Come gestire i picchi della batteria?

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Come gestire i picchi della batteria?

      Ragazzi sto impazzendo, ma come cavolo “ controllo “ tutto il kit? In particolar modo il rullante, pure dal meter si nota ad occhio che quando batte il rullante il meter sale... il problema diciamo che non sarebbe nemmeno sul mix... ma in fase di mastering dei picchi non controllati danno problemi e suona male, parlando sempre della batteria. Ragazzi se avete consigli, trucchi, suggerimenti vi prego di dirmelo perché sto impazzendo
      calma... non usiamo termini a caso.
      Intanto diciamo che è normale che la traccia del rullante abbia dei picchi, è praticamente in transiente veloce con un po' di coda :) ... come del resto un po' tutti i fusti di una batteria.
      Io credo che il problema che riscontri è causato dal fatto che hai livelli troppo alti e una volta che arrivi al buss clippa e quindi, probabilmente, comprimi e limiti.
      A che livello hai i picchi delle varie tracce della batteria?
      Paolo Piovesan
      “I’ve certainly spent many hours with finicky artists trying different vocal mics, all of which sound remarkably similar, and all I have to say is that I felt it was a waste of time.”
      – Alan Parsons

      Paul Rain wrote:

      calma... non usiamo termini a caso.
      Intanto diciamo che è normale che la traccia del rullante abbia dei picchi, è praticamente in transiente veloce con un po' di coda :) ... come del resto un po' tutti i fusti di una batteria.
      Io credo che il problema che riscontri è causato dal fatto che hai livelli troppo alti e una volta che arrivi al buss clippa e quindi, probabilmente, comprimi e limiti.
      A che livello hai i picchi delle varie tracce della batteria?


      dipende, però i picchi della batteria escono fuori più di tutto

      AndreaFerro wrote:

      In linea di massima come si gestiscono i picchi?


      Soft Clip, limiter e/o saturatori per contenerli, senza esagerare.
      Compressione (in cascata o in parallelo) per aumentare il sustain e ribilanciare quindi il corpo rispetto al picco.
      Trattamento, somma e relazione di fase tra close mics ed OHs e Rooms.
      Samples.
      2 Buss processing (comp - limit/clip/sat).

      Taglia abbassa cuci, direi anche no.
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios
      Le parti di batteria, reale o elettronica e percussioni in genere sono fatte picchi.
      Cerco comunque di rispondere alla domanda anche se non è che abbia capito esattamente il problema.
      Il primo fatto da considerare è quello di avere i vari elementi al giusto livello senza arrivare al buss con picchi troppo alti, questo in pratica significa avere i livelli delle tracce relativamente bassi.
      Nonostante il VU meter sia un retaggio dell'analogico e che non è che abbia moltissimo senso in digitale, è comunque un buon riferimento.
      è anche però vero che, nello specifico delle tracce di batteria, il VU meter non è molto utile, ma tu devi ragionare in modo diverso: a che livello devo tenere la batteria perchè suoni "giusta" in termini di relazione di volume con gli altri strumenti che, normalmente, vogliamo a 0dB sul un VU meter settato a -18dBfs?
      Questo da solo dovrebbe garantirti già di per se di arrivare ad avere molti meno problemi di picchi fuori controllo sul buss (e quindi nel mix stereo)
      Poi c'è da considerare di comprimere le tracce di batteria singole e l'insieme del gruppo batteria.
      Do per scontato che tu sappia come funziona un Compressore, se non fosse così facci sapere che andiamo più nel dettaglio.
      Comprimendo con attacchi veloci puoi contenere i picchi.
      L'opzione intervento manuale è sempre buona, io spesso abbasso a mano quelli che ritengo i punti più problematici, se fai degli interventi complessi è un po' quello che farebbe un compressore ma forse più chirurgico quindi da fare in casi particolari... io lo faccio spesso sulle tracce di voce.
      Paolo Piovesan
      “I’ve certainly spent many hours with finicky artists trying different vocal mics, all of which sound remarkably similar, and all I have to say is that I felt it was a waste of time.”
      – Alan Parsons

      PAPEdROGA wrote:

      AndreaFerro wrote:

      In linea di massima come si gestiscono i picchi?


      Soft Clip, limiter e/o saturatori per contenerli, senza esagerare.
      Compressione (in cascata o in parallelo) per aumentare il sustain e ribilanciare quindi il corpo rispetto al picco.
      Trattamento, somma e relazione di fase tra close mics ed OHs e Rooms.
      Samples.
      2 Buss processing (comp - limit/clip/sat).

      Taglia abbassa cuci, direi anche no.


      PAPEdROGA wrote:

      Taglia abbassa cuci, direi anche no.


      E perchè, sentiamo.
      Perché, a meno che tu non stia facendo jazz, o generi/brani in cui il realismo è il tuo obiettivo e, all'interno di questi casi specifici il batterista abbia inavvertitamente dato un colpo un po' più forte e che quindi vada corretto solo quello, abbassare la clip del singolo colpo non ti porta ad un controllo dei picchi generali della batteria che, come detto giustamente da altri utenti, sono parte della natura stessa della batteria e sono "un problema" di normale gestione all'interno di un mix, dal pop al rock fino all'elettronica.

      L'operazione di cui parli rientra più facilmente nell'editing che nel mix in sé. Ovvero, come detto: colpo sbagliato - intervengoo e sostituisco o abbasso.
      In mix il trattamento dei transienti, utile/necessario per far uscire bene una batteria all'interno di un mix più o meno affollato che sia, senza che la batteria abbia un livello di picco spropositato rispetto al resto dell'arrangiamento, viene di norma affrontato in altri modi. Come quelli descritti sopra.

      Che poi ognuno abbia le proprie metodologie e le proprie credenze, ok.
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios
      Anche qui
      Non volevo centrare la questione
      Volevo offrire un alternativa
      Perchè non passi l'idea che le batterie vadano necessariamente compresse. Se poi si cerca quel sound e quella dinamica da batteria compressa, quoto la compressione.
      Ma a parte il basso, che difficilmente non si comprime (e la voce, ma in alcuni casi se ne puó fare a meno), per la batteria e le percussioni, perlomeno in molti generi e applicazioni, i picchi possono (e dovrebbero a mio gusto) essere controllati nella performance senza utilizzo di compressione, limiting o editing, proprio per conservare i transienti, la dinamica, le sfumature e il realismo.
      Ciao