz'altro il feeling la cosa più importante, la tecnica viene sempre dopo » Billy Cobham