Esaurimento nervoso in EQ

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Esaurimento nervoso in EQ

      Vi scrivo a causa di un esaurimento nervoso per mixare questa (mia) voce. Non badate al fatto che sia stonatissima, l'effetto è voluto per far lavorare l'autotune in seguito.
      Perché al momento di equalizzarla (dato che così è orribile) sento che frigge, che suona stranissima (assolutamente non reale)?
      Riesco a mixare tutte le voci con risultati anche molto soddisfacenti, ma la mia proprio no! Sarà che è la mia :/
      Il problema è la valvola del mio pre (Art Pro Channel II, usato un anno, valvole ancora di stock, mi arriva una Mesa Boogie a breve), la stanza con il pre-delay, il picco sulle 500hz che, per rimediare, taglio e mi crea casini nelle altre zone dello spettro e/o il mio orecchio durante l'equalizzazione?
      Files
      • prova 1.zip

        (248.34 kB, downloaded 10 times, last: )
      Il suono della mia voce con questo terribile problema si può riscontrare qui:
      (prime due strofe)
      (seconda strofa)
      (entrambe le strofe).
      In quest'ultima non riesco a capire perché sugli acuti finali (quelli dove canto 'ooooooh' dal minuto 2.54) non si presenta il problema, sembrano quasi parte della base, ma in realtà li ho mixati io. Tuttavia il 'panta rei' che dico verso la fine degli acuti è una spiegazione pratica di questo fenomeno.
      Chi riesce a risolvere questo rompicapo?
      Magari prova a non boostare troppo le alte ma a lavorare un po di più nella gamma media se non ti piace questo suono così frizzante. Anche lavorare con eq sottrattiva anziché additiva.
      Premetto che non essendo in studio ora ho ascoltato solo con delle cuffie del cavolo che tendono a suonare un po chiuse ma l'effetto che dici già lo sento.
      Che microfono utilizzi? La clip di voce che hai mandato in mp3 è già processata con l'art vero? prova a mandarne una con l'eq flat.
      No anzi, le alte tendo a tagliarle sempre perché il mio Rode NT1A a quanto pare fa scoppiare le orecchie per quanto suona sulle alte.
      La stragrande maggioranza dei miei interventi sull'eq sono a tagliare. L'immagine che ho allegato è un esempio di equalizzazione del mio miglior mix fatto fino ad ora di una mia canzone che uscirà nel prossimo album.
      Tra un'oretta massimo registro un'altra take bypassando l'eq (bypasso anche il compressore che ho impostato come limiter a -6db?) e la posto.
      Images
      • eq.png

        510.04 kB, 3,200×1,080, viewed 24 times
      Hai tolto praticamente -9 però a tutta la zona centrale dove hai più corpo del suono e boostato sopra ai 5k.
      prova a togliere solo dove realmente ci sono grossi problemi nelle medie e non boostare sopra ai 5000.
      utilizza anche filtri lopass.
      Non è che sia sbagliato quello che hai fatto ma se questo suono non ti piace modifica l'eq, prova ad esempio a tagliare con una campana più stretta rimuovendo solo le frequenze che rompono.
      se poi tutta la zona medio bassa è troppo "rimbombante" può essere anche che stai cantando troppo vicino al mic e soffri un po il fattore prossimità

      Barzogti wrote:

      Hai tolto praticamente -9 però a tutta la zona centrale dove hai più corpo del suono e boostato sopra ai 5k.
      prova a togliere solo dove realmente ci sono grossi problemi nelle medie e non boostare sopra ai 5000.
      utilizza anche filtri lopass.
      Non è che sia sbagliato quello che hai fatto ma se questo suono non ti piace modifica l'eq, prova ad esempio a tagliare con una campana più stretta rimuovendo solo le frequenze che rompono.
      se poi tutta la zona medio bassa è troppo "rimbombante" può essere anche che stai cantando troppo vicino al mic e soffri un po il fattore prossimità

      In effetti sulla prima strofa ho praticamente cantato molto vicino (con il filtro anti-pop ovviamente) perché era una strofa con una voce bassa e profonda, mentre sulla seconda strofa sono andato un'ottava sopra, allontanandomi ovviamente dal microfono, e l'equalizzazione è stata diversa (ti allego foto e traccia audio equalizzata di parte della seconda strofa) ma, seppur alzando gli alti molto più rispetto alla prima strofa cantata vicino al mic e quindi con più bassi, quel fastidioso problema non si presenta.
      Files
      • eq 2.zip

        (920.49 kB, downloaded 4 times, last: )
      ahahah c'era pure la dedica!
      Cmq anche ascoltando riconfermo non aggiungere frequenze alte che se ne hai già un bel po e non togliere tutto quel corpo alla voce che non ci sento nulla di negativo, stasera se riesco ascolto in studio purtroppo ora sono ancora con le cuffie del cavolo.
      pulisci sotto quello si ma non togliere così tanto corpo alla voce perché poi ovviamente risulterà molto sottile e con quel boost ulteriore ancora più "luccicante".
      Se dopo gli stadi di compressione dovessi riscontrare una perdita di aria allora puoi ridare un po dell'aria persa, ma di base non aggiungerei nulla li sopra, ci ha già pensato il tuo microfono.
      Non c'è nulla di male nel tuo mix, della voce si può fare quel che si vuole, si può tener molto naturale, distruggere completamente, ecc ecc, l'importante è che ti soddisfi il risultato.
      cmq quando ne avrai l'opportunità prova un sm7b della shure vedrai come ti suona diversa la voce
      distruggere completamente, ecc ecc,

      Ahahahahahah
      Tolgo tutto quel corpo alla voce perché suona sporchissimo, come se fosse un kick prolungato per anni, quindi corro ai ripari con tagli dappertutto. Quello è il mio primo taglio subito dopo l'high-pass fino ai 100hz più o meno.
      Fammi sapere stasera!
      @selfmade prima di risponderti premetto che ho anche fatto qualche ascolto di altri brani più o meno famosi sullo stesso genere in studio. Ci sono produzioni con voci che suonano molto simili al tuoi lavori, produzioni dove invece queste voci quasi finte come le definisci tu non ci sono e le voci suonano più naturali più compatte.
      Se vuoi provare a cambiare il sound della tua voce dovresti darla una possibilità ad un'altra equalizzazione lasciando più media.
      Prova a prendere un brano dove ci sia una voce che suona simile alla tua idea e prendilo di riferimento per il mix.
      Inutile dire che magari quella voce è stata registrata con un mic da 3000 euro outboard ecc ecc guardiamo nel nostro home studio di fare il meglio possibile per le nostre possibilità :)

      Barzogti wrote:

      @selfmade
      Se vuoi provare a cambiare il sound della tua voce dovresti darla una possibilità ad un'altra equalizzazione lasciando più media.
      Prova a prendere un brano dove ci sia una voce che suona simile alla tua idea e prendilo di riferimento per il mix.

      Esatto, proprio quello che farò. Quindi la mia stanza di registrazione non è così problematica come pensavo? Se batto le mani sento un ritorno metallico.
      In ogni caso sbaglio io sull'eq, da ora in poi niente più boost sulle alte e si lavora principalmente sulle medie.
      No mai detto che sbagli! Semplicemente se non ti piace il risultato che ottieni devi provare ad agire diversamente, quindi se non vuoi quella frizzantezza non boostare troppo la in alto e scavare così tanta media.
      Poi sono consigli che ci stiamo dando così come se fossimo al bar a parlare del più del meno ;)
      La stanza si sente sempre, se non hai una stanza trattata hai il rischio di non avere un buon focus sulla voce, al max registra nell'armadio guarda che funziona x davvero ahah
      Quello che senti battendo le mani si chiama flutter echo, immagino che il soffitto non sia molto alto oppure ti trovi tra due pareti molto vicine. Io penserei a trattare almeno un minimo la stanza, la maggior parte del suono che ti entra nel mic sono riflessioni che poi ti fanno diventare matto in mix, hai voglia di equalizzare...

      Barzogti wrote:

      No mai detto che sbagli! Semplicemente se non ti piace il risultato che ottieni devi provare ad agire diversamente, quindi se non vuoi quella frizzantezza non boostare troppo la in alto e scavare così tanta media.
      Poi sono consigli che ci stiamo dando così come se fossimo al bar a parlare del più del meno ;)
      La stanza si sente sempre, se non hai una stanza trattata hai il rischio di non avere un buon focus sulla voce, al max registra nell'armadio guarda che funziona x davvero ahah

      Ci ho provato un sacco di volte, non è fattibile ahahahah il riverbero è abbastanza pronunciato nella registrazione
      Comunque ho cambiato la valvola del preamplificatore, ho trovato una sorpresa: registravo con una valvola senza marca, sulla quale è scritto solo '12AX7B CHINA'. Un nome, una garanzia :D
      L'ho rimpiazzata con una Mesa Boogie 12AX7 e va che è una bellezza, la voce è senz'altro migliorata, MENO ALTI sparati e più calore finalmente, ora vedrò come si comporta dopo il rodaggio di qualche ora.

      MacGyver wrote:

      Quello che senti battendo le mani si chiama flutter echo, immagino che il soffitto non sia molto alto oppure ti trovi tra due pareti molto vicine. Io penserei a trattare almeno un minimo la stanza, la maggior parte del suono che ti entra nel mic sono riflessioni che poi ti fanno diventare matto in mix, hai voglia di equalizzare...

      La stanza è alta poco più di 2.80, ma effettivamente è rettangolare: due facciate sono occupate da scaffali con scatoli di ogni tipo, coperti da coperte (scusami il gioco di parole), quindi lo spazio netto a disposizione è 1 metro x 1.5 metri.
      E' praticamente uno sgabuzzino ||
      Quindi immagino che gli scaffali non si possano toccare, ma potresti intervenire su una porzione di soffitto e la parete dietro le casse, verso la quale sei rivolto quando canti, o sbaglio? Insisto su questo perché una stanza così piccola è molto ma molto problematica e credo che un minimo di trattamento sia priorità assoluta in questo momento. Stai registrando un sacco di problemi, oltre la tua voce...

      MacGyver wrote:

      Quindi immagino che gli scaffali non si possano toccare, ma potresti intervenire su una porzione di soffitto e la parete dietro le casse, verso la quale sei rivolto quando canti, o sbaglio?

      Purtroppo gli scaffali no, ma ti spiego meglio: lo stanzino (sgabuzzino) dove registro è diverso da quello dove mixo (cameretta). Il filo del microfono esce dallo stanzino socchiuso (per permettere il passaggio dei fili) ed entra nella mia stanza (10 metri di filo) dove c'è tutta l'attrezzatura (preamp, scheda audio, pc ecc.).
      E ora mi tocca arrangiarmi, devo già spendere più di 300 euro per le casse (se ne parla sull'altro thread), i pannelli costano un occhio della testa (per non parlare dei bass trap, quelli costano la testa intera), ne ho già spesi già 200 e passa per Cubase e valvole.
      Che fatica la vita da fonico ahahahah