Brano non suona!

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Brano non suona!

      Ciao ragazzuoli, ho un problema: sto mixando un mio brano ed in cuffia sto ottenendo ottimi risultati (uso reaper) il problema si presenta quando ad esempio provo ad ascoltare il pezzo con le casse del pc o le casse del televisore per farmi subito un idea ma ciò che accade è che il pezzo cambia leggermente i suoni, ad esempio la voce sembra più alta, la base più bassa ect.. ma questo a cosa è dovuto? al mix o al fatto che non ho fatto il master?
      Ciao, ti rispondo io, magari aspettando i veri esperti. ;)

      Uno degli errori più comuni è quello di fare il mix in cuffia: una volta "finito" il brano sentirai dalle casse cose completamente diverse.

      La realizzazione del brano va fatta tramite monitor (casse) esterne, mai in cuffia, solo così avrai un "suono" il più possibile "uguale" ascoltandolo poi da diverse casse, pc, televisore, ecc...
      Ciao! è dovuto proprio al fatto che stai facendo il mix in cuffia che è assolutamente da non fare mai! Puoi controllare alcune parti, valutare effetti e via dicendo ma non prendere decisioni.
      Guarda questo aggeggio che si chiama VRM Box della focusrite, emula diversi monitor da studio per AIUTARE e non sostituire durante i controlli in cuffia. Utile per farsi delle idee su come può suonare un mix su impianti diversi.
      I3 6100|8Gb Ddr4|SSD 750Gb|Gtx 750ti|350W 80+|Win10
      Audient ID14
      M40x - Akg 240MkII - RA M5
      Pro Tools 12.5|Studio One 3.2|
      non vorrei fare il bastian contrario ma tra mixare in cuffia e mixare con monitors in una stanza sballata cambia poco... anzi, rischi di spendere soldi inutilmente... per il momento ti consiglierei di mixare con un brano di riferimento che sai che suona bene, se non vuoi / puoi spendere.
      Se vuoi passare a monitors considera anche il trattamento stanza
      Quoto quel che dice Vitto.

      Anzi, rispetto ad un ambiente sballato alle volte può esser molto meglio una buona cuffia.

      Per avere un mix che trasla correttamente da un impianto all'altro devi avere un ambiente di ascolto (inteso come insieme monitor/stanza) affidabile, che non enfatizzi o tagli frequenze.
      Solo così hai la ragionevole certezza che gli interventi che fai non saranno falsati dal tuo sistema, diventando evidenti quando vai ad ascoltare il materiale altrove.

      Lat.
      Quoto Lattugo, ed aggiungo che oramai usato a ottimo prezzo trovi il VRM Box di Focusrite, he emula moltissimi monitor e può dare una gran bella mano in questi casi. Con una cuffia di buona qualità e abbastanza trasparente(penso alla AKG 240 Mk2 -> 100Euro) ed il VRM potresti tirare fuori lo stesso qualcosa, anche se, ovviamente, non potrà essere paragonato a dei buoni monitor.
      Ti consiglio di ascoltare svariati pezzi che ti piacciono vicino al genere che fai per capire come suonano sulle tue cuffie, ti aiuterà in fase di mix
      I3 6100|8Gb Ddr4|SSD 750Gb|Gtx 750ti|350W 80+|Win10
      Audient ID14
      M40x - Akg 240MkII - RA M5
      Pro Tools 12.5|Studio One 3.2|
      Premettendo che un buon paio di monitor, la coniscenza di come questi suonino ed una stanza acusticamente decente sono in requisito essenziale per poter far translare i mix qualcosa che potrebbe aiutarti c'è.

      Io lascerei stare aggeggi e sw che emulano monitor! IMHO creati solo per vendere qualcosa in più, cisono troppe variabili in mezzo per poter emulare il comportamento di un monitor. (opinione personale, ma anche dato di fatto)

      quello che invece puó aiutarti a migliorare un pochino è:

      1 una buona cuffia lineare, ascoltaci tanta musica (CD, vinile, NO MP3) a basso volume che se no ti giochi le orecchie ed impara a conoscerle bene ;) poi verdai che ti sarà piú facile fare alcuni suoni ed alcuni bilanciamenti. IMHO scordati di lavorare con i Pan all'italiana in cuffia perchè hai la percezione L-R sballata.

      2 ricontrolla i tuoi mix anche in altri ascolti users come cuffiette dell iphone, laptop e anche su questi sistemi ascolta tanta musica in alta qualità senza esagerare con i volumi cerca di carpire le peculiarità di questi ascolti. Una volta capite quando mixi alterna ogni tanto gli ascolti per capire meglio dove stai andando.

      3 tieni a mente la premessa

      spero di essere stato utile
      ;)
      ...si chiama Mix e non Fix

      vitto wrote:

      non vorrei fare il bastian contrario ma tra mixare in cuffia e mixare con monitors in una stanza sballata cambia poco... anzi, rischi di spendere soldi inutilmente... per il momento ti consiglierei di mixare con un brano di riferimento che sai che suona bene, se non vuoi / puoi spendere.
      Se vuoi passare a monitors considera anche il trattamento stanza
      fletcher-munson curve

      Sono d'accordo in linea di principio su quanto dici , ma se per ogni domanda che viene fatta da un pivello (io per primo) rispondiamo citando tutte le migliaia di euro in trattamentei/attrezzature/bla bla che uno non ha o non può permettersi perchè alle prime armi/non è il suo lavoro/vuole solo avere spunti per studiare le sue cose , allora bisogna cambiare il nome del forum in ProStudioItalia.com .

      In questo caso non è stato chiesto come mai non esce il disco vincitore del grammy , ma come mai ci sono differenze nel suono su diversi ascolti, e la risposta , secondo la mia modesta opinione (che però mi fu data tempo fa da un saggio), è che non si mixa in cuffia a meno che non siano cuffie della madonna (ne ho viste un paio a circa 2000€ realizzate con materiali aerospaziali e tecnologie aliene probabilmente).

      Il passaggio a monitor decenti già comporta un sostanziale miglioramento dell'ascolto, una buona calibrazione dei monitor in relazione alla stanza in cui si trovano, comporta un ulteriore miglioramento dell'ascolto. La conoscenza dell'ambiente comporta un ulteriore accrescimenton della qualità dell'ascolto. Faccio un esempio: a luglio ho traslocato e ho dovuto riallestire il mio piccolo studio in un ambiente diverso da quello precedente . Il risultato è stato che uno dei mix che stavo facendo (una preproduzione di un pezzo della mia band) aveva dei bassi completamente sbilanciati che non percepivo da seduto , ma che a 2 metri dalla postazione in piedi erano evidentissimi.
      Bene , il risultato è che ho ricalibrato i miei monitor (una coppia di Mackie ) e adesso faccio un controllo ogni tanto alzandomi e spostandomi per capire in che direzione sto andando.
      MacBook Pro late 2011 CPU 2,4 ghz, RAM 8 GB, SSD 500 + HDD 750
      Scheda Audio : Focusrite Saffire pro 24
      Monitor : MACKIE MR5MK2,
      DAW: Digital Performer 9 , Logic Pro X, Harrison Mixbus 3

      Bygat wrote:




      In questo caso non è stato chiesto come mai non esce il disco vincitore del grammy , ma come mai ci sono differenze nel suono su diversi ascolti, e la risposta , secondo la mia modesta opinione (che però mi fu data tempo fa da un saggio), è che non si mixa in cuffia a meno che non siano cuffie della madonna


      La risposta è un po' diversa: mixare in un sistema che non dà informazioni affidabili porta a fare interventi sbagliati.
      I monitor sono solo una componente del sistema, puoi mettere i monitor più lineari del mondo nell'ambiente sbagliato e avrai delle informazioni sbagliate.
      Se l'ambiente è veramente compromesso (e siamo in ambito home recording, non tutti possono disporre delle proprie stanze a piacimento) conviene a mio avviso escludere la variabile e mixare con un paio di cuffie lineari ed affidabili, ma non c'è bisogno di spendere cifre paurose. Un paio di Grado entry level da 120 euro sono già in grado di fornire un'ottima quantità di informazioni per applicazioni home.


      Il passaggio a monitor decenti già comporta un sostanziale miglioramento dell'ascolto, una buona calibrazione dei monitor in relazione alla stanza in cui si trovano, comporta un ulteriore miglioramento dell'ascolto.


      Vedi risposta sopra: non so cosa tu intenda per "calibrazione", forse un intervento di filtraggio?
      Comunque l'ambiente deve essere almeno parzialmente (e consapevolmente) trattato, altrimenti risponde a modo suo e ci si trova con i mix che non traslano...

      Lat.
      I miei monitor possono essere calibrati tagliando o boostando di alcuni db frequenze alte o basse .

      Io devo dire che per me l'ascolto è decisamente migliorato con l'acquisto dei monitor. Quando metto le cuffie (ho delle AKG non ricordo quali ma pagate un centello qualche anno fa , sicuramente da sostituire con cuffie più lineari e trasparenti) ho la percezione che tutto sia ingolfato.

      Poi per la verità la tua risposta è proprio quello che cercavo di ottenere: esaustiva, dettagliata , argomentata e argomentabile.
      MacBook Pro late 2011 CPU 2,4 ghz, RAM 8 GB, SSD 500 + HDD 750
      Scheda Audio : Focusrite Saffire pro 24
      Monitor : MACKIE MR5MK2,
      DAW: Digital Performer 9 , Logic Pro X, Harrison Mixbus 3
      @sirAracs Il VRM Box al contrario di quello che credi può essere mooolto utile, proprio per aiutare in fase di mix la gestione del PAN oltre che a farti un'idea di come potrebbe suonare su impianti diversi. Le sue emulazioni sono fatte molto bene ed il convertitore è di ottima qualità. Purtroppo è poco supportato come driver, ma se il pc/mac lo supporta lo si trova a meno di 50€ ed è assolutamente un best buy! Affiancato ad un paio di cuffie davvero lineari ti permette di ottenere un mix decente, traslabile. Ovviamente non è come avere una coppia di monitor di qualità in un ambiente decente, però comesi dice, il risultato a casa lo portiamo!

      Concordo con Bygat, siamo in ambiente di home recording!
      Siamo in una stanza? benissimo! se si prendono dei monitor almeno decenti, magari con bass reflex anteriore e magari di piccole dimensioni ( meno volume, meno problemi meno cash che in home recording è un fattore dominante) e mi adatto come posso ( es: coperta su termosifone per togliere risonanze, metto un bel tappeto nella stanza, qualche quadro e magari cuscini o ancora meglio è presente un letto e via dicendo, dipende in che stanza vi torvate ovvio!) e si può benissimo lavorare e fare uscire un bel prodotto.

      Pensate a Nothing to you o Billionaire di Bruno Mars, vi sembrano mixate male? a me no, eppure sono state mixate in un project studio non trattato, con monitor di fascia media e totalmente ITB!

      Mi piace trovare soluzioni disparate per ottenere lo stesso quello che voglio, non ho uno studio, non posso pretendere di lavorare come se ne avessi uno o mi trovassi in uno = trovo il miglior compromesso, cerco di farci l'orecchio e portare a casa il risultato. Quando potrò fare il pro ne riparliamo :D

      Non so se sono riuscito a farvi capire che intendo :)
      I3 6100|8Gb Ddr4|SSD 750Gb|Gtx 750ti|350W 80+|Win10
      Audient ID14
      M40x - Akg 240MkII - RA M5
      Pro Tools 12.5|Studio One 3.2|
      Ciao
      JMcleane io non dubito della fattura del VRM Box ma dell'obbiettivo che si pongono certe attrezzature quando occorre fare i conti dei limiti fisici che ci sono e che non si possono emulare. E' questo a rendermi incredulo sull'effettiva bonta' di questo tipo di prodotti.
      Sulla gestione dei PAN in cuffia puoi emulare quello che vuoi la stereofonia rimane sempre compromessa. Un approccio' + angolosassone o USA puo' aiutare nel prendere certe decisioni.

      Poi ognuno ha il suo metodo di lavoro e se per te funziona e' ok ;) io esprimo solo le mie opinioni ;)

      Nothing to you e Billionaire sono state mixate ai Levicon Studios a Hollywood che non sono uno super studio ma neanche una cameretta, ma sopratutto sono stati mixati da gente che ha studiato mixing (non leggendo qualche articoletto su internet, STUDIANDO, con questo non voglio dire che chi sta prendendo parte alla discussione sia incompetente, non mi permetterei mai, stiamo solo scambiando delle opinioni) e sa dove mettere le mani. Poi il master e' stato fatto allo Sterling di NY.
      ...si chiama Mix e non Fix
      Io sono un incompetente , puoi dirlo fortissimo.

      Ma sono un incompetente curioso, per cui mi documento, sperimento, chiedo, studio e leggo tutte le discussioni interessanti che trovo qui o su altri forum magari internazionali. E da queste letture sono partite importanti riflessioni, prove e quindi anche piccoli traguardi.

      Quello che volevo dire nel mio primo post è semplicemente che (spesso) qui si fanno domande per imparare e progredire, magari poste anche male, a volte fatte in maniera poco "matura", ma se le risposte sono lapidarie si progredisce poco, tutto qui.
      MacBook Pro late 2011 CPU 2,4 ghz, RAM 8 GB, SSD 500 + HDD 750
      Scheda Audio : Focusrite Saffire pro 24
      Monitor : MACKIE MR5MK2,
      DAW: Digital Performer 9 , Logic Pro X, Harrison Mixbus 3
      Questo ti fa solo onore...essere curiosi e cercare di documentersi è solo un pregio ed anche io lo faccio avendo un'aatitudine curiosa.

      Personalmente io non faccio che esprimere i miei parei e nello specifico ho anche dato qualche consiglio su cosa secondo me puó aiutare il TS.
      ...si chiama Mix e non Fix

      Bygat wrote:

      Io sono un incompetente , puoi dirlo fortissimo.

      Ma sono un incompetente curioso, per cui mi documento, sperimento, chiedo, studio e leggo tutte le discussioni interessanti che trovo qui o su altri forum magari internazionali. E da queste letture sono partite importanti riflessioni, prove e quindi anche piccoli traguardi.

      Quello che volevo dire nel mio primo post è semplicemente che (spesso) qui si fanno domande per imparare e progredire, magari poste anche male, a volte fatte in maniera poco "matura", ma se le risposte sono lapidarie si progredisce poco, tutto qui.


      se ti riferivi alla mia risposta ti giuro che l'intenzione era tutt'altro che lapidaria, il mio era un consiglio a costo zero, se uno ti chiede perchè i mix suonano diversi tra daw e ascolti esterni non puoi rispondere che la colpa è delle cuffie, che poi magari uno si va a comprare delle monitors da tot euro per trovarsi al punto di partenza e con il portafogli vuoto, il mio era più un mettere in guardia che una sentenza, quì più o meno siamo tutti partiti facendo le stesse domande e per lo più abbiamo avuto le stesse risposte ai tempi...