Disco pronto! Domanda per esperti!

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Disco pronto! Domanda per esperti!

      Salve ragazzi, ho completato 8 brani che andranno a finire su un disco, mi chiedevo c’è qualcosa da rispettare prima di mettere le tracce nel cd? Ovviamente ho fatto il dither per ogni traccia in master a 16 bit. Adesso mi chiedevo, c’è qualcosa da fare per farle suonare tutte uguali?

      AndreaFerro wrote:

      Lattugo wrote:

      Non devono per forza suonare tutte uguali.
      Comunque leggi attentamente questo thread.


      Io pensavo di si invece, per esempio nei dischi di Emma, tra una traccia e l’altra
      noj si nota quasi la differenza per esempio
      “ chiaro o scuro “ sono quasi tutti uguali


      Nel thread linkato è spiegato molto bene.
      Devono suonare coerenti nella sequenza del master.

      Coerenti non vuol dire uguali.

      Poi bisognerebbe capire per te cosa significa "uguali".
      Di volume? Di tone balance? Di mood? Di durata? Di ... (altro a piacere)

      Lattugo wrote:

      AndreaFerro wrote:

      Lattugo wrote:

      Non devono per forza suonare tutte uguali.
      Comunque leggi attentamente questo thread.


      Io pensavo di si invece, per esempio nei dischi di Emma, tra una traccia e l’altra
      noj si nota quasi la differenza per esempio
      “ chiaro o scuro “ sono quasi tutti uguali


      Nel thread linkato è spiegato molto bene.
      Devono suonare coerenti nella sequenza del master.

      Coerenti non vuol dire uguali.

      Poi bisognerebbe capire per te cosa significa "uguali".
      Di volume? Di tone balance? Di mood? Di durata? Di ... (altro a piacere)


      No uguali intendevo proprio come colore, come mix “ chiaro o sCuro “ per sequenza del master cosa intendi?
      ​Creata una sessione contenente l'intero lavoro (composto da più brani auspicabilmente), messi in sequenza come intendiamo vengano stampati, saltando da un brano all'altro ci appariranno evidenti le fisiologiche differenze tra i singoli mix, uno è un po' più forte, uno un po' più debole, uno è un po' più gonfio ed uno un po' più brillante, uno ha la voce un po' più dentro e l'altro no ecc.
      Alla ricerca di un senso unitario (tanto che il lavoro suoni come un disco e non come una compilation), annotate le correzioni da effettuare si procede. Alcune cose minori possono essere fatte in "POST", ad esempio la maggiore o minore brillantezza, ma il livello della voce ovviamente va corretto modificando il livello della traccia di voce nel mix e non con un eq piantato ad 1k.


      Forse non hai letto il link che ti ha postato Lat.
      se vendete il database mi incazzo.

      DBarbarulo wrote:

      ​Creata una sessione contenente l'intero lavoro (composto da più brani auspicabilmente), messi in sequenza come intendiamo vengano stampati, saltando da un brano all'altro ci appariranno evidenti le fisiologiche differenze tra i singoli mix, uno è un po' più forte, uno un po' più debole, uno è un po' più gonfio ed uno un po' più brillante, uno ha la voce un po' più dentro e l'altro no ecc.
      Alla ricerca di un senso unitario (tanto che il lavoro suoni come un disco e non come una compilation), annotate le correzioni da effettuare si procede. Alcune cose minori possono essere fatte in "POST", ad esempio la maggiore o minore brillantezza, ma il livello della voce ovviamente va corretto modificando il livello della traccia di voce nel mix e non con un eq piantato ad 1k.


      Forse non hai letto il link che ti ha postato Lat.


      Quindi ciò in teoria conferma quello che ho detto io giusto? che sarebbe opportuno in un disco farli suonare tutti uguali, stessa brillantezza, voce ecc.. era questo che volevo dire, peró voi avete detto che non devono suonare per forza tutti uguali
      Andrea, non possono suonare "uguali" perchè non sono uguali. Ma nemmeno mi sembrerebbe corretto che suonassero come elementi che non hanno nulla in comune, quindi non è sensato che uno suona con la compressione di Dr Dre e quello dopo come un pezzo di Bach, oppure che due brani analoghi per stile suonino uno con super bassi e super alti e quello dopo muto fino a 150 e cupo come se ci fosse una coperta sui tweeter...
      se vendete il database mi incazzo.

      DBarbarulo wrote:

      Andrea, non possono suonare "uguali" perchè non sono uguali. Ma nemmeno mi sembrerebbe corretto che suonassero come elementi che non hanno nulla in comune, quindi non è sensato che uno suona con la compressione di Dr Dre e quello dopo come un pezzo di Bach, oppure che due brani analoghi per stile suonino uno con super bassi e super alti e quello dopo muto fino a 150 e cupo come se ci fosse una coperta sui tweeter...

      Esatto... a me è capitato che due brani molto
      simili mixati da me uno aveva più basse a l’altro meno.. mixato con stesse attrezzature e stessi plugin

      DBarbarulo wrote:

      quindi non è sensato che uno suona con la compressione di Dr Dre e quello dopo come un pezzo di Bach

      OT: in realtà ai tempi di Bach l'escursione dinamica dei pezzi era piuttosto ridotta in quanto gli strumenti dell'epocs non permettevano di fare grandi differenze dinamiche (il clavicembalo, ma anche i primi pianoforti). Fine OT, ci tenevo a fare questa precisazione :D il senso comunque si é capito ugualmente :)

      AndreaFerro wrote:

      DBarbarulo wrote:

      Andrea, non possono suonare "uguali" perchè non sono uguali. Ma nemmeno mi sembrerebbe corretto che suonassero come elementi che non hanno nulla in comune, quindi non è sensato che uno suona con la compressione di Dr Dre e quello dopo come un pezzo di Bach, oppure che due brani analoghi per stile suonino uno con super bassi e super alti e quello dopo muto fino a 150 e cupo come se ci fosse una coperta sui tweeter...

      Esatto... a me è capitato che due brani molto
      simili mixati da me uno aveva più basse a l’altro meno.. mixato con stesse attrezzature e stessi plugin



      esattamente, il master serve ad appiattire questa diseguaglianza trovando un compromesso tra i due. quindi ti fai l'idea di quale dei due ti piace di più e cerchi di correggere l'altro per avvicinarlo.


      Per quanto riguarda bach credo parlasse di riprese non tanto di strumentazione utilizzata. quindi non sta parlando di un live (madonna mi vengono i brividi a chiamarlo così) di bach ma una sua reinterpretazione moderna.
      Io credevo che facesse riferimento alla compressione del pezzo in generale, e quindi alla dinamica. Un pezzo di Bach, anche suonato col pianoforte, non sarà poi così "dinamico" nel senso che se uno vuole interpretare al meglio un pezzo di Bach non potrà fare un fff come succederebbe con rachmaninov, tutto qua :)