Rullante spappolato in master, perché?

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Rullante spappolato in master, perché?

      Salve ragazzi, sto lavorando su un brano pop acustico “, con pochi strumenti. Per quanto riguarda la batteria ho la traccia stereo di tutto il drum kit in quanto è già stata processata in un’altro studio e mi piace come suona. Il problema sta quando vado a finalizzare e quindi alzare il volume, il rullante non è più bello presente ma come Se fosse mascherato. Ci sono altri brani che suonano pure più forte eppure il rullante è più definito. Come mai?
      Ah dimenticavo, in insert sulla drum mettendo Saturn di fabfilter senza toccare nessuno settaggio ho notato che il picco scende di almeno 6db, ho fatto bene o no?
      l
      Andrea, non conosco la tua situazione in particolare. Per imparare a mixare consiglio qualche corso e qualche migliaio di ore di esercizio sempre con un qualche confronto esterno guida per evitare di buttare il tempo. Per i master lo stesso ma dopo che padroneggi il mix. E' davvero così banale come sembra. Corso + pratica.
      se vendete il database mi incazzo.

      DBarbarulo wrote:

      Andrea, non conosco la tua situazione in particolare. Per imparare a mixare consiglio qualche corso e qualche migliaio di ore di esercizio sempre con un qualche confronto esterno guida per evitare di buttare il tempo. Per i master lo stesso ma dopo che padroneggi il mix. E' davvero così banale come sembra. Corso + pratica.


      Ma i videocorsi online servono?
      Ni.
      Servono certamente la sera per prendere sonno. :D
      Il problema principale a mio avviso è che bisogna accertare la situazione di partenza. Cosa un allievo sa e cosa crede di sapere. Bisogna capire se l'ABC c'è, cose di base come una condizione di ascolto decente eccetera. Poi bisogna fare un'attenta ricerca di un corso adatto che non sia una buffonata (cosa tutt'altro che semplice) o che non sia uno show, altro caso diffuso, in cui un talent ti fa vedere un mix dei beach boys dove il costo della registrazione del rullante è pari a tutta la tua produzione inclusa stampa e siae di 600 CD. A conti fatti io cercherei una 101 con un fonico bravo, un corso intensivo in una struttura qualificata o noleggerei 3 o 4 mezze giornate in uno studio vero con un tecnico vero spiegando la situazione.
      se vendete il database mi incazzo.
      Magari se in partenza avessi avuto a disposizione la traccia separata del rullante, invece di avere come dici tu "la traccia stereo di tutto il drum kit in quanto è già stata processata in un’altro studio e mi piace come suona", sarebbe stato tutto più facile. Forse solo alzando il volume dello snare la situazione sarebbe migliorata.

      E poi, "in insert sulla drum mettendo Saturn di fabfilter senza toccare nessuno settaggio ho notato che il picco scende di almeno 6db"... per quale motivo metti Saturn se dici che la batteria ti piace come è stata processata nell'altro studio? Questo plugin, che per inciso agisce anche sulla dinamica, andrebbe usato con cognizione di causa.

      Sartana wrote:

      Magari se in partenza avessi avuto a disposizione la traccia separata del rullante, invece di avere come dici tu "la traccia stereo di tutto il drum kit in quanto è già stata processata in un’altro studio e mi piace come suona", sarebbe stato tutto più facile. Forse solo alzando il volume dello snare la situazione sarebbe migliorata.

      E poi, "in insert sulla drum mettendo Saturn di fabfilter senza toccare nessuno settaggio ho notato che il picco scende di almeno 6db"... per quale motivo metti Saturn se dici che la batteria ti piace come è stata processata nell'altro studio? Questo plugin, che per inciso agisce anche sulla dinamica, andrebbe usato con cognizione di causa.


      un saturatore solo mettendolo in inserti senza toccare nulla diminuisce il picco. L’ho messo solo per questo, il colore della traccia è rimasto invariato
      un saturatore solo mettendolo in inserti senza toccare nulla diminuisce il picco. L’ho messo solo per questo, il colore della traccia è rimasto invariato[/quote]

      la butto li. Se fai il master senza saturatore il rullo masterizzato ha un picco bello?
      Prova a invertire la fase del saturatore che magari è quella che cancella il picco del rullo.

      panda521 wrote:

      un saturatore solo mettendolo in inserti senza toccare nulla diminuisce il picco. L’ho messo solo per questo, il colore della traccia è rimasto invariato


      la butto li. Se fai il master senza saturatore il rullo masterizzato ha un picco bello?
      Prova a invertire la fase del saturatore che magari è quella che cancella il picco del rullo.[/quote]

      Io ho messo il saturatore per evitare che in master il limiter toccava troppo il rullo, ma lo tocca ugualmente .. potresti spiegarmi meglio?
      Premetto che sono solo un amatore.
      Leggo ora che il saturatore è in insert e non in una mandata.
      Ad ogni modo se il rullante si spappola hai qualche frequenza del rullo troppo alta che fa scattare il limiter in modo invasivo. O cerchi la frequenza e la sistemi (eq sottrattivo) oppure schiacci meno il limiter.
      Prova anche a notare se il rullante si spappola sempre o solo in concomitanza con la voce (o altri strumenti), magari hanno i picchi che si accavallano.

      panda521 wrote:

      Premetto che sono solo un amatore.
      Leggo ora che il saturatore è in insert e non in una mandata.
      Ad ogni modo se il rullante si spappola hai qualche frequenza del rullo troppo alta che fa scattare il limiter in modo invasivo. O cerchi la frequenza e la sistemi (eq sottrattivo) oppure schiacci meno il limiter.
      Prova anche a notare se il rullante si spappola sempre o solo in concomitanza con la voce (o altri strumenti), magari hanno i picchi che si accavallano.


      Se faccio lavorare meno il limiter resto basso come volume... comunque forse quando entra la voce
      non si può giudicare o dare consigli senza sentire il materiale incriminato
      Paolo Piovesan
      “I’ve certainly spent many hours with finicky artists trying different vocal mics, all of which sound remarkably similar, and all I have to say is that I felt it was a waste of time.”
      – Alan Parsons