Sync audio video tramite zoom e camera

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      beh se sei sotto un certo minutaggio sei ok perché non lo noti, se eri sopra sei stato veramente molto fortunato ;) non è questione solo di apparecchiatura buona è proprio questione che il timecode è diverso c'è poco da fare se non hai un generatore di clock che mandi il timecode a tutte le apparecchiature.
      Se usavi due cam uguali come diceva Classico in teoria non dovresti avere particolari problemi.
      ...si chiama Mix e non Fix

      Sync audio video tramite zoom e camera

      sirAracs wrote:

      beh se sei sotto un certo minutaggio sei ok perché non lo noti, se eri sopra sei stato veramente molto fortunato ...
      adoperavo una Sony è una Panasonic, 65 minuti di musica, non credo sia fortuna dai, in fondo un secondo di video deve per forza equivalere ad un secondo di audio, o no?



      Ciao
      <p><span style="line-height:1.28">No non necessariamente perch&egrave; stiamo parlando di pochi millesimi di secondo che si perdono e che si sommano.</span></p>

      <p>Se sulla Sony tieni l'audio della Sony e stessa cosa per la Panasonic non hai problemi perch&egrave; audio e video provengono dalla stessa macchina. (probabilmente se metti l'audio della Panasonic sul video della Sony vedrai che dopo un tot audio e video non sono in sincrono)</p>

      <p>Se registri con un dispositivo audio esterno comunque &egrave; molto probabile che i due, anche se metti in synch il punto iniziale, poi si perdano.</p>

      <p><span style="line-height:1.28">Se questo a te non &egrave; successo, si &egrave; stata fortuna, perch&egrave; solitamente questo non avviene.</span></p>

      <p>&nbsp;</p>

      <p><span style="line-height:1.28">P.S. si scusa Classico hai ragione il genlock.</span></p>
      ...si chiama Mix e non Fix
      Ho lo stesso problema pure io già da un po' di tempo, registro concerti e vorrei mischiare l'audio della camera con quello dello zoom perchè insieme mi darebbero un suono migliore, compensano meglio le frequenze (audio camera è un po' squillante e zanzarosa, quella dello zoom è molto più calda e mediosa, insieme danno un bel suono tutto sommato) ma se la sincronizzo bene a inizio concerto da metà concerto in poi le 2 tracce audio cominciano ad andare fuori sincro.

      Come software per il montaggio audio video uso Sony Vegas, la traccia zoom l'ho elaborata su Reaper, ed esce a 44100 come sample, ho provato a convertirla a 48 come quella del video ma poi mi gira molto più veloce, al punto che si sentono cantare i Chipmunks.

      Non esiste proprio nessuna soluzione in questi casi?
      Penso che il problema maggiore sia la registrazione a 44,1 che poi viene convertita a 48kHz. Registrando l'audio direttamente a 48kHz dovrebbe stare bene in passo. D'altra parte è tutto quarzato, quindi con un errore massimo dell'ordine di 10ppm (parti per milione): 1 frame ogni 100.000! A 25 fps sono 4.000 secondi, quindi meno di 1 frame ogni ora...
      Gianluca
      Youtube: goo.gl/522kv4

      Kevin Mask wrote:

      Al prossimo giro provo in formato wave 48, anche se ho letto che molta gente non ha risolto nemmeno così..


      Infatti.
      Per mia esperienza ogni volta che vai a miscelare file provenienti da apparecchiature non sincronizzate c'è sempre un disallineamento.
      Trascurabile in assoluto, ma da gestire se hai la necessità di sentire i due segnali insieme.
      Una differenza di un secondo tra due file della durata di due ore è inavvertibile se ascolti le take separate, ma comincia a darti problemi dopo pochi minuti se le sovrapponi.

      Le soluzioni possono essere tipicamente due: o allineare i due file prendendo un riferimento all'inizio ed uno alla fine (consiglio di accorciare il file più lungo, in linea di massima questo dovrebbe ridurre eventuali artefatti) oppure riallineare periodicamente uno dei due file con opportuni tagli (ad esempio tra ogni canzone) che risulteranno inavvertibili se fatti con opportuni crossfade.

      Lat.
      Scusate si mi intrometto.

      Per quella che è la mia marginale esperienza sono portato a pensare che questi problemi derivino principalmente dall'utilizzo di macchine di livello professionale non appropriato o dalla gestione non corretta dei file in fase di montaggio.

      Con macchine serie in grado di generare un clock affidabile non è normale che si verifichino certe discrepanze.

      Anche in contesti cinematografici il registratore e la macchina da presa vengono sincronizzati a livello di timecode a inizio giornata e magari un'altra volta a metà giornata, ma le macchine non lavorano collegate tra loro e una volta sincronizzate ognuna si affida al suo clock interno.

      Ho avuto grossi problemi di sinc in primis molto banalmente quando si gira (il video)a un determinato framerate e poi si monta ad un framerate diverso, o quando per errore in fase di montaggio con alcuni software si mettono insieme materiali (sempre video) con timecode differenti.

      Chiaramente parlo di registrazioni effettuate a 48khz (24bit) in wav non soggette a successive conversioni.

      Se ci sono ulteriori fattori che mi sfuggono sono contento di essere smentito, ma io proverei ad affrontare la cosa noleggiando un registratore più serio rispetto allo zoom H6, penso a Sound Devices, Zaxcom, Aaton, Nagra, sincronizzando se possibile le due macchine e battendo comunque un ciak fisico.

      In ogni caso tutto ciò riguarda la messa a sinc del materiale, il partito e lo stop devi comunque farlo tu manualmente dal registratore, non va in automatico quando iniziano a registrare il video.
      Se si tratta solo di brevi interviste non dovresti avere molti problemi neanche con lo Zoom comunque.
      2 clock per quanto dissimili se settati alla stessa frequenza non possono provocare un drift di più secondi in un'ora. Di solito queste magagne avvengono quando le macchine o i progetti sono settati a framerates NTSC (29.97, 59.94 e 23.98) invece che PAL (25, 30, 60 e 24). Così, il timecode su un set che linka macchine da presa, slate e registratori serve solo per l'identificazione dei files e non è un clock comune per sincronizzare gli AD e i DA tanto che l'eventuale drift non costituisce un problema.
      se vendete il database mi incazzo.

      DBarbarulo wrote:

      2 clock per quanto dissimili se settati alla stessa frequenza non possono provocare un drift di più secondi in un'ora.


      Più secondi in un'ora no, ma un secondo in due ore a me è capitato spesso e volentieri.
      Poi magari non è un secondo, ma mezzo o giù di lì... e sei obbligato comunque a risincronizzare manualmente i due segnali.

      Lat.