Mixaggio, sto impazzendo!

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Mixaggio, sto impazzendo!

      Buonasera, mi ritrovo a fare il mix di un brano pop acustico... ma sto avendo dei problemi per la batteria... nel senso che iniziò a regolare i volumi partendo da cassa, poi rullante, over, hit, basso ed il resto degli strumenti... solo che appena ascolto tutto insieme sento la cassa troppo forte e quindi abbasso, poi sento gli over troppo sparati e li abbasso, poi il rullante.. insomma non trovo mai un punto giusto, abbasso una cosa e ne sento un’altra più forte.. cosa sbaglio? Perché?

      AndreaFerro wrote:

      abbasso una cosa e ne sento un’altra più forte.. cosa sbaglio? Perché?


      Non sbagli nulla... si DEVE impazzire! Non vedi come stiamo messi su questo forum? :cursing: 8| 8o

      Comunque mi par di aver capito che fai partire il brano, e fai il volume di un "pezzo di batteria", per poi passare ad un altro pezzo? Non penso sia l'approccio adatto, io faccio suonare tutto per fare i livelli in mix, in modo da non coprire altri strumenti/voci, o al contrario.
      Ma comunque PRIMA mi assicuro che il rullante (per esempio) sia per tutto il pezzo uniforme, ovvero senza troppi sbalzi di volume dall'inizio alla fine, perchè a volte succede che si inizia a suonare in un modo per finire in un altro, specie con musicisti con poca esperienza.
      Per cui prima controllo ogni traccia da sola, elimino i picchi o alzo dove necessario, a mano o con compressori o limiter, in modo da avere un livello di volume costante.
      Perchè può darsi che a battuta 36 il batterista si stava per addormentare, e cala il volume... e tu alzi! Poi a 43 si sveglia e ricomincia a pompare, e tu riabbassi!
      Questo per tutti gli strumenti.
      Una volta che tutte le tracce hanno volumi adeguati dall'inizio alla fine, comincio a fare il mix, e correggo eventuali mancanze!
      Ovvio che non è la regola, dipende anche da che tipo di pezzo è, se vuole una certa escursione dinamica in certi posti, per esempio!
      Poi, una volta fatto un primo mix, chiudo e passo ad altro. Mi faccio una partitina a candycrash, una sigarettina, e lo riascolto dopo un pò, a volte anche il giorno dopo! E correggo ancora, e così via! Lavorare su un brano per ore e ore (per un NON professionista) diventa complicato, e dopo un pò non sei manco più sicuro di come ti chiami, figurati se resti abbastanza lucido da capire come suonano gli strumenti.
      Altro trucchetto che uso, chiudere gli occhi o girarmi di spalle e ascoltare dall'inizio alla fine, magari prendendo appunti.
      Ma la cosa che più aiuta, come ti dicevo, è avere le tracce ben equilibrate PRIMA di iniziare il mix.
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      tutti consigli preziosi quelli che ti hanno dato... ne aggiungo un altro:
      prendi dei pezzi editi di riferimento che secondo te suonano molto bene, caricane uno sul progetto e comincia ad ascoltarlo in solo, per poi metterlo in mute e ascoltare ciò che stai mixando tu. In questo modo dovresti accorgerti delle cose più clamorosamente sbagliate che hai fatto senza rendertene conto, perchè le ore di ascolto senza alcun riferimento, possono portare a 2 strade:

      una è quella che succede a te che sei consapevole del "casino", ma non riesci a sistemare.

      l'altra ancora peggiore, è abituarsi all'ascolto sbagliato e non rendersi proprio conto di nulla.