Monitor in mix e mastering

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Monitor in mix e mastering

      Eccomi quà... con un altra domandina NIUBBA! Faccio un breve riassunto per chi non ha seguito gli sviluppi!

      Ho preso un paio di monitor, di quelli che escono nei pacchetti di patatine (edifier 1000) per mixare e in seguito masterizzare alcuni brani che ho registrato per il mio gruppo di musica popolare del sud italia.
      Una volta installati ho caricato sul Daw che uso alcuni brani da cd professionali, li ho passati e "equalizzato" i monitor per farmeli piacere, perchè mi suonavano "male". A questo punto sono fioccati gli inevitabili cazziatoni di cui ho tenuto conto!
      Seguendo le indicazioni datemi ho rimesso i miei monitor "nearfield" e ho mixato i pezzi, aggiustato quello che c'era da aggiustare (nei limiti delle mie possibilità/ascolti) e convengo con i "cazziatori" che con questo modo di ascoltare vengono fuori un sacco di magagne, tra tracce da equalizzare, sistemare timing ecc ecc.

      Dopo il mixaggio dovrei fare anche il mastering, anzi DEVO! E per farlo userò Ozone6, ma a questo punto mi si pone un piccolo dubbio:

      Il mix l'ho fatto con monitor "nearfield" su Sonarx3, per i mastering devo continuare ad usarli nearfield oppure li posso portare ad un ascolto "colorato"?

      Per intenderci: Se adesso importo su ozone dei brani di cd professionali questi mi suonano "chiusi", e in ogni caso in modo piuttosto diverso dai miei ascolti abituali (hi-fi, auto, p.a.) e mi chiedo se è normale, oppure pezzi già masterizzati da professionisti dovrebbero suonare come i miei abituali ascolti.
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!