Come riprodurre questa produzione

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Come riprodurre questa produzione

      Salve gente.

      Riguardo a questo brano che mi piace cosi' tanto che vorrei prenderlo come standard per le mie produzioni future:



      In particolare volevo sapere se la produzione e' mono-compatibile o meno dato che con le mi casse da PC non so giudicarlo. (la roland studio capture che uso non ha il tasto "mono" sul pannello di controllo)

      La dinamica e' l'aspetto piu' interessante. Cioe' quando fa il "tento, tento, TANTO, tento, TANTO" mi esce la voce fuori dalle casse mentre quando dice "la morte mi fare ridere, la vita no" rimane in un "piano sonoro secondario".

      Mi chiedevo quanto di questo effetto sia dato dall'artista in sede di ripresa e quanto, invece, si possa ricreare magari affidandosi ad un mixing o mastering engineer.

      Grazie in anticipo dei pareri. :)
      piano praticamente mono con un suono secondo me orribile, ogni tanto si spappola (senti a circa 19" che succede) . voce secondo me non processata che va e viene, spostata completamente a sinistra. quando va su sembra quasi che distorca, (mi correggo: distorce proprio), l'effetto va e vieni è perchè si avvicina sconsideratamente al microfono. p esplosive non trattate.
      canale sinistro (voce) con un picco di + 0,8, canale destro, solo piano, -3 e rotti, più di 4 dB di differenza tra il canale sinistro e quello destro.
      Un vero talento, e Ciampi lo era eccome, può permettersi anche un sound loffio ma c'è la canzone a sostenerla, un'idea messa in musica.
      Imho misurarsi con i talenti porta molto fuori strada, soprattutto quando sono interpretazione e scrittura gli elementi portanti di un brano.
      Le mie foto...
      SenzaLegge
      Il mio soundcloud

      Orecchie funzionanti e studio sonorizzato come Cristo comanda...
      secondo me questo è il tipico esempio dove una produzione non c'è proprio :)
      è più tipo: questo è il pezzo, attacca il registratore... :)
      Paolo Piovesan
      “I’ve certainly spent many hours with finicky artists trying different vocal mics, all of which sound remarkably similar, and all I have to say is that I felt it was a waste of time.”
      – Alan Parsons
      Voi non pensate che, se fosse stato manipolato in base a criteri "standard" (compresso, doppiato, etc), la canzone sarebbe peggiorata, se non annientata?

      Cioe' me la immagino "fatta bene"... a me, forse, farebbe schifo.

      Come riprodurre questa produzione

      Quali erano i “criteri standard” di quel periodo per quel genere?
      Non mi pare si potesse parlare di sovra produzione. Anzi, direi che il minimalismo e puntare su registrazioni praticamente live era la norma.
      In più Piero Ciampi non è propriamente un cantante, è più un “cantastorie”, un autore che basa la sua arte sul messaggio più che sulla forma, un’arte spontanea ad espressione di un disagio. La spontaneità dell’ esecuzione è funzionale, se la elimini castri l’opera.

      Detto questo...
      Non capisco come si possa usare come riferimento. Non c’è nulla di tecnico, è solo “sostanza”. Togli Ciampi dall’ equazione e non è rimasto più nulla. Con cosa e come potresti emularlo?
      È come prendere Freddie Mercury che canta sotto la doccia e volerlo prendere come riferimento. Come fai? Ti colpisce il fatto che sia un fuoriclasse, e quello non è emulabile.
      Giampiero Ulacco
      Mixing Engineer
      Io credo che non si siano posti problemi tipo quanto comprimere la voce o cose del genere.
      Sono d'accordo però che a volte si tende a mettere invece che a togliere per sopperire alla scarsa qualità della scrittura.
      Paolo Piovesan
      “I’ve certainly spent many hours with finicky artists trying different vocal mics, all of which sound remarkably similar, and all I have to say is that I felt it was a waste of time.”
      – Alan Parsons

      Paul Rain ha scritto:

      secondo me questo è il tipico esempio dove una produzione non c'è proprio :)
      è più tipo: questo è il pezzo, attacca il registratore... :)


      Esatto! Qualche artista (quelli con la A, la R, e la T maiuscola) se ne frega altamente della componente qualitativa/tecnica delle riprese, concentrandosi sul "cogliere il momento" e sui contenuti dell'opera, e non come viene ripresa/riprodotta.
      Ho delle incisioni di Conte dove oltre alla ripresa non proprio ottimale, fa anche degli errori grossolani sul piano, ma se ne è fregato e messo su disco!
      Effetto finale? Se chiudi gli occhi sembra che Paolo sia dietro di te a strimpellare sul piano mentre canta fissando il bicchiere di vino appoggiato sulla sedia. (e scusate se è poco...)
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      una delle critiche me mi fanno gli amici che ho la fortuna di poter produrre è proprio quella di cercare sempre di sistemare tutti quelli che dal mio punto di vista sembrano errori quando, spesso, invece fanno parte della verità
      Paolo Piovesan
      “I’ve certainly spent many hours with finicky artists trying different vocal mics, all of which sound remarkably similar, and all I have to say is that I felt it was a waste of time.”
      – Alan Parsons

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “Paul Rain” ().

      Paul Rain ha scritto:

      una delle critiche me mi fanno gli amici che ho la fortuna di poter produrre è proprio quella di cercare sempre di sistemare tutti quelli che dal mio punto di vista semprano errori quando, spesso, invece fanno parte della verità


      Sei fortunato perche' hai a che fare con gente che sa quello che sta facendo.

      Guarda che prima o poi ti tirano il computer in testa... :P

      Come riprodurre questa produzione

      Eccoci qui, e tutti molto attenti e perspicaci, a tentare di rendere funzionale un paradosso.

      Avete mai sentito parlare del Fermi Paradox (mi piace all'inglese).

      Delle due l'una : o Drake sbaglia i conti, e l'info è incompleta, oppure siamo soli nell'immenso vuoto che c'è...

      Così si ricorre al paradosso di Zenone (o di Achille) e possiamo spiegare se arriva prima Achille o la tartaruga nello spazio determinato in un tempo infinito.

      Ragazzi, non sono impazzito, tranquilli. Il messaggio è rivolto a The Clown 2.0 che cerca un update che non esiste.

      E voi dietro a fare i filosofi su base matematica.

      Non funziona.

      Ma il tema dominante di questa community non è fare musica belli caldi caldi nello studiolo a casa?

      Siete tremendi...
      ...Musicalmente Parlando...

      luigi864 ha scritto:

      Eccoci qui, e tutti molto attenti e perspicaci, a tentare di rendere funzionale un paradosso.

      Avete mai sentito parlare del Fermi Paradox (mi piace all'inglese).

      Delle due l'una : o Drake sbaglia i conti, e l'info è incompleta, oppure siamo soli nell'immenso vuoto che c'è...

      Così si ricorre al paradosso di Zenone (o di Achille) e possiamo spiegare se arriva prima Achille o la tartaruga nello spazio determinato in un tempo infinito.

      Ragazzi, non sono impazzito, tranquilli. Il messaggio è rivolto a The Clown 2.0 che cerca un update che non esiste.

      E voi dietro a fare i filosofi su base matematica.

      Non funziona.

      Ma il tema dominante di questa community non è fare musica belli caldi caldi nello studiolo a casa?

      Siete tremendi...


      Ma io spero vivamente che il nostro amico riesca ad unire un talento compositivo e interpretativo alla Piero Ciampi con la sua Moby Dick della fase perfetta...

      The clown 2.0 ha scritto:

      Non l'ho capita tanto ma mi riprometto di studiarmela. :D

      Forse, capisco, che il consiglio e' quello di mettersi a fare qualcosa e finirla con le ciance... ma non ne sono sicuro. :rolleyes:

      Fare è sempre cosa buona.
      Vi saluto che vado a fare una serata.
      Se qualcuno stasera si trova a Baia, in provincia di Napoli, suono al Ue Capp, bel panorama e bella musica.
      E, per la tua gioia, tranne qualche riverbero digitale, suoniamo completamente in mono :D
      Le mie foto...
      SenzaLegge
      Il mio soundcloud

      Orecchie funzionanti e studio sonorizzato come Cristo comanda...

      MrRed ha scritto:

      luigi864 ha scritto:

      Eccoci qui, e tutti molto attenti e perspicaci, a tentare di rendere funzionale un paradosso.

      Avete mai sentito parlare del Fermi Paradox (mi piace all'inglese).

      Delle due l'una : o Drake sbaglia i conti, e l'info è incompleta, oppure siamo soli nell'immenso vuoto che c'è...

      Così si ricorre al paradosso di Zenone (o di Achille) e possiamo spiegare se arriva prima Achille o la tartaruga nello spazio determinato in un tempo infinito.

      Ragazzi, non sono impazzito, tranquilli. Il messaggio è rivolto a The Clown 2.0 che cerca un update che non esiste.

      E voi dietro a fare i filosofi su base matematica.

      Non funziona.

      Ma il tema dominante di questa community non è fare musica belli caldi caldi nello studiolo a casa?

      Siete tremendi...


      Ma io spero vivamente che il nostro amico riesca ad unire un talento compositivo e interpretativo alla Piero Ciampi con la sua Moby Dick della fase perfetta...

      The clown 2.0 ha scritto:

      Non l'ho capita tanto ma mi riprometto di studiarmela. :D

      Forse, capisco, che il consiglio e' quello di mettersi a fare qualcosa e finirla con le ciance... ma non ne sono sicuro. :rolleyes:

      Fare è sempre cosa buona.
      Vi saluto che vado a fare una serata.
      Se qualcuno stasera si trova a Baia, in provincia di Napoli, suono al Ue Capp, bel panorama e bella musica.
      E, per la tua gioia, tranne qualche riverbero digitale, suoniamo completamente in mono :D


      Ti assicuro che verrei volentieri... aspetta che controllo il primo volo... tanto con ryanair mi costa meno che andare al solito night... :D