registrare su mac e windows.. differenze?

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Facciamo un po' di chiarezza.
      Svariati plugin introducono elementi aleatori, ad esempio, alcuni riverberi.
      Ecco quindi che non solo da DAW a DAW ma anche sulla stessa DAW avremo due mixdown differenti.
      Nelle code dei riverberi avremo qualche prima riflessione differente o del white noise. Tutto qui.

      Continuo a sostenere che prima di affermare che una DAW suona differente da un'altra, bisognerebbe effettuare un test di controfase.
      Solo in questo modo ci si rende conto quanto la suggestione gioca strani scherzi.

      Ma da come ho provato.. garage band è migliore almeno per me rispetto ad altri sequencer suona meglio la voce ha dei preset molto interessanti.. con integrati compressorr.. eq.. ecc..ecc.. che almeno su REAPER non sono presenti

      Inviato dal mio GT-I9300 con Tapatalk 2
      Ok, ognuno ha le sue idee ed é giusto rispettarle, anche se oggettivamente...é giá stato detto tutto. :)

      Ma non ti fidare troppo dei preset...se lo fai, aspetteremo con ansia il 3d con il titolo "i miei brani suonano bene a casa, ma nell'autoradio e nello stereo della mia ragazza suona male". :P

      Joe
      Giuseppe Novella
      Live, Mixing & Recording Engineer

      anthony3192 wrote:

      garage band è migliore almeno per me rispetto ad altri sequencer suona meglio la voce
      Rispetto la tua opinione, ma per chi dovesse leggerti è bene sottolineare che questa affermazione, se estrapolata da un contesto soggettivo, è oggettivamente falsa. :)
      Va bene scrivere le proprie opinioni e affermare che, dal momento che non si hanno delle conoscenze tecniche, si usano i presets che "fanno suonare meglio(?) le tracce". Ma qui nessuno sta parlando di presets, plugins o di scellerate tecniche di mix,

      anthony, sono già due post che affermi che Garage Band suona meglio perchè ha tantissimi fantasmagorici presets. La tua scelta di usare questo o quel plugin, con questo o quel preset, cosa ha a che vedere con la qualità di somma di una daw?

      Hai letto cosa hanno scritto gli altri? Perchè ritorni sulla storia dei presets? ?(
      Se ti piacciono tanto i preset, perché non ne prendi uno che ti piace particolarmente, vedi che cosa è stato usato (che ne so, un compressore - che nel caso di Garageband penso sia abbastanza trasparente - un equalizzatore, ecc) e cerchi di replicarlo su Reaper (o qualsiasi altro programma) usando altri effetti simili (attingendo sia all'effettistica di serie che a plugin di terze parti)?


      Parti con dei settaggi simili (che ovviamente non suoneranno uguali!) ed un po' alla volta cerchi di avvicinarti... inoltre, invece che lasciare attivo tutto il preset (che in realtà penso sia una channel strip composta da più effetti) su garageband, perché non provi a mettere in bypass tutti gli effetti e poi ad attivarli in sequenza uno alla volta e ad ascoltare come cambia il suono? Così capisci un po' quale sia la logica dietro a quella catena di effetti e puoi replicarla e magari migliorarla adattandola meglio ai suoni a cui la applichi (perché i preset sono solo dei punti di partenza, creati in modo più o meno intelligente, però poi necessitano sempre di almeno qualche ritocco per adattarsi al materiale che stai lavorando e al contesto della registrazione)...
      Ovviamente va affiancato ad un po' di studio della teoria (cioè cosa sono quegli effetti, quando e perché si usano, cosa significano i controlli a disposizione...) altrimenti serve a poco (sempre che non sia addirittura controproducente!), però secondo me è un buon esercizio che se fatto bene aiuta a migliorare i propri lavori... e ti aiuta anche a superare la "sindrome da preset", che secondo me è uno di quegli scogli che prima si superano e meglio è :)
      Il rispetto si costruisce solo insieme.
      usavo GB per sfizio sul mac e lo uso regolarmente su iPad (sono quasi simili) dove ha un senso come registratore, block notes musicale .. è un software carino, con flex view (che ti mette a posto l'audio quantizzandolo) la possibilità di usare plugins AU, alcuni effetti/strumenti di base, gli apple loops ecc. Ha una cosa molto utile per chi scrive canzoni cioè il fatto di poter impostare delle sezioni (strofa, ritornello ecc) e di gestirle.. ma le sue due principali limitazioni (volute) sono da sempre la mancanza di un mixer (e hai dei faderini per il volume ecc che sono microscopici) e niente possibilità di send/return che ti limita molto. Per questo non lo chiamerei neppure un sequencer, almeno nel senso che attribuiamo a questo termine quando pensiamo a Cubase, Logic, PT, DP ecc


      Posso capire che sia user-friendly (l'hanno fatto apposta :) ) e che i suoni sono già pronti (mi ricordo un basso fingered che era bellissimo compresso al punto giusto che usciva sempre benissimo) sono pure convinto che ci si possa divertire con tutto, e che il preset strategicamente pronto sia comodo, ma ad un certo punto GB ti starà stretto quindi tanto vale pensare da subito ad un sostituto.

      IMHO chiaramente (mii era una vita che non scrivevo IMHO rsrs)
      "...a alma é o segredo do negócio..." Zeca Baleiro