Scaldare il suono di una Korg Electribe 2

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Scaldare il suono di una Korg Electribe 2

      Buongiorno a tutti ragazzi,
      ho da poco iniziato ad utilizzare una Electribe 2 (korg) e devo dire che sono davvero entusiasta di questa macchina.
      Ho avuto in affitto una DSI Tempest per alcuni mesi e non mi sono trovato granchè: molto machiavellica da utilizzare dal vivo, poco intuitiva e un po' limitante per la creatività immediata secondo i miei gusti.. certo il suono analogico dei kick era migliore di quello digitale dell'electribe, ma con una differenza di prezzo così enorme la Tempest dopo averla provata mi è sembrata davvero ultra sopravvalutata rispetto alle sue potenzialità.
      Electribe 2 al contrario è uno strumento ottimo per ciò che devo fare: compatto, intuitivo, flessibile e soprattutto con un prezzo incredibilmente contenuto.
      Fatto questo elogio alla Korg, il problema dell'Electribe 2 è che essendo digitale suona a volte un po' freddina...
      Siccome la utilizzo live, facendola entrare in scheda audio e poi processandola su Albeton, mi piacerebbe riuscire a scaldare un po' il suono con qualche bel plugin.
      Ho pensato subito al PSP Vintage Warmer che dovrebbe essere adatto a questi scopi.
      La mia domanda è: voi come lo settereste per uno scopo del genere?
      Premetto che non sono un tecnico audio e che quindi di compressori multibanda non è che ne capisca granchè..
      Mi basterebbe anche uno screenshot di come lo settereste voi per scaldare un po' una drum machine, senza rovinarne il suono...

      Altrimenti, avete altri plugin da consigliare?

      grazie a tutti e buona serata!!

      angi
      ----------------->MOVION<-------------------
      Personalmente ritengo che se uno strumento suona "freddo" e "digitale", rimarrà tale anche se lo fai passare dentro una catena analogica "colorata" di tutto rispetto; certo, il suono acquisirà armoniche qua e là, ma la sostanza non cambierà più di tanto.
      Puoi abbellire quanto vuoi Brunetta....puoi metterci il rossetto, il push-up e fargli lo sbiancamento anale, ma non diventerà mai come Gianna Michaels.
      La matrice di un suono te la tieni così....un filtro Moog non potrai mai farlo suonare lineare, preciso e pulito; un Vox AC30 non potrà mai darti i clean di un Fender Twin Reverb, così come non potrai mai rendere digitale un suono analogico.
      Quando parlo di digitale, non parlo di un suono peggiore.....Ci sono strumenti digitali che hanno il loro punto di forza, proprio nell'essere digitali!

      Se il tuo problema è che non riesci ad inserire bene lo strumento in un arrangiamento (perchè ti suona troppo sottile e piccolo), l'aggiunta di armoniche può aiutarti.....Ma se il suono non ti soddisfa appieno, così com'è, non c'è molto da fare!

      Io ho avuto la stessa sensazione quando usavo certi plugin virtuali che volevano emulare dei synth analogici....Ci aggiungevo saturatori vari, compressori vintage (sempre plugin eh), senza arrivare mai a quello che volevo....Mi ci avvicinavo, ma niente...
      Poi ho cominciato a prendere dei synth vintage.....Li accendo ed ecco il suono caldo, vivo, pieno come lo intendo io.

      Questa è comunque la mia personale esperienza...
      Bisognerebbe capire se, tu sei nella stessa situazione...già solo l'uso di tutti questi aggettivi sulla descrizione di un suono, possono essere fuorvianti.

      In ogni caso, a te da quel che ho capito, servirebbe un saturatore.....
      Puoi provare il PSP, oppure il Sonnox Inflator o qualsiasi plugin analogo e valutare di persona.

      Per quanto riguarda la tua richiesta relativa ad uno screenshot, davvero........non è da prendere minimamente in considerazione.
      Tutto dipende dal timbro che gli dai in pasto, dal suo livello, dal suono che vuoi ottenere.........E' impossibile anche solo darti delle linee guida di massima.
      Fai varie prove e leggi bene il manuale per capire come funziona quel determinato strumento....Se poi c'è qualcosa che non è chiaro, basta chiedere.....

      Il messaggio è stato modificata 3 volte, ultima modifica da “Gobert4” ().

      Gobert4 ha scritto:

      Puoi abbellire quanto vuoi Brunetta....puoi metterci il rossetto, il push-up e fargli lo sbiancamento anale, ma non diventerà mai come Gianna Michaels.


      Che brutta immagine! Temo che stanotte avrò gli incubi!

      Per il resto, non posso che condividere.

      Ho provato brevemente entrambe le electribe 2 in un negozio (sia la synth che la sampler), di base mi pareva che suonassero molto pulite e "perfettine", oserei dire "prodotte". Probabilmente già solo equalizzando (provando a chiudere un po' sulle altissime frequenze) e aggiungendo un po' di drive (con uno dei plugin già citati, oppure tirando a collo a qualche emulazione in cui è stato modellato anche lo stadio di ingresso) si riesce a togliere un po' di quella patina (ovviamente il suono cambia).
      Non so se per la synth si riesca a fare qualcosa con gli effetti on board e "abusando" del filtro in stile ms-20 di cui è dotata (ovviamnete il timbro cambia). Nel caso della sampler, cambierei i campioni.
      Il rispetto si costruisce solo insieme.
      quoto in pieno Gobert,

      Se si tratta di cassa, puoi provare anche un saturatore che emuli il nastro con un IPS basso (7.5) ;)
      Come detto da Gobert se il suono di partenza non va, non va e basta e i saturatori digitali di certo non sono paragonabili ai nastri veri ma potrebbero aiutare un pochino nel tuo caso.

      Non aspettarti miracoli ;)
      ...si chiama Mix e non Fix
      Ok grazie a tutti ragazzi, specialmente a Gobert4 per la spiegazione,siete stati più che chiari.
      Proverò a pacioccare un po' con il PSP..
      Cmq non ho detto che i suoni non mi piacciono, anzi.. mi dispiacerebbe far apparire male uno strumento che secondo me è molto valido. vorrei solo scaldarlo un po'... ho provato a tagliare leggermente le altissime e già va parecchio meglio.
      a presto!!!

      angi
      ----------------->MOVION<-------------------
      La trasformazione che non si può fare è la modifica del dna del suono, cioè della sua struttura fisica che si traduce in un preciso risultato psicoacustico.

      Prendi una chitarra mediosa, non esiste processing che possa togliere la mediosità e renderla a sorriso.
      Se operassi un cut di 20db tra i 600 e i 1.500hz otterresti una chitarra mediosa impoverita di materiale al centro. Rimarrà mediosa esattamente come in origine.

      La trasformazione che si può fare riguarda l'excitement delle armoniche e la manipolazione dei transienti.

      Una fonte fredda non sarà mai calda ma potrà essere eccitata e filtrata affinchè vi sia una percezione concreta e palpabile di calore psicoacustico.
      Questo li si può fare ma occorre metodo ed esperienza.

      Ti posso assicurare che potrei farti ascoltare materiale sintetico generato da virtual instrument di plastica, opportunamente trattato allo scopo, sul quale 9 persone su 10 qui dentro sosterrebbero provenire da un synth analogico.

      L'incontrario, raffreddare un suono che si può definire volgarmente caldo, lo si può fare. Non è impossibile.

      Insomma, passami la traccia che ti regalo un sorriso. Ma solo per questa volta, per una questione di redenzione. :love:
      Alla prossima ti voglio con un model D campionato in un Akai mpc 60.
      Analog and digital mixing.
      Blues Cave Studio
      ciao dancok! ti passerei volentieri una traccia, ma non registro tracce con l'electribe, bensì la suono live! quindi avrei bisogno di processare il suono live.
      Al momento sto utilizzando il saturatore integrato di Ableton e sto ottenendo risultati niente male! ma ci devo ancora smanettare un pochino...
      a tal proposito: non ho potuto utilizzare il PSP vintage warmer perchè essendo un vst 32 bit il mio Ableton 64 bit non lo vede...
      Ho provato ad utilizzare jBridge per creare una versione virtuale del vst leggibile da una DAW 64 bit, e all'inizio ci sono anche riuscito...
      i problemi arrivano quando per poter utilizzare jBridge mi dice che devo far girare Ableton come Amministratore, e quando faccio questo ho svariati problemi, del tipo che mi si impalla Albeton...
      Sto sbagliando qualcosa? Voi come fate per utilizzare i vostri vst 32 bit su Ableton 64 bit?

      grazie a tutti,
      buona serata

      angi
      ----------------->MOVION<-------------------