Mastering personale vs Professionale, aiutino!

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      barbetta57 ha scritto:

      questo da te non me lo sarei aspettato... quello dello studio non ne ha affatto, di dinamica

      Ti sei perso il mio post precedente: credevo fossero due master dello stesso brano e appunto sottolineavo il fatto che, nonostante il commerciale fosse più schiantato, vedevo le parti piano più piccole.
      Le mie foto...
      SenzaLegge
      Il mio soundcloud

      Orecchie funzionanti e studio sonorizzato come Cristo comanda...

      StudioMusic ha scritto:

      Ma che male c'è a suonare a -6/-7 di Rms?


      a parte che tutto suona di merda??
      a beh, non c'è niente di male.....

      uno spende migliaia di euro per un sistema di ascolto di rilievo e si ritrova a spendere 20€ per un cd masterizzato per chi ha il prosciutto nelle orecchie, per chi non capisce un cazzo e per chi ascolta la musica sugli smartphone!
      lo scopo di arrivare a -6 è quello di sentire più forte? perché se fosse così, basta alzare il volume dell'ampli.
      se invece serve a dare una pompata ai bassi e alla cassa, hai sbagliato il missaggio.
      fai una prova; esporta il tuo mix, poi fanne una copia e "masterizzalo" (a parte che questo termine ormai significa: pompa più che puoi la rms media, ed invece dovrebbe essere un'operazione di ottimizzazione ed omogeneizzazione di tracce diverse in vista dell'assemblaggio di un master, nel senso di un file che serve a produrre un CD omogeneo)
      poi abbassa il file masterizzato fino al livello di quello non masterizzato ed ascoltali entrambi e dimmi quale dei due secondo te suona meglio
      solo nella musica dance o comunque che non fa uso di dinamiche, si possono ottenere certi valori senza fare danni
      (a titolo di curiosità: il correttore automatico insiste nel cambiarmi "masterizzato" in "martirizzato" :D )

      barbetta57 ha scritto:

      lo scopo di arrivare a -6 è quello di sentire più forte? perché se fosse così, basta alzare il volume dell'ampli.


      ma quali ampli???
      ma chi cazzo ascolta la musica tramite hi-fi?!?!

      su sveglia....
      la musica si rivolge alla massa e la massa la ascolta su sistemi di merda.....ecco perchè escono dei dischi così.....
      suonano tutti da schifo........nessuno escluso!poi c'è quello che suona peggio.........se tutti fossero fatti in maniera "decente", suonerebbero incredibilmente meglio.....

      Addirittura oggi si sfanculano dischi registrati e missati in tempi così distanti, tanto che il risultato è spesso imbarazzante!
      Io cerco i dischi su discogs e mi prendo i remastered entro gli anni 2000......max 2004, tranne qualche eccezione!
      Ti propongo un'esperienza che mi ha segnato profondamente: procurati la Queen Platinum Collection (quella con la copertina grigia su 3 cd, non ricordo il titolo esatto, devi cercare un po' per negozi perché credo sia fuori catalogo... così avevano detto in un negozio alcuni anni fa, però a volte si trova ancora nei negozi di dischi o nei centri commerciali) e la raccolta (su un solo CD) uscita un po' di anni fa (credo intorno al 2008-2009) e fai un ascolto comparato tra i brani in comune tra le due raccolte.


      Un mio amico ha entrambe (la seconda gliela regalammo per il compleanno, dopo che la prima sembrava introvabile; alcuni mesi dopo trovò la Platinum Collection in un centro commerciale e l'acquistò perché la desiderava davvero tanto... era il suo "periodo Queen") ed sentimmo le due raccolte in macchina, rimanendo delusi (quasi imbarazzati) dalla totale mancanza di carica emotiva della raccolta più recente.... Suona "più forte" (con un rms più alto), ma le dinamiche sono ammazzate; una delle cose che ci lasciò più schifati fu un crescendo di basso che nella raccolta più recente suona tutta fissa a pieno volume... <X Per non parlare del panorama stereo: la Platinum Collection dà l'impressione di essere ad un concerto, la raccolta più recente di ascoltare da uno stereo compattone da ragazzini.
      Ah, e i miei amici (quella volta eravano in 3 o 4 in macchina) non sono né musicisti né patiti di hi-fi...
      bye bye

      StudioMusic ha scritto:

      Forse sto per dire una c......ta colossale, ma che ne pensate di wavelab? È valido?

      dato che sono al soldo di steinberg, sì, wavelab è validissimo!
      al di fuori dello scherzo, lo uso dalla prima versione e non saprei farne a menoguarda qua cosa hanno aggiunto nell'ultima versione

      youtube.com/watch?v=5eiKET3qV6k

      StudioMusic ha scritto:

      Forse sto per dire una c......ta colossale, ma che ne pensate di wavelab? È valido?


      Wavelab (prima in versione Lite e poi la Elements) è da sempre il mio audio editor di default (da fine 2000 - inizio 2001, quando ai tempi del liceo ricevetti il mio primissimo pc).
      A me piace molto come workflow, credo potrei usarlo quasi ad occhi chiusi... però è pur sempre un audio editor, i risultati dipendono da come lo usi.

      Io comunque non ci faccio master, lo uso per edit mirati, per portarmi in digitale i dischi in vinile e cose del genere...
      bye bye
      personalmente mando a cacare la gente ed anche il cliente (con gentilezza, facendogli vedere graficamente e sentire in modo corretto la comparazione tra il prima ed il dopo a livelli matchati)
      sono capaci tutti di schiaffare ozone con + 8 dB ed una curva a loudness, e poi fai il bypass ed il suono diventa 4 volte meno forte e ti sembra una chiavica
      Si ma agli artisti non gliene frega una sega se poi su YouTube la loro canzone si sente a basso volume. Non c'è rimedio. Non esiste rimedio. Come non esiste quasi più chi ascolta musica con l'hi-fi la sera a casa, nel silenzio. Si asclta in treno con gli auricolari o nelle cassettine del PC, se non in macchina.
      il rimedio esiste ed è il mio. i pochi lavori che faccio, mi rifiuto di "masterizzarli" così. se gli va bene, bene, se no va bene lo stesso. per fortuna capiscono tutti.
      se tutti si rifiutassero di distruggere i brani le cose andrebbero meglio
      tra l'altro sparirebbero da un giorno all'altro una miriade di pseudo servizi mastering on line che servono solo a far spendere 20/30 euro al gonzo di turno
      Questi dispositivi di bassa qualità inoltre non danno niente in fatto di "dinamica" e "pompaggio" in più, a livello di percezione. Un brano pop dopo la fase di missaggio ha una dinamica ridicola, per natura della musica stessa, di fatto tenere RMS bassi non giova più di tanto alla fruibilità perché se l'ascolti con il telefonino puoi avere solo svantaggi, ovvero volume basso. Se usi un lettore MP3 non hai nessun giovamento ad utilizzare musica con un mastering non pompato, perché anche se alzi il volume questi dispositivi non ti aggiungo niente di buono, anzi, non ti aggiungono proprio un bel niente, non stiamo parlando di amplificatori hi-end con tanta headroom o possibilità di aggiungere distorsione armonica, sempre gradevole all'orecchio umano.

      Oggi non serve a niente fare gli audiofili anni '70, se vuoi lavorare ti devi adeguare al mercato della nuova fruibilità. O cambiano tutti, o non cambia nessuno.