perdita qualità esportazione brano

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      perdita qualità esportazione brano

      Ciao a tutti, ho questo seguente problema:
      registro la voce con un tlm103 un pre channel strip spl e una scheda audio rme fireface ucx.
      il punto è: quando ascolto il mix direttamente dalla daw sembra tutto ok, quando esporto in wave alla massima risoluzione possibile, la conversione risulta più scadente dall'ascolto in fase di mix e mastering.
      dove sbaglio?
      poi un altra cosa: quanto deve essere il picco massimo del mic in total mix e poi nella daw?
      grazie per il vs. supporto
      Facciamo ordine.

      Se reimporti il file creato sulla daw suona come dovrebbe?
      Windows Media Player è famoso per introdurre artefatti indesiderati, prova a riprodurlo con VLC.

      Il consiglio, comunque, per garantire la massima compatibilità, è esportare a 44.1K, 16 bit ovviamente applicando un dither in fondo alla catena di finalizzazione.
      Ah ecco non avevo capito. Se esporti dal mix devi mantenere la stessa frequenza di campionamento iniziale e ovviamente i player non leggono risoluzioni alte o li leggono male. Se esporti dal mastering devi necessariamente esportare a 16 bit 44100 hz e utilizzare il dithering più adatto
      Scusa, ma penso sia giusto puntualizzare alcune cose.

      theequalizer2 wrote:

      Se esporti dal mix devi mantenere la stessa frequenza di campionamento iniziale


      Non è così. Alla fine di un progetto bisogna esportarlo al sample rate e alla bit depth adatta per il media di destinazione. Che ad esempio potrebbe essere 44.1/16 se il brano va su audio cd. Se fino a quel momento si è lavorato ad una profondità e definizione superiori bisogna procedere al downsampling.


      e ovviamente i player non leggono risoluzioni alte o li leggono male.


      Non è detto. VLC, ad esempio, legge benissimo file wav a 48/24, WMP invece ha una gestione dei file audio piuttosto "oscura", spesso sono attivi effetti indesiderati che alterano il contenuto e non sono immediati da disattivare.
      Oggi, comunque, praticamente tutti i lettori sw sono in grado di leggere ad alta definizione.


      Se esporti dal mastering devi necessariamente esportare a 16 bit 44100 hz e utilizzare il dithering più adatto


      Ancora: devi esportare al depth/rate adatto al tuo media di destinazione. Consigliavo 44/16 perché è "universale" perché è il formato del CD, perciò accettato da tutti senza problemi, ed eliminavamo una variabile.
      Del dithering si è già detto.

      Non capisco cosa intendi per "esportare dal mastering". Qui stiamo esportando un progetto da una daw, a prescindere che sia finalizzato o meno (e non ci interessa né se sia finalizzato, né dove). Ci preme solo fare in modo che suoni come sulla daw.
      comunque oggi provo ad esportare in wav 44/16 vediamo cosa succede, la mia paura è che magari ce qualche problema su i convertitori della rme...speriamo di no

      per quanto riguarda le impostazioni della rme, ricordo di aver messo nella sezione clock mode =sample rate=48hz - clock source=internal

      per quanto riguarda la daw invece mixavo,masterizzavo ed esportavo sempre in wav 48/24

      il file finale non veniva riprodotto attraverso un cd audio, viene riprodotto ad esempio in cuffia attraverso tablet/cellulare oppure in auto mediante una chiavetta usb.

      ascoltando il file finale su cuffia in auto e sulle mie adam f7 si percepisce chiaramente il problema elencato precedentemente, mentre se ascolto il tutto in fase di lavorazione sulla daw si siente in modo corretto.


      @lattuga dipende se esporti da mix o mastering ho consigliato modalita differenti. Se sei in mix (e quindi successivamente devi andare in mastering ) devi esportare mantenendo la stessa frequenza di campionamento e bit altrimenti perderai informazioni audio. Se sei in mastering (e quindi devi esportare per finalizzare non ci sono altri passaggi) devi necessariamente scendere a 16 bit 44.100 utilizzando un dithering adatto al tipo di mastering. Ovviamente sono parametri per un supporto finale solo audio. Per un DVD averi utilizzato 48000 hz. Alcuni player come dici tu leggono frequenze di campionamento superiori ma stiamo parlando di standard audio e quindi la frequenza letta da tutti i player è 44100 a 16 bit.

      theequalizer2 wrote:

      @lattuga dipende se esporti da mix o mastering ho consigliato modalita differenti. Se sei in mix (e quindi successivamente devi andare in mastering ) devi esportare mantenendo la stessa frequenza di campionamento e bit altrimenti perderai informazioni audio. Se sei in mastering (e quindi devi esportare per finalizzare non ci sono altri passaggi) devi necessariamente scendere a 16 bit 44.100 utilizzando un dithering adatto al tipo di mastering.


      Cerchiamo di dare informazioni corrette.
      In questo caso non abbiamo fasi fisicamente separate (produzione e postproduzione) il file alla fine va esportato al sample rate e bit depth adatto per il nostro medium di destinazione.

      Il formato CD audio è, come ben sappiamo, PCM 44/16, ma siamo nel 2017 possiamo destinare il nostro brano ad una serie di media che digeriscono formati qualitativamente superiori, perciò devi scendere a 44/16 se metti il brano su cd audio, se no puoi fare scelte diverse.

      Per contro, il fatto che il ts prenda questo brano e lo butti su una chiavetta da ascoltare in macchina o su uno smartphone mi fa pensare che di mezzo ci sia una compressione in formato lossy, perciò il problema va probabilmente cercato da un'altra parte...
      Le informazioni che ho dato sono corrette e li trovi in qualsiasi libro audio. Lo standard non ę cambiato e se alcuni lettori leggono frequenze più alte non vuol dire che siano lo standard. Non mi interessa far cambiare idea a nessuno anch'io mi aggiorno e so come funziona l'audio. Peace.
      ti spiego in poche parole quello che faccio con la daw "samplitude pro x3": devo registrare una voce e una chitarra per esempio,quindi apro 2 tracce mono in una traccia metto la chitarra e nell'altra metto la voce, registro, poi applico i vari effetti sulle traccie, alla traccia master inserisco il t racks, poi se mi piace come suona esporto il tutto in wav 48/24.
      so perfettamente che bisogna fare prima il mix esportare poi reimportare e fare il mastering, pero sinceramente ,mi sono sempre trovato bene cosi..

      theequalizer2 wrote:

      Le informazioni che ho dato sono corrette e li trovi in qualsiasi libro audio. Lo standard non ę cambiato e se alcuni lettori leggono frequenze più alte non vuol dire che siano lo standard. Non mi interessa far cambiare idea a nessuno anch'io mi aggiorno e so come funziona l'audio. Peace.


      La confusione nasce dal fatto che stai parlando esclusivamente dello standard audio CD (del 1980 o giù di lì) e sostieni che sia uno standard che si applica agli altri media.
      Ma qui di audio CD non c'è nemmeno l'ombra.


      @lino32 , ti avevo suggerito anche di fare una prova: prendere questo file esportato e reimportarlo nella daw, e verificare se suona correttamente o meno.



      EDIT: che autoradio hai che legge da chiavetta in formato nativo 48/24?
      per quanto riguarda l'esportazione,"lo standard" 44/16 pensavo fosse un discorso legato unicamente ai cd, mentre se posseggo dei software/lettori audio installati su tablet e cellulari e autoradio che leggono tipo il 48/24, dovrebbe essere migliore la qualità in fase di ascolto