Dare impatto nel mix alle voci RAP

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Dare impatto nel mix alle voci RAP

      Ciao a tutti,sto lavorando in studio da qualche tempo con dei ragazzi, dei rappers, che vogliono registrare il loro primo demo.

      Abbiamo fino ad ora fatto le varie riprese della voce, utilizzando sempre il mio preamp ISA One accoppiato al microfono Rode NT-2a.Le basi dei diversi brani sono fatte direttamente dai ragazzi che mi passano esattamente il file "pronto"Ora abbiamo iniziato il mix dei brani registrati e, nonostante i clienti siano molto soddisfatti del risultato, io mi sento di non essere riuscito a tirare fuori il massimo... e a far suonare i brani come ho in mente e come vorrei che fossero i lavori prodotti nel mio studio.La cosa che mi lascia più perplesso è che solitamente quando lavoro su brani POP riesco a mixare la voce in modo soddisfacente, sia per chi mi commissiona il lavoro, sia per le mie orecchie...

      Qui invece mi sento molto distante da un risultato soddisfacente...

      cerco brevemente di riassumervi quello che riscontro, poi eventualmente posterò anche uno dei mix appena fatti.

      Sostanzialmente la voce è ben distinta nel mix ma manca di impatto, di spessore... di punch per così dire.
      Se lascio la traccia dry la voce risulta troppo ferma priva di ambiente, praticamente schiacciata dentro la base.
      Se metto un riverbero o un delay, o entrambi, anche molto corti, il risultato è quello di avere una bella tridimensionalità, lavorando con il solo delay, mentre se aggiungo un minimo riverbero, anche ad un livello estremamente basso, la voce si porta troppo "indietro" e perde quella sonorità in face caratteristica del RAP .

      Ho provato ad aggiungere anche una traccia molto saturata della stessa voce, con un volume sufficiente a farla sentire, ma nulla che mi porti avanti la voce come vorrei.

      Uno dei brani di esempio portatomi dai ragazzi è NARCOS di NOYZ.... e direi che pur non essendo appassionato del genere, ha un suono che mi piace e che ritengo assolutamente adatto a questo genere...

      Ecco... io qui sono distante anni luce.... ovviamente anche per una serie di mancanze da entrambe le parti.... (mia e del gruppo) ma se riuscissi perlomeno a trovare la direzione in cui andare, sarei già soddisfatto pur restando ancora lontano dalla meta...

      Così mi sento quasi orientato in direzione opposta... tanto per intenderci.

      Grazie a tutti coloro che si offriranno di dare una mano..

      PS: take e mix in stanza trattata, monitor ADAM A7x, scheda MOTU Traveler mk3, preamp ISA ONE, mic RODE NT-2a, daw Sonar X2 Producer (solo con plugoriginali)

      Vi aspetto...
      Saluti Mirco.
      ...le macchine non aggiungono nulla all'anima della musica.
      Ti dico subito che ti sei addentrato in una foresta nera.
      E che il discorso è lungo.

      Ho una lunga esperienza con la musica hip hop da ascoltatore e produttore di strumentali, da pochi anni ho cominciato anche a scrivere e rappare, quindi prendi i miei consigli con le pinze, ho molta strada da fare per quanto riguarda il mixaggio della voce e comunque nel mixaggio in generale... :rolleyes:

      Se la base non è pronta ad accogliere la voce, difficilmente verrà fuori come si deve.
      Sicuramente una corretta gestione delle frequenze, dinamica, etc. è requisito fondamentale di tutti i generi musicali e lo sappiamo, ma nell'hip hop bisogna dare una attenzione particolare alle basse, che gli artisti di questo genere desiderano spesso come "enormi" e profonde. E qui tutti sappiamo quanto nemiche dalla voce siano.

      Il fatto che questi ragazzi ti passino la "pappa pronta" per quanto riguarda le basi, fa intuire che sono alle prime armi (come del resto credo anche tu abbia fatto capire).
      Un artista che desidera un certo spessore per quanto riguarda il sound sa che determinati risultati sono più difficili da ottenere con strumentali preconfezionate.
      Il ME deve avere totale controllo di ogni strumento del mix per dare il 100%.
      Infatti al tuo posto mi sarei rifiutato di seguire questo tipo di produzione, anche se probabilmente è una scuola di pensiero un pò estrema.

      Il primo consiglio che posso passarti è quello di controllare bene che i bassi delle strumentali non siano esagerati, ascolta con un sub se puoi, anche non da studio...è qualcosa.
      Confronta con qualche disco dei soliti americanacci, tipo 2Pac, Dr. Dre, ascolta bene il volume e su che frequenze suonano.
      Chiedi a questi ragazzi se le strumentali sono di altri pezzi di artisti famosi, in tal caso difficilmente ci saranno errori nel mixaggio, anzi, sicuramente no :thumbup: . Sarebbe una buona notizia.
      Comunque questi consigli non credo saranno molto utili dato che da quel che ho capito non hai "libertà di movimento" sul mix degli strumenti.

      Assodato che le strumentali siano ok, c'è da fare un discorso su come viene trattata la voce rap.
      In primis l'accoppiata mic e pre è basilare.
      Il fatto che tu non abbia registrato con robaccia è buon punto di partenza.
      Questo però come hai notato non basta.
      Sicuramente eq fatte ad hoc per ripulire e colorare (magari queste ultime con hardware o emulazioni di essi) sono ottime amiche, anche utilizzare più compressori in cascata può essere un bel giochino da provare per riuscire a spingere un pò di più, d'obbligo tentare con la compressione parallela e vedere anche se un compressore multibanda può darci una mano.
      Però credo che ci sia una cosa a cui non si può proprio rinunciare e di cui mi pare si parli poco: L'automazione del volume sulla voce, soprattutto nel caso in cui l'artista non sia un asso nel controllo della dinamica.
      Segui con estrema attenzione il volume della voce, tira su anche il volume di una parola o sillaba se ti sembrano "andar giù" e non star lì "davanti".
      Tutti gli interventi che fai eseguili decisi, ma al contempo sii gentile. Se schiacci troppo la dinamica la voce non verrà fuori bene, forse peggio del segnale dry.

      Beh...ho dato il mio contributo...e speriamo che qualcun altro aggiunga o rettifichi qualcosa in maniera costruttiva.
      (Ps. facci sentire qualche traccia se puoi!)
      Ciao! ^^
      "...Deve esserci un nemico che non può essere sconfitto".

      Post was edited 3 times, last by “Black Thing” ().

      Ciao
      premettendo che sia i tuoi accorgimenti che le cose che dice Black Thing sono giuste.
      Io tendo cercare una voce abbastanza in face già dalla registrazione, provando anche tenere anche il microfono + vicino rispetto ad altri casi al cantante. Cerco di sfruttare un po' l'effetto prossimità che alla fine è quello che mi serve nel mix stando comunque attendo al controllo delle basse (della voce).

      A volte mi trovo bene con una figura omnidirezionale ed il cantante molto molto vicino.

      Eq: ingenre "ripulisco" la voce e cerco di dare un po' di presenza in + (ovviamente dipende dalla voce e dalle rec.) ma cerco di non essere troppo invasivo.

      Anche la comp la uso in modo moderato (impossibile dare dei parametri) prediligo comunque le automazioni in primisi, poi a seconda dei casi posso + o - comprimere.

      In mix in genre a livello di effettistica dipende molto dal brano nel rap tendenzialmente la voce è molto secca, soprattuto il rap di ora, in realtà in passato molti personaggi ci insegnano che anche bagnare un più + la voce è soluzione gradita.
      Io ingegnere uso comunque una plate anche lì dove voglio una voce secca. La doso in modo da essere quasi impercettibile, cioè se la tolgo devo sentire solo un piccolissimo cambiamento, come se qualcosa mancasse ma quando la riattivo non devo percepire differenza. Questo in realtà mi aiuta a dare un po' di grandezza alla voce a volte lo faccio anche con una room ;)
      U'altra cosa che uso (e che è stata spessissimo usata) è uno salap deelay per far "indietreggiare" la voce o comunque creare qualche effetto intorno ad essa.

      Credo in tutti i casi che il tricks + grande sia ricercare la presenza in registrazione. ;) e qui come ben sai sala, mic e pre insieme al posizionamento e al cantante la fanno da padroni.

      ovviamente tutto IMHO.
      ...si chiama Mix e non Fix
      Sicuramente registrare 2 volte le stesse take dona una bella presenza.
      Il problema è che non sempre si vuole quel tipo di effetto, come non sempre è adeguato alla situazione.
      Di certo è un buon trick...ma bisogna che vi sia una base nella tecnica di mixing oltre a questo per ottenere un buon livello su tutte le tracce.

      Per quanto riguarda il "bagnare la voce" è una cosa che uso fare anche io spesso, ma nei miei mixaggi non fa altro che portarmela indietro, soprattutto il riverbero.
      Infatti solitamente ne uso una quantità talmente blanda che praticamente non si sente, quando invece voglio proprio che la voce indietreggi, aumento la dose e modifico i parametri.

      Se si cerca una voce "avanti" e si vuole comunque usare un effetto corposetto, vado in mandata...
      Così ho pieno controllo sul riverbero/delay etc.
      Ma non è mai come usare un segnale dry o quasi del tutto. O forse sono io a non essere capace...
      Poi c'è anche chi dice che mettere questo tipo di effetti in insert o in mandata non cambia nulla...
      Ma per me non cambia nulla solo se sul plug c'è wet/dry, altrimenti eccome se cambia!
      E in quel caso comunque non puoi infilare un parametrico sull'effetto per esempio, a meno che non ne sia provvisto internamente.

      Uff...che palle sta voce...era meglio quando facevo strumentali... :thumbdown:
      "...Deve esserci un nemico che non può essere sconfitto".
      Magari hai già provato... ma una bella compressione parallela con un 1176 tiratissimo con Attack lento e Release veloce potrebbe aiutare non poco anche comprimendo 15 dB... ovvero tirando il compressore di brutto in modo da tirare fuori le armoniche di terzo grado che "graffiano" la voce.

      Se mi passi la take vocale posso fartelo io per farti sentire l'effetto e vediamo di capire se è quello che cerchi.

      Ciao,
      Mauro
      "qualsiasi cosa tu faccia...falla con stile" by F. Mercury

      It's not about the equipment, but about what you do with it.


      Ciao ragazzi,
      vi posto un esempio di quello che siamo riusciti a tirare fuori...

      So che il brano in se non è il massimo... ma in ogni caso io ho fatto del mio meglio per far suonare quello che gli autori hanno fatto.

      Aspetto i vostri feedback... positivi o negativi che siano, ma che siano utili per il futuro.

      Thanks
      Saluti Mirco.
      ...le macchine non aggiungono nulla all'anima della musica.
      Ahimé, temo che nel caso specifico l'impatto non sia da ricercare in mix, ma a monte.
      Non è il mio genere, ma mi sembra che la voce faccia a pugni costantemente con quello che c'è sotto, nel senso che non la sento per niente sul tempo.

      E senza il timing l'impatto credo sia impossibile da trovare, purtroppo.
      Ciao Lattugo,
      grazie per il tuo intervento... in effetti è quel che ho in qualche modo premesso... i ragazzi sono un po acerbi... per così dire....

      Infatti la difficoltà di mixare questo materiale sta a mio avviso nel fatto che la base di suo non possiede un grande impatto... e che le voci pur riprese in ambiente trattato e con una catena di buon livello (rode nt2a, focusrite isa one, motu traveler mk3)... non rendano...

      devo dire che di tutti i lavori fatti fino ad ora, questo è quello che mi sta dando più grattacapi a livello di mix... e penso che, avendo già fatto il corso A da Teeto... e in procinto di fare il corso B, qualche nozione di base ce la posso avere... eppure... a differenza di altri brani, di generi diversi, questi non suonano...

      il tutto per mia grande frustrazione...
      Saluti Mirco.
      ...le macchine non aggiungono nulla all'anima della musica.
      oltre alle questione tecniche dei fonici, ci metterei anche l'interpretazione del cantante, che a parte essere andato fuori tempo, non canta con la giusta intensità (più che altro parla) ed è difficile tirar fuori qualcosa che non c'è.

      Mi è successa una cosa simile su un altro genere (Metal) dove il batterista non picchiava abbastanza sul rullante. Per quanto ho potuto lavorarci sopra, il rullante nel mix non è mai esistito (è inutile in un genere come il metal alzare il volume a un rullante che non ha la "pezza" del batterista).
      Da perfetto ignorante quale sono in materia, sinceramente... non riesco ad ascoltare più di 3 secondi. La voce è talmente falsa, talmente buttata "a cavolo" che puoi farci sopra tutti i miracoli che vuoi ma da lì non ci tirerai fuori niente di niente. Il tempo non sanno cos'è, la grinta a tratti un pò ma nulla di ecclatante. Già me li immagino questi ragazzi che si chiamano "fratello" tra di loro e sono estremamente "alternativi" perchè il sistema fa schifo e si sfogano con la musica. Ben ci stà ma devono capire che il testo non è tutto. Possono anche usare le parole più belle del mondo ma da sole non bastano. Ci vuole tutto il resto e in questa traccia si sente alla grande questo difetto.

      La base sotto poi è palese che non da spazio alla voce. Sembrano 2 travi d'acciaio che sbattono tra di loro quando si vuole fonderle insieme.
      0 istruzione + 0 monitor + VSL = 1 disastro on the road :whistling: soundcloud.com/soundtek-1
      secondo me siamo già nel campo del "limitare i danni", per i motivi già citati da altri, ma il lavoro lo devi comunque portare a casa.

      Innanzitutto secondo me il riverbero è decisamente troppo, scolla la voce dalla base e l'allontana troppo per il genere. Inoltre ha un livello troppo basso per il genere, penso che una comp parallela spinta sia decisamente auspicabile.

      Inoltre se hai la possiblità di fare altre take, forse potresti fare qualche doppiaggio sulle frasi significative, pannati hard o mono, nonchè inserire elementi vocali casuali da effettare (ripetizioni casuali, effetto telefono, autopan etc...) in modo da intervenire un minimo sull'arrangiamento e dare una parvenza di professionalità in piú. Insomma se vedi che la performance è scarsa, lavora sull'arrangiamento.

      In generale però forse la prossima volta che ti capita una situazione simile, la cosa migliore in assoluto che puoi fare secondo me, è lavorare molto sulla buona esecuzione delle take dove possibile, budget stabilito permettendo.
      Una cosa che potresti fare, a mio parere, è farti pagare di più.. Uscendo dallo scherzo ciò che si poteva dire si è detto, ascolta ad esempio i primi dischi dei wu tang, registrati e mixati malino ma con parecchia sostanza.. La prossima volta prova a registrarli con un dinamico magari, e dagli un pò meno voce in cuffia, tenderanno a spingere udì più.