Programmi di registrazione

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Ho un mac!
      Non faccio un genere particolare, aiuto piccole compagnie teatrali con suoni acustici o sintetici a seconda di cosa vogliono. In questo momento devo registrare un coro e varie voci (risate, sospiri, passi ma anche rumori più vari) pulirle ed elaborarle un poco, e già non è facile. Per ora uso Ableton perché è l'unico programma che so usare bene, ho visto nel forum che alcuni parlano anche di Cubase per queste cose ma volevo limitarmi a questi due ora.
      Consigli? Grazie in anticipo ahah
      Ciao,
      premetto che io non ho mai usato MAC, però se hai quella piattaforma Logic è sicuramente la scelta migliore.

      Se devi fare registrazioni, oltre ad una buona DAW ti serve in primis anche un hardware adeguato per le registrazioni: scheda audio, microfono/i, cuffie ecc.

      Inoltre ultimo ma non ultimo, non sottovalutare mai l'ambiente in cui registri.
      I rientri di un ambiente non adatto sono estremamente fastidiosi e rovinano anche le registrazioni fatte con le attrezzature migliori.
      Una volta ottenuta una traccia "sporca" il lavoro di pulizia è estremamente oneroso e in ogni caso non porta mai allo stesso risultato di una traccia ben fatta dall'inizio.

      Questo per avvertirti.. perchè mi spiacerebbe che il tuo 3d successivo fosse proprio: "ho fatto tutte le registrazioni ma il suono che ottengo è pessimo."

      Good Luck :)
      Saluti Mirco.
      ...le macchine non aggiungono nulla all'anima della musica.
      Grazie mille Mirco :D
      Si, per quanto riguarda ambiente e strumentazioni sono a posto per quel che mi posso permettere: ho cuffie, due/tre tipi di registratori e scheda audio e l'ambiente è, per forza di cose, il teatro in cui siamo ora a lavorare o le stanze attigue, quando cerchiamo meno riverbero. Mi mancava solo l'ultima tassello della catena, ossia il programma con cui elaborarle.
      D'accordo con Logic allora, proverò quello. Speriamo bene!
      E resto convinto che, seppur in certi casi possa esserci qualche ritocco sul prezzo dettato dal marketing e non dai costi, l'hardware senza compromessi valga sempre quanto lo si paga


      si viaggia a Teatri, siamo a livelli importanti : )

      Purtroppo ora che ci penso non credo esista una demo di Logic Pro X
      Su Mac dovresti avere anche Garage Band free
      Oppure acquistarti Logic X sulla fiducia.
      Comunque se usi già Ableton, che è un buon programma, perchè cambiare?
      Tutto é Soggettivo

      Post was edited 2 times, last by “loyuit” ().

      Ahaha macché! Sono proprio agli inizi come potete vedere.

      Comunque vi chiedevo appunto di Digital Perforare e pro tools perché non avendo molta esperienza, sono quelli che più ho visto usare e che più mi hanno consigliato. Ableton Live lo userei comunque (almeno in fase di prove) per lanciare altre tracce che ho fatto e quindi pensavo di elaborare le registrazioni con un altro programma e poi inserirle in Live insieme alle altre già fatte.

      Sembra complicato ma ci sono dei motivi: ad esempio non ho trovato un ''noise remover'' per togliere i suoni di sottofondo per Live, mentre per Digital Performer so che c'è; magari anche in pro tools o magari hanno degli strumenti integrati per farlo. Non so, se voi sapete qualcosa al riguardo sono ben felice di impararlo.
      Ciao, per lanciare alcune tracce in live potresti usare un qualsiasi player o un programma dedicato come Qlab. Per registrare invece, vanno bene tutti quelli che hai scritto tu. Scegli in base a quello su cui ti trovi meglio.
      Per quanto riguarda i "noise remover", ce ne sono tanti e la scelta dipende dal tipo di rumore o distorsione che vuoi togliere. Materia un po' complicata... Che suoni devi togliere?
      Qlab? di che si tratta?
      Uso già ableton, penso vada piuttosto bene per quel che devo fare ma se credi che possa essere meglio questo qlab sono pronta ad ascoltarti!

      Comunque sono più che altro suoni di sottofondo, fruscii, difetti di registrazione in ambienti troppo riverberati o registrati con un level in entrata troppo alto
      Scegli quello che costa meno, fondamentalmente i software di registrazione Audio/MIDI hanno tutti le stesse funzioni base e, per l'utilizzo semiprofessionale che devi farne, anche Reaper potrebbe andare benissimo.
      Resta il fatto che quando si inizia con un tipo di software è sempre difficile impararne (bene) un altro, perché con il primo si sviluppano certe scorciatoie mentali che nel secondo fanno fatica a prendere piede.
      Per inciso è da prima del 1992 che utilizzo Performer (da un po' diventato Digital Performer) mi trovo splendidamente bene, nonostante la comunità italiana di questo software sia piuttosto esigua e composta da elementi educati al pari di trogloditi. Aggiungiamo poi che anche il distributore MotU nel nostro Paese non brilla per disponibilità, simpatia ed una politica dei prezzi vicina al ladrocinio e così hai il quadro completo.
      Quindi, anche se ti consiglierei DP9 allo stesso tempo ti chiedo di lasciar perdere perché è sempre meglio appoggiarsi a softwares che abbiano nutriti gruppi di utenti.
      A tal proposito, segnalo Cubase, Reaper e, ovviamente, Logic.
      Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum

      N.B. Rispondo a mail o telefonate con quesiti tecnici solo SE ho tempo e voglia
      Digital performer mi è stato consigliato da molti che lavorano nell'ambiente teatrale, e anche loro mi hanno detto di trovarsi molto bene ma che ne vedono un utilizzo più frequenta all'estero!

      Perfetto, in ogni caso grazie mille
      Reaper va benissimo anche a livello "professionale"... parola il quale uso ancora continuo a non capire del tutto.
      piu' o meno i software del genere sono tutti uguali, l'importante e' che impari ad usarli bene al loro meglio.
      Paolo Piovesan
      “I’ve certainly spent many hours with finicky artists trying different vocal mics, all of which sound remarkably similar, and all I have to say is that I felt it was a waste of time.”
      – Alan Parsons