Convertitori VS Schede audio

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Convertitori VS Schede audio

      Ragassuoli una domanda al volo, volevo chiedere che differenza c'era tra un convertitore ed una scheda audio,
      mi spiego meglio: ovvio che sia il convertiore che la scheda audio convertono AD e DA, e che scegliendo un convertitore che quindi è un hardware adibito solo alla conversione la qualità del suono convertito sarà maggiore rispetto ad una scheda audio.

      il punto è: la differenza sostanziale sta nel fatto che la scheda audio converte, ma ha anche una connessione (usb, firewire, thunderbolt) per poterla configurare col PC e quindi gestire routing e possiede i preamplificatori e bla bla bla. Ma quindi anche i convertitori possono contenere i preamplificatori? perchè se non fosse così a cosa servirebbero le entrate analogiche d-sub su un convertitore? e quindi qui si ritorna all' inizio.
      Se anche i convertitori possono possedere preamplificatori, che differenza ci sarebbe tra un convertitore e una scheda audio?

      grazie mille a tutti
      Esatto, non è scontato che sia così.
      Sulla tua domanda sui convertitori/preamplificatori, la risposta è sì ma ponendo la domanda al contrario, ossia che solitamente ci sono preamplificatori che fanno anche da convertitori.
      Chiaro che l'utilizzo dell'una o dell'altra soluzione va sempre legata all'utilizzo, quindi all'esigenza generica di utilizzare microfoni o apparecchiature che escono con un segnale di linea.
      Che poi queste tipologie di segnale viaggino su cavo singolo o fruste, poco cambia.
      Violinista H-Pirla Scelto

      i7 6700k - 16Gb RAM - Uad PciEx - RME 802 - Cubase 9 - Adam A5x+Sub7 Tannoy System1000 - Lucid 88192 - Hairball 1176 RevD - UA 710twin - Drawmer1969 - Vitalizer Mk2-T - Lindell Audio Pex500
      Più terra-terra, la distinzione è funzionale:

      Il convertitore converte (cit. Principe de Curtis). Ossia il suo mestiere è precipuamente quello di prendere un segnale analogico e convertirlo in stringhe di zeri ed uni (e viceversa).

      La scheda audio, che non a caso chiamiamo anche interfaccia, è un oggetto che si preoccupa di dialogare con l'elaboratore per la gestione dei flussi audio nell'ambito dei processi di computazione.

      Sul mercato ci sono prodotti puri (che fanno solo una cosa) e altri che combinano le due attività, e magari ne aggiungono altre: preamplificazione, midi, e compagnia.

      Lat.
      "scheda audio" è un oggetto che si occupa di trasferire un segnale analogico in un computer (e viceversa). di conseguenza un convertitore è una scheda audio, e non per niente va impostato nella pagina relativa della DAW. i convertitori puri fanno solo quello, e generalmente in una sola direzione, quindi l'investimento progettuale-componentistico-economico è concentrato solo in questo aspetto, mentre una scheda audio vera e propria ha DUE convertitori, (o più) ed ha ingressi linea-instrument-microfonici e magari anche un dsp.
      dal punto di vista qualitativo ci sono schede audio che si difendono benissimo sotto il profilo qualità dei convertitori. come naturalmente esistono convertitori multicanale per chi volesse collegarci apparecchiature di suo piacimento
      la distinzione tra le due categorie è puramente accademica